Giro d’Italia Rai e Rai Sport programmazione televisiva

Giro d’Italia 2019: programmazione Rai e Rai Sport

Giro d’Italia esclusiva su Rai e Rai sport, scopriamo tutte le trasmissioni previste per non perdersi nemmeno un momento della corsa rosa 2019

Giro d'Italia: la copertura TV

Giro d’Italia: la copertura TV

Giro d’Italia 2019 anche quest’anno la Rai avrà la copertura esclusiva per l’edizione numero 102, la rete di stato ha presentato la programmazione delle tre settimane di corsa con una copertura assolutamente id primo livello in termine di ore dedicate al ciclismo.

Giro d’Italia: i programmi TV

Il “buongiorno” verrà dato alle ore 12.15 su Rai Sport con “Villaggio di Partenza“ un contenitore che raccoglierà notizie, aneddoti ed interviste per introdurre la tappa del giorno. Il programma sarà presentato da Tommaso Mecarozzi affiancato da Beppe Conti, mentre le interviste saranno curate da Ettore Giovannelli e Stefano Rizzato.

Subito dopo ecco che andrà in onda “Anteprima Giro”, condotto da Antonello Orlando affiancato dall’ex ciclista Stefano Garzelli. All’interno della trasmissione verranno proposte le immagini delle fasi iniziali della tappa.

Su Rai Due, a partire dalle 14, ci sarà il programma “Viaggio nell’Italia del Giro” condotto da Edoardo Camurri. La trasmissione porterà i telespettatori a scoprire i territori attraversati dalla tappa del giorno.

Alle ore 14.30 su Rai Due ecco la Diretta della tappa del Giro, il commento darà affidato ad Andrea De Luca promosso come voce principale affiancato per la parte tecnica da Alessandro Petacchi.

Immancabile, a chiusura il “Processo alla tappa” condotto da Marco Franzelli con l’opinionista Davide in cui verranno raccontati a caldo i retroscena della tappa con interviste e commenti ai protagonisti di giornata.

All’ora di ceca ecco l’occasione di vedere le immagini della tappa pomeridiana con “TGiro” alle ore 20 su Rai Sport che in mezz’ora riassumerà il meglio della frazione del giorno.

Per chi ama le ore piccole alle 23.30 ecco, “Giro Notte”, sintesi di un’ora della giornata ciclistica

Il Giro d’Italia avrà il suo start sabato 11 maggio con una cronometro individuale a Bologna e si concluderà domenica 2 giugno sempre con una cronometro individuale a Verona.

Dieci domande sul Giro d’Italia 2018

Dieci domande sulla corsa rosa da sapere

Dieci domande sul Giro d’Italia 2018, curiosità statistiche, notizie, informazioni per arrivare pronti per il Big Start di Gerusalemme

Dieci Domande sul Giro101

Dieci Domande sul Giro101

Dieci domande sul #Giro101 che prenderà il via da Gerusalemme il prossimo 4 maggio per terminare a Roma il 27 maggio.

Chi sono le Madrine del Giro?
Quest’anno ci saranno due madrine: Bar Rafaeli, per le tappe in Israele e Alice Rachele Arlanch per le tappe in territorio italiano.

Quante squadre saranno al via da Gerusalemme?
Al Giro 2018 ci sono 22 squadre composte da 8 corridori ciascuna per un totale di 176 atleti

Quanto è lungo il Giro d’Italia 2018?
Il #Giro101 misura 3562.9 chilometri, divisi in 21 tappe.

Qual è la frazione più lunga e quella più breve?
La frazione più lunga sarà la decima da Penne a Gualdo Tadino (239 km), la più corta la cronometro individuale di Gerusalemme (9.7 km) che darà il via al Giro, venerdì 4 maggio.

