MyEasyRoute: l’applicazione per cicloturisti

MyEasyRoute, la nuova App di Verde Natura

MyEasyRoute, la nuova app per dispositivi mobile di Verde Natura dedicata ai cicloturisti più esigenti

MyEasyRoute

MyEasyRoute

MyEasyRoute il compagno di avventura (virtuale) per ogni cicloturista, un supporto per indicare i tragitti migliori da seguire durante gli spostamenti su due ruote per ottimizzare scoperta di luoghi inaspettati e bellezze nascoste.

MyEasyRoute è una applicazione per smartphone e tablet che garantisce praticità d’uso, localizzazione GPS e configurazione in stile Open Street Map.

L’applicazione sarà resa disponibile al download gratuito dai principali market, Android e iOS e, cosa interessante, una volta installata sul proprio smartphone potrà operare anche riducendo così i problemi di tenuta della batteria.

Chi acquisterà un pacchetto viaggio con Verde Natura riceverà, insieme ai documenti dell’escursione, un codice univoco per l’accesso ai materiali dell’app.
Sarà sufficiente registrarsi con i propri dati e inserire il codice in possesso avviando il download dell’itinerario prescelto e solo successivamente sarà possibile sfruttare tutti i vantaggi della modalità off-line. Nel caso l’utente trovasse qualche inconveniente, basterà premere un pulsante di emergenza che permetterà all’operatore di rintracciarvi per intervenire e risolvere il problema.

 

Richie Porte: niente telefono siamo al Tour!

Richie Porte dice no al cellulare e agli amici durante il Tour

Ho imparato alcune cose sul Dauphine dice il leader BMC

Richie Porte

Richie Porte

Richie Porte è dato da molti come il favorito per questo Tour de France, anche il mostro sacro come Cadel Evans lo ha pronosticato come accreditato numero uno per spodestare Chris Froome.

Al Delfinato Richie Porte ha avuto un bel diverbio con il kenyano del Team Sky accusandolo di correre non per vincere ma per far perdere il tasmaniano. Froome da parte sua ha rigettato al mittente le accuse ma la situazione tra i due papabili per la vittoria finale è diventata tesa.

Froome ha assicurato che la discussione esplosa al Delfinato è stata comunque molto serena e i due fuori dalle corse restano amici e le stesse parole le ha poi espresse Porte  ma sicuramente la tensione che si è creata metterà pepe sulle strade del Tour de France. I due corridori risiedono a Monaco e spesso si allenano assieme.

Il tasmaniano della BMC ha però affermato “Ora parte il Tour de France e il mio smartphone sarà spendo per Chris e per gli altri amici, non posso permettermi nessuna distrazione, la gente capirà facilmente che ogni singola energia fisica e mentale deve andare sulla corsa”.