Tour de France 2020 a fine agosto!

Tour de France 2020 tra fine agosto e inizio di settembre

Tour de France 2020, secondo le indiscrezioni del quotidiano Dauphiné Libéré la corsa francese sarà programmata tra il 29 agosto e il 20 settembre. 

Tour de France 2020

Tour de France 2020

Tour de France 2020 in calendario al posto dell Vuelta? Questo è quanto emerge dalle pagine del quotidiano Dauphiné Libéré dopo che gli organizzatori della corsa (ASO) hanno deciso di attendere il 15 magio per prendere una decisione definitiva sul posticipo della massima competizione ciclistica mondiale a seguito della pandemia di Covid19. Il presidente francese Emmanuel Macron ha annunciato il divieto di assembramenti almeno fino a metà luglio cosa che rende di fatto impensabile il rispetto del precedente giorno de Le Grande Depart.

“Dato che allo stato attuale è impossibile che il Tour possa iniziare alla data prevista, stiamo consultando l’UCI per cercare di trovare nuove date”, ha affermato ASO, secondo un rapporto di APNews .

La prima “fuga di notizie” è stata da parte dello spagnolo Marca che ha parlato di un accordo in essere tra gli organizzatori delle grande corse a tappe che darebbe priorità al Tour de France all’interno di quello che sarà il nuovo calendario ciclistico con la Vuelta a settembre e il Giro ad ottobre.

 

Chiaramente se lo spostamento della partenza al 29 agosto, come indicata del giornale francese, fosse confermata si arriverebbe sugli Champs-Élysées a Parigi in concomitanza con il primo giorno degli UCI Road World Championships ad Aigle, in Svizzera, quando si sarebbe dovuta svolgere la cronometro individuale maschile d’élite.

Chiaramente fare previsioni è assolutamente azzardato in quanto tutto deve sottostare alle visioni politiche e alle indicazioni dei massimi organismi che seguono la sanità e che valuteranno in base ai livelli di contagio. Le pressioni per allentare il lockdown sono forti in ogni paese del mondo ma la calma e la cautela sono forse gli unici strumenti razionalmente utilizzabili nella “fase 1”.

Se la Francia ha previsto il blocco sino all’11 maggio e si aspetta di perdere l’8% del proprio PIL è chiaro che ogni settimana di chiusura intacca il “PIL” del ciclismo. Al momento non si hanno ancora certezze sui reali esiti del blocco nel paese transalpino e si teme che allentare il blocco, in assenza di un vaccino, possa portare ad un ritorno dell’epidemia di Coronavirus secondo i modelli dell’Imperial College.

Se però le indiscrezioni dovessero essere confermate allora ASO farà l’annuncio della data del 29 agosto per la partenza da Nizza della Grande Boucle.

 

 

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi.