Dogma F10 Giro d’Italia la bici di Froome

Dogma F10 Giro la bicicletta Pinarello per Froome

Dogma F10 Giro la speciale bicicletta che Pinarello ha preparato per la cavalcata trionfare in maglia rosa Chris Froome sulle stade di Roma Capitale

Dogma F10 Giro

Dogma F10 Giro

Dogma F10 Giro, versione speciale per la Pinarello di Chris Froome per celebrare la vittoria al Giro d’Italia 2018. Non è passata inosservata la speciale bicicletta su cui il capitano del Team Sky ha sfilato per le strade di Roma. L’impresa incredibile che ha consentito al Kenyano bianco di entrare nella storia della corsa rosa con una rimonta degna del ciclismo mitologico colorato di bianco e nero, gli è valsa non solo la maglia rosa finale ma anche questa speciale edizione della Pinarello Dogma F10.

Pinarello, per celebrare questo evento storico, ha optato per il “all in pink”, per il rosa su tutti i dettagli, in contrasto con la Giant TCR di Tom Dumoulin dello scorso anno, che ha adottato un approccio più frammentato per ciò che concerne la colorazione della bicicletta. Nulla è stato lasciato al caso, nemmeno il porta borraccia aveva un colore diverso.

Tuttavia, in termini di specifiche, la bicicletta è esattamente la stessa della sua bici standard con il  Shimano Dura-Ace Di2 completo di corone ovali Osymetric e del Talon Aero 1K integrato.

I cerchi della bici sono forniti Shimano mentre le ruote sono le sono delle Shimano Dura-Ace WH-R9100, con profilo alto 50 millimetri, con tubolari Continental Competition ALX,

Tutto questo è completato da una sella rosa Fi’zi:K Antares, nel caso in cui ci fosse qualche dubbio che il britannico avesse infatti vinto il primo  grande giro della stagione.

Erano 24 anni che un corridore non vinceva il Giro d’Italia su una bicicletta Pinarello (l’ultimo era stato Miguel Indurain),  Fausto Pinarello ha quindi voluto ringraziare il corridore britannico griffando la bicicletta con la scritta  “CCCCNCI” ossia “Chi c’è c’è chi non c’è insegue”, il motto di vita di Fausto.

Merida Scultura Team una bici da monumento

Merida Scultura Team la bicicletta di Vincenzo Nibali

Merida Scultura Team

Merida Scultura Team la bici di Vincenzo Nibali

Merida Scultura Team è la bicicletta con cui il nostro Vincenzo Nibali ha conquistato Il Lombardia. Il gesto fantastico dello squalo dello stretto non solo ha dato lustro al Team Barhain nel primo anno di esistenza della squadra ma ha dato incredibile visibilità anche al mezzo meccanico che lo ha accompagnato nel trionfo sul lungo Lago di Como. Una stagione positiva quella di Vincenzo, terzo al Giro, secondo alla Vuelta e ora in grado di fare doppietta al Lombardia.

Il pubblico è letteralmente impazzito al bordo strada quando Vincenzo ha dato il via all’azione decisiva dello scorso sabato pomeriggio, gli scalatori come Vincenzo richiedono sempre biciclette ultra leggere che sappiano però garantire agilità e potenza nei momenti frenetici delle competizioni. La Scultura anche sabato ha supportato egregiamente il nostro corridore. Presentata per la prima volta nel 2015  con l’idea di essere la bicicletta più leggera al mondo, la Merida Scultura Team ha un telaio che pesa, nella misura M, solamente 850 grammi. Pesi ideali per combinare accelerazione e facilità di scalata il tutto montato con geometrie migliorate grazie agli studi in galleria del vento.

La bici vincente de Il Lombardia, che è stata superata solo dalla Pinarello Dogma F10 di Chris Froome alla recente Vuelta Espana. La bici di Vincenzo stata assemblata con il gruppo elettronico Dura-Ace Di2 nella sua nuova versione 9170 dallo scorso marzo. Infatti, Nibali ha cambiato il suo solito Specialized con Campagnolo Super Record.

Per ciò che concerne le ruote, Nibali ha cambiato le Corima usate ai tempi dell’Astana con delle Fulcrum, ruote di medio-alto profilo che si adattano a a tutti i terreni