Kristijan Koren coinvolto dall’inchiesta Aderlass

Kristijan Koren e Petacchi nell’inchiesta Aderlass

Kristijan Koren 32enne sloveno della Bahrain-Merida non parte: è coinvolto nell’indagine Aderlass. Anche Petacchi nel dossier

Kristijan Koren (fonte pagina Facebook)

Kristijan Koren (fonte pagina Facebook)

Kristijan Koren, coinvolto nell’indagine Aderlass legata agli arresti ai mondiali di sci di fondo del febbraio scorso, non è partito questa mattina per la quinta tappa del Giro d’Italia.

Nel dossier sono citati 21 atleti di 5 diverse discipline tra cui il corridore della Bahrain-Merida e l’ex velocista, oggi commentatore della Rai, Alessandro Petacchi.

L’indagine sta scoperchiando un network internazionale finalizzato al doping ematico nello sci che si sta allargando anche al mondo del ciclismo. A farne le spese anche il Giro che, alla partenza della frazione che conduce il gruppo da Frascati a Terracina, ha registrato l’assenza di Kristijan Koren, gregario di Vincenzo Nibali alla Bahrain-Merida sospeso dall’UCI insieme al croato Kristijan Durasek.

Le notifiche per il coinvolgimento è arrivata anche al vincitore di 22 tappe alla corsa rosa, Alessandro Petacchi che si è detto del tutto estraneo alla faccenda: “Non ho idea del perché compaia il mio nome in questo dossier”.

L’indagine ruota attorno al medico tedesco Mark Schmidt arrestato a Erfurt lo scorso 27 febbraio assieme ad una decina tra medici e atleti dello sci di fondo alcuni dei quali colti con le mani nella “marmellata” durante i Mondiali di Schladming (Austria).

“un provvedimento sospensivo sulla base delle informazioni delle autorità austriache per una potenziale violazione della normativa antidoping” è stato messo in atto dall’UCI.

La Bahrain-Merida ha diffuso una nota ufficiale con riferimento a Koren in cui dichiara che “le presunte violazioni riguardano la stagione 2012-2013“. Ulteriori commenti non arriveranno fino a che il procedimento formale non sarà definitivo.

Secondo quanto riportato da Il Corriere della Sera, Petacchi avrebbe stretto rapporti con il medico quando correva nel Team Milram (all’epoca Mark Schmidt era medico del team). Danilo Hondo, ex compagno di Petacchi ha raccontato alla emittente tedesca Ard di prelievi effettuati nello studio del medico prima delle gare importanti.

 

Petacchi sospeso dalla Rai

Auro Bulbarelli direttore di Raisport ha voluto chiarire la situazione di Petacchi:

“Alessandro ha ricevuto una comunicazione sull’avvio dell’indagine nei suoi confronti per presunti fatti illeciti relativi alle stagioni 2012 e 2013, lui è al Giro come commentatore tecnico, abbiamo stima nei suoi confronti e per noi questo non cambia le cose. Riteniamo che Alessandro debba valutare la situazione con il suo avvocato così ci prendiamo uno stop di un paio di giorni. Nominiamo Garzelli come sostituto ufficiale di Petacchi per un paio di tappe”

Colpack da domani al Giro di Sicilia

Colpack pronta per  Giro di Sicilia

Colpack, i ragazzi di Antonio Bevilacqua pronti per il Giro di Sicilia con l’atleta di casa Paolo Baccio particolarmente motivato

Colpack pronta per  Giro di Sicilia

Colpack pronta per Giro di Sicilia

Dal 3 al 6 aprile ritorna il Giro di Sicilia, 42 anni dopo l’ultima edizione, con la regia organizzativa di RCS Sport / La Gazzetta dello Sport. Al via della corsa per professionisti di classe 2.1 ci sarà anche il Team Colpack.

La formazione orobica schiererà alla partenza: il siciliano Paolo Baccio – particolarmente motivato nel correre sulle strade di casa –, Andrea BagioliDavide BaldacciniPaul DoubleAndrea ToniattiFilippo Rocchetti e Jalel Duranti.

Il presidente Beppe Colleoni ha commentato: “Siamo contenti ed orgogliosi di aver ricevuto questo importante invito da parte di RCS Sport”.