Quante sono state le partenze dall’estero nella storia del Giro d’Italia?
Quella di Gerusalemme sarà la tredicesima fuori dai confini italiani. La prima volta è datata 1965 (San Marino) l’ultima ad Apeldoorn in Olanda nel 2016

Quante volte Roma ha ospitato l’arrivo del Giro?
L’ultima tappa a Roma non è una novità per la corsa rosa: l’ultima volta era accaduto nel 2009 con vittoria finale del russo Denis Menchov. In precedenza era accaduto nel 1911 (vittoria di Carlo Galetti) e nel 1950 (Hugo Koblet)

A quanto ammonta il montepremi del Giro d’Italia?
Il montepremi complessivo del Giro d’Italia 2018 è di un milione e mezzo di euro (per tutti i dettagli clicca qui)

Quale è la Cima Coppi del Giro d’Italia 2018?
La vetta più alta toccata dal percorso del Giro d’Italia (dal 1965 definita Cima Coppi) sarà ai 2178 metri sul livello del mare del Passo delle Finestre nella 19esima tappa

Quali sono le maglie in palio al Giro d’Italia
Le maglie in palio sono 4:

La classifica Generale contraddistinta dalla maglia rosa
La classifica a Punti premiata con maglia ciclamino
La classifica della Montagna caratterizzata dagli maglia azzurra
La classifica dei Giovani (nati dopo il 1° gennaio 1993) premiata con la maglia bianca

Dove vedere il Giro in Teelevisione?
Il Giro 2018 sarà trasmesso in diretta televisiva sulle reti Rai Sport e su Eurosport (per tutti i dettagli clicca qui)

Diretta ciclismo Giro 2018: dirette tv e streaming

Diretta ciclismo Giro 2018: come vedere la corsa rosa

Diretta ciclismo Giro 2018: ecco la nostra guida completa per seguire la corsa rosa in tutto il mondo tra dirette tv e dirette streaming

Diretta ciclismo Giro 2018

Diretta ciclismo Giro 2018

Diretta ciclismo Giro 2018, manca poco all’inizio della corsa rosa e abbiamo deciso di pubblicare una guida completa su la copertura televisiva mondiale garantita per gli appassionati di ciclismo.

Che siate in italia o all’estero ci sono tantissime opportunità per non perdere nemmeno un secondo della corsa rosa che quest’anno partirà da Gerusalemme e vedrà la controversa presenza di Chris Froome che sarà naturalmente l’uomo da battere insieme al campione uscente Tom Dumoulin.

Ecco l’elenco di tutte le televisioni che trasmettono le tappe della Corsa Rosa e un elenco delle Dirette Streaming

Diretta Giro 2018: tutta la programmazione Rai Sport ed Eurosport

RAI (ITALIA)

Come ogni anno la RAI garantisce una grandissima copertura dell’evento ciclistico più importante del bel paese, tutte le tappe saranno trasmesse in diretta dalle 13.05 alle 14:45 su Rai Sport+ HD e dalle 14:45 su Rai 2.

A contorno della corsa vera e propria saranno tante le dirette tv con programmi legati al Giro d’Italia:

  • Villaggio di Partenza”, presentazione della tappa di 45′ alla mattina dall’area di partenza su Rai Sport+ HD presentato da Tommaso Mecarozzi con Stefano Garzelli (programmazione a seconda dell’orario di partenza).
  • La Grande Corsa”, entertainment show su Rai 2 a partire dalle 14.00, presentato da Marco Lollobrigida e Massimiliano Rosolino.
  • Processo alla Tappa”, il post-gara su Rai 2 dalle 17:15, presentato da Alessandra De Stefano con Davide Cassani e Alessandro Petacchi.
  • La Grande Corsa”, ancora su Rai 2 dalle 17:45, presentato da Marco Lollobrigida e Massimiliano Rosolino.
  • Viaggio nell’Italia del Giro”, approfondimento culturale sui territori attraversati dal Giro, su Rai 2 alle 18:55, presentato da Edoardo Camurri.
  • TGiro”, il riassunto della giornata su Rai Sport+ HD alle 20:00, presentato da Andrea De Luca con Marco Saligari.
  • GiroNotte”, gli highlight su Rai Sport+ HD alle 22:45.

