Zwift entra a far parte della famiglia del Giro d’Italia

Zwift entra nella famiglia del Giro d’Italia

Zwift permette di  partecipare da tutto il mondo alla Grande Partenza della 102esima edizione del Giro d’Italia 


Zwift (la piattaforma globale di allenamento e competizioni online per ciclisti) ed RCS Sport, organizzatore del Giro d’Italia, hanno siglato  una partnership che inizierà con la Grande Partenza della 102esima edizione della Corsa Rosa.

Il via sarà dato sabato 11 maggio con la Cronometro di Bologna di 8,2 km pubblicata su Zwift, lo stesso giorno della tappa. Il percorso consentirà agli Zwifter di tutto il mondo di sentirsi più vicini che mai alla gara. Il percorso presenta una parte cittadina di 6 km e termina con la dura salita al San Luca di 2,1 km con una pendenza media del 9,7% e una pendenza massima del 16%.

“Il Giro d’Italia ha una lunga storia di innovazione”, afferma Paolo BellinoAmministratore Delegato RCS Sport, organizzatore del Giro d’Italia. “È sempre una gara entusiasmante e non abbiamo mai avuto paura di sperimentare nuovi modi per trasmettere queste emozioni ad appassionati e tifosi. Quest’anno, siamo felici di poter portare un nuovo progresso tecnologico alla gara. Questo progetto non solo offre ai fan di tutto il mondo la possibilità di avvicinarsi alla gara sperimentando una tappa, ma offre anche ai corridori in gara un nuovo modo di prepararsi per l’inizio delle competizioni”.

In concomitanza con il Giro d’Italia verranno disputate su Zwift una serie di gare celebrative a cronometro. Gli Zwifters che parteciperanno a un evento sul percorso di Bologna entro i primi tre giorni dal lancio saranno ammessi a un sorteggio con l’opportunità di vincere una Maglia Rosa firmata dal vincitore del Giro 2019.

“Per noi questa è una fantastica opportunità di contribuire a incoraggiare la partecipazione globale al Giro d’Italia”, afferma Eric Min, CEO e co-fondatore di Zwift. “Coinvolgendo una grande comunità globale di ciclisti, Zwift ha il potere di aumentare l’esposizione mediatica della città di partenza. Il percorso di Bologna vivrà a lungo oltre la Grande Partenza di sabato 11 maggio e permetterà a molte più persone in tutto il mondo di vivere una piccola parte di questa città storica”.


Oltre al lancio del percorso, il Giro d’Italia e Zwift ospiteranno uno speciale evento giovedì 9 maggio al Circolo Unificato dell’Esercito di Bologna, sito a Palazzo Grassi, una delle più antiche dimore gentilizie bolognesi risalenti al XIII secolo. Sei squadre UCI WorldTeams, Bahrain Merida, Bora – Hansgrohe, EF Education First, Lotto Soudal, Mitchelton Scott, Team Sunweb e le quattro squadre UCI Professional Continental in gara, Nippo – Vini Fantini – Faizanè, Bardiani CSF, Androni Giocattoli – Sidermec e Israel Cycling Academy, prenderanno parte al percorso Zwift di Bologna per stabilire un tempo di riferimento in due esibizioni separate. Inoltre, il due volte vincitore del Giro d’Italia Ivan Basso, farà un breve ritorno alla Corsa Rosa per testare le gambe e impostare un nuovo tempo sul percorso. Gli Zwifters potranno quindi scoprire come confrontarsi con i tempi dei professionisti quando il percorso verrà ufficialmente aperto a tutti sabato 11 maggio.

FONTE COMUNICATO STAMPA

Ride Green al Giro 2019

Ride Green sostenibilità al Giro 2019

Ride Green al Giro 2019: il progetto dedicato all’ambiente e alla raccolta differenziata verrà riproposto per il quarto anno consecutivo

Ride Green

Ride Green

Rendere il Giro d’Italia non solo la corsa a tappe più dura del mondo, ma anche la più sostenibile: era questo l’obiettivo che ci si proponeva RCS Sport nel 2016 quando lanciò Ride Green. E anche nell’edizione 102 il progetto di sostenibilità della Corsa Rosa sarà presente nelle 21 tappe del Giro che prenderà il via sabato 11 maggio da Bologna. Ride Green 2019 è stato presentato questa mattina in una conferenza stampa presso la sede di Corepla, il consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica.

Il progetto ecosostenibile di raccolta differenziata, in collaborazione con la Cooperativa Erica, già messo in atto durante le ultime tre edizioni del Giro, ha evidenziato come la scelta sia stata vincente con 75.758,12 kg di rifiuti recuperati nelle 18 tappe italiane nel 2018, di cui il 90,57% è stato riciclato.