Il team manager Antonio Bevilacqua ha aggiunto: “I ragazzi sono molto motivati. Cercheremo di onorare al meglio la corsa in base a quelle che saranno le nostre possibilità”.

Sarà possibile seguire il Giro di Sicilia in diretta TV tutti i pomeriggi su RaiSport ed Eurosport Player.

LE TAPPE DEL GIRO DI SICILIA 2019:

Tappa n. 1 – CATANIA – MILAZZO – 165 km
Tappa n. 2 – CAPO D’ORLANDO – PALERMO – 236 km
Tappa n. 3 – CALTANISSETTA – RAGUSA – 188 km
Tappa n. 4 – GIARDINI NAXOS – ETNA (Nicolosi) – 119 km

Trofeo Binda e trofeo Da Moreno, è boom di ascolti TV

Trofeo Binda e trofeo Da Moreno che ascolti!

Trofeo Binda e trofeo Da Moreno grande successo di ascolti per la diretta televisiva di Raisport ha registrato un incremento del 35% rispetto alla stessa diretta TV dello scorso anno

 Renato Di Rocco, Giancarlo Giorgetti, Mario Minervino

Renato Di Rocco, Giancarlo Giorgetti, Mario Minervino

A poco meno di una settimana dallo splendido week end, che domenica scorsa a Cittiglio (VA) ha visto 268 cicliste protagoniste del “21° Trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio” (UCI Women’s WorldTour) e del  7° “Trofeo Da Moreno” – Piccolo Trofeo A. Binda (Coppa delle Nazioni donne junior), a Cittiglio si fanno le prime considerazioni sul doppio evento che ha suscitato fortissime emozioni tra il pubblico: “Siamo felicissimi – dichiara Mario Minervino, presidente della Cycling Sport Promotion – tutto è andato a meraviglia. La giornata di domenica è da ricordare e incorniciare tra le più belle della storia delle due corse. Come società sportiva organizzatrice ringraziamo tante persone, dai volontari alle Forze dell’Ordine, alle autorità civili e sportive, agli appassionati che si sono portati sul percorso. Non la facciamo tanto lunga, mi limito a sottolineare un dato: la diretta televisiva di Raisport ha registrato un incremento del 35% rispetto alla stessa diretta TV dello scorso anno. Il ciclismo femminile è in fortissima ascesa e noi ne siamo orgogliosi. Grazie alle immagini mandate in onda dalla squadra diretta da Gloria Ganassin e commentate da Stefano Rizzato e Giada Borgato, centinaia di migliaia di persone hanno potuto vedere le bellezze del Lago Maggiore e della provincia di Varese. Uno spot televisivo importantissimo per l’economia del territorio. Le due corse sono state combattutissime e registriamo il successo di due atlete super. Che dire? Vogliamo condividere la soddisfazione con tutti quelli che nel corso dell’anno sostengono il lavoro dei miei collaboratori, gente speciale sotto tutti i punti di vista”.

Minervino, si progetta già la prossima edizione?

“Sì, la gara 2020 è già in calendario, si disputerà una settimana prima, domenica 15 marzo, il giorno dopo la Milano-Sanremo”. Ormai non è un segreto per nessuno; cambierà la località di partenza del trofeo Binda e del trofeo Da Moreno: “A malincuore lasciamo Taino che in questi anni si è spesa moltissimo per il ciclismo ma siamo consapevoli di aver portato anche molto valore aggiunto alla comunità tainese. Abbiamo diverse località della provincia di Varese che offrono il territorio per la partenza e stiamo valutando tante ipotesi, tutte molto interessanti. Fatto salvo l’arrivo a Cittiglio, le due corse sono l’occasione per raccontare al mondo le opportunità dell’intera provincia di Varese”.

FONTE COMUNICATO STAMPA

Come vedere il mondiale gratis in diretta streaming?

Come vedere il mondiale di ciclismo 2018 su PC o Smartphone

Come vedere il mondiale di ciclismo 2018 in streaming dal 23 settembre al 30 settembre gratis o a pagamento

Come vedere il mondiale di ciclismo 2018 in streaming?

