SCOTT presenta Riccione Bike Hotel

SCOTT presenta Riccione Bike Hotel

SCOTT presenta Riccione Bike Hotel, Intervista con Stefano Giuliodori, Direttore dell’hotel e ciclosognatore

SCOTT presenta Riccione Bike Hotel

SCOTT presenta Riccione Bike Hotel

L’Hotel Dory è official Rental Station SCOTT ed offre ai propri clienti una flotta di oltre 150 bici SCOTT in grado di soddisfare esigenze di ogni tipo. Questa avventura, nata quasi per scherzo nel lontano 2003, oggi si presenta come una delle realtà più dinamiche della riviera romagnola. Andiamo a scoprire le novità e il futuro di Dory hotel.

Come è nato il vostro progetto SCOTT Rental station?

Il progetto è nato da un incontro che abbiamo avuto con il Ceo della Scott Mr. Beat Zaugg alla fiera internazionale di Friedrichshafen nel 2003. Da lì è nato tutto.

2)  Che cosa prevede il vs pacchetto di offerte dedicate alla vacanza in bici?

Nel corso degli anni abbiamo perfezionato i nostri servizi per andare incontro alle esigenze di ogni tipologia di ciclista. Come prima cosa abbiamo un deposito sicuro e videosorvegliato, così anche chi vuole portare la propria bicicletta da casa può lasciarla senza stare in pensiero; abbiamo un servizio meccanico giornaliero interno per piccole riparazioni o regolazioni, un’officina attrezzata e un’area lavaggio. Proponiamo ogni giorno escursioni “customizzate” con gruppi diversi che partono ogni mattina accompagnati dalla propria guida. Abbiamo anche un gruppo chiamato “Dolce vita”, per i più goderecci, che utilizzano la bici come mezzo per visitare il territorio, fanno gite facili e divertenti di 30/40 km, alcuni usano le bici elettriche. Infine abbiamo un gruppo per i Mountain bikers, e un gruppo di Hiking per i camminatori.Abbiamo inoltre a disposizione tre minibus privati per i transfer da stazioni e aeroporti, servizi di lavanderia, un’area Wellness e spa in hotel per rilassarsi al ritorno dalle escursioni e tante  attività anche per gli accompagnatori non ciclisti.

Avete studiato dei percorsi dedicati?

In più di vent’anni di attività bike abbiamo messo a punto oltre cinquanta percorsi dettagliati per il cicloturismo e oltre 15 percorsi per la Mtb. Ogni giorno appendiamo nella nostra bacheca il percorso che ogni gruppo andrà ad affrontare il giorno successivo.

Le mete preferite dai nostri ciclisti sono: la Panoramica del monte San Bartolo, dove spesso transita il giro d’Italia; San Marino, patrimonio dell’UNESCO che quest’anno sarà l’arrivo della cronometro del giro d’Italia Riccione-San Marino; e le terre dei Malatesta e Montefeltro con: Gradara, San Leo, Urbino, Verucchio, Mondaino e Saludecio prime fra tutti. Per ultimo, ma non per importanza, è emozionante la scalata del Monte Carpegna, con il Cippo, sul percorso dove si allenava Marco Pantani.

Quale è il futuro del noleggio bike e la vs strategia? 

Il nostro noleggio è in continua espansione. Ad oggi contiamo oltre 150 biciclette SCOTT. Ci proponiamo di avere sempre gli ultimi modelli in commercio per questo cambiamo le biciclette ogni massimo due anni.
Quest’anno abbiamo investito sulle biciclette Gravel, un modello ideale per ogni condizione di terreno che sta prendendo molto piede nel mercato cicloturistico. Anche le Mtb elettriche sono una novità degna di nota nel nostro parco bici. L’obiettivo per il futuro è quello di diventare un vero e proprio centro noleggio non solo per i nostri clienti ma anche per clienti esterni e per altri alberghi che hanno bisogno di affittare delle biciclette.

