Alé Cipollini vuole entrare nell’UCI Woman’s World Tour

Alé Cipollini richiesta d’ingresso nell’UCI WOMEN’S WORLD TOUR 2020

Alé Cipollini per voce della sua Presidente Alessia Piccolo presenterà formale richiesta all’UCI per la licenza Women’s World Tour 2020.

Alé Cipollini

Alé Cipollini

Alé Cipollini, per voce della sua Presidente Alessia Piccolo, insieme ai marchi del gruppo Zecchetto (Alé, DMT, Cipollini), main sponsor della squadra, presenterà formale richiesta all’UCI per la licenza Women’s World Tour 2020. In caso di conferma, sarebbe l’unico team dell’intero panorama ciclistico italiano; sia femminile, sia maschile.

Il team professionista femminile Alé Cipollini, insieme ai main sponsor Alé Cycling, Cipollini e DMT, annuncia la sua volontà di entrare nel circuito World Tour Femminile, per il 2020.
La squadra, che il prossimo anno festeggerà dieci anni di attività, è riconosciuta tra le “Top five” femminili al mondo. Un progetto pluriennale, nato per supportare il movimento femminile e che, anno dopo anno, è andato consolidandosi. Questo grazie alla competenza e background del management del team, guidato dal DS Fortunato Lacquaniti, e ai curricula e risultati delle atlete. Nel tempo, sponsor importanti si sono aggiunti: Windtex, Deine, Bardiani CSF per citarne alcuni, dimostrando di credere nell’idea dietro al progetto e nel movimento.
Oggi, Alessia Piccolo, Presidente del team Alé Cipollini, annuncia ufficialmente la richiesta di ingresso nel UCI Women’s World Tour 2020.

Principale sostenitrice del team, Alessia, esprimendo tramite le sue parole anche la volontà del Gruppo Zecchetto, ha così commentato l’importante annuncio:

“Ho iniziato 9 anni fa questo progetto, investendo e credendo nel ciclismo femminile quando ancora il settore non aveva la visibilità attuale e le aziende che lo supportavano si contavano sulla punta delle dita. Ho visto crescere il team anno dopo anno ed ho dedicato alle ragazze il mio totale impegno, non solo come sponsor ma anche a livello di gestione, occupandomi di tutta la parte logistica e di comunicazione. Ora, in occasione del nostro decennale, sono orgogliosa di poter annunciare che il progetto continuerà e richiederemo all’UCI la licenza per entrare nel Women’s World Tour 2020. Saremo, in caso positivo, il primo team italiano femminile ad entrare nella riforma voluta dall’UCI. Rappresenteremo l’Italia intera del ciclismo, poiché ad oggi, anche nel World Tour maschile, il nostro paese è assente.

Una volontà, quella di entrare nel massimo circuito, che è un chiaro segnale per il movimento, per il settore e soprattutto per l’industria: anche le aziende italiane possono e devono credere nel progetto e nel ciclismo femminile, come lo fanno le aziende del gruppo Zecchetto.
Continua la Piccolo: “Mi farebbe piacere che questo messaggio venisse recepito da nuovi partner e lancio un invito: credete e date supporto a questo progetto. La forza sportiva e comunicativa di queste ragazze e di questa squadra sta dando e darà grandi risultati!”

Il team, che conta due Campionesse Europee cat. Juniores (Anna Trevisi e Nadia Quagliotto), una Campionessa del Mondo cat. Juniores (Karlijn Swinkels) e tre campionesse nazionali in carica (Eri Yonamine/Giappone, Jelena Eric/Serbia, Na Ah-Reum/Corea, anche vincitrice degli Asian Games 2018) dopo il trittico delle Ardenne, sarà alla Liegi-Bastogne-Liegi.

FONTE COMUNICATO STAMPA