Possibilità di seguire la diretta streaming delle tappe su www.raiplay.it.

EUROSPORT (Europa, Asia Pacifico)

Tutte le tappe in diretta tv su Eurosport 1 dalle 13:15 CET (19:15 HKT, 22:15 AEST).

Pre-gara alle 13:00 e post-gara alle 17:15 con “Giro Extra”, live show sul campo con Jonathan Edwards and Juan Antonio Flecha.

Per l’Europa: repliche e gli highlight di “Giro Today” tutti i giorni su Eurosport 1 e Eurosport 2.

Per Asia Pacifico: cinque repliche e highlights tutti i giorni.

Live streaming su eurosportplayer.com

Diretta Giro 2018: le dirette tv e streaming nel mondo

L’EQUIPE (Francia)

Tutte le tappe LIVE dalle 13:05 CET e replica di 45′ ogni giorno alle 19:00.

Pre-gara dalle 12:45 alle 13:05 CET e post-gara dalle 17:30 alle 18:00 CET.

Live streaming su www.lequipe.fr/lachainelequipe

RTL (Lussemburgo)

Tutte le tappe LIVE dalle 16:00 CET.

Post-gara di 10 minuti dopo ogni tappa.

Live streaming su www.rtl.lu

NOS (Paesi Bassi)

Tutti i giorni highlight dalle 19:30 alle 19:55 CET. Su NPO3 dal martedì al venerdì, su NPO1 il sabato e la domenica.

SRG SSR (RSI) (Svizzera)

Tutte le tappe LIVE dalle 15:30 CET su RSI LA2.

Live streaming su www.rsi.ch/sport/.

SUPERSPORT (Sudafrica)

Tutte le tappe live dalle 13:05 SAST su SS5.

Highlight giornalieri dalle 22:30 alle 23:00 su SS2 o SS6.

5 repliche ogni giorno.

Live streaming su www.supersport.com

KWESE SPORTS (Africa Subsahariana)

Tappe dalla 1 alla 13 LIVE alle 13:00 SAST, tappe dalla 14 alla 21 LIVE alle 15:00 su Kwese Sports 1.

FUBO.TV (USA & Canada)

Tutte le tappe live alle 11:05 GMT

ESPN LATINOAMERICA (Sud America)

Tutte le tappe LIVE dalle 08:30 ART.

Live streaming su ESPN Play

ESPN BRAZIL(Brasile)

Tutte le tappe LIVE dalle 09:30 BRT.

Show pre-gara per la prima e ultima tappa.

Highlight giornalieri dalle 19:00 alle 19:30 BRT.

Live streaming su Espn.com

RCN (Colombia)

Tutte le tappe LIVE dalle 08:30 COT.

Post-gara tutti i giorni su www.deportesrcn.com e Facebook dalle 11:00 alle 11:30 COT.

Live streaming su www.deportesrcn.com

SEÑAL COLOMBIA (Colombia)

Tutte le tappe LIVE dalle 07:30 COT.

Live streaming su www.senalcolombia.tv/senal-en-vivo

DAZN (Giappone)

Tutte le tappe LIVE dalle 20:05 JST.

Leaving streaming su www.dazn.com

 SKY SPORT (Nuova Zelanda)

Tutte le tappe LIVE dalle 23:05 NZST su Sky Sport 5 o Sky Sport 6

Highlight e repliche giornalieri.

Live streaming su www.skygo.co.nz

 

Amstel Gold Race 2018: presentazione della corsa

Amstel Gold Race 2018 guida completa alla corsa

Amstel Gold Race 2018 in programma il 15 aprile: analisi del percorso, starting list, diretta tv, diretta streaming, albo d’oro manifestazione

Amstel Gold Race 2018

Amstel Gold Race 2018: il logo

Amstel Gold Race 2018  corsa in linea maschile di ciclismo su strada che si tiene nei Paesi Bassi,  nella provincia del Limburgoogni anno nel mese di aprile. L’edizione 2018 è in programma per il 15 aprile

Insieme alla Freccia Vallone e alla Liegi-Bastogne-Liegi fa parte delle tre classiche delle Ardenne e nel 2005 è entrata a far parte del circuito UCI ProTour, sostituito, dalla stagione 2011, dall’UCI World Tour.