NOVITÀ E PARTNER DELL’EDIZIONE 102
Ride Green accoglie alcuni nuovi partner: Corepla, consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica, cui è legata una delle novità “tecniche” di questa edizione, ovvero la differenziazione nelle aree hospitality delle bottiglie in plastica; Greentire, società consortile che si occupa della corretta gestione degli Pneumatici Fuori Uso, che sensibilizzerà sull’importanza della raccolta degli pneumatici per l’ambiente e sulle possibilità di riciclo in un ottica di economia circolare. Anche nell’edizione 102 non mancherà Eurosintex, che produrrà gli oltre 1.200 i contenitori per la raccolta differenziata e li invierà a tutti i comuni sede di tappa di partenza e arrivo per gestire la raccolta differenziata. I contenitori, con il logo di RIDE GREEN, saranno poi regalati alle amministrazioni e ditte di raccolta quale “eredità” del progetto. Tutti gli stand dell’open village così come le aree Hospitality saranno dotati di mastelli e sacchi per la raccolta differenziata. Inoltre Novamont fornirà a catering stoviglie e attrezzature compostabili per la somministrazione di cibo e bevande. Tutte gli eco-punti degli open village e hospitality saranno presidiati da oltre 250 volontari su tutto il territorio nazionale, reclutati dai comitati di tappa. Infine anche quest’anno sarà presente un partner storico di Ride Green e Rcs Sport, IMQ, che ogni anno si occupa del bilancio di sostenibilità.

DICHIARAZIONI
Roberto Salamini, Responsabile Marketing e Comunicazione di RCS Sport, ha sottolineato come: “Il Giro d’Italia è un evento sportivo di portata internazionale, ma nel tempo è anche diventato uno strumento di comunicazione che deve e vuole trasmettere tutti i valori che esso rappresenta. Ride Green sta diventando una componente importante del Giro, come confermano gli ottimi dati di raccolta delle passate edizioni, lo spirito di collaborazione di chiunque sia coinvolto durante la corsa, dai comuni agli sponsor, dai volontari a noi dell’organizzazione. Rendere il Giro sempre più ecosostenibile è l’obiettivo che ci siamo posti fin dal primo anno del progetto e siamo contenti di proseguire lungo questo percorso”.

Il Presidente di E.R.I.C.A., Luigi Bosio, ha aggiunto: “Fin dal suo lancio nel 2016, i dati di Ride Green sono in costante ascesa, segno che la nostra opera di sensibilizzazione e comunicazione, fattori imprescindibili di questo progetto, stanno dando i loro frutti. La scorsa edizione abbiamo “sfondato” il muro del 90% di rifiuti differenziati, un risultato che conferma ancora una volta come anche in Italia sia possibile rendere i grandi eventi ecosostenibili. L’obiettivo che ci poniamo quest’anno è come sempre quello di migliorare, grazie al supporto dei nostri partner che hanno scelto di sostenere il progetto, e grazie alla collaborazione dei territori che attraverseremo e di tutti volontari che ci daranno una mano. E un grazie, sentito, va a Rcs Sport, che hanno dopo anno conferma la fiducia in un progetto che anche una sfida da vincere per il nostro futuro”.

FONTE COMUNICATO STAMPA

ALE’ firma le maglie del GIRO DI SICILIA 2019

ALE’ partner del GIRO DI SICILIA 2019

Ale’ firma le divise ufficiali della nuova edizione Giro di Sicilia 2019 che torna in scena dopo 42 anni di assenza

Ale' al Giro di Sicilia

Ale’ al Giro di Sicilia

Al via il Giro di Sicilia 2019: le maglie ufficiali sono firmate ALE’ Torna dopo 42 anni una delle corse ciclistiche a tappe più affascinanti e più antiche: il Giro di Sicilia, che partirà da Catania il 3 aprile 2019. Le quattro maglie dei leader di classifica sono disegnate e realizzate da Alé. Bonferraro di Sorgà (VR) 2 aprile 2019

Il Giro di Sicilia ritorna nel calendario delle gare a tappe internazionali, dopo 42 anni. Quattro giorni di grande ciclismo, con partenza da Catania il 3 aprile ed un suggestivo arrivo in cima all’Etna il 6 aprile: un ritorno importante, al quale Alé non poteva mancare.

L’azienda di Bonferraro di Sorgà (VR), infatti, è al fianco della nuova edizione del Giro di Sicilia, siglata RCS Sport, ed annuncia con piacere la partnership per le maglie dei leader di classifica. Sono quattro le jersey disegnate da Alé per quest’importante evento: la maglia Rossa e Gialla di leader assoluto, che gioca con i colori della regione Sicilia, alternando rosso e giallo in un susseguirsi di geometrie astratte; la maglia Arancione, che riprende i motivi grafici mantenendo le nuance del frutto simbolo della Sicilia e dello sponsor (NamedSport) al quale è intitolata; la maglia Verde Pistacchio, che richiama le tonalità della terra e delle vigne (Cantine Cellario); per finire con la maglia Bianca dedicata ai giovani, (Tel AvivGerusalemme).

