Victor Campenaerts si scontra con il fan ubriaco

Victor Campenaerts cade colpito da un fans ubriaco!

Victor Campenaerts è caduto durante la prova del Campionato nazionale belga per colpa di un tifoso ubriaco che l’ha urtato.

Victor Campenaerts a terra

Victor Campenaerts a terra

Victor Campenaerts questi campionati nazionali del Belgio se li ricorderà sicuramente per un pezzo, non per aver conquistato l’ambita maglia ma per una caduta assolutamente evitabile che gli è costata la corsa.

Il ciclista originario di Wilrijk aveva iniziato molto bene la prove nazionali conquistando il titolo di Campione Belga a Cronometro disciplina di cui è uno specialista.

Tutto è accaduto quando il corridore stava comandando la corsa a poco più di sei chilometri dall’arrivo quando un tifoso ubriaco ha attraversato la strada incurante del passaggio dei ciclisti. Inevitabile l’impatto con il corridore che è caduto a terra rimediando una brutta botta.

A ottenere la vittoria finale è stato Yves Lampaert della Quick-Step Floors ha tagliato il traguardo per primo.

Victor Campenaerts: ugualmente soddisfatto

“Avrei preferito che un mio compagno del team Lotto-Soudal vincesse la maglia di Campione su strada, ma sono contento per il mio amico e avversario Yves Lampaert e ho poi ho vinto la crono e questo può bastarmi” ha scritto Victor sui social network.

Il presidente del fan club Lampaert si è rivolto a Campenaerts dopo aver visto il suo messaggio Instagram per porgere le sue scuse.

“Victor come presidente del fan club di Yves Lampaert e appassionato di ciclismo, vorrei scusarmi per l’incidente nell’ultima gara- ha scritto Bert Wanwijnsberghe – devi sapere che abbiamo molto rispetto per ogni corridore del gruppo. E certamente anche per un campione come te”.

Campenaerts ha apprezzato il gesto e ha risposto: “Bert, apprezzo davvero questo messaggio! Ieri ha vinto il più forte”.

Parlando con il quotidiano belga, Het Nieuwsblad, il pilota del Lotto Soudal ha scherzato incolpevolmente sui fan del vincitore: “E’ stata una situazione paradossale un fan di Lampaert stava salutando l’elicottero e non mi ha visto sopraggiungere, non ho fatto in tempo a cambiare direzione e mi sono trovato a terra – ha continuato Campenaerts – la gente lungo la strada offre un bello spettacolo ma deve rimanere ai margini della carreggiata”.

Sembra che Campenaerts non avrà l’opportunità di riscattarsi al prossimo Tour de France. Il suo nome, infatti, non appare nella preselezione che ha pubblicato il sito ufficiale di Lotto Soudal alcuni giorni fa. I prescelti sono André Greipel, Thomas De Gendt, Jasper De Buyst, Jelle Vanendert, Jens Keukeleire, Marcel Sieberg, Tiesj Benoot e Tomasz Marczyski.

Yves Lampaert tappa e maglia alla Vuelta

Yves Lampaert  doppio colpo alla Vuelta Espana

Yves Lampaert

Yves Lampaert festeggia la vittoria

Yves Lampaert conquista la prima tappa in linea della Vuelta Espana 2017 sfruttando il perfetto lavoro della squadra e la condizione meteo ventosa in cui gli uomini della Quick Step vanno a nozze. Premio doppio per il corridore che conquista anche la maglia rossa di leader della generale strappandola a Dennis che la indossava dopo la vittoria della cronosquadre da parte della BMC.

Tracciato fondamentalmente piatto, quello che parte da Nimes e si protrae verso sud per 203.4 km ma che presenta parecchie curve e, appunto, la possibilità di vento. Proprio la paura del vento e dei relativi ventagli porta i team dei big a controllare serratamente la corsa tanto che, cosa veramente rara, non vi è nessun tentativo di fuga. Tappa noiosa? Nemmeno per sogno.

C’è battaglia al traguardo volante di Saint-Marcel-sur-Aude: Matteo Trentin (Quick Step Floors) transita per primo davanti a Daniel Oss, che con i punti di abbuono supera il suo compagno di squadra Rohan Dennis e vola provvisoriamente in vetta alla classifica.

A quel punto sale in cattedra la Quick Step Floors, che con quattro uomini davanti prova sgretolare il gruppo, l’obiettivo del team è portare Trentin allo sprint per giocarsi la vittoria e la maglia ma l’attacco di Yves Lampaert all’ultimo chilometro va a buon fine e gli consente la doppietta tappa e maglia.

 

Vincenzo Nibali chiude il primissimo drappello e va a guadagnare qualcosa sui diretti rivali: cinque secondi su Esteban Chaves (Orica-Scott), otto sugli altri, compresi Fabio Aru (Astana) e Chris Froome (Team Sky).

Edward Theuns vince al Binck Bank Tour

Edward Theuns vince, beffato in extremis Lampaert

Edward Theuns vince

Edward Theuns esulta

Edward Theuns vince la quarta tappa del Binck Bank Tour 2017  dopo aver ripreso, a soli 150 metri all’arrivo, l’attaccante Yves Lampaert (Quick Step Floors), vicino al grande numero.

Dopo aver ripreso la fuga, nel finale non mancano gli attacchi: dopo un timido tentativo di Wout Van Aert (Veranda’s Willems) e Frederik Backaert (Wanty-Groupe Gobert), subito rintuzzato, ci provano, in maniera più decisa, Alex Dowsett (Movistar) e Dion Smith (Wanty-Groupe Gobert), che restano al comando fino a cinque chilometri al traguardo.

Ripreso anche quest’ultimo tentativo di fuga pare tutto pronto per l’arrivo in volata ma a quel punto è  Yves Lampaert (Quick Step Floors) che in contropiede prova a beffare tutti, una grande sparata per lui. Alla flamme rouge  il forte passista belga può contare ancora su dodici secondi di vantaggi, lo sforzo è estremo ma a il gruppo, che ha lanciato la volata, rientra su di lui e a trionfare è Edward Theuns.

Resta al comando della classifica lo svizzero Stefan Kung (Bmc).