Come vedere il mondiale di ciclismo 2018 in streaming?

Come vedere il mondiale di ciclismo 2018 in streaming? In tanti avranno la necessità di dover guardare i Mondiali di Innsbruck lontani da casa e si dovranno appoggiare, per seguire Nibali e compagni, agli streaming proposti.

Domenica 23 settembre, con la cronometro a squadre maschile e femminile, è iniziato ufficialmente il Mondiale 2018 di ciclismo che si corre a Innsbruck in Austria, il clou dell’evento saràla gara in linea maschile di domenica 30 settembre.

I Mondiali di Ciclismo su strada di Innsbruck 2018 saranno trasmessi in diretta in chiaro sui canali Rai e Raisport e via satellite su Eurosport 1.

E’ possibile vedere il mondiale di Innsbruck in diretta streaming gratis da qualunque PC o smartphone. In streaming sarà possibile seguire l’evento su Rai Play, Eurosportplayer, Sky Go e Premium Play.

Tutte le gare saranno trasmesse LIVE su Eurosport 1 e sulla piattaforma OTT Eurosport Player  con il commento della coppia formata da Luca Gregorio e Riccardo Magrini.

Al fianco della proposta della Rai e di Eurosport ci sarà anche TIM: tutti i clienti TIMVISION, infatti,  potranno seguire in streaming sul proprio PC o Smartphone la programmazione di Eurosport Player per non perdere nemmeno un minuto dei Mondiali di Ciclismo 2018.

Dove vedere i Mondiali Ciclismo Innsbruck 2018?

Domenica 23 Settembre: Cronosquadre Donne (RaiSport 9:50 – 12:30 / Eurosport 10:00 – 12:35)
Domenica 23 Settembre: Cronosquadre Uomini  (RaiSport 14:30 – 17:30 / Eurosport 14:30 – 17:30)
Lunedì 24 Settembre:  Crono Donne Juniores (RaiSport 9:50 – 12:30 / Eurosport 10:15 – 12:15)
Lunedì 24 Settembre:  Crono Uomini U23 (RaiSport 14:30 – 17:15 / Eurosport 14:45 – 17:20)
Martedì 25 Settembre: Crono Uomini Juniores (RaiSport 10:00 – 13:05 / Eurosport 10:00 – 13:00)
Martedì 25 Settembre: Crono Donne Elite (RaiSport 14:15 – 17:35 / Eurosport 14:30 – 17:15)
Mercoledì 26 Settembre: Crono Uomini Elite (RaiSport 13:50 – 18:00  / Eurosport 14:00 – 17:30)
Giovedì 27 Settembre:  Prova in Linea Donne Juniores (RaiSport 8:35 – 12:15 / Eurosport 09:00 – 11:30)
Giovedì 27 Settembre: Prova in Linea Uomini Juniores (RaiSport 14:15 – 18:40 / Eurosport 14:30 – 18:45)
Venerdì 28 Settembre: Prova in Linea  Uomini U23 (RaiSport 11:55 – 17:40 / Eurosport 12:00 – 17:15)
Sabato 29 Settembre: Prova in Linea Donne Elite (RaiSport 11:40 – 17:10 / Eurosport 14:00 – 17:15)
Domenica 30 Settembre 30: Prova in Linea Uomini  Elite (RaiSport 9:30 – 15:30 / Rai3 15:30 – 17:10 / Eurosport 9:30 – 17:15)

L’Italia del commissario tecnico Davide Cassani arriva non al top delle condizioni a questo mondiale ma se Vincenzo Nibali paga la sfortunata caduta al Tour de France e Fabio Aru, ha rinunciato alla chiamata in azzurro dall’altra parte c’è un Gianni Moscon in uno straordinario crescendo di forma.

Cassani ha selezionato questi otto uomini: Gianluca Brambilla (Trek Segafredo), Damiano Caruso (Bmc Racing Team), Dario Cataldo (Astana Pro Team), Alessandro De Marchi (Bmc Racing Team), Gianni Moscon (Team sky), Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida), Franco Pellizotti (Bahrain-Merida), Domenico Pozzovivo (Bahrain-Merida).