FONTE COMUNICATO STAMPA

Scott Spark RC 900 la bicicletta di Nino Schurter

Scott Spark RC 900 scopriamo la MTB di Nino Schurter

Scott Spark RC 900 analizziamo la MTB full del campione Schurter e dello Sram Racing Team

Scott Spark RC 900

Scott Spark RC 900

Scott Spark RC  900 sarà la MTB full che quest’anno utilizzera Nino Schurter assieme ai suoi compagni alla Sram Racing Team. La presentazione di questo capolavoro firmato Scott è avvenuta lo scorso venerdì quando i tecnici SRAM sono stati in visita alla squadra durante il recente ritiro a Massa Vecchia (GR).

La  Scott Spark RC 900 presenta in dotazione il misuratore di potenza Quarq, marchio della famiglia SRAM che rappresenta la vera novità del modello 2018. Il resto della componentistica sembra assolutamente la medesima di quella utilizzata nella scorsa stagione sportiva. La forcella è RockShox SID World Cup mentre per ciò che concerne l’ammortizzatore, secondo le fotografie rese note, potrebbe trattarsi del Deluxe ma, in considerazione che lo stesso non presenta alcuna scritta potrebbe trattarsi di un particolare prototipo.

La trasmissione è la SRAM Eagle mentre i freni  sono i Level Ultimate, attacco manubrio, piega, manopole, reggiselle e sellasono forniti da Syncros. Le ruote sono le DT Swiss XMC 1200 con canale interno da 24mm  gli pneumatici sono Maxxis. Il portaborraccia è Topeak e i padeli Ritchey.

 

Scott Spark RC 900: un modello per tutti

La SCOTT Spark ha un curriculum di maggior successo rispetto a qualsiasi bici cross-country biammortizzata mai realizzata. Questa caratteristica è espressa integralmente nella Spark RC 900 SL. Con meno di 1800 g ammortizzatore incluso, questo telaio di razza corsaiola con 100 mm di escursione è il telaio Spark più leggero mai fatto. La Spark RC 900 SL è vestita per vincere con il nostro sistema di sospensione TwinLoc, con una forcella FOX 32 SC Factory Air, la trasmissione SRAM XX1 Eagle a 12 velocità, e i freni SRAM Level Ultimate.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

  • Telaio Spark RC in carbonio HMF
  • Forcella FOX 32 SC Performance 100 mm
  • FOX Nude, TwinLoc Remote
  • Sram GX-X1 Eagle 12 velocità
  • Freni a disco Sram Level TL
  • Ruote Syncros XR2.5 TR
  • Pneumatici Maxxis Aspen Kevlar
  • Componentistica Syncros

La Spark 900 RC è dotata di una sfilza di componenti di alta gamma in un pacchetto abbordabile. Il nostro sistema di sospensione TwinLoc, la trasmissione SRAM eagle a 12 velocità, i freni Level e i componenti Syncros si combinano per creare una bici da gara full suspension in carbonio.. da sogno.

Il prezzo della MTB si aggira attorno ai 4.000 €.

Nino Schurter suona la terza in Coppa del Mondo XCO

Nino Schurter vince al Principato di Andorra

Nino Schurter

Nino Schurter

Nino Schurter quest’anno è davvero un cannibale, le vince tutte; dopo i trionfi Nove Mesto e Albstadt ecco arrivare la vittoria nel Principato di Andorra, cambia il posto non il risultato.

L‘asso della Scott già in tasca la Coppa del Mondo cross country 2017, Repubblica CecaGermania ed oggi sui Pirenei, in ogni prova ha distrutto i propri avversari con una superiorità assoluta.

Una bella rivincita per  Schurter considerando che lo scorso anno a causa di una foratura concluse questa corsa in 12esima posizione, un risultato al quale non era abituato.

Dietro c’è stata una lotta equilibrata per la conquista del podio, nell’ultimo giro Flückiger e Sarrou dopo essere riusciti a staccare Gaze, si sono giocati la seconda posizione con un mini sprint dove ha avuto la meglio il rossocrociato,

Tra gli italiani l’unico a farsi vedere all’inizio è stato Luca Braidot che però ha rallentato finendo sedicesimo.