Tecnicamente, il capo proposto da Alé per il Giro di Sicilia è tra le linee top del catalogo della casa. La maglia fa parte della linea PRR, mix perfetto tra performance e design. Leggera, con vestibilità race e taglio ergonomico, è realizzata con tessuti di pregio come la microfibra di soli 115g/mq a finezza elevata, il poliestere multi-bava traspirante per fianchi e sottomanica e l’innovativo tessuto aerodinamico a micro-canalette con elasticità tridimensionale per le maniche a taglio vivo.

Schiena e tasche sono invece nell’esclusivo RIP PRO AIR con strutture diagonali Rip Stop che velocizza l’asciugatura. Infine, il sistema elastico a fondo maglia è realizzato accoppiando tessuto forato interno e filo di carbonio esterno, per dissipare le cariche elettrostatiche, fornire un’azione antibatterica e facilitare l’evaporazione del sudore. Tre tasche posteriori e dettagli rifrangenti per la visibilità in strada, completano il look.

Alessia Piccolo, Amministratore Delegato di A.P.G. S.r.l. l’azienda proprietaria del brand Alé Cycling, ha voluto fortemente questa partnership con il nuovo Giro di Sicilia:

“E’ un onore ed un privilegio accompagnare questa bella gara nel suo primo giro dopo così tanto tempo. Nelle sue maglie abbia messo tutta la nostra passione e l’amore che portiamo a questo sport: il nostro design è un omaggio a questa meravigliosa regione ed ai suoi colori! Voglio fare un sincero augurio di un’edizione all’insegna del Grande Ciclismo, che porti anche oltre confine la bellezza di questa terra e del nostro meraviglioso ciclismo.”

Le maglie di classifica non saranno le sole maglie Alé che si vedranno in gara durante questo Giro di Sicilia 2019. Infatti, tra le 18 squadre al via questo mercoledì 3 aprile 2019, ci sarà anche la Bardiani-CSF e la Riwal Readynez Cycling Team, due tra i molti proteam che hanno scelto il brand come partner per le loro divise.

 

FONTE COMUNICATO STAMPA

 

 

Giro di Sicilia – Annunciate Squadre e Iscritti

Giro di Sicilia ecco i team al via!

Giro di Sicilia: Annunciate le squadre e gli iscritti a Il Giro di Sicilia Open Fiber in programma dal 3 al 6 aprile

18 formazioni al via di 7 corridori ciascuna. Molti gli italiani a caccia del successo, spazio anche alle giovani promesse e agli stranieri.

Giro di Sicilia, il logo

Giro di Sicilia, il logo

Annunciate le squadre e gli iscritti a Il Giro di Sicilia Open Fiber, organizzato da RCS Sport / La Gazzetta dello Sport in collaborazione con la Regione Siciliana ed in programma dal 3 al 6 aprile. La sfida è aperta per succedere nell’Albo d’Oro ad un campione del calibro di Giuseppe Saronni, vincitore dell’ultima edizione nel 1977. In Sicilia si sfideranno tutte le principali squadre italiane Professional Continental e Continental, oltre all’UAE Team Emirates, la più “italiana” tra le squadre WorldTeam, ed un nutrito gruppo di squadre ricche di corridori giovani ed interessanti nonché di veterani. Oltre alle 7 squadre italiane, anche 11 formazioni straniere.

 

Questa la lista delle 18 squadre di 7 corridori ciascuna, con i principali iscritti:

  • UAE TEAM EMIRATES (UAE) –  Petilli, Polanc
  • AMORE & VITA – PRODIR (LAT) – Tizza, Ficara
  • ANDRONI GIOCATTOLI – SIDERMEC (ITA) – Masnada, Belletti
  • BARDIANI CSF (ITA) – Senni, Albanese
  • COLDEPORTES BICICLETAS STRONGMAN (COL) – Cañaveral, Estrada
  • D’AMICO UM TOOLS (ITA) – Mosca, Martinelli
  • DELKO MARSEILLE PROVENCE (FRA) – El Fares, Grosu
  • GAZPROM – RUSVELO (RUS) – Porsev, Rovny
  • GIOTTI VICTORIA (ROU) – Onesti, Zurlo
  • ISRAEL CYCLING ACADEMY (ISR) – Sbaragli, Badilatti
  • KOMETA CYCLING TEAM (ESP) – Lopez, Sevilla
  • NERI SOTTOLI SELLE ITALIA KTM (ITA) – Visconti, Velasco
  • NIPPO – VINI FANTINI – FAIZANÈ (ITA) – Moser, Zaccanti
  • RALLY UHC CYCLING (USA) – McNulty, Tuft
  • RIWAL READYNEZ CYCLING TEAM (DEN) – Eriksson, Quaade
  • SANGEMINI – TREVIGIANI – MG.K VIS (ITA) – Bonifazio, Zana
  • TEAM COLPACK (ITA) – Baccio, Bagioli
  • WANTY – GOBERT CYCLING TEAM (BEL) – Martin, Pasqualon

Giro d’Italia 2019, svelate le nuove maglie

Giro d’Italia 2019 ecco le nuove maglie!