Se con una coppia Nibali-Aru al top l’Italia era tra le nazionali favorite per conquistare la maglia iridata a 10 anni di distanza dalla vittoria di Alessandro Ballan ai mondiali di Varese, ora la nostra giocherà il ruolo di outsider visti i tanti campioni stranieri presenti.

 

Letizia Paternoster di bronzo agli Europei di Glasgow

Letizia Paternoster di bronzo nell’omnium

Letizia Paternoster di bronzo nella prova dell’Omnium ai Campionati Europei su Pista di Glasgow dopo aver già conquistato l’argento nell’inseguimento a squadre

Letizia Paternoster di bronzo

Letizia Paternoster di bronzo

Letizia Paternoster di bronzo, una prova fantastica della diciannovenne campionessa che al termine delle quattro prove previste dell’Omnium ha chiuso in terza posizione. Letizia, a dispetto della giovane età, è stata bravissima a gestire energie fisiche e mentali dimostrando una preparazione degna delle migliori atlete in gara. Sebbene non potesse competere con due “mostri sacri”  come l’iridata Kirsten Wild e la padrona di casa Katie Archibald, la Paternoster ha conquistato il quarto posto  nello Scratch, il sesto nella Tempo Race, il terzo nell’Eliminazione ed, e infine, un’ottima prova a punti finale in cui ha difeso il terzo posto con grande maturità che sono valsi il bronzo finale.

 

Dopo la prova Letizia Paternoster ha parlato del suo bronzo ai microfoni di RaiSport

“Questa medaglia vale davvero tantissimo per me,  sono molto felice e quasi non trovo le parole per esprimere la mia gioia.  Se mi avessero detto che al primo anno tra le grandi avrei ottenuto subito una medagli agli Europei avrei subito messo una firma. Amo l’ommium e prendere il bronzo dietro a due grandi campionesse come Wild e Archibald che hanno fatto la differenza anche ai Mondiali è per me un grandissimo onore.

Tra le juniores ho vinto tanto ma pensavo di pagare il salto di categoria, per me correre in bici è qualcosa di magnifico, faccio con passione ogni cosa e tutto quello che conquisto è una gioia.  Tra due settimane ci sono gli Europei U23 e difenderò la maglia col quartetto, quest’inverno farò le prove di Coppa del Mondo per qualificarsi alle Olimpiadi, quello è il grande sogno col quartetto“.

 

Dopo aver vinto tutto a livello giovanile ( 9 titoli mondiali e 5 europei Juniores, categoria in cui ha ottenuto anche il record mondiale nell’inseguimento) la fenomenale 19enne trentina comincia a mietere successi anche tra le “grandi”.

 

Europei di ciclismo 2018 si terranno a Glasgow 

Europei di ciclismo 2018 si svolgeranno nella città scozzese

Europei di ciclismo 2018 su strada si terranno dal 5 al 13 agosto nella città scozzese di Glasgow, scopriamo tutte le prove e le date

Europei di ciclismo 2018

Europei di ciclismo 2018

Europei di ciclismo 2018 su strada di svolgeranno dal 5 al 12 agosto a Glasgow, in Scozia. La prova sarà contenuta all’interno del nuovo evento denominato European Championships, competizione multisportiva che assegnerà i titoli continentali di diversi sport.

Il nuovo “contenitore” multidisciplinare vedrà proprio la luce con questa edizione e, oltre alle prove di ciclismo, vedrà gli atleti della ginnastica, triathlon, ginnastica, atletica e sport acquatici lottare per l’alloro continentale.

Le prove di atletica non si terranno in Scozia ma bensì a Berlino in Germania e coinvolgeranno 1500 atleti che si sfideranno in 50 competizioni.

Europei di ciclismo 2018: dettagli

Saranno quattro le prove che coinvolgeranno i ciclisti: le prove in linea e quelle a cronometro per uomini e donni Elite.

La manifestazione ciclistica avrà il via domenica 5 con la prova in linea femminile (sulla distanza di 130 km), poi mercoledì 8 sarà la volta delle prove a cronometro (32 km per le donne e 45 km per gli uomini) in entrambi i casi la rampa di partenza sarà posizionata presso il Riverside Museum mentre l’arrivo sarà davanti al parco Glasgow Green.

