Andrea Pasqualon conquista il Giro del Lussemburgo

Andrea Pasqualon conquista la rassegna del granducato

Andrea Pasqualon conquista la rassegna del granducato grazie ad una incredibile prova di continuità che gli ha consentito di vincere due frazioni

Andrea Pasqualon conquista lo Skoda-Tour de Luxembourg

Andrea Pasqualon conquista lo Skoda-Tour de Luxembourg

Andrea Pasqualon conquista lo Skoda-Tour de Luxembourg  grazie ad una grandissima continuità dimostrata durante tutta la corsa del granducato. Il bassanese, infatti, non ha mai chiuso fuori dalla top 3 nelle tappe in linea.

L’ultima tappa da Mersch a Luxembourg City è stata accorciata di 7 km per problemi di viabilità relativi alle recenti inondazioni ed è stata conquistata da Anthony Perez della Cofidis.

Andrea Pasqualon trionfa nella corsa rassegna del granducato conquistando due tappe consecutive. Il corridore della Wanty – Groupe Gobert per non correre rischi nella tappa di oggi si è impegnato in prima persona per andare a riprendere i fuggitivi di giornata e rintuzzando ogni attacco da parte del gruppo principale.

Al termine della corsa il corridore italiano ha preceduto di 17″ Tratnik e di 28″ Leyder mentre il nostroMauro Finetto chiude in decima posizione a 40″.

Andrea Pasqualon vince davanti a Tratnik

1. Andrea Pasqualon (Wanty – Gobert)
2. Jan Tratnik (CCC)
3. Pit Leyder (Leopard)
4. Eduard Prades (Euskadi – Murias)
5. Angelo Tulik (Direct Energie)
6. Alexander Krieger (Leopard)
7. Huub Duijn (Veranda’s Willems)
8. Thomas Sprengers (Sport Vlaanderen)
9. Anthony Perez (Cofidis)
10. Mauro Finetto (Delko Marseille)

Vuelta a Andalucia: Tim Wellens prende tappa e maglia

Vuelta a Andalucia, capolavoro di Tim Wellens che fa sue tappa e maglia

Vuelta a Andalucia colpo doppio di Tim Wellens della Lotto Soudal che in un colpo conquista tappa e maglia di leader della corsa

Vuelta a Andalucia

Vuelta a Andalucia

Vuelta a Andalucia, seconda vittoria stagionale per il belga della Lotto Soudal Tim Wellens che aveva già dimostrato il suo ottimo stato di forma nell’arrivo  sull’Alto de Allanadas e che  oggi è stato il più forte sul duro strappo finale di Alcalá de los Gazules.

Tappa particolarmente adatta alle fughe quella di oggi nella corsa iberica e diversi sono, infatti, stati i tentativi di fuga. A riuscire nell’intento sono stati, dopo 55 chilometri, in 13: Imanol Erviti (Movistar), James Shaw (Lotto Soudal), Sep Vanmarcke (EF Education First), Julien Duval (AG2R), Guillaume Martin (Wanty), Marco Minnaard (Wanty), Thomas Boudat (Direct Energie), Delio Fernández (Delko), Lukasz Owsian (CCC Sprandi), Coen Vermeltfoort (Roompot), Huub Duijn (Verandas Willems), Jesús Ezquerra (Burgos) e Kyle Murphy (Rally Cycling). I fuggitivi di giornata sono arrivati ad imboccare il Puerto de las Palomas con circa due minuti di margine sugli inseguitori.

In salita è stata la coppia della Wanty-Groupe Gobert a prendere in mano la situazione  staccando tutti i compagni di avventura e passando in testa al GMP. Nella ascesa al Puerto del Boyar sono stati raggiunti da Sep Vanmarcke e da due uomini della Movistar che erano usciti dal gruppo in precedenza, Hector Carrettero ed Andrey Amador. La discesa ha lasciato in testa i soli  Amador e Vanmarcke che a 40 chilometri conservavano poco più di due minuti di vantaggio sul gruppo principale tirato dal Team Sky e dall’Astana.

I due di testa sono riusciti a resistere fino allo strappo di Alcalá de los Gazules: il plotone li ha ripresi a soli 1200 metri dall’arrivo sulle prime durissime rampe di salita. A quel punto ecco entrare in scena i big: Mikel Landa ha attaccato e l’unico che è riescito a tenere il ritmo del basco della Movistar è Tim Wellens, mentre tutti gli altri hanno perso terreno.

Ai meno 300 dal traguardo ecco una terribile rampa in pavé su cui è iniziato il forcing di Wellens che è andato a conquistare la tappa della Vuelta a Andalucia con 4 secondi di margine su Landa. Jakob Fuglsang ha chiuso terzo a 12″e Luis León Sánchez solo ottavo a 20″, insomma dopo l’exploit di ieri, l’Astana ha tentato di difendersi ma con esiti alterni.

Il leader della generale Wout Poels non è riuscito a replicare la sparata di due giorni fa. Da segnalare anche l’ottimo decimo posto di Andrea Pasqualon a soli 24″ da Wellens. Tim Wellens indossa la  maglia rossa di leader con 7″ di vantaggio su Mikel Landa, a 11″ c’è Wout Poels seguito da Jakob Fuglsang a 14″ e quindi da Luis León Sánchez: il vincitore finale di questa Vuelta a Andalucia uscirà verosimilmente da questi nomi.

