Tour of Britain vittoria finale di Lars Boom

Tour of Britain vittoria di tappa a Boasson Hagen, generale a Boom

Tour of Britain

Edvald Boasson Hagen a braccia alzate

Tour of Britain, vittoria di Boasson Hagen nell’ultima frazione da Worcester a Cardiff per un totale di 180 km. Tappa caratterizzata dal maltempo che ha fatto in modo che vi fosse una netta scrematura nel gruppo con i big tutti davanti a parte Vasil Kiryenka, rimasto nelle retrovie. Tanti tentativi di fuga ma tutti senza libertà concessa dal gruppo. Sembrava inevitabile l’arrivo in volata ma Edvald Boasson Hagen (Dimension Data) ha piazzato una bella stoccata a 2 km dal traguardo, approffittando del finale tortuoso del circuito finale, e nessuno è riuscito a chiudere.

I velocisti si sono dunque dovuti accontentare dello sprint per la seconda piazza che è andata a Maxi Richeze (Quick Step) davanti ad Alexander Kristoff (Katusha), quarto Luka Mezgec (Orica – Scott); solo decimo stavolta Elia Viviani (Sky).

La classifica generale finale vede Lars Boom (Lotto NL) imporsi, con 8″ su Edvald Boasson Hagen abile a guadagnarsi il podio grazie alla vittoria odierna; Stefan Küng (BMC) scivola in terza posizione a 10″, poi Campenaerts (Lotto NL) quarto a 13″ e Michal Kwiatkowski (Sky) quinto a 18″ davanti a Jos Van Emden (Lotto NL) a partità di tempo.

Dylan Groenewegen vince al Tour of Britain

Dylan Groenewegen vince, quinto il nostro Pasqualon

Dylan Groenewegen

Dylan Groenewegen

Tour of Britain tappa da Hemel Hemstead a Cheltenam che doveva essere la più difficile di tutta la corsa (decisamente poco impegnativa ques’tanno), con tanti su e giù nell’Ofxordshire ma poco selettivi. Nemmeno la pioggia ha contribuito in modo fondamentale ad evitare l’ennesimo arrivo in volata. Ci ha provato Michal Kwiatkowski assieme ad altri atleti a 50 km dal traguardo poi c’è stato il tentativo solitario di Tony Martin ai – 30 km i e l’allungo di Edvald Boasson Hagen con Dion Smith e Gorka Izagirre ma nemmeno questa azione ha avuto fortuna.

Inevitabile, dunque, lo sprint finale che ha visto prevalere il corridore del  Team LottoNL-Jumbo Dylan Groenewgen, dopo un bel testa a testa con Caleb Ewan (Orica-Scott), vincitore già di tre tappe, terzo Brenton Jones della JLT-Condor e quinto il nostro Andrea Pasqualon (Wanty-Groupe Gobert).

In generale Lars Boom, anch’egli Team Lotto NL-Jumbo, resta ancora leader ad una tappa dalla fine con 8″ su Stefan Kung (BMC),

Tour of Britain tripletta di Ewan

Tour of Britain terreno di conquista per il corridore della Orica-Scott

Tour of Britain

Caleb Ewan festeggia la tripletta

Tour of Britain o Tour of Ewan? Il corridore della Orica-Scott conquista oggi la sua personalissima tripletta imponendosi sul traguardo di Aldeburgh davanti a Fernando Gaviria (Quick Step Floors) e Dylan Groenewegen (LottoNL-Jumbo).

Se si eccettua la cronometro individuale che ha premiato Lars Boom, le altre tappe della corsa britannica cono state tutte in fotocopia: fuga da lontano annullata e volata conclusiva di gruppo. Questa ripetitività è frutto di un percorso ondulato ma senza asperità in grado di fare realmente selezione (a parte per la sesta frazione che sarà decisiva ai fini della generale)

A provarci oggi sono in sette: Jacob Hennessy, James Shaw, Conor Swift, Harry Tanfield ,  Regan Gough, Hayden McCormick e l’italiano Enrico Barbin. I fuggitivi raggiungono un vantaggio massimo di oltre tre minuti ma il gap si riduce nelle ultime fasi di corsa, sino a venire completamente annullato dal gruppo ai meno tre chilometri alla conclusione.

Elia Viviani non riesce a trovare il varco per gettarsi nella mischia, così sono gli altri a giocarsela e ad avere la meglio è proprio Caleb Ewan, che si concede il tris personale davanti a un Fernando Gaviria che dimostra di essere tornato competitivo

Lars Boom primo a crono del Tour of Britain 2017

Lars Boom conquista tappa e maglia al Tour of Britain 2017

Lars Boom

Lars Boom

Lars Boom,olandese in forza al Team LottoNL – Jumbo, conquista la quinta tappa del Tour of Britain 2017, una cronometro individuale di 16 chilometri e balza in testa alla classifica generale. Boom, alla seconda vittoria stagionale dopo aver conquistato una tappa al Binck Bank Tour nei suoi Paesi Bassi con tanto di gesto dell’ombrello all’arrivo, sforna una prestazione super anticipando di sei secondi  il belga Victor Campenaerts che è il campione continentale di specialità.

Molto indietro gli italiani: il primo dei nostri è Elia Viviani (Team Sky), quarantaseiesimo a 1’23”. Più attardati Daniele Bennati (Movistar) e Davide Formolo (Cannondale-Drapac).

La nuova classifica generale vede in prima posizione Lars Boom, che dovrà difendersi nelle tre tappe che restano. La prima, ossia la numero sei, andrà da Newmarket a Aldeburgh (183 km), con la collinetta di Snape (terza categoria) ai meno diciotto alla conclusione come unico vero ostacolo verso l’ennesima volata.

Tour of Britain, Gaviria torna al successo

Tour of Britain, Gaviria vince a Newark on Trent

Gaviria

La volata premia Fernando Gaviria

Tour of Britain frazione da Mansfield a Newark on Trent per complessivi 164.7 km che ha sorriso a Fernando Gaviria. Tappa contraddistinta da una fuga partita molto presto e composta da Richard Handley (Madison Genesis), Mark McNally (Wanty-Groupe Gobert), Jacob Scott (An Post Chain Reaction), Alistair Slater (JLT Condor) e il francese Alexandre Blain (Madison Genesis) che hanno raggiunto oltre 3 minuti di vantaggio.

Da segnalare ai 45 km dall’arrivo una caduta in gruppo a causa di una vettura parcheggiata senza alcun senso nella carreggiata, a farne le spese Brent Bookwalter della BMC costretto al ritiro.

A quel punto entrano in azione i team dei velocisti, in particolare il lavoro della  Team Dimension Data e del Team Sky fa chiudere il gap ai circa tre chilometri dall’arrivo: inevitabile la volata.

A tagliare il traguardo con le braccia alzate è il colombiano Fernando Gaviria, ben pilotato da Stybar e Richeze, che torna al successo dopo il grande Giro d’Italia, secondo posto per il nostro Elia Viviani.

Caleb Ewan bis al Tour of Britain

Caleb Ewan conquista la seconda vittoria al Giro di Gran Bretagna

Caleb Ewan

La vittoria di Caleb Ewan

Caleb Ewan, dopo il successo nella frazione inaugurale, ha centrato il successo anche oggi sul traguardo di Scunthorpe. L’australiano della Orica-Scott ha preceduto anche in questo caso Edvald Boasson Hagen (Dimension Data), mentre terzo in questa occasione è giunto il Campione europeo Alexander Kristoff (Katusha – Alpecin).

Sesto piazza  per Andrea Pasqualon, migliore degli italiani nella giornata odierna, che ha preceduto Elia Viviani mentre Daniele Bennati si è piazzato in nona posizione.  Tanta pioggia e freddo nella tappa odierna caratterizzata dal tentativo di Ian Bibby (JLT Condor), Matthew Holmes (Madison Genesis), Harry Tanfield (BIKE Channel Canyon), Graham Briggs (JLT Condor) e Peter William (ONE Pro Cycling) che provano ad andare in fuga dopo soli cinque chilometri.

I battistrada guadagnano fino ad oltre i 4 minuti di margine ma  Orica e Sky tengono i fuggitivi a “bagnomaria” fino ai meno nove chilometri dall’arrivo momento in cui il ricongiungimento si perfeziona. Inevitabile a quel punto la volata nonostante il tentativo di Philippe Gilbert della QuickStep – Floors,

 

 

Tour of Britain Viviani vince, squalificato Boasson Hagen

Tour of Britain Viviani viene stretto da Boasson Hagen e vince a tavolino

Tour of Britain Viviani

La volata

Tour of Britain Viviani vince la tappa dopo che  Edvald Boasson Hagen viene squalificato per scorrettezza.  La frazione odiera, da Kielder Park ad Blyth per complessivi 211.7, è stata caratterizzata dalla fuga di sette uomini: Graham Briggs, Matthew Holmes, Jacob Scott,  Rory Townsend,  Kamil Gradek,  Lukasz Owsian e Silvan Dillier.
I fuggitivi hanno raggiunto un vantaggio massimo attorno ai 5 minuti che poi è andato scemando fino a quando un passaggio a livello ha fermato il gruppo degli inseguitori cosi da permettere ai sette di riprendere un discreto vantaggio che, però, non è stato sufficiente ad arrivare al traguardo.

Quando i team dei velocisti prendono in mano la situazione, infatti il divario cala drasticamente; ai meno 8,5 dall’arrivo ecco che parte in solitaria Philippe Gilbert (Quick Step Floors), che si impegna a fondo nonostante il vento contrario. L’azione del vallone termina ai meno 4.9 km, con il Team Sky tirato addirittura da Geraint Thomas.

All’ultimo km entra davanti a tutti Bernhard Eisel, con alla ruota Doull e Viviani. L’ultima curva viene imboccata da Mark Renshaw, con alla ruota Edvald Boasson Hagen, il norvegese cambia improvvisamente traettoria chiudendo nettamente il nostro Elia Viviani

Il norvegese parte al centro della carreggiata, spostandosi diagonalmente verso la sua sinistra. E andando, in questo modo, a chiudere nettamente colui che era al suo lato, ossia Elia Viviani. Il veronese deve smettere di pedalare e si deve così accontentare della seconda posizione di giornata.

Dopo un lungo consulto, però, ecco che la giuria decreta la penalizzazione del norvegese e la vittoria del nostro Elia!

Karol Domagalski colpito da un’auto

Karol Domagalski colpito da un’auto al Tour of Britain

Karol Domagalski

Karol Domagalski a terra

Karol Domagalski  è stato vittima di un incidente durante la tappa odierna del Tour of Britain che è poi stata vinta da Caleb Ewan. Durante le fasi iniziali della prima frazione della corsa britannica, il direttore sportivo della Madison Genesis stava consegnando al proprio corridore, Connor Swift, alcune barrette energetiche, la manovra abbastanza routinaria è invece diventata quasi drammatica. Non accorgendosi della vicinanza si Karol Domagalski l’ammiraglia ha colpito il corridore facendolo cadere a terra.

Il corridore è stato colpito sulla ruota posteriore ed è subito finito a terra proprio davanti all’ammiraglia che ha fortunatamente frenato grazie anche al fatto che in quel tratto la velocità era decisamente ridotta. Domagalski non ha riportato alcun danno rialzandosi prontamente e riprendendo la corsa.