Domenica 12, ci sarà l’evento principale con la lotta per il titolo maschile lungo i 230 km del percorso. Le prove in linea si disputeranno lungo un circuito di circa 14km praticamente identico a quello su cui si sono disputati i Giochi del Commonwealth nel 2014, quel giorno ad imporsi furono (per distacco) Geraint Thomas e Lizzie Deignan. Il tracciato non presenta asperità impossibili ma tanti strappi brevi ed impegnativi che, con il passare dei giri, potrebbero pesare nelle gambe degli atleti. La partenza e l’arrivo delle prove in linea sarà sempre al Glasgow Green.

Europei di ciclismo 2018: diretta TV e diretta Streaming

La copertura televisiva sarà garantita da Eurosport e da Raisport. Le prove saranno trasmesse anche in diretta streaming anche su Eurosport Player.

Europei di ciclismo 2018: il programma su strada

Ecco il dettaglio delle prove su strada Gli orari sono italiani (a Glasgow sono un’ora indietro rispetto a noi).

DOMENICA 5 AGOSTO:
13.30      Prova in linea (femminile)

MERCOLEDI’ 8 AGOSTO:
09.45      Cronometro individuale (femminile)
13.45      Cronometro individuale (maschile)

DOMENICA 12 AGOSTO:
11.30      Prova in linea (maschile)

Europei di ciclismo 2018: tutti gli italiani in gara

Elenco completo dei convocati della nazionale italiana di strada, pista e mountain bike.

STRADA

UOMINI
Filippo Ganna – Uae Team Emirates – Cronometro
Moreno Moser – Astana Pro Team – Cronometro

Davide Ballerini – Androni Giocattoli Sidermec
Marco Canola – Nippo-Vini Fantini-Europa Ovini
Davide Cimolai – FDJ
Sonny Colbrelli – Bahrain-Merida
Jacopo Guarnieri – FDJ
Salvatore Puccio – Team Sky
Matteo Trentin – Mitchelton-Scott
Elia Viviani – Quick Step-Floors

DONNE
Bastianelli Marta Fiamme Azzurre/Alé Cipollini
Bronzini Giorgia Cylance Pro Cycling
Cavalli Marta Valcar Pbm
Cecchini Elena Fiamme Azzurre/Canyon Sram
Confalonieri Maria Giulia Fiamme Oro/Valcar Pbm
Longo Borghini Elisa Fiamme Oro/Wiggle High5
Paladin Soraya Alé Cipollini
Quagliotto Nadia Top Girls – Fassa Bortolo

Cavalli Marta Valcar Pbm – Cronometro
Longo Borghini Elisa Fiamme Oro/Wiggle High5 – Cronometro

PISTA

NAZIONALE ELITE UOMINI
Bertazzo Liam Wilier Triestina
Ceci Davide Ctfriuli
Ceci Francesco G.S. Fiamme Azzurre
Ceci Luca T°Red Factory Racing
Coledan Marco Wilier Triestina
Ganna Filippo Uae Team Emirates
Lamon Francesco G.S. Fiamme Azzurre
Moro Stefano Biesse Carrera Gavardo Asd
Scartezzini Michele Sangemini – M.G. K Vis
Viviani Elia Quick Step-Floors

NAZIONALE ELITE DONNE
Alzini Martina Astana Women’s Team
Andreotti Maila Ctfriuli
Balsamo Elisa G.S. Fiamme Oro
Barbieri Rachele G.S. Fiamme Oro
Bissolati Elena Racconigi Cycling Team
Cavalli Marta Valcar Pbm
Confalonieri Maria Giulia G.S. Fiamme Oro
Frapporti Simona G.S. Fiamme Azzurre
Manzoni Gloria Eurotarget – Bianchi – Vitasana
Paternoster Letizia G.S. Fiamme Azzurre
Valsecchi Silvia Bepink
Vece Miriam Valcar Pbm

MOUNTAIN BIKE

Bertolini Gioele Centro Sportivo Esercito
Braidot Daniele C.S. CarabinierI
Braidot Luca C.S. Carabinieri
Calvetti Serena Ktm – Protek – Dama
Colledani Nadir Bianchi Countervail
Fontana Marco Aurelio Bianchi Countervail
Lechner Eva Centro Sportivo Esercito
Pettina’ Nicholas C.S. Carabinieri
Tabacchi Mirko C.S. Carabinieri