Nota anche come la corsa della birra in quanto deve il suo nome a un noto marchio olandese che assicura un interessante ”terzo tempo”a termine della corsa.

Amstel Gold Race 2018: Il Percorso

Con 261 i Km complessivi – l’Amstel presenta come difficoltà da superare dalla partenza da Maastricht fino all’arrivo di Valkenburg ben 35 cotes, le classiche brevi ma pendenti salite delle Ardenne. Il  Cauberg resta il simbolo della corsa ma vista la sua lontananza (20 km) dall’arrivo non sarà con ogni probabilità il giudice della corsa. Il finale prevede un circuito ricco di insidie ma probabilmente bisognerà attendere l’ultima tornata per assistere all’azione che sarò decisiva.

Amstel Gold Race 2018: Starting List

Amstel Gold Race 2018

Amstel Gold Race 2018: una fase della scorsa ediziAmstel Gold Race 2018: Starting List

Alle 18 WorldTour ammesse di diritto si affiancano le 7 Professional invitate: l’olandese Roompot; l’israeliana Cycling Academy; l’irlandese Aqua Blue Sport; le belghe Wanty-Gobert e SportVlaandren-Baloise; la francese Vital Concept; l’italiana Nippo Vini Fantini-Europa Ovini.

Attenzione a: Philippe Gilbert che punta per il pokerissimo a Peter Sagan per un fantastico bis dopo la magia alla Roubaix che copriranno il ruolo di principali favoriti. Accanto ai due principi ecco altri califfi: Julian Alaphilippe, Michal Kwiatkowski (Team Sky) e Alejandro Valverde (Movistar), Michael Matthews (Sunweb), Tim Wellens (Lotto Soudal), Greg Van Avermaet (Bmc), Tony Gallopin (Ag2R La Mondiale), Rigoberto Uran (EF Drapac), Omar Fraile (Astana), Alberto Rui Costa e Daniel Martin (UAE Team Emirates), Michael Albasini e Roman Kreuziger (Mitchelton-Scott), Pieter Weening (Roompot).

Amstel Gold Race 2018: Diretta TV e Diretta Streaming

Diretta tv su Rai Sport dalle 14.50 e su Rai 3 dalle 15.30; live anche su Eurosport dalle 14.45. diretta streaming dell’evento su Eurosport Player

