LEM Helmets e BePink insieme nel 2019

LEM Helmets e BePink assieme nel 2019

LEM Helmets, azienda nata nel 1972 leader nella produzione di caschi da ciclismo, affianca il Team BePink

LEM Helmets e BiPink (comunicato stampa)

LEM Helmets e BiPink (comunicato stampa)

BePink è lieta di annunciare ufficialmente un nuovo sponsor tecnico, LEM Helmets, azienda nata nel 1972 leader nella produzione di caschi da ciclismo sicuri, eleganti e performanti per strada, mountain bike, pendolari e bambini.

La formazione lombarda nel 2019 correrà con i modelli da strada Gavia e Volata, due prodotti superiori che combinano in un perfetto mix sicurezza, confort, ventilazione, aerodinamicità e leggerezza.

Entrambi i caschi a disposizione di BePink sono in un’edizione limitata “pink colorways”.

Gavia è stato progettato e disegnato in base a una tecnologia che garantisce il massimo della sicurezza e delle prestazioni e prende il nome dall’iconico Passo Gavia, nelle Alpi, una delle più famose e affascinanti salite del Giro d’Italia.

Volata è stato ispirato dal termine italiano che indica lo “sprint finale” ed è progettato per migliorare l’esperienza di pedalata grazie a una vestibilità confortevole e leggera, contribuendo a ottimizzare al meglio le prestazioni dell’atleta durante la corsa.

“Siamo entusiasti di collaborare con BePink e supportare questa talentuosa squadra nel corso della stagione 2019 e nelle corse che verranno affrontate in tutto il mondo. Essendo BePink un team italiano, e visto che LEM fonda le sue radici proprio in Italia, possiamo dire che le stelle si siano allineate per creare un ottimo incontro,” ha commentato Keith Cozzens, Global Brand Marketing Director di LEM. “La professionalità e la dedizione all’organizzazione sono senza pari e siamo ansiosi di coltivare una duratura e proficua partnership, con l’obiettivo di fornire alle atlete la massima protezione e performabilità.”
“Siamo orgogliosi di essere un team italiano e che l’Italia rappresenti un ‘fil rouge’ con la storia di LEM. Siamo certi che insieme faremo grandi cose,” ha spiegato il Team Manager di BePink Walter Zini.“La squadra trarrà, sicuramente, un grande beneficio da questa partnership e saremo in grado di lavorare con questa azienda su molteplici livelli – inclusi i prodotti – nel corso di questa stagione e nei prossimi anni.”

Per maggiori informazioni su LEM Helmets: https://lemhelmets.com/

FONTE COMUNICATO STAMPA

Marcel Kittel vince la tappa di Bergerac

Marcel Kittel vince la decima tappa del Tour Périgueux-Bergerac

Marcel Kittel vince

Marcel Kittel vince

Marcel Kittel vince in volata la decima tappa del Tour de France facendo uno straordinario poker in questa Grand Boucle. Dopo Liegi, Troyes e Nuits St. George, il tedesco della Quick Step Floors  brucia anche il traguardo di Bergerac.

Grazie ad uno sprint imperioso, partendo da lontano e chiudendo in scioltezza ha preceduto  John Degenkolb e Dylan Groenewegen mentre il nostro Sonny Colbrelli è giunto nono.

Ci permettiamo di sbilanciarci nell’essere felice che proprio Kittel, che ha mandato un messaggio di incoraggiamento a Claudia Cretti, stia vivendo un momento davvero magico.

La giornata di oggi è stata movimentata da due francesi, Offredo e Gesbert che sono scattati subito dopo la partenza di Périgueux guadagnando oltre cinque minuti di vantaggio sul plotone che ha però gestito con tranquillità il margine, riacciuffando i fuggitivi a sette chilometri dal traguardo.

Immutata la classifica generale, con Chris Froome (Team Sky) in maglia gialla con 18″ su Fabio Aru (Astana Pro Team) e 51″ su Romain Bardet (AG2R La Mondiale).

 

Marta Bastianelli vince la nona tappa

Marta Bastianelli vince la nona tappa del Giro Rosa

Marta Bastianelli vince

Marta Bastianelli vince

Marta Bastianelli vince la prima tappa per una atleta tricolore in questo Giro Rosa.

L’ex iridata ha conquistato il suo primo successo di tappa in carriera nella più importante corsa a tappe del calendario conquistando la volata davanti a Lotta Lepistö e Giorgia Bronzini dopo che il gruppo di testa ha ripreso una fuga di tre atlete proprio all’ultimo chilometro.

