Jumbo prende il posto della LottoNL

Jumbo nuovo sponsor del team olandese!

Jumbo prende il posto di LottoNL che esce dal ciclismo: ecco il nuovo sponsor principale del team di Richard Plugge

Jumbo: uno store

Jumbo: uno store

Jumbo subentra a LottoNL che smetterà di essere sponsor del team olandese il Arno De Jong, direttore marketing della lotteria olandese, ha infatti dichiarato che LottoNL non sarà più lo sponsor principale del sodalizio olandese.

“Negli ultimi quattro anni abbiamo raggiunto molti degli obiettivi che ci eravamo prefissati con il team ciclistico e quello di pattinaggio, creando un nuovo modello organizzativo di successo per gli sport olandesi, riuscendo a unire due sport completamente agli antipodi” ha dichiarato De Jong, che ha aggiunto: “ daremo modo a qualcun altro di entrare come sponsor principale”.

La LottoNL aveva ritirato il testimone dalla Rabobank che per anni era stato un punto di riferimento per tutto il ciclismo orange. Le divise giallonere del team hanno primeggiato in tutti i grandi giri conquistando due frazioni al Giro d’Italia con Roglic e Van Emden, due al Tour de France sempre con Roglic e con Groenewegen e due alla Vuelta a España con Gesink e Lindeman.

Uno dei momenti di massima esaltazione per la LottoNL è stato al Giro d’Italia 2016. Nel tappone dolomitico di Corvara Steven Kruijswijk, capitato del LottoNL, attaccò sul Passo Valaprola andando a conquistare la sua prima maglia rosa in carriera. La sua strepitosa condizione atletica lo porta a dominare la corsa rosa fino alla discesa del Collo dell’Agnello quando andò ad impattare contro un costone innevato, fece una doppia capriola in avanti ricadendo violentemente al suolo e riportando la frattura di una costola.

Nonostante il dolore lancinante proseguì la tappa che chiude con un ritardo di 4’52” da Vincenzo Nibali e cedendo la maglia rosa al suo diretto avversario Esteban Chaves. Pur soffrendo terminerà quel giro ma non riuscirà a salire sul podio della corsa rosa chiudendo in quarta posizione.

L’annuncio di un nuovo sponsor per la storica squadra dei Paesi Bassi sembra possa avvenire già

Jumbo Supermecato al posto di LottoNL

La catena di supermercati Jumbo (attualmente co-sponsor del team) ha deciso di aumentare il proprio impegno sia nel team di ciclismo che in quello di pattinaggio. L’accordo è stato annunciato stamani e partirà dal 1 gennaio 2019 e avrà durata di cinque anni, sino al 31 dicembre 2023, lasciando così la compagine diretta da Richard Plugge in una posizione di tranquillità assoluta.

Su questa collaborazione si è espressa Colette Cloosteman van Erd, dirigente della Jumbo: “Siamo orgogliosi di poter legare il nostro band alla formazione olandese con un impegno di simile durata. Jumbo vuole offrire ai talenti la possibilità di eccellere e, allo stesso tempo, dimostrare ai nostri clienti l’opportunità di poter avere una vita più sana. La squadra ciclistica ha vissuto un ottimo 2017 e la tendenza di questi primi due mesi di 2018 è ancora migliore”.

Boogerd contro Froome: c’è del marcio!

Boogerd contro Froome: “il marcio nel ciclismo c’è”

Boogerd contro Froome, l’ex professionista della Rabobank, squalifica per doping dice la sua sulla non negatività del britannico al salbutamolo

Boogerd contro Froome

Boogerd contro Froome

Boogerd contro Froome, non accennano a ridursi le prese di posizione di atleti ed ex atleti sulla triste ed intricata vicenda della positività al salbutamolo del corridore del Team Sky. Il #Froomegate è ancora lontano da trovare una soluzione e le discussioni sulla vicenda si sprecano.

A prendere la parola sulla vicenda del capitano del Team Sky è ora l’ex professionista della Rabobank Michael Boogerd, corridore olandese che ha concluso la sua carriera una decina di anni fa.

I valori delle analisi eseguite su un campione prelevato durante la scorsa Vuelta Espana hanno rivelato una concentrazione di salbutamolo doppia rispetto ai limiti stabiliti dal regolamento UCI ma i legali del Team Sky hanno preparato una tesi difensiva che vuole provare come l’assunzione del farmaco sia stata entro i termini leciti.

Boogerd contro Froome: tra Squalifica e ciclismo

Boogerd, passato al professionismo nel ’93 con la Wordperfect Colnago, ha ottenuto in carriera importanti vittorie al Tour de France, la Parigi Nizza, due campionati nazionali e  l’Amstel Gold Race. L’olandese è stato protagonista nelle grandi classiche  salendo più volte sul podio alla Liegi e al Lombardia.

Dopo il ritiro del 2007, Boogerd confessò di aver fatto uso di Epo ed altri farmaci dopanti nel corso della sua carriera accusando il movimento. Venne squalificato per due anni (la cosa gli costò il ruolo di direttore sportivo squadra olandese della Roompot)

“Froome non è un corridore piacevole”

Boogerd in una intervista all’emittente televisiva olandese NOS ha parlato del caso Froome: “Sono molto sorpreso dell’ingenuità di certi media. Non ho mai creduto che dopo Armstrong o Boogerd tutto il marcio del ciclismo fosse scomparso e che dopo fosse tutto diventato pulito. Ci sono delle regole, si cerca il confine. Froome lo sta facendo e non ne sono sorpreso. Non sono mai stato un  fan di Froome e penso che non sia un corridore attraente” ha concluso.