Amstel Gold Race 2018: Albo d’Oro

Anno Vincitore Secondo Terzo
1966 Francia Jean Stablinski Belgio Bernard Van de Kerkhove Paesi Bassi Jan Hugens
1967 Paesi Bassi Arie den Hartog Paesi Bassi Cees Lute Paesi Bassi Harry Steevens
1968 Paesi Bassi Harry Steevens Belgio Roger Rosiers Belgio Daniel Van Rijckeghem
1969 Belgio Guido Reybrouck Belgio Jozef Huysmans Belgio Eddy Merckx
1970 Belgio Georges Pintens Belgio Willy Vanneste Belgio André Dierickx
1971 Belgio Frans Verbeeck Paesi Bassi Gerben Karstens Belgio Roger Rosiers
1972 Belgio Walter Planckaert Belgio Willy De Geest Paesi Bassi Joop Zoetemelk
1973 Belgio Eddy Merckx Belgio Frans Verbeeck Belgio Herman Van Springel
1974 Paesi Bassi Gerrie Knetemann Belgio Walter Planckaert Belgio Walter Godefroot
1975 Belgio Eddy Merckx Belgio Freddy Maertens Belgio Joseph Bruyere
1976 Belgio Freddy Maertens Paesi Bassi Jan Raas Belgio Luc Leman
1977 Paesi Bassi Jan Raas Paesi Bassi Gerrie Knetemann Paesi Bassi Hennie Kuiper
1978 Paesi Bassi Jan Raas Italia Francesco Moser Paesi Bassi Joop Zoetemelk
1979 Paesi Bassi Jan Raas Paesi Bassi Henk Lubberding Svezia Sven-Åke Nilsson
1980 Paesi Bassi Jan Raas Belgio Fons De Wolf Irlanda Sean Kelly
1981 Francia Bernard Hinault Belgio Roger De Vlaeminck Belgio Fons De Wolf
1982 Paesi Bassi Jan Raas Irlanda Stephen Roche Germania Gregor Braun
1983 Australia Phil Anderson Belgio Jan Bogaert Paesi Bassi Jan Raas
1984 Paesi Bassi Jacques Hanegraaf Danimarca Kim Andersen Belgio Patrick Versluys
1985 Paesi Bassi Gerrie Knetemann Belgio Jozef Lieckens Paesi Bassi Johnny Broers
1986 Paesi Bassi Steven Rooks Paesi Bassi Joop Zoetemelk Belgio Ronny Van Holen
1987 Paesi Bassi Joop Zoetemelk Paesi Bassi Steven Rooks Gran Bretagna Malcolm Elliott
1988 Paesi Bassi Jelle Nijdam Paesi Bassi Steven Rooks Belgio Claude Criquielion
1989 Belgio Eric Van Lancker Belgio Claude Criquielion Canada Steve Bauer
1990 Paesi Bassi Adrie van der Poel Belgio Luc Roosen Paesi Bassi Jelle Nijdam
1991 Paesi Bassi Frans Maassen Italia Maurizio Fondriest Belgio Dirk De Wolf
1992 Germania Olaf Ludwig Belgio Johan Museeuw Russia Dmitrij Konyšev
1993 Svizzera Rolf Järmann Italia Gianni Bugno Germania Jens Heppner
1994 Belgio Johan Museeuw Italia Bruno Cenghialta Italia Marco Saligari
1995 Svizzera Mauro Gianetti Italia Davide Cassani Svizzera Beat Zberg
1996 Italia Stefano Zanini Italia Mauro Bettin Belgio Johan Museeuw
1997 Danimarca Bjarne Riis Italia Andrea Tafi Svizzera Beat Zberg
1998 Svizzera Rolf Järmann Paesi Bassi Maarten den Bakker Italia Michele Bartoli
1999[2] Paesi Bassi Michael Boogerd Stati Uniti Lance Armstrong[3] Italia Gabriele Missaglia
2000 Germania Erik Zabel Paesi Bassi Michael Boogerd Svizzera Markus Zberg
2001[2] Paesi Bassi Erik Dekker Stati Uniti Lance Armstrong[3] Belgio Serge Baguet
2002 Italia Michele Bartoli Russia Sergej Ivanov Paesi Bassi Michael Boogerd
2003 Kazakistan Aleksandr Vinokurov Paesi Bassi Michael Boogerd Italia Danilo Di Luca
2004 Italia Davide Rebellin Paesi Bassi Michael Boogerd Italia Paolo Bettini
2005 Italia Danilo Di Luca Paesi Bassi Michael Boogerd Italia Mirko Celestino
2006 Lussemburgo Fränk Schleck Svizzera Steffen Wesemann Paesi Bassi Michael Boogerd
2007 Germania Stefan Schumacher Italia Davide Rebellin Italia Danilo Di Luca
2008 Italia Damiano Cunego Lussemburgo Fränk Schleck Spagna Alejandro Valverde
2009 Russia Sergej Ivanov Paesi Bassi Karsten Kroon Paesi Bassi Robert Gesink
2010 Belgio Philippe Gilbert Canada Ryder Hesjedal Italia Enrico Gasparotto
2011 Belgio Philippe Gilbert Spagna Joaquim Rodríguez Australia Simon Gerrans
2012 Italia Enrico Gasparotto Belgio Jelle Vanendert Slovacchia Peter Sagan
2013 Rep. Ceca Roman Kreuziger Spagna Alejandro Valverde Australia Simon Gerrans
2014 Belgio Philippe Gilbert Belgio Jelle Vanendert Australia Simon Gerrans
2015 Polonia Michal Kwiatkowski Spagna Alejandro Valverde Australia Michael Matthews
2016 Italia Enrico Gasparotto Danimarca Michael Valgren Italia Sonny Colbrelli
2017 Belgio Philippe Gilbert Polonia Michal Kwiatkowski Svizzera Michael Albasini

