BORA-hansgrohe e Sportful assieme sino al 2021

BORA-hansgrohe e Sportful insieme fino al 2021

BORA – hansgrohe e Sporful estendono la partnership fino al 2021 con soddisfazione reciproca

BORA-hansgrohe e Sportful sono orgogliose di annunciare il rinnovo della loro collaborazione fino alla stagione 2021. Un’estensione di una collaborazione vincente tra il Team tedesco e il brand di abbigliamento tecnico italiano.

“Nel nostro Performance Team lavoriamo sempre al massimo per essere in grado di fornire i migliori materiali ai nostri atleti. L’abbigliamento è particolarmente importante perché incide in maniera decisiva sulla performance: gestione del calore, aerodinamica e comfort sono le aree più interessate. Sportful alza l’asticella dei suoi prodotti tanto quanto noi come team ci aspettiamo ed è per questo che la collaborazione, sin dall’inizio, è stata vincente. Abbiamo lavorato insieme per ottenere tutti i piccoli miglioramenti possibili e sono davvero felice che continueremo a farlo grazie a questa collaborazione produttiva e di successo” – Ralph Denk, Team Manager, BORA – hansgrohe

BORA – hansgrohe e Sportful sono orgogliose di annunciare il rinnovo della loro collaborazione fino alla stagione 2021. Un’estensione di una collaborazione vincente tra il Team tedesco e il brand di abbigliamento tecnico italiano.

“Siamo molto felici di continuare a lavorare con il Team per i prossimi due anni. Abbiamo sempre affrontato questa collaborazione con entusiasmo, dal punto di vista dello sviluppo prodotto, della ricerca e della comunicazione. Siamo davvero contenti di come il Team stia crescendo, sempre più un riferimento all’interno del gruppo in molti campi. Ci aspettiamo nuove avventure, successi e innovazione in questi prossimi due anni” – Dario Cremonese, Sportful

“Ho avuto il privilegio di gareggiare con Sportful per la maggior parte della mia carriera. Il loro abbigliamento unisce stile e tecnologia e insieme abbiamo sviluppato prodotti innovativi e all’avanguardia. Credo che la dimostrazione migliore della relazione che ci lega e della fiducia reciproca sia la scelta di sviluppare la Peter Sagan line insieme a Sportful. Sono molto soddisfatto che BORA – hansgrohe e Sportful continuino la loro partnership per altri due anni” – Peter Sagan

“Sportful investe moltissimo in sviluppo continuo di nuovi prodotti e materiali. In questo processo, la funzionalità è sempre messa al primo posto. La conseguenza è che i capi non sono solo veloci, ma perfetti per proteggerci in ogni situazione e condizione climatica. Che sia caldo in estate o freddo e pioggia alle Classiche del Nord abbiamo sempre il prodotto giusto per esprimerci al meglio” – Marcus Burghardt

FONTE COMUNICATO STAMPA

Il fondo Equinox vuole rilevare Manifattura Valcismon,

Il Fondo Equinox  di Salvatore Mancuso vuole la Manifattura Valcismon

Il fondo Equinox di Salvatore Mancuso, secondo quanto riportato da Radioor, è interessato a rilevare il 40% di Manifattura Valcismon, storica società con sede a Fonzaso 

Il Fondo Equinox, il logo

Il Fondo Equinox, il logo

Il Fondo Equinox è vicino allo sbarco nel mondo del ciclismo, secondo quanto anticipato da Radiocor, il fondo di Salvatore Mancuso sarebbe interessato a rilevare il 40% di Manifattura Valcismon, specializzata nell’abbigliamento sportivo e controllata dalla famiglia Cremonese.

Manifattura Valcismo controlla marchi storici come Castelli che firma la maglia rosa del Giro d’Italia e veste la Sky di Chris Froome, Sportful (ciclismo e sci nordico) e Karpos, specializzato su trekking e outdoor.

Secondo i rumors la famiglia Cremonese continuerà a detenere il controllo ma la notizia ha interessato gli investitori anche in virtù di quanto accaduto con il passaggio di Pinarello al fondo L Catterton che ha destato il mercato legato al ciclismo. Interssatti all’azienda sarebbero stati anche Epic (Mediobanca) ed Ergon Capital, ma  alla fine ad avere la meglio è stato Equinox, che avrebbe messo sul piatto una cifra di circa 90 milioni. Per ora sull’operazione c’è il massimo riservo.