Wildcard per Tour de France 2018

Wildcard per Tour ecco le Quattro formazioni

Wildcard per Tour 2018: ecco le formazioni invitate al Tour de France 2018 in programma dal 7 al 29 luglio

Wildcard per Tour 2018

Wildcard per Tour 2018

Wildcard per Tour 2018 con una comunicazione non attesa la ASO, la società che si occupa di organizzare la Grande Boucle, ha reso noto le formazioni che potranno giovarsi dell’invito alla corsa francese.
Saranno quattro i team
Professional invitate al prossimo Tour de France, in programma dal 7 al 29 luglio che prenderà il via a di Noirmoutier en l’Ile: le francesi Cofidis Solutions Crédits, Direct Énergie e Fortuneo-Samsic e la belga Wanty-Groupe Gobert.

La partecipazione dei tre sodalizi transalpini, guidati da Bouhanni, Calmejane e Barguil, vi era pressoché certa mentre permaneva maggior incertezza sull’attribuzione dell’ultimo slot disponibile.

Il team belga di Jean-François Bourlart ha dunque avuto la meglio sul neonato Vital Concept Cycling Club capitanato da Bryan Coquard, che aveva velleità di prender il via alla competizione transalpina.

Wildcard per Tour 2018: tutte le squadre al via della Grande Boucle

AG2R La Mondiale
Bahrain Merida Pro Cycling Team
BMC Racing Team
BORA – hansgrohe
Cofidis
Dimension Data
Direct Energie
FDJ
Fortuneo – Samsic
Lotto Soudal
Mitchelton-Scott
Movistar Team
Quick-Step Floors
Team EF Education First-Drapac p/b Cannondale
Team Katusha – Alpecin
Team LottoNL-Jumbo
Team Sky
Team Sunweb
Trek – Segafredo
UAE-Team Emirates
Wanty Group Gobert

Andrea Pasqualon vince la Coppa Sabatini

Andrea Pasqualon batte Colbrelli in volata

Andrea Pasqualon

Andrea Pasqualon

Andrea Pasqualon conquista la Coppa Sabatini 2017 a conclusione di un ottimo periodo di forma che aveva portato il corridore della Wanty-Groupe Gobert a ben figurare in tanti appuntamenti senza però ottenere la vittoria finale. La vittoria di Pasqualon fa l’en plein con la vittoria di Guillame Martin al Giro della Toscana.

A caratterizzare la fuga di giornata sono Eugert Zhupa (Wilier-Selle Italia), Alessandro Tonelli (Bardiani-Csf), Andrea Vendrame (Androni-Sidermec), Patrick Gamper (Tirol Cycling), Adrien Turek (Israel Academy), Pelegri (Caja Rural) e Hideto Nakane (Nippo-Vini Fantini). Il gruppetto procede in sintonia fino a quando ai meno dieci dall’arrivo restano al comando solamente Vendrame e Tonelli con un esiguo vantaggio sul gruppo in rimonta.

Quando è il Team Sky a prendere in mano la situazione, per portare Elia Viviani alla volata, la sorte dei due di testa è naturalmente segnata.
La soluzione attesa da tutti è il duello mondiale tra l’atleta della Sky e Sonny Colbrelli ma a sorprendere tutti è, appunto, Andrea Pasqualon che ottiene la sua prima vittoria stagionale. Per l’atleta di Bassano del Grappa una vittoria meritata (quanto forse inaspettata), alle sue spalle Colbrelli e Francesco Gavazzi.

Guillame Martin vince il Giro della Toscana 2017

Guillame Martin bella vittoria al Giro della Toscana 2017

Guillame Martin

Guillame Martin

Guillame Martin fa parlare francese al Giro di Toscana conquistando la seconda edizione del Memorial Alfredo Martini. Per l’atleta in forza alla Wanty-Groupe Gobert si tratta di una importantissima vittoria conquistata grazie ad un tentativo solitario che gli ha permesso di tagliare per primo sul traguardo di Volterra aggiudicandosi tappa e classifica generale (succede al nostro Daniele Bennati nell’albo d’oro della manifestazione).

Dopo la frazione di ieri, interamente dedicata a Pontedera che ha visto trionfare Steve Cummings ecco la Lajatico-Volterra molto più impegnativa e caratterizzata da una fuga di otto corridori che arrivano ad un vantaggio massimo di circa cinque minuti a circa metà della gara. Entrato in scena il forcing delle squadre inseguitrici il margine si assottiglia in attesa dell’erta conclusiva.

Prova ad allungare il nostro Giovanni Visconti (Bahrain-Merida) a cui si accodano Matteo Busato, Mattia Cattaneo, e Guillaume Martin. Ed è proprio Martin che si riporta sugli uomini di testa e prosegue la sua azione sino a tagliare il traguardo in solitaria. Alle sue spalle i battuti Visconti e Cattaneo completano il podio a 10 secondi di ritardo dal vincitore.

Per Martin è un colpo doppio dal momento che balza al comando della classifica generale e porta a casa la corsa

Yoann Offredo vittima di una aggressione

Yoann Offredo vittima di una aggressione

Yoann Offredo portacolori della Wanty – Groupe Gobert è stato vittima di una vile aggressione

Terribile episodio accaduto oggi a  Yoann Offredo, portacolori della Wanty – Groupe Gobert, che  è stato aggredito da alcuni uomini armati di taglierini mazze da baseball mentre si stava allenando. La dinamica non è stata ancora del tutto chiarita di sicuro Offredo stava pedalando con alcuni compagni e amici quando si è verificato l’inspiegabile gesto.

“Non sono tanto le ferite fisiche che mi stanno facendo soffrire quanto lo spavento e il terrore che un simile atto mi ha lasciato. Non pensavo potesse mai accadermi un fatto similare”.