Tour of the Alps 2018 le presentazione

Tour of the Alps 2018 anteprima della corsa

Tour of the Alps 2018 presentazione della corsa che precede il Giro d’Italia, starting list, analisi del percorso, diretta TV e diretta Streaming della corsa.

Tour of the Alps 2018

Tour of the Alps 2018

Tour of the Alps 2018 ossia la nuova formula del Giro del Trentino è in programma da lunedì 16 a venerdì 20 aprile prossimi. Organizzato dal GS Alto Garda, assieme ai rappresentanti dell’Euregio Tirolo-Trentino-Alto Adige, il Tour of the Alps 2018 è il classificato2.HC e ha come obiettivo quello di promuovere zone fantastiche del nostro paese.

L’ex Giro del Trentino è stato creato nel 1962 e vanta nomi di primissimo piano nell’albo d’oro: da Francesco Moser a Giuseppe Saronni, da Gianni Bugno a Claudio Chiappucci, da Gilberto Simoni a Vincenzo Nibali fino a Cadel Evans e Geraint Thomas, vincitore della scorsa edizione della corsa.

Tour of the Alps 2018 : il percorso

L’edizione 2018 si snoderà su 714 km per 13100 metri di dislivello totale: tappe brevi, dunque, ma ricche di insidie che, considerando anche i soli 7 corridori per squadra, renderanno certamente avvincente la corsa.

La prima tappa Arco-Folgaria presenta i passi di Andalo e Serrada con l’ultima asperità a soli 6 km dall’arrivo che già potrà dare fisionomia alla classifica. La seconda frazione Lavarone – Fiemme/Alpe di Pampeago presenta una partenza assolutamente piatta per poi terminare sulla mitica salita dolomitica.  Nella Ora-Merano ecco che il gruppo dovrà affrontare due salite poste nel finale: Passo della Mendola e Passo Palade. Il quarto giorno, da Chiusa – Lienz, è il più abbordabile. L’ultima tappa è la Rattenberg – Innsbruck, 161,6 chilometri che rappresentano un assaggio del prossimo Mondiale in cui gli scalatori potranno dire la loro.

Tour of the Alps 2018: Starting List

La corsa vede la partecipazione di ben nove squadre WorldTour, vale a dire Astana, Ag2r La Mondiale, Bahrain – Merida, Bora – Hansgrohe, Dimension Data, FDJ, LottoNL – Jumbo, Team Sky e UAE Team Emirates. A loro si affiancano le otto Professional Androni – Sidermec, Bardiani – CSF, CCC Sprandi, Euskadi – Murias, Gazprom – Rusvelo, Israel Cycling Academy, NIPPO – Fantini e Wilier – Selle Italia; le due Continental Tirol Cycling Team e Felbermayr – Simplon e  la nazionale italiana.

Il faro della corsa sarà sicuramente Chris Froome (Team Sky) ma attenziona anche a   Thibaut Pinot (FDJ), Miguel Angel Lopez(Astana), Louis Meintjes (Dimension Data), George Bennett (LottoNL – Jumbo), mentre il nostro numero uno sarà Fabio Aru (UAE Team Emirates), che cerca di trovare la condizione in vista del Giro; presente anche Domenico Pozzovivo, capitano della Bahrain-Merida.

Tour of the Alps 2018: Diretta TV e Diretta Streaming

La copertura live sarà garantita da Rai Sport ed Eurosport. Questi gli orari: lunedì, giovedì e venerdì alle 14, martedì e mercoledì alle 13.

