Aru al Tour: voglio vincere una tappa

Aru al Tour: non punta alla classifica

Aru al Tour, dopo i problemi di salute sarà alla corsa francese per cercare il successo di tappa, per la classifica nessuna velleità

 

Fabio Aru (fonte pagina Twitter)

Fabio Aru (fonte pagina Twitter)

Aru al Tour, la notizia è già piacevole considerando che soli pochi mesi fa il sardo vedeva la sua carriera in bilico per un fastidioso problema fisico che ne aveva compromesso le performance nelle ultime stagioni agonistiche. L’operazione dello scorso mese di aprile pare invece aver risolto la problematica e la condizione di Fabio sta progressivamente migliorando tanto da suggerire allo staff del sardo di prendere parte all’imminente Tour de France.

L’obiettivo di Fabio Aru è quello di ben figurare alla Grande Boucle strizzando l’occhio a qualche tappa: “parto senza l’assillo di dover puntare alla classifica generale, voglio quindi provare ad aprire un nuovo capitolo della mia stagione e della mia carriera”.

Dopo l’intervento all’arteria iliaca in pochi avrebbero pronosticato di vedere il corridore della Uae-Emirates alla partenza di Bruxelles ma la caparbietà di Fabio l’hanno portato a ridurre i tempi di recupero per essere al via a supporto dell’irlandese Daniel Martin.

Fabio Aru al Tour andrà per aiutare il capitano ma anche per ritrovare la gioia del successo personale come avvenuto nel 2017 a La Planche des Belles Filles ultimo squillo prima del blackout.

Dopo il rientro al Gp di Lugano, Fabio ha preso parte al Giro di Svizzera ben impressionando tifosi ed addetti ai lavori riuscendo in breve tempo a riacquistare (non senza tantissimo lavoro) una condizione di buonissimo livello.

“E’ stato bello riassaporare il gusto della gara, mettendo fatica nelle gambe e di verificando la mia condizione – ha detto il sardo – le sensazioni avvertite sono buone e mi hanno portato a questa convocazione per il Tour. Ho corso con estrema serenità così come mi approccio alla corsa francese con spirito sereno. Mi aspetto che le mie prestazioni migliorino tappa dopo tappa cercando di aiutare alla conquista degli obiettivi del team coltivando il sogno di una vittoria parziale”.

In attesa della Grande Boucle, Fabio Aru sarà, naturalmente, in scena domenica al campionato italiano su strada.

Oltre al nostro Fabio Aru, il Team Uae Emirates sarà al via con Martin, Kristoff, Bystrom, Rui Costa, Henao, Stake Laengen e Philipsen.