BMX

Bertagnoli Pietro Team Bmx Verona
Bonini Nicolò Ciclomania Racing
Cristofoli Roberto Dn 1 Evreux Bmx
Fantoni Giacomo Team Bmx Verona
Giustacchini Tommaso Team Bmx Verona
Maestrutti Davide 48 Erre Bmx Team
Sciortino Martti A.S. Besnate A.S.D.
Tomizioli Michele Prototype Performance Team

 

 

Tour de France 2018 diretta TV e diretta Streaming

Tour de France 2018 diretta TV: come seguire la corsa?

Tour de France 2018 diretta TV e diretta Streaming, tutte le informazioni sulla corsa francese in programma dal 7 al 29 luglio che vedrà al via anche Chris Froome

Tour de France 2018 diretta TV e diretta Streaming

Tour de France 2018 diretta TV e diretta Streaming

Tour de France 2018 diretta TV e diretta Streaming, grande copertura per la corsa ciclistica più importante al mondo che si svolgerà dal 7 al 29 luglio. Ingente dispiegamento di forza per le emittenti televisive di tutto il mondo che garantiranno la copertura integrale dell’evento.

Per gli appassionati italiani saranno due le emittente televisive coinvolte: RaiSport ed Eurosport che oltre alla consueta diretta TV consentiranno di poter assistere alla diretta in streaming su internet

Particolarmente accattivante la proposta di Eurosport Player, che garantisce il segnale anche senza intervalli pubblicitari offrendo, grazie al segnale internazionale, la copertura integrale di una parte delle tappe della Grande Boucle

La Grande Boucle, arrivata quest’anno alla 105ma edizione, si preannuncia una delle più spettacolari degli ultimi anni.

Il Tour de France 2018 sarà quindi visibile in streaming il su Rai Play, SkyGo ed Eurosport Player; saranno 21 le tappe in programma da seguire in diretta TV e Streaming a partire da sabato 7 luglio

Tour de France 2018 diretta tv: tutte le tappe

Tappa 1 (7 luglio 2018): Noirmoutier-en-l’Ile – Fontenay-le-Comte, 189 km

Tappa 2 (8 luglio 2018): Mouilleron-Saint-Germain – La Roche-sur-Yon, 183 km

Tappa 3 (9 luglio 2018): Cholet – Cholet, 35 km

Tappa 4 (10 luglio 2018):La Baule – Sarzeau, 192 km

Tappa 5 (11 Luglio 2018): Lorient – Quimper, 203 km

Tappa 6 (12 Luglio 2018): Brest – Mûr-de-Bretagne Guerlédan, 181 km

Tappa 7 (13 Luglio 2018): Fougères – Chartres, 231 km

Tappa 8  (14 Luglio 2018): Dreux – Amiens Métropole, 181 km

Tappa 9 (15 Luglio 2018): Arras Citadelle – Roubaix, 154 km

Tappa 10 (17 Luglio 2018): Annecy – Le Grand-Bornand, 159 km

Tappa 11 (18 Luglio 2018): Albertville – La Rosière 1850, 108 km

Tappa 12 (19 Luglio 2018): Bourg-Saint-Maurice – Alpe d’Huez, 175 km

Tappa 13 (20 Luglio 2018): Bourg-d’Oisans – Valence, 169 km

Tappa 14 (21 Luglio 2018): Saint-Paul-Trois-Châteaux – Mende, 187 km

Tappa 15 (22 Luglio 2018): Millau – Carcassonne, 181 km

Tappa 16 (24 Luglio 2018): Carcassonne – Bagnères-de-Luchon, 218 km

Tappa 17 (25 Luglio 2018): Bagnères-de-Luchon – Saint-Lary-Soulan col de Portet, 65 km

