Jonathan Brown e Nathan Brown: abbraccio fraterno

Jonathan Brown campionato nazionale festeggia col fratello

Jonathan Brown e Nathan Brown: i due fratelli celebrano la vittoria al campionato nazionale americano

Nathan Brown e Jonathan Brown

Nathan Brown e Jonathan Brown

Jonathan Brown e Nathan Brown sono una delle coppie di fratelli che corrono nel circuito World Tour. Non è naturalmente l’unico caso di fratelli che competono nel ciclismo professionistico. Adam e Simon Yetes son il classico esempio di ciclisti (fratelli) sulla cresta dell’onda ma vanno ricordati anche il Campione del Mondo Peter Sagane e il fratello Juraj oppure Gorka e Ion Izagirre e naturalmente i nostri Antonio e Vincenzo Nibali.

Il rapporto tra fratelli è spesso speciale e indissolubile e, al termine dei campionati nazionali americani su strada abbiamo assistito a uno splendido abbraccio tra i fratelli Brown.

A trionfare è stato Jonathan Brown, 21enne in forza alla Hagens Berman Axeon non sono solo si è laureato Campione USA ma ha ottenuto il record di essere il più giovane di sempre a conquistare un simile alloro.

La sua vittoria è stata segnata in modo commovente quando suo fratello Nathan, che gareggia per la EF Education First-Drapac e che si era ritirato dalla competizione, ha raggiunto il fratello minore sul traguardo per festeggiare assieme.

Nathan è stata, quindi, la prima persona ad abbracciare il fratello da record che ha conquistato la vittoria con 45 secondi di vantaggio su Robin Carpenter della Rally Cycling.

La festa per i fratelli Brown è stata assolutamente speciale non solo perchè Jonathan ha ottenuto il suo primo personalissimo alloro ma anche perché la vittoria è arrivata in Tennessee stato che ha dato i natali ai due ciclisti.

 

Rally Cycling: fratello e sorella nella stessa squadra

Rally Cycling uno dei team con sezione maschile e femminile ingaggia fratello e sorella

Rally Racing

Rally Racing: Gillian Ellsay

Rally Cycling, squadra americana che può vantare si una squadra donne che una maschile ha annunciato un rinforzo per entrambe i team. La formazione statunitense non è l’unica al mondo ad avere le due divisioni, anche Lotto Soudal, Team Sunweb vantano le due opzioni e anche  la stessa Movistar dalla prossima stagione seguirà questo esempio.

La cosa però che rende la Rally Cycling unica è il fatto di aver ingaggiato fratello e sorella: tra i maschi hanno ingaggiato Nigel Ellsay, passista-scalatore, ventitreenne proveniente dal Silber Pro Cycling con cui è arrivato settimo alla  Joe Martin Stage Race,  dodicesimo al Tour of the Gila e decimo al Tour of Albert. Nella formazione donne, invece, ecco che giunge la ventenne Gillian Ellsay, reduce dalla prima stagione internazionale con la maglia della Colavita-Bianchi. I due sono natii della British Columbia, in Canada. Gillian ha dichiarato: “sarà bello correre con gli stessi colori sociali di mio fratello, lui è da sempre il  mio modello ciclistico ed è il mio primo tifoso. Non ha mai mancato una corsa a cui ho preso parte, sono davvero molto emozionata.

Robin Carpenter firma col Rally Cycling

Robin Carpenter ha siglato un contatto con la Rally Cycling

Robin Carpenter

Robin Carpenter

Robin Carpenter è il primo acquisto ufficiale in vista della prossima stagione per la Rally Cycling formazione statunitense che nella prossima annata parteciperà alle corse come Team Professional. Il venticinquenne originario di Philadelphia è uno dei talenti emergenti e, dopo l’apprendistato alla Holowesko-Citadel in cui ha vinto quest’anno ben quattro prove UCI (raddoppiando il bottino del 2016), ha deciso di mettersi alla prova in un contesto maggiormente competitivo.

Robin Carpenter, che si è legato alla nuova squadra per due anni, ha dichiarato: “Nella mia vita mi sono sempre posto degli obiettivi ambiziosi, la Rally Cycling rappresenta una delle migliori squadre statunitensi di questo periodo. Il mio obiettivo è quello di continuare a migliorare e crescere assieme ai miei nuovi compagni e allo staff. Sono molto felice di poter correre al fianco di un corridore forte e ricco di esperienza come Danny Pate. Per me non ha prezzo poter fare apprendistato al suo fianco e sono certo che sarà un’ottima scuola per poter diventare competitivo nelle impegnative corse Europee”.

 

Tour of Alberta: dominio Rally Cycling

Tour of Alberta: Huffman vince, secondo Kuss

Tour of Alberta

Evan Huffman esulta

Tour of Alberta, differenze importanti in chiave classifica fin dalla prima tappa con l’arrivo a Marmot Basin Ski Area, posto 162 km dopo la partenza. La frazione è stato un vero trionfo per la Rally Cycling, formazione Continental statunitense, che ha occupato quattro posizioni fra le prime otto (tra cui le prime due).

La vittoria è andata al ventisettenne statunitense (ex corridore dell’Astana) Evan Huffman che ha portato il personale record stagionali di vittorie a quota sei. Alle sue spalle, con un ritardo di 15 secondi, ecco il suo compagno di squadra e connazionale Sepp Kuss. Terza piazza per Tom Jelte Slagter della Cannondale-Drapac giunto con 28 secondi di distacco. A seguire hanno terminato Chris Jones (UnitedHealthcare) a 30″, Jack Burke (Aevolo) a 32″, Alex Howes (Cannondale-Drapac) a 38″, Colin Joyce (Rally Cycling) a 41″, Rob Britton (Rally Cycling) a 42″, Taylor Shelden (Jelly Belly p/b Maxxis) a 44″ e James Piccoli (Elevate-KHS) a 47″.

Evan Huffman va, naturalmente, ad indossare la maglia di leader di questa edizione del Tour of Alberta.