Marcel Kittel trionfa a sull’arrivo di Troyes

Marcel Kittel  conquista la sesta tappa al Tour de France

Marcel Kittel

Marcel Kittel

Marcel Kittel vince la volata finale nella sesta tappa della Grand Boucle, fortunatamente senza cadute, ma non meno rischiosa di quella di due giorni fa che ha portato all’espulsione di Peter Sagan, con Arnaud Démare che è passato vicinissimo alle transenne.

La tappa è stata caratterizzata da una lunga fuga partita nei primi chilometri della corsa con protagonisti Frederik Backaert (Wanty-Groupe Gobert), Perrig Quéméneur (Direct Énergie) e Vegard Stake Laengen (UAE Team Emirates). La fuga non ha mai ottenuto un margine particolarmente elevato ma i fuggitivi sono stati capaci di resistere in avanscoperta sino ai meno 3 km dall’arrivo.

Completato il ricongiungimento è stato il momento di preparare la volate che, come abbiamo detto, ha visto Kittel precedere Arnaud Démare. Il francese ha preso un grosso rischio sfiorando le barriere di protezione. La terza piazza è andata a Greipel.

Route du Sud: vittoria di Elia Viviani

 

Elia Viviani vince alla Route du Sud

Elia Viviani vince alla Route du Sud

Elia Viviani nella tappa di oggi alla Route du Sud, il velocista italiano ha vinto nettamente in volata sul traguardo di Saramon precedendo Carlos Barbero (Movistar Team) e Lorrenzo Manzin (FDJ). Per Elia si tratta della seconda vittoria di tappa in questo 2017.

La tappa è stata caratterizzata da una fuga partita al km 25 con un gruppetto che è riuscito a guadagnare fino a 6 minuti di vantaggio sul gruppo principale. A 30 km dall’arrivo, all’imbocco dell’ultimo GPM di giornata, il distacco dei battistrada scende a 2′ 30″ e a quel punto Miles Scotson, uno dei più attivi nella fuga,  decide di andarsene da solo, forte delle sue doti da pistard, conquistando il GPM. La prova di Scotson è di tutto rilievo e il gruppo fatica a riprenderlo e ci riesce solo a 5km dall’arrivo grazie all’impegno di ben 5 team.

Raggiunto il fuggitivo, inevitabile è la voltata: è Gianni Moscon a pilotare Elia Viviani che vince imperiosamente la volata.

In classifica generale nessuna mutazione di rilievo con Julien Loubet (Armée de Terre) che resta leader della classifica generale.

 

Tour de Suisse, vittoria di Peter Sagan

Peter Sagan vince a Cevio

Peter Sagan vince a Cevio

Il Tour de Suisse in Canton Ticino e sull’arrivo di Cevio a trionfare è Peter Sagan con una volata anomala, lunga, quasi uno scatto da finisseur. E che si sia trattato di una volata atipica ne è la testimonianza il secondo posto di Michael Albasini mentre terzo è arrivato il nostro Matteo Trentin. Tanti gli italiani nei primi dieci di giornata: Niccolò Bonifazio è arrivato quinto, Sacha Modolo settimo e Oscar Gatto ottavo.

Damiano Caruso ha leggermente rafforzato il proprio primo posto in classifica generale guadagnando 1″ su tutti i rivali grazie all’abbuono ad un traguardo volante

Tour of California: vittoria di Marcel Kittel

Il logo del Tour of California

Era una dei favoriti per gli arrivi in volta e la prima tappa del AMGEN Tour of California ha rispettato le aspettative. A trionfare sull’arrivo di Sacramento è stato infatti Marcel Kittel della QuickStep – Floors, al suo ottavo centro stagionale, che ha preceduto il campione del Mondo Peter Sagan (Bora – Hansgrohe), mentre terzo posto si è piazzato il nostro Elia Viviani (Sky).

Naturalmente Marcel ha indossato anche la prima maglia da leader della generale ma già dalla prossima tappa con arrivo a San Josè sarà dura che la possa conservare visto che la seconda frazione presenta ben 5 GMP.

Come dicevamo, al terzo posto è giunto il nostro Viviani che si è detto felice della propria prova: “la squadra ha fatto un lavoro perfetto durante la tappa i miei compagni Doull, Van Poppel e Dibben mi hanno portato in una  posizione perfetta all’ultima curva facendomi prendere la ruota di Kittel. Purtroppo poi a 600 metri dal traguardo si è creato un poà di confusione e quando era il momento di partire sia Kittel che Sagan erano già andati. Sono comunque soddisfatto della prova mia e del team.