Tappa 18 (26 Luglio 2018): Trie-sur-Baïse – Pau, 172 km

Tappa 19 (27 Luglio 2018): Lourdes – Laruns, 200 km

Tappa 20 (28 Luglio 2018): Saint-Pée-sur-Nivelle – Espelette, 31 km

Tappa 21 (29 Luglio 2018): Houilles – Paris Champs-Elysées, 115 km

Tour de France 2018 dove gurdarlo

Programmazione Tour de France Rai Canale Tv diretta Tour
ore 13:45 – Anteprima Tour Rai Sport (canale 57 DDT)
ore 15 – Tour in diretta e Tour all’arrivo Rai 3
al termine della tappa – Processo alla tappa Rai 3 / Rai Sport
ore 23:30 Tour di Sera Rai Sport

 

Programma Eurosport Tour de France Canale Tv
pre tappa – Tour Extra Eurosport 1
dal primo km della tappa – Tour Live Eurosport 1
al termine della frazione – Tour Extra Eurosport 1

Campionati Italiani Ciclismo 2018 i dettagli

Campionati Italiani Ciclismo 2018 a Darfo Boario Terme

Campionati Italiani Ciclismo 2018,  sabato 30 giugno a Darfo Boario Terme, Fabio Aru proverà a difendere la maglia tricolore. Programma, orari e diretta tv e streaming

Campionati Italiani Ciclismo 2018: Fabio Aru

Campionati Italiani Ciclismo 2018: Fabio Aru

Campionati Italiani Ciclismo 2018 in programma sabato 30 giugno in provincia di Brescia, precisamente nella splendida cornice di Darfo Boario Terme. La prova in linea maschile prevede un percorso che si snoda attorno alla città per un totale di 233 km con interessanti e numerosi strappi in grado di infiammare la corsa.

Campionati Italiani Ciclismo 2018: il percorso

La prova sarà contraddistinta da due circuiti: il primo di 25.4 chilometri da ripetere quattro volte che presenta il Gianico, 1200 metri al 6.5% medio e lo strappo di Via Cornaleto.
Nel secondo circuito la principale difficoltà sarà la salita di Berzo Inferiore che misura 2 chilometri con pendenza media del 6% e punta del 10%. La differenza, però, potrebbe essere Via Cornaleto con l’ultimo passaggio a circa due chilometri e mezzo dalla linea d’arrivo. La partenza è fissata alle 10.30, mentre l’arrivo è previsto tra le 15.45 e le 16.20.

Campionati Italiani Ciclismo 2018: starting list

Al via il detentore della maglia tricolore Fabio Aru che vuole provare a riscattare la delusione del Giro d’Italia (ma la condizione del sardo non pare eccellente). In tanti cercheranno di far propria l’ambita divisa a partire da Gianni Moscon passando per Sonny Colbrelli e Diego Ulissi.

Campionati Italiani Ciclismo 2018: diretta tv e streaming

I Campionati Italiani 2018 saranno trasmessi su RaiSport in diretta e in diretta streaming su Rai Play.

Campionati Italiani Ciclismo 2018: parola ad Ezio Maffi

“Per quanto riguarda il percorso della prova Elite abbiamo cercato di seguire le indicazioni di Davide Cassani rendendo più nervoso il tracciato del 2016 anche in chiave Mondiali di Innsbruck. Tutto continuerà a ruotare attorno al Muro di Cornaleto (200 metri con pendenza al 17%) che verrà affrontato a meno di 3 km  dall’arrivo”ha dichiarato Ezio Maffi, organizzatore della manifestazione

 

 

 

Froome tra ventolin e tifosi arrabbiati

Froome tra ventolin e tifosi ironici lungo la tappa

Froome tra ventolin, la vicenda della positività al salbutamolo ha scatenato l’ironia dei tifosi che non hanno perso l’occasione per sottolineare la vicenda

Froome tra  ventolin e ironia dei tifosi.

Froome tra ventolin e ironia dei tifosi.

Froome tra  ventolin e ironia dei tifosi. La vicenda della positività del corridore britannico al salbutamolo che ha scombussolato il mondo del ciclismo a partire dalla metà dello scorso mese di dicembre ha stuzzicato “l’ironia” di alcuni tifosi lungo le strade del Giro d’Italia.

Il corridore britannico durante la tappa odierna ha acceso il frullatore e iniziato a strapazzare ogni avversario in puro stile del kenyano bianco. L’attacco di Chris Froome ha però visto una ironica scenetta che lo ha visto suo malgrado protagonista.