 

 

Tour of the Alps 2018: il ricordo di Scarponi

Il Tour of the Alps 2018 avrà come filo conduttore non solo le salite ma anche il doveroso tributo a Michele Scaponi che proprio qui, lo scorso mese di aprile, disputò la sua ultima corsa da professionista conquistando anche una vittoria di tappa prima del tragico evento. Viene istituito, in memoria del campione di Filottrano, il Premio Team Up, che sarà assegnato alla squadra che avrà espresso il miglior impegno corale: l’idea è quella di ricordare i valori di amicizia e spirito di gruppo che hanno caratterizzato l’intera carriera di Michele Scarponi

 

Giro dell’Emilia 2017 presentazione

Giro dell’Emilia 2017 presentazione della gara

Giro dell’Emilia 2017

Giro dell’Emilia 2017

Giro dell’Emilia 2017, storica classica del ciclismo italiano, organizzato dal GS Emilia raggiunge il grande traguardo delle cento primavere. Appuntamento fissato per sabato 30 settembre per la prova inserita della Ciclismo Cup, classificata 1.HCdall’Uci.

Nel 1909 fu Eberardo Pavesi il primo ad iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro; l’ultimo nel 2016 è stato Esteban Chaves in quella settimana d’oro che lo portò a trionfare anche al Lombardia.

Giro dell’Emilia 2017: Il Percorso

Ottenuta la deroga all’Uci per poter ampliare il percorso in vista di un appuntamento tanto prestigioso come la centesima edizione, il Giro dell’Emilia 2017 misurerà quest’anno 223 km con partenza da Casalecchio sul Reno.
Presenti il GPM di Mongardino, quello del Passo Brasimone e il Valico Ganzole, una rampa di soli duemila metri, ma con una pendenza che va dal 8 al 18%Dopo l’ultima discesa, è il momento del tradizionale circuito finale di Bologna (da ripetere 4 volte) con la salita del San Luca con l’ultimo scollinamento che coinciderà con l’arrivo della corsa.

Giro dell’Emilia 2017: Starting List

Saranno al via 12 team WorldTour (AG2R La Mondiale, Astana Pro Team, Bahrain Merida, BMC Racing Team, Cannondale-Drapac, FDJ, Movistar Team, Orica-Scott, Team Dimension Data, Team Sky, Trek-Segafredo e UAE Team Emirates); 10 Professional (Androni Giocattoli, Bardiani CSF, Caja Rural-Seguros RGA, CCC Sprandi Polkowice, Cofidis, Gazprom-RusVelo, Israel Cycling Academy, Nippo-Vini Fantini, Wanty-Groupe Gobert e Wilier Triestina-Selle Italia) e 3 Continental (GM Europa Ovini, Sangemini-MG.KVis e Unieuro Trevigiani-Hemus 1896).

Giro dell’Emilia 2017: In tv

Lacopertura della gara è affidata a Rai Sport e Bike Channel.

 

Diritti Tour de France alla Rai per sei anni

Diritti Tour de France alla Rai fino al 2023

Diritti Tour de France

Mappe del Tour

Diritti Tour de France assegnati alla Rai, l’azienda Viale Mazzini ha annunciato di aver acquisito i diritti di trasmissione per l’Italia del Tour de France per ulteriori quattro stagioni.

 

Il contratto già in mano alla Rai prevede il possesso del diritto di trasmettere la corsa francese fino al 2019 e ora è stato siglato un prolungamento dei diritti in esclusiva.

Gabriele Romagnoli, direttore di Rai Sport non nasconde la soddisfazione per il contratto: «Sono bastate due tappe a dimostrare che il Tour de France è amato dagli italiani in modo viscerale. Il Tour come il Giro, è un’avventura sportiva unica per spettacolarità. Il seguito televisivo ne è una conseguenza inevitabile. E’ un orgoglio poter vantare per i prossimi sei anni i diritti di questa manifestazione».

Diritti Tour de France erano uno degli obiettivi strategici dell’emittente sportiva di casa Rai, sicuramente ambiti anche da altri network; questo contratto conferma come la Rai sia la tv in chiaro del ciclismo.