Giro d’Italia 2019: ecco le maglie realizzate da Castelli con tessuti SITIP. La Maglia Bianca firmata Candido Cannavò a 10 anni dalla scomparsa

Giro: le maglie (fonte comunicato stampa)

Giro: le maglie (fonte comunicato stampa)

Svelate oggi le maglie del Giro d’Italia 102, organizzato da RCS Sport / La Gazzetta dello Sport ed in programma dall’11 maggio al 2 giugno. Le Maglie, prodotte da Manifatture Valcismon – col famoso marchio dello scorpione, Castelli, che ne ha curato anche il design e i particolari – sono realizzate tutte con gli speciali tessuti SITIP.

Le maglie da gara 2019 sono state disegnate per essere leggere ed aerodinamiche, con cuciture che seguono la forma del corpo dell’atleta e garantiscono una vestibilità perfetta. Saranno quattro i diversi tessuti SITIP utilizzati, posizionati nelle differenti parti del corpo per massimizzare aerodinamica e traspirabilità nei punti corretti. Le maniche sono tagliate con il laser per ottimizzare comfort e aerodinamicità. Le Maglie, inoltre, montano una zip con tiretto dorato che sfuma al rosa, omaggio al vero Trofeo Infinito che quest’anno padroneggia anche sul petto.

Le Maglie del Giro d’Italia sono:

  • MAGLIA ROSA – sponsorizzata da ENEL – leader della Classifica Generale
  • MAGLIA CICLAMINO – sponsorizzata da SEGAFREDO – leader della Classifica a Punti
  • MAGLIA AZZURRA – sponsorizzata da BANCA MEDIOLANUM – leader del Gran Premio della Montagna
  • MAGLIA BIANCA – sponsorizzata da EUROSPIN – leader della Classifica dei Giovani

La Maglia Bianca firmata Candido Cannavò
“Il Giro è il filo rosa che unisce tutta l’Italia”. Con l’iscrizione di questa sua frase e della sua firma all’interno del colletto della Maglia Bianca di Miglior Giovane a lui dedicata dall’edizione 2009, il Giro d’Italia ha deciso di rendere omaggio all’indimenticato ed indimenticabile Direttore de La Gazzetta dello Sport, Candido Cannavò, in occasione dei 10 anni dalla scomparsa.

Le altre maglie celebrative
In occasione del Giro 102, Castelli ha realizzato due versioni delle Maglie ufficiali, ovvero la versione Giro102 Race, esatta replica di quella indossata dai pro, e la versione Giro102 Squadra, una maglia dal fit ottimale, un’asciugatura rapida e un comfort regale disponibile sia nella versione delle Maglie Ufficiali che nelle seguenti versioni celebrative di alcune tappe ed occasioni speciali: Bologna Jersey, Sangiovese Jersey, Novi Ligure Jersey, Gavia-Mortirolo Jersey, Feltre-Croce d’Aune Jersey e Verona Jersey.

La novità Intimissimi Uomo
Tra le novità vi è una collaborazione tra il Giro d’Italia e Intimissimi Uomo, esclusivo brand italiano di intimo maschile. Per la prima volta nella storia del Giro, le Maglie Rosa da gara e da premiazione avranno uno sponsor interno. Celato con la maglia zippata, perfettamente visibile solo una volta slacciata, il logo Intimissimi Uomo sarà a contatto con la pelle dello sportivo, a ricalcare il claim “Vivi l’emozione sulla tua pelle”.

Giro di Sicilia torna dopo oltre 40 anni

Giro di Sicilia torna dopo 42 anni

Giro di Sicilia torna dopo oltre 40 anni e dal 2 al 3 al 6 aprile 2019 sarà trasmesso in diretta Tv da Rai Sport HD 

Giro di Sicilia il percorso

Giro di Sicilia il percorso

La Regione Siciliana e RCS Sport hanno siglato un accordo triennale che prevede, oltre a Il Giro di Sicilia, anche Giro d’Italia nel 2020 con tre tappe e la Grande Partenza della Corsa Rosa nel 2021. Dal 3 al 6 aprile la corsa a tappe sull’isola. Quattro frazioni con gran finale sull’Etna. Host Broadcaster della manifestazione sarà Rai, che trasmetterà su Rai Sport HD due ore di diretta ogni giorno. Saranno circa 100 i paesi collegati nel mondo.

Il ciclismo torna a casa. Dal 3 al 6 aprile, quattro tappe con partenza da Catania, traguardi a Milazzo, Palermo e Ragusa, e arrivo finale in vetta all’Etna, dal versante classico di Nicolosi. Altre partenze da Capo d’Orlando, Caltanissetta e Giardini Naxos. Dopo 42 anni riecco Il Giro di Sicilia, l’isola che è nel cuore del grande ciclismo. Grazie all’accordo triennale tra la Regione Siciliana e RCS Sport oltre a Il Giro di Sicilia, l’isola ospiterà anche tre tappe del Giro d’Italia nel 2020 e la Grande Partenza della Corsa Rosa nel 2021.

 

DICHIARAZIONI
Nello Musumeci
Presidente della Regione Siciliana, ha dichiarato: “Riportare nell’Isola, dopo ben 42 anni, una prestigiosa competizione ciclistica come Il Giro di Sicilia ci riempie d’orgoglio. Un’iniziativa che, oltre a proiettarci su un palcoscenico di primo livello, fortifica all’esterno l’immagine di una Regione che finalmente sta cominciando a riproporsi all’attenzione generale in ogni settore, compreso quello dello sport agonistico. L’accordo triennale sottoscritto dal mio Governo con RCS Sport va proprio in questa direzione e saprà assicurarci, in un crescendo, una forte visibilità e un’importante ricaduta in termini di presenza turistiche. Oltre a Il Giro di Sicilia, infatti, l’Isola tornerà a essere protagonista anche del Giro d’Italia, già con alcune tappe il prossimo anno. Nel 2021, invece, con la Corsa Rosa che partirà proprio dalla nostra Regione potremo ricevere l’attenzione di milioni di appassionati della nobile arte della pedalata. A loro, al di là delle emozioni della competizione, possiamo offrire percorsi unici e suggestivi e un panorama che, sono certo, non passerà inosservato e che saprà rivelarsi una cornice degna per una manifestazione tanto gloriosa”.

Paolo Bellino, Amministratore Delegato e Direttore Generale di RCS Sport, ha detto: “C’è stato un lungo lavoro di squadra con la Regione Siciliana per poter arrivare ad annunciare oggiquesto accordo triennale. Un progetto che ha una strategia ben precisa: riportare Il Giro di Sicilia ai suoi antichi splendori e nuovamente qui il Giro d’Italia nei prossimi anni. La Sicilia è una terra straordinaria, come il suo popolo, ricca di tradizione, storia, cultura, senza dimenticare il mare e l’ottimo cibo. La Sicilia è il luogo ideale, in tutte le stagioni, per andare in bicicletta e sono certo che, a tendere, si potranno proporre – oltre alla corse professionistiche – anche quelle amatoriali. Questo flusso crea sviluppo al turismo e diventa un volano per l’economia del territorio che le ospita”.

Elisabetta RipaAmministratore Delegato di Open Fiber, main sponsor dell’evento, ha sottolineato come: “Open Fiber è orgogliosa di accompagnare il ritorno e il rilancio di una manifestazione sportiva così importante. La nostra missione è connettere, attraverso una rete di telecomunicazioni integralmente in fibra ottica, tutte le aree del Paese: dalle città ai borghi meno popolati e più remoti, un po’ come una corsa ciclistica che attraversa i territori e soprattutto li unisce grazie ai valori dello sport. In Sicilia, fin dall’avvio delle nostre attività abbiamo trovato terreno fertile: istituzioni attente allo sviluppo tecnologico, imprese specializzate capaci di dare valore aggiunto al lavoro di Open Fiber, cittadini desiderosi di connettività e pronti a raccogliere la sfida della digitalizzazione. Non a caso Palermo e Catania sono tra le prime città d’Italia in cui abbiamo completato – in anticipo rispetto ai progetti – il nostro piano di cablaggio. Così come non è fortuito che uno dei primi clienti attivati nelle cosiddette aree bianche del Paese sia un abitante di San Giovanni La Punta (CT). Dare il nostro nome a Il Giro di Sicilia è quindi la naturale conseguenza di questo intenso e proficuo rapporto col territorio che – ne siamo sicuri – continuerà a restituirci ottimi risultati”.

 

PILLOLE DE IL GIRO DI SICILIA

  • Il Giro di Sicilia è una delle più antiche corse a tappe italiane: la prima edizione si svolse nel 1907, due anni prima dell’alba del Giro d’Italia.
  • Dal 1907 al 1977 si sono svolte 18 edizioni de Il Giro di Sicilia a tappe, tutte vinte da atleti italiani.
  • Il primo vincitore fu Carlo Galetti, che fece suoi i Giri d’Italia del 1910 e 1911.
  • L’ultimo vincitore de Il Giro di Sicilia fu Beppe Saronni, diciannovenne, nel 1977.

IL PERCORSO
Tappa n. 1 – CATANIA – MILAZZO – 165 km

Tappa quasi sempre pianeggiante a esclusione della scalata di Colle San Rizzo dopo Messina. Prima parte lungo la costa con lievi saliscendi e il breve intermezzo in salita a Taormina. GPM a Colle San Rizzo dopo Messina e quindi avvicinamento pianeggiante su strade larghe fino agli ultimi 10km interamente nella penisola di Milazzo.

Tappa n. 2 – CAPO D’ORLANDO – PALERMO – 236 km
Tappa divisa in tre parti ben distinte: pianeggiante, montagna, pianeggiante. Prima parte lungo la costa senza segnalazioni di rilevo. Seconda parte nell’entroterra in montagna fino a Geraci Siculo (GPM) e poi a Petralia Soprana. Si ridiscende fino alla costa dove la tappa prosegue pianeggiante su strade ampie fino all’arrivo di Palermo

Tappa n. 3 – CALTANISSETTA – RAGUSA – 188 km
Tappa che si snoda nell’interno della Sicilia con finale misto tra salita e discesa. É una tappa mossa altimetricamente e caratterizzata da un ininterrotto susseguirsi di curve per i primi 120 km. Si percorrono strade con carreggiata di larghezza variabile. Gli attraversamenti cittadini possono presentare tratti in pavé. Giunti a Vittoria, dove la strada spiana per alcune decine di km, si attraversano gli abitati di Vittoria e Comiso per affrontare la salita di Serra di Burgio che porta direttamente, dopo una veloce discesa, a Ragusa per il finale articolato nel centro cittadino.

Tappa n. 4 – GIARDINI NAXOS – ETNA (Nicolosi) – 119 km
Tappa divisa in due parti ben distinte: la prima che comporta il periplo dell’Etna con l’ascesa fino ai 1000 m di Maletto (GPM). Segue una lunga parte a scendere sempre attorno al vulcano fino alla base della salita finale che inizia a Nicolosi. Da segnalare che nel finale di corsa sono presenti diversi attraversamenti cittadini con carreggiata ristretta.

 

FONTE COMUNICATO STAMPA

Pirelli velo peumatici: tra strada e MTB

Pirelli Velo lancia nuove sfide

Pirelli Velo: dalle gomme hi-performance per il road racing alla nuova gamma per Mountain Bike

 

Pirelli Velo

Pirelli Velo

Pirelli Velo è la Business Unit, dedicata al mondo bici, di Pirelli, leader mondiale nella produzione di pneumatici da auto di fascia Prestige e nel segmento radiale del mercato dei Ricambi di pneumatici per moto.

Fornitore unico dal 2011 delle monoposto di F1 e dal 2004 del mondiale Superbike, forte di una storia sportiva di oltre 110 anni, la P lunga sfrutta e mette a disposizione del ciclismo l’enorme bagaglio di conoscenze, patent, test, innovazioni, tecnologie, messe a punto da quando nel 1872 fu fondata ad oggi.

Di fatto, quello di Pirelli nel ciclismo, è un ritorno: le prime gomme da bici della P lunga, di cui si abbia memoria, risalgono al 1895 e, nel tempo, corsero con Pirelli anche grandi nomi della bici da strada, come Fausto Coppi, Gino Bartali o Alfredo Binda. La produzione di gomme da bici della P lunga cessa alla fine degli anni ‘80 del secolo scorso.

A giugno del 2017, dopo quasi 30 anni, Pirelli entra nel mercato del ciclismo su strada, con PZero Velo. Gli pneumatici da bici road racing di Pirelli sono stati oggetto di un lungo lavoro di ricerca e sviluppo, di analisi di mercato, di test in laboratorio e su strada, durato oltre 2 anni. Come per il celebre omonimo pneumatico automobilistico, il P ZERO, anche i PZero Velo attingono al meglio della tecnologia Pirelli e si posizionano nella fascia medio-alta del mercato consumer.

Nello stesso anno, la P lunga rientra anche nelle grandi competizioni ciclistiche come sponsor del Giro d’Italia e partner della maglia bianca del Giro Under 23. Partnership, quest’ultima, riconfermata per il 2018.

A pochi mesi dal lancio delle sue gomme da strada, l’azienda estende velocemente la sua rete distributiva. Oggi, gli pneumatici da bici della P lunga sono venduti in 42 paesi del mondo, oltre ad essere disponibili sull’e-commerce dedicato del sito velo.pirelli.com

Quest’ultimo, presentato a fine dicembre 2017, offre al consumatore anche prodotti esclusivi ed unici, acquistabili solo online, come le versioni colorate dei PZero Velo o la capsule collection di abbigliamento ciclistico, disegnata da Pirelli Design in collaborazione con Castelli.

Nel 2018 Pirelli è già sulle ruote di una delle più importanti squadre del circuito professionistico su strada: il team Mitchelton-SCOTT che, nello stesso anno, con Simon Yates, raggiunge il vertice della classifica World Tour. La partnership con la squadra australiana è riconfermata per il 2019. A questa, si aggiunge la sponsorizzazione del team italiano Elite XCM Trek-Selle San Marco, che vanta nel proprio organico anche il campione tricolore Marathon Samuele Porro. Il debutto internazionale con il team e le nuove Scorpion MTB avverrà alla Absa Cape Epic 2019.

Sviluppando gomme dedicate per e insieme alle squadre, Pirelli adotta nel ciclismo lo stesso approccio che l’ha resa il fornitore numero 1 al mondo nelle gare motoristiche di alto livello: lavorare insieme ai team, in un continuo scambio di feedback, per raggiungere la massima prestazione e tradurla in prodotti fruibili per il consumatore finale.

Contemporaneamente alla sponsorizzazione, l’azienda sigla una partnership con RCS Sport, che vede la P lunga a fianco di Strade Bianche e del Giro di Lombardia 2018.

