Federico Zurlo investito in allenamento

Federico Zurlo investito in allenamento: salterà il Laigueglia

Federico Zurlo investito in allenamento nel vicentino. Il corridore della Cycling Team MSTina-Focus è già vittima di parecchi incidenti di corsa 

Federico Zurlo investito in allenamento

Federico Zurlo investito in allenamento

Federico Zurlo investito in allenamento ed è costretto a rimandare ul suo esordio con la nuova maglia del Cycling Team MSTina-Focus inizialmente previsto per il prossimo 11 febbraio in occasione del Trofeo Laigueglia.

Il giovane corridore originario di Cittadella ma residente a Rosà (classe 1994) già protagonista con le maglie della a Zalf, la Uhc (Usa), la Lampre Merida e la Uae (Abu Dhabi) è stato travolto da un’utilitaria che non gli avrebbe dato la precedenza.

Federico Zurlo, è stato trasportato all’Ospedale San Bassiano dove gli è stato riscontrato trauma cranico con un piccolo ematoma, una forte botta al volto e la perdita di un dente. Federico è ricoverato nel reparto di Neurochirurgia e fortunatamente non ha riportato gravi lesioni tanto da rilasciare una intervista al Giornale di Vicenza in cui si è dichiarato tranquillo sull’accaduto. “La squadra non ha ancora comunicato nulla ma – spiega dal letto di ospedale – se anche mi dimettessero fra alcuni giorni, non potendomi allenare non farei il Laigueglia. L’assenza di fratture mi rende comunque fiducioso di poter rientrare per le corse nelle settimane successive” ha detto al giornale Vicentino.

Federico Zurlo investito: altri incidenti

L’incidente è accaduto mentre Zurlo stava iniziando il suo consueto allenamento giornaliero, per il veneto non è la prima esperienza del genere.

Nel giungo del 2013, da under 23, al circuito in notturna di Brugnera (Pordenone) era finito addosso a una transenna prima della volata e aveva riportato lesioni a due vertebre, una microfrattura allo zigomo, una frattura al torace e altre contusioni minori. Nel 2014 al 38° Trofeo Balestra, sempre per dilettanti, era caduto e si era rotto una clavicola. Nel 2016 durante la Milano-Sanremo era finito addosso a un’auto parcheggiata lungo la strada, rimediando una contusione a una spalla e, sempre lo stesso anno, alla Parigi-Roubaix era rimasto coinvolto in una caduta nel settore di pavé di Capelle ed è stato costretto al ritiro.

Purtroppo questa volta non si tratta di un incidente di corsa ma dell’ennesimo triste episodio di investimento di un ciclista durante l’allenamento (è di oggi anche la notizia dell’incidente accaduto a Sergey Lagutin)

 

Sergey Lagutin investito in allenamento

Sergey Lagutin investito durante un allenamento a Prato

Sergey Lagutin, atleta della Gazprom-RusVelo è l’ennesima vittima di un incidente stradale in allenamento, investito da un’auto a Prato

Sergey Lagutin

Sergey Lagutin

Sergey Lagutin, esperto corridore uzbeko di nascita ma russo di passaporto già Campione del Mondo under 23 ai mondiali di Hamilton (Canada) nel 2003, è rimasto ferito questo pomeriggio mentre si stava allenando in Toscana.

Il trentaseienne, tesserato per la Gazprom-RusVelo era impegnato nella discesa del Pinone (dalla collina del Montalbano), in provincia di Prato quando è entrato in collisione con un autoveicolo proveniente dalla direzione opposta e intenta a svoltare a sinistra.

Sergey Lagutin è stato trasportato immediatamente all’Ospedale Santo Stefano di Pra

Le forze dell’ordine ancora non hanno ancora compreso la reale  la dinamica dell’incidente stradale avvenuto a Santa Cristina a Mezzana, in provincia di Prato. Se il 2017 è stato sicuramente un anno caratterizzato dai tanti incidenti occorsi a ciclisti, molti dei quali mortali (su tutto la tragedia di Michele Scarponi) è tristemente vero che il trand negativo non sembra ribaltarsi in questi primo mese dell’anno nuovo (di pochi giorni fa la notizia dell’investimento di due corridori della Quick Step Floors).

Il problema della sicurezza stradale è palesemente globale, sicuramente la cultura stradale italiana non primeggia ma pare evidente che il poco rispetto per i ciclisti sia diventato un malcostume a livello mondiale: indicenti che coinvolgono i ciclisti sono ormai tristemente all’ordine del giorno e forse dovrebbe partire una campagna mondiale a sostegno di un concetto di mobilità più disteso ed eco-sostenibile.

Sergey Lagutin: i team per cui ha corso

2004–2005 Landbouwkrediet–Colnago
2006–2007 Navigators Insurance
2008 Cycle Collstrop
2009–2013 Vacansoleil
2014 RusVelo
2015–2016 Team Katusha
2017– Gazprom–RusVelo

to dove gli è stato riscontrato un   trauma cranico mentre fortunatamente sono state escluse ulteriori lesioni.