Alessio Cremonese, amministratore delegato di Manifattura Valcismon, ha spiegato al sito tuttobiciweb

«Il nostro obiettivo è quello di coninuare a crescere e centrare l’ambizioso obiettivo che ci siamo dati per i prossimi cinque anni. In ogni caso confermo che se l’operazione dovesse andare a buon fine, la guida dell’azienda rimarrà saldamente nelle mani della famiglia Cremonese e l’unità produttiva resterà a Fonzaso».

 

Peter Sagan al Giro 2019? Difficile non impossibile

Peter Sagan al Giro 2019 qualche indiscrezione

Peter Sagan al Giro 2019? Lo slovacco durante un incontro presso Sportful ingolosisce i tifosi italiani sulla sua presenza che sarà più fattibile nel 2020

Peter Sagan al Giro 2019

Peter Sagan al Giro 2019?

Peter Sagan al Giro 2019? Diciamoci la verità la presenza dello slovacco è un sogno di tanti amanti del ciclismo Made in Italy. La sua classe, il suo stile rock e la sua capacità di non essere mai banale sarebbero un tocca sana per la corsa rosa 2019.

Se l’edizione 2018 è stata impreziosita dalla presenza al via di Chris Froome, quella del 2019 sarebbe coronata in modo adeguato se Peter Sagan si presentasse a Bologna per la prima tappa.

Sarà infatti il capoluogo dell’Emilia a ospitare, sabato 11 maggio 2019, la partenza della 102 esima edizione del Giro d’Italia. Il via prevede una cronometro individuale che lo slovacco ha definito “una cronoscalata”.

Peter Sagan dopo aver indossato la maglia idirata per tre lunghi anni, domenica ha voluto incoronare personalmente il neo Campione del Mondo, Alejandro Valverde salendo sul palco della premiazione.

Il velocista della Bora Hansgrohe, di ritorno dall’Austria, si è fermato a Feltre, ospite Alessio e Dario Cremonese amministratori del marchio Sportful (sponsor tecnico del team).

Al Teatro De La Sena di Feltre Peter Sagan ha fatto la parte del mattatore nella serata assieme al fidato compagno Daneil Oss.

Sagan ha analizzato, a bocce ferme, il mondiale di Innsbruck:

” È stata una giornata veramente dura per me, ma sono sicuro che tutto il mondo del ciclismo possa essere orgoglioso dell’attuale nuovo campione del mondo. Nel 2003 Alejandro conquistò l’argento al mondiale di Hamilton e io correvo in Mountain Bike, non seguivo il ciclismo su strada”.

 

Sagan non è arrivato impreparato ad Innsbruck, tutt’altro: ha sacrificato le volate della Vuelta, è dimagrito e ha cercato di resistere ma il terreno era davvero avverso alle sue doti e così ha dovuto cedere lo scettro.

Peter abdica al Mondiale degli scalatori ma lo fa col sorriso sulle labbra e ritagliandosi, comunque, un pezzo dello show salendo sul palco a premiare Valverde.

” L’idea è nata all’ultimo: nella boxe i contendenti si passano la cintura per il titolo ho quindi pensato che sarebbe stato bello tributare Valverde salendo sul palco. Ho quindi chiesto all’UCI se fosse possibile variare il protocollo ottenendo un sì.  Ero orgoglioso di passare la mia maglia ad Alejandro e lui ne era felice. Gli ho detto di godersi quella maglia e di portarsela in giro per il mondo.”

Sagan ha quindi approfondito l’aspetto legato a una sua presenza al prossimo Giro:

 “Per il Giro ci penseremo a novembre ma l’anno prossimo si parte con una cronoscalata e quindi è meglio se rimando di un anno. L’idea di prendere parte alla corsa rosa comunque è nei miei piani e voglio farlo prima di appendere la bicicletta al chiodo”.

Il 4 ottobre, a Londra, verrà ufficialmente presentata la l’autobiografia My World e Peter ha voluto darne la sua scanzonata visione:

“Diciamo che l’ho scritto io ma che poi me l’hanno sistemato perché ce n’era davvero bisogno! Ora la stagione volge al termine ma non andrò in vacanza sto vivendo un sogno e non voglio uscirci”.

 

 

Top Girls: ragazze vincenti nel mondo

Top Girls Fassa Bortolo una storia di ciclismo femminile

Top Girls Fassa Bortolo storia di un gruppo ciclistico femminile che da sempre punta sulle giovani atlete italiane e ha lanciato tanti prospetti del mondo del ciclismo mondiale

Top Girls Fassa Bortolo

Top Girls Fassa Bortolo

Top Girls Fassa Bortolo è un team professionistico di ciclismo femminile attivo dal 1994 affiliato all’UCI (Unione Ciclistica Internazionale) con sede a Spresiano di Treviso. Il team ha il proprio cuore nella Presidentessa Patrizia Zanette e nel direttore sportivo del team, Lucio Rigato (suo marito) e nella figlia Cristina.

Sponsor storico è Fassa Bortolo, azienda di prodotti per l’edilizia con sede nella stessa Spresiano che da circa vent’anni affianca la Top Girls per promuovere la propria attività sportiva. Al main sponsor si affianca Raxyline, la catena alberghiera e di ristorazione trevigiana Calinferno e infine Leonardi. Importante l’apporto di Antica Coloreria Camolei, Lloyd Italico, Soccorso Stradale F.lli Fontebasso, Gerico Srl, Lloyd Adriatico e Allianz Spresiano. Oltre, ovviamente, alla Carrozzeria Rigato, che funge anche da quartier generale del Team.

LeTop Girls pedalano su bici fornite dalla trevigiana Pinarello con ruote Miche, copertoni Vittoria e sellini Selle Italia. Ai piedi delle atlete troviamo scarpe Northwave. Le classiche divise arancio-blu del team vengono realizzare dallo sponsor tecnico Sportful. Occhiali e caschi delle atlete sono Rudy Project

Il team è da sempre orientato alla valorizzazione di giovani cicliste italiane, molte atlete sono state lanciate dal team tra cui ricordiamo le due Campionesse del Mondo su Strada Giorgia Bronzini, Tatiana Guderzo e le fortissime Elisa Longo Borghini, Elena Berlato e Francesca Cauz.

Tra le atlete più note ad aver indossato la maglia Top Girl c’è indubbiamente Fabiana Luperini campionessa italiana 2006 proprio con i colori arancio-blu.

Top Girls italiane nel mondo

Top Girl Italiane hanno colorato il mondo di tricolore conquistando due medaglie d’oro, due argenti e un bronzo ai mondiali. Le Top Girl hanno animato anche diversi campionati europei, vediamo i dettagli delle loro performance.

 

MONDIALI – ORO
1995 San Marino Cronometro Individuale Linda Visentin
2001 Trexlertown (USA) Corsa a Punti Giorgia Bronzini
MONDIALI – ARGENTO
2002 Zolder (B) Cronometro Individuale Tatiana Guderzo
2004 Verona (ITA) Strada Tatiana Guderzo
MONDIALI – BRONZO
1996 Novo Mesto (SLO) Strada Martina Corazza
EUROPEI – ORO
2001 Fiorenzuola (ITA) Corsa a Punti Giorgia Bronzini
2004 Otepaa (EST) Cronometro Individuale Tatiana Guderzo
2009 Minsk (BY) Corsa a Punti Marta Tagliaferro
EUROPEI – ARGENTO
2002 Berlino (GER) Corsa a Punti Giorgia Bronzini
2005 Mosca (RUS) Cronometro Individuale Tatiana Guderzo
2006 Valkenburg (NED) Cronometro Individuale Tatiana Guderzo
2006 Valkenburg (NED) Strada Tatiana Guderzo
2010 San Pietroburgo (RUS) Corsa a Punti Marta Tagliaferro
2012 Goes (NED) Strada Barbara Guarischi
2013 Olomouc (CZ) Strada Francesca Cauz
EUROPEI – BRONZO
2006 Atene (GRE) Inseguimento Individuale Tatiana Guderzo