Nel giugno del 2018 Pirelli lancia il suo primo pneumatico da strada Tubeless Ready: Cinturato. La gomma in poco tempo si posiziona al vertice di molte prove e test della stampa specializzata, per le sue eccellenti prestazioni in termini di durata e protezione contro le forature, accompagnate da ottima scorrevolezza e maneggevolezza.

Alla Eurobike 2018, la più importante fiera del settore che si tiene ogni anno in Germania, Pirelli entra anche nel segmento delle e-bike e delle bici urban, trekking e turismo, con la gamma Cycl-e.

Oggi, la P lunga presenta Scorpion MTB la gamma dedicata alle mountain bike, che sposta l’attenzione dalla bici al terreno, offrendo gomme adatte a qualsiasi tipo di fondo e garantendo tenuta di strada, maneggevolezza, velocità e grip, indipendentemente dal clima e dalle condizioni atmosferiche.

Come tutte le gomme da bici di Pirelli Velo, anche la nuova gamma di pneumatici mtb è stata sviluppata nel centro dell’innovazione Pirelli, i laboratori R&D di Milano Bicocca: il principale tra gli 11 centri di ricerca Pirelli nel mondo che, con oltre 1000 ricercatori dedicati, destina ogni anno circa 200Mil di euro per lo sviluppo e l’innovazione dei suoi pneumatici.
About Pirelli
Fondata nel 1872, Pirelli è un’azienda dalle profonde radici italiane con un brand riconosciuto in tutto il mondo per le sue tecnologie all’avanguardia, la sua capacità di innovazione e la qualità dei suoi prodotti. Con oltre 30.000 dipendenti e un fatturato nel 2017 pari a circa 5,3 miliardi di euro, Pirelli è tra i principali produttori mondiali di pneumatici e di servizi a questi collegati e l’unico interamente dedicato al mercato Consumer, che comprende pneumatici per auto, moto e biciclette.

Pirelli è una Pure Consumer Tyre Company focalizzata in particolare sul mercato dei pneumatici High Value e costantemente impegnata nello sviluppo di prodotti innovativi e capaci di soddisfare anche le più specifiche esigenze, come avviene con i pneumatici Specialties e Superspecialties. Questo anche grazie al costante investimento in nuove competenze e nuove funzioni di business come il Consumer Marketing, il Digital, il Data Science, il Cyber e il Velo.

Nell’ambito dei pneumatici High Value oggi Pirelli ricopre una posizione di leadership nei pneumatici Prestige, con una quota superiore a un terzo del mercato globale in termini di volumi, e nel segmento radiale del mercato dei Ricambi di pneumatici per Moto. Pirelli è anche leader in Europa, Cina e Brasile, nel mercato dei Ricambi dei pneumatici New Premium per Auto e Premium per Moto.

Nel 2017 Pirelli rientra nel ciclismo, creando una Business Unit dedicata e lanciando PZero Velo, pneumatici di alta gamma per bici da corsa, seguiti da Cycl-e per le e-bike e le bici urban e trekking, e da Cinturato, il primo Tubeless Ready da strada della casa. Oggi, la P lunga entra anche nel segmento MTB con la gamma Scorpion MTB.

FONTE COMUNICATO STAMPA

Strade Bianche 2019 Women Elite – 21 le formazioni al via

Strade Bianche 2019 Women Elite ecco i Team

Strade Bianche 2019  prima prova dell’UCI Women’s WorldTour con al via 21 team di 6 atlete ciascuna, pronte a raccogliere il testimone di Anna van der Breggen.

Strade Bianche 2018 (fonte comunicato stampa)

Strade Bianche 2018 (fonte comunicato stampa)

Strade Bianche 2019 Women Elite, organizzata da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport, è in programma a Siena sabato 9 marzo ed anticiperà di qualche ora la gara maschile.
Prima prova dell’UCI Women’s WorldTour della stagione, si preannuncia come una delle gare più spettacolari dell’anno sia per il suo tracciato, unico nel panorama mondiale, sia per la partecipazione di altissimo livello tecnico, sottolineata dal fatto che la vincitrice dello scorso anno, Anna van der Breggen, si è poi laureata Campionessa del Mondo UCI su Strada ad Innsbruck.

Alla corsa parteciperanno 14 delle 15 squadre aventi diritto all’invito come da regolamento UCI, ed altre 7 squadre invitate come wild card dall’organizzazione. Ciascuna squadra al via sarà formata da 6 atlete.

 

14 SQUADRE AVENTI DIRITTO

  • ALE CIPOLLINI (ITA)
  • BIGLA (DEN)
  • BOELS DOLMANS CYCLING TEAM (NED)
  • CANYON / /SRAM RACING (GER)
  • CCC – LIV (NED)
  • FDJ NOUVELLE – AQUITAINE FUTUROSCOPE (FRA)
  • MITCHELTON SCOTT (AUS)
  • MOVISTAR TEAM WOMEN (ESP)
  • TEAM SUNWEB (NED)
  • TEAM TIBCO – SILICON VALLEY BANK (USA)
  • TEAM VIRTU CYCLING (DEN)
  • TREK – SEGAFREDO (USA)
  • VALCAR CYLANCE CYCLING (ITA)
  • WNT ROTOR PRO CYCLING TEAM (GER)

7 WILD CARD

  • AROMITALIA – BASSO BIKES – VAIANO (ITA)
  • BEPINK (ITA)
  • BTC CITY LJUBLJANA (SLO)
  • EUROTARGET – BIANCHI – VITTORIA (ITA)
  • LOTTO SOUDAL LADIES (BEL)
  • SERVETTO – PIUMATE – BELTRAMI TSA (ITA)
  • TOP GIRLS FASSA BORTOLO (ITA)
FONTE COMUNICATO STAMPA

Giro 2019 elenco dellee squadre al via

Giro 2019 ecco l’elenco dei team partecipanti

Giro 2019 al via, oltre alle formazioni World Tour, anche le quattro wild card con le tre italiane: Androni , Bardiani e Nippo

Giro 2019: tutti i team (fonte pagina Facebook)

Giro 2019: tutti i team (fonte pagina Facebook)

Giro 2019, l’11 maggio sembra ancora lontano ma certamente non lo è per gli organizzatori che stanno lavorando per assicurare qualità anche all’edizione di quest’anno.

Naturalmente i 18 team WorldTour sono automaticamente inclusi nella lista di partenza dei grandi giri a tappe e saranno in tanti a darsi battaglia lungo lo stivale. Primo tra tutti Vincenzo Nibali che vorrebbe andare alla ricerca della vittoria finale ma dovrà vedersela anzitutto con Tom Dumoulin della Sunweb, vincitore del Giro nel 2017, ha annunciato a sorpresa che nel 2019, complice i tanti chilometri a cronometro previsti,  sarà di nuovo al via della corsa rosa (lo scorso anno prese parte a Giro e Tour).

Non ancora totalmente esclusa la presenza di Geraint Thomas ma per il momento il team Sky pare puntare forte su Egan Bernal come capitano in Italia. Il giovane colombiano è stato una delle rivelazione della scorsa stagione e nel 2019 vorrà lasciare il segno in qualche corsa a tappe.

Se i diciotto team dell’UCI WorldTour ricevono inviti automatici, gli organizzatori RCS Sport ha selezionato quattro squadre a cui assegnare la Wild Card per essere al via di Bologna.

L’ Israel Cycling Academy ha ricevuto un invito. Gli altri tre vincitori della wildcard sono i team italiani Androni Giocattoli-Sidermec, Bardiani-CSF e Nippo-Vini Fantini-Faizanè.

 

Giro 2019: i team al via

WorldTour team

Team Sunweb (GER)
Ag2r La Mondiale (FRA)
Astana (KAZ)
Bahrain-Merida (BRN)
Team CCC (POL)
Bora-Hansgrohe (GER)
Groupama-FDJ (FRA)
Lotto-Soudal (BEL)
Mitchelton-Scott (AUS)
Movistar (ESP)
Deceuninck – Quick-Step (BEL)
Dimensione dati (RSA)
EF Education First (USA)
Katusha-Alpecin (SUI)
Jumbo-Visma (NED)
Team Sky (GBR)
Trek-Segafredo (USA)
Emirati Arabi Uniti Team ( UAE)

Giro 2019: Le wild Card

Androni Giocattoli-Sidermec (ITA)
Bardiani-CSF (ITA)
Israel Cycling Academy (ISR)
Nippo-Vini Fantini-Faizanè (ITA)

Nippo Vini invitata al Giro e alle Strade Bianche

Nippo Vini invitata all’edizione 102 del Giro d’Italia

Nippo Vini grazie all’nvito ricevuto da RCS Sport sarà al via del 102° Giro d’Italia, gli #OrangeBlue saranno al via delle Strade Bianche.

Nippo al via del Giro (fonte comunicato stampa)

Nippo al via del Giro (fonte comunicato stampa)

La NIPPO Vini Fantini Faizanè  sarà al via del 102° Giro d’Italia. 

La corsa rosa, l’amore infinito, la corsa più dura del mondo nel paese più bello del mondo.

Grazie all’invito ricevuto da RCS Sport gli #OrangeBlue, dall’11 maggio al 2 giugno 2019 saranno sulle strade italiane con tutto il loro entusiasmo e la loro grinta, pronti a onorare al massimo la prestigiosa Wild Card. Il team Italo-Giapponese sarà inoltre al via delle Strade Bianche, dove per il quinto anno consecutivo gareggeranno nello splendido scenario di Siena e delle sue strade bianche nella “Classica del nord, più a sud d’Europa”.

Queste le parole con cui il General Manager del team Francesco Pelosi ha accolto il prestigioso invito: “Siamo davvero orgogliosi di aver avuto questo invito, riconoscenti agli organizzatori che ci hanno dato fiducia, sappiamo di aver la nostra miglior squadra di sempre a livello sportivo e siamo pronti a onorare gli inviti ricevuti con la massima determinazione e mantenendo uno standard etico sopra la media come fatto in questi ultimi 5 anni.”

FONTE COMUNICATO STAMPA