Due tifosi vestiti da dottori hanno affiancato il corridore del Team Sky con in mano una maxi confezione di Ventolin ad ironizzare su come in salita l’uso del farmaco possa agevolare l’atleta britannico. La scena è stata immortalata dalle telecamere di RaiSport.

Froome, lo ribadiamo, ha una TUE per poter utilizzare il Ventolin entro le soglie previste dalla WADA ma, durante la scorsa Vuelta Espana, i valori riscontrati sui campioni del britannico sono risultati ben sopra il quantitativo massimo tollerato. In tanti si sono pronunciati sull’opportunità che il capitano del Team Sky non prendesse il via alla corsa rosa ma nonostante tanta pressione a Gerusalemme Chris Froome non ha voluto mancare.

Prendiamo questo fatto come goliardia e, finché le proteste non trascendono, nel volgare o nel mettere a rischio l’incolumità degli atleti possono essere accettate. Ricordiamo che già allo scorso Tour de France il britannico fu oggetto di scherno dei tifosi francesi che in alcuni casi superarono anche il limite del tollerabile (si racconta di gavettoni di urina che colpirono l’atleta).

 

Yates resiste all’assalto di Tom Dumoulin

Yates resiste nella cronometro di Rovereto

Yates resiste alla carica di Tom Dumoulin nella cronometro Trento-Rovereto, ad imporsi è Rohan Dennis della BMC

Yates brillante anche a cronometro

Yates brillante anche a cronometro

Yates resiste all’assalto di Dumoulin nella sedicesima tappa del Giro d’Italia 2018 che incorona Rohan Dennis come il numero uno al mondo nelle prove contro il tempo. Il passistone australiano ha percorso i 34 km in programma in 44 minuti netti ad una media di 51,30 km/h che lo ripaga della delusione della cronometro di Gerusalemme.

Simon Yates (Mitchelton – Scott) rimane senza patemi il leader della classifica generale, resistendo senza problemi al tentativo di guadagnare tempo di Tom Dumoulin (Team Sunweb). La farfalla di Maastrich (solo terzo al traguardo) non ha impensierito il britannico che paga all’olandese meno di un minuto e mezzo mantenendo un vantaggio di 56 secondi in attesa che la strada torni a salite per scatenare i suoi garretti.

Dumoulin chiude addirittura terzo preceduto da Tony Martin della Katusha – Alpecin mentre si difende egregiamente il nostro Domenico Pozzovivo  che riesce a guadagnare quasi un minuto su  Thibaut Pinot della Groupama -FDJ che appare svuotato delle energie di inizio Giro.

Dopo due settimane da “paria” della corsa arriva la reazione di Fabio Aru che perde due soli secondi dal britannico Chris Froome che risulta poco brillante anche nella prova contro il tempo che in teoria poteva apparire come un test per rilanciare le proprie aspettative. Il kenyano bianco riesce ad ogni modo a scalare posizioni ed ora si trova al quarto posto in generale riaprendo la lotta per un posto sui gradini del podio.

Al traguardo è felice Simon Yates quasi incredulo della sua performance: “Sono davvero felicissimo della mia prova, pensavo di perdere più tempo rispetto ai miei rivali, penso di aver attaccato la salita troppo forte e di aver pagato lo sforzo nel finale ma non potevo chiedere di più”.

Naturalmente raggiante il vincitore Dennis “non mi aspettavo questa vittoria ma volevo fortemente una tappa a questo Giro d’Italia, pensavo di prenderla nella prima prova ad Israele, non ci sono riuscito ma sono contento di aver indossato la maglia rosa ed oggi di poter festeggiare il successo di tappa”.

Orgoglioso della propria prestazione anche Domenico Pozzovivo che ai microfoni di Raisport è apparso raggiante: “oggi ero più teso del solito, non capita tutti i giorni di partire terzo ad una cronometro al Giro. Sapere di essere il migliore degli italiani mi riempie di orgoglio e rappresenta uno dei momenti più alti della mia carriera. Ho dato il massimo senza strafare mancano tre salite impegnative prima di Roma e voglio fare bene”.