Tanguy Turgis costretto al ritiro per problemi cardiaci

Tanguy Turgis si ritira per un difetto cardiaco.

Tanguy Turgis ciclista professionista da poco più di nove mesi è stato costretto ad abbandonare  sua carriera dopo aver scoperto un difetto cardiaco

Tanguy Turgis

Tanguy Turgis

Tanguy Turgis ventenne ciclista francese, fratello minore di Jimmy e Anthony Turgis, passato da pochissimo professionista con i colori della Vital Concept è costretto ad abbandonare la carriera agonistica a causa di sopraggiunti problemi di salute.

“I medici hanno purtroppo confermato quello che temevo da quando ho fatto alcuni test lo scorso lunedì: ho un’irregolarità cardiaca suscettibile di peggioramento nel tempo ed è vietato correre rischi. Potrò continuare ad andare in bicicletta per hobby ma non sarò più in grado di svolgere attività agonistica” ha dichiarato Turgis.

Tanguy aveva iniziato a pedalare già dall’età di cinque anni e lo sport è la sua grande passione nella vita così come i fratelli Jimmy e Anthony.

“Questa situazione cambierà la mia vita ed è difficilissimo da accettare. Amo il ciclismo più di ogni altra cosa al mondo e mi sento come se stessi abbandonando i miei fratelli. Volevo correre al fianco di Jimmy l’anno prossimo indossando la stessa maglia ma non sarà più possibile. Avrò bisogno di tempo per elaborare questa situazione ma spero di poter restare in questo mondo che amo follemente.Il cardiologo mi ha spiegato che potrebbero esserci conseguenze peggiori se non smettessi l’agonismo, la botta è dura da assorbire ma sono circondato da persone che mi sostengono e vogliono aiutarmi, qualunque cosa decida di fare. Adesso rifletterò sul mio futuro perché non avevo nessuna idea di una simile evoluzione della mia carriera e della mia vita”

Sono state le parole del giovane ciclista francese.

Shockato dalla notizia anche il team manager Jérôme Pineau che però sa benissimo che questa scelta tutela la salute del ragazzo.

Il ciclismo è stato colpito da una serie di tragedie legate a problemi cardiaci: Daan Myngher è deceduto al Criterium International 2016 per un arresto cardiaco, quest’anno Michael Goolaerts è deceduto per le medesime complicazioni durante la Paris-Roubaix ed è di sabato scorso la tragica notizia della morte del giovane belga Jimmy Duquennoy.

“Questa notizia mette fine ai sogni di un ragazzino ed è una tristezza infinita, ma per fortuna abbiamo beneficiato dell’esperienza degli specialisti, che ci hanno permesso di evitare una tragedia, quelle di, Daan Myngheer e Michael Goolaerts. Ora dobbiamo sostenere Tanguy come meglio possiamo e finché desidera, come aiutarlo a prepararsi per la vita dopo il ciclismo. Avevamo tante aspettative su Tanguy e lo aiuteremo perché riesca a scoprire la professione del suo futuro. Diamo il benvenuto nel team a suo fratello che dovrà correre senza suo fratello”. Ha dichiarato Jérôme Pineau

 

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi