Eugenio Alafaci ferito in allenamento

Eugenio Alafaci ferito colpito dalla portiera di un’auto

Eugenio Alafaci ferito mentre si stava allenando è stato colpito dalla portiera di un’automobile, per il varesino frattura della mano

Eugenio Alafaci ferito

Eugenio Alafaci ferito

Eugenio Alafaci ferito mentre si stava allenando a causa di un guidatore distratto che ha inavvertitamente aperto la portiera e travolto il corridore di Carnago in provincia di Varese.

Il corridore della Trek-Segafredo è stato colpito dalla portiera in quanto l’autista, come spesso accade, non ha controllato nello specchietto il sopraggiungere del corridore. Nell’impatti Eugenio Alafaci ha riportato la frattura del primo e secondo metacarpo oltre che ad una fastidiosa lussazione alla spalla.

Un incidente banale quanto diffusissimo tra i ciclisti spesso “dimenticati” dai guidatori che, come utenti deboli della strada, spesso vengono colpiti quanto l’autista decide di aprire la portiera. Tempo fa il nostro portale aveva riportato un articolo sottovalutato circa una tecnica di apertura delle portiere delle auto che potrebbe evitare questo genere di incidenti. La tecnica in questione si chiama “The Dutch Reach ed è diffusissima nei paesi del nord europa ed inventato da Michael Charney.

Eugenio Alafaci ferito: il post su twitter

CI VUOLE PIÙ ATTENZIONE PER LE STRADE!!
Oggi la mia uscita in bici è durata 10km…. Stavo pedalando DA SOLO e SUL LATO DELLA STRADA quando un’automobilista parcheggiato sulla destra decide di aprire la portiera nel preciso istante in cui passavo….Non ho nemmeno avuto modo di frenare o provare a evitarla….la conseguenza è stata la frattura del primo e secondo metacarpo e lussazione della spalla….
Volevo solo uscire in bici per allenarmi e svolgere il mio lavoro,invece ora dovrò stare 1 mese con il gesso,e questo infortunio in questo momento della stagione può anche compromettere il mio futuro…..
La cosa che mi fa più rabbia è che ancora una volta questo è successo perché sulle strade non si ha abbastanza attenzione per noi ciclisti e pedoni ….ultimamente sta diventando davvero pericoloso pedalare per le nostre strade…serve solo più ATTENZIONE e RISPETTO!!
Tranquilli che non mollo e supererò anche questa…
#nevergiveup

La portiera? Aprila con la “The Dutch Reach”

The Dutch Reach ovvero come aprire la porta senza incidenti

The Dutch Reach una tecnica per aprire la portiera dell’auto senza colpire i ciclisti o gli automobilisti che sopraggiungono

The Dutch Reach

The Dutch Reach

The Dutch Reach ossia come aprire la portiera dell’auto senza investire ciclisti o motociclisti. Si legge ogni giorno di ciclisti investiti in strada da auto e si legge spesso di ciclisti o motociclisti colpiti dalla portiera dell’auto di parcheggiatori distratti che incuranti dell’arrivo di un mezzo a due ruote aprono le loro portiere senza guardare attraverso gli specchietti retrovisori a causa di distrazione o noncuranza o solo per sbadataggine.

Il fenomeno molto elevato negli Stati Uniti ha spinto l’ex medico Michael Charney, ora in pensione, a sensibilizzare l’opinione pubblica su una pratica diffusa da decenni in Olanda: la “The Dutch Reach”. 

Da tempo nelle scuole guida olandesi si insegna a ridurre il rischio dooring con un accorgimento molto semplice come? Con una semplice tecnica:  quando l’automobile viene parcheggiata sul lato destro della strada, la portiera non viene aperta con la mano sinistra ma con la mano destra che si trova opposta alla maniglia, cosi facendo il conducente deve compiere una torsione del busto che consente di vedere il sopraggiungere di qualche pedone, motociclista o ciclista. Una cosa da provare.