Colnago Cycling Festival 2019 che successone!

Colnago Cycling Festival 2019, festa sul Lago di Gard

Colnago Cycling Festival 2019: Il cicloturismo internazionale ha fatto tappa in Italia sul Lago di Garda. 1000 volontari, istituzioni e privati al lavoro

Colnago Cycling Festival 2019:

Colnago Cycling Festival 2019:

Un grande successo anche questa 7a edizione del Colnago Cycling Festival 2019! L’evento si è concluso da poche ore, dopo tre giornate di sport, spettacoli ed iniziative per tutti, fra l’entusiasmo e la grande partecipazione di un intero territorio.

Un programma fittissimo quello di questa tre giorni che è stato studiato per soddisfare non solo gli appassionati delle due ruote, ma anche gli accompagnatori o i normali visitatori che si sono recati sul territorio del Garda allettati dalle proposte del festival per trascorrere un weekend in un atmosfera di festa.

Il venerdì è stato segnato in primis dalla grande partecipazione alla Randonnée, il Giro del Lago di Garda firmato Colnago che ha visto pedalare oltre 300 atleti sull’intero incantevole perimetro del Benaco, con una lieve deviazione verso l’entroterra trentino per chi avesse scelto di affrontare il percorso lungo.

Il weekend ha preso il via anche con l’apertura del Villaggio expo, un’area dedicata agli espositori dei grandi marchi del settore sport e non solo, che in questi giorni è stata letteralmente presa d’assalto, con un’affluenza costante già dal primo giorno, indice dell’interesse che il festival ha saputo suscitare sul territorio e della qualità delle proposte dei brand presenti.

Il sabato è stato animato dai baby bikers che con le loro MTB hanno colorato il Lungolago Cesare Battisti, cimentandosi in gincane in miniatura e prove di abilità, con tutto l’impegno che i piccoli campioni in erba sanno dimostrare. La giornata è stata poi coronata dal trionfo dello spettacolo pirotecnico che ha lasciato tutti i presenti estasiati e senza parole.

Infine la regina del festival, la Granfondo Colnago, ha reso questa domenica gardesana davvero indescrivibile, sin dalla partenza: vedere il lungo e fitto fiume di 4.000 caschi colorati disposti lungo la sponda del lago pronti a saltare sulle pedivelle e partire si è rivelata un’emozione non da poco per le centinaia di spettatori accorsi per assistere allo start.

A partire insieme alle migliaia di appassionati sono stati anche il Falco Paolo Savoldelli, già tester d’eccezione del nuovo percorso, e la show girl Justine Mattera, grande appassionata delle due ruote.

Una volta avviatisi gli atleti hanno pedalato in direzione nord fino a Gardone Riviera, dove il gruppo si è biforcato: sono saliti verso il Vittoriale coloro che hanno deciso seguire il percorso medio da 110 km, mentre hanno proseguito dritto gli atleti che hanno optato per il nuovo tracciato lungo. Quest’ultimo con i suoi inediti 145 km arriva a toccare luoghi mai attraversati dalla manifestazione fino a quest’anno, come il Lago di Valvestino e il Lago d’Idro: un tracciato che come per le precedenti edizioni premia i partecipanti con i suoi panorami mozzafiato, salite pedalabili e ricchi ristori, che tra prelibatezze tipiche e i sorrisi dei volontari sono un’occasione per godere dell’ospitalità gardesana e bresciana.

E quest’oggi le espressioni sui volti di tutti i presenti hanno confermato proprio la forza di questo territorio, ingrediente fondamentale per trasformare un semplice appuntamento sportivo in una grande festa per tutti.

Un vasto territorio quello coinvolto dal festival, che per il solo passaggio delle manifestazioni coinvolge 71 comuni, 4 province e 3 regioni: un doveroso ringraziamento va proprio alle istituzioni che credendo e supportando il progetto hanno collaborato per il bene del territorio di modo che nella grande macchina del Colnago Cycling Festival 2019 ogni ingranaggio funzionasse perfettamente.

Senza ombra di dubbio questo Colnago Cycling Festival si può definire un successo di squadra. L’unione di istituzioni, enti privati e associazionismo sembra essere la formula vincente per questo evento che giunto alla 7a edizione è capace di rinnovarsi ogni anno e diventare sempre più forte e sempre più partecipato.

Si tratta di una perfetta alchimia, quella che unisce gli sponsor privati le Istituzioni e gli oltre 1000 volontari, che in un amalgama di forze sanno creare da questo evento un’occasione di divertimento all’insegna dei valori dello sport e al tempo stesso un’opportunità di promozione di questo fantastico territorio.

Un contributo fondamentale, come ad ogni edizione, è stato anche quello delle forze dell’ordine e della scorta tecnica che, insieme all’assistenza sul percorso e agli addetti, hanno garantito la partecipazione e il divertimento in piena sicurezza dei granfondisti.

Infine gli oltre mille volontari, che con tanta dedizione, da professionisti, hanno lavorato dietro le quinte per rendere il festival sicuro e sempre più bello che hanno reso possibile il perfetto funzionamento di ogni singolo ingranaggio del festival.

E 1.000 volontari uniti per lo stesso traguardo, il divertimento e la soddisfazione dei partecipanti del festival. Grande soddisfazione dell’Amministrazione di Desenzano che ha accolto calorosamente i partecipanti alla Granfondo con la consapevolezza del valore della loro presenza sul territorio. Il patron della manifestazione Ernesto Colnago, con il Sindaco Guido Malinverno, l’assessore Francesca Cerini e l’assessore di Regione Lombardia Alessandro Mattinzoli hanno premiato tutti i vincitori.

Conclusa la settima edizione, non resta che iniziare a lavorare per la prossima che sarà, come ogni anno, un imperdibile appuntamento con il buon umore, le bellezze paesaggistiche e i migliori valori che lo sport sano rappresenta ancora.

Quindi, arrivederci al 2020!!!

FONTE COMUNICATO STAMPA

 

 

Granfondo Colnago 2019, i consigli del Falco

Granfondo Colnago 2019 i consigli di Savoldelli

Granfondo Colnago 2019 main event del Colnago Cycling Festival in programma dal 5 al 7 aprile, i suggerimenti di Savoldelli

Granfondo Colnago 2019 (fonte comunicato stampa)

Granfondo Colnago 2019 (fonte comunicato stampa)

La primavera si avvicina e questo primo sole marzolino ci ricorda che il weekend più frizzante della stagione è alle porte: ormai manca davvero poco al grande evento firmato Colnago Cycling Festival!

Come già annunciato, lo scorso mese c’è stata la prova ufficiale del percorso lungo della Granfondo Colnago, main event di questa tre giorni delle due ruote che animerà le sponde del lago di Garda dal 5 al 7 aprile 2019: a salire sulle pedivelle per noi in questa occasione è stato un tester davvero d’eccezione, il Falco Paolo Savoldelli.

Oggi arriva il VIDEO ufficiale della prova, uno sguardo in anteprima sul tracciato che percorrerete in prima persona domenica 7 aprile, che potrete vedere cliccando sull’immagine qui sopra o seguendo il canale You Tube del Colnago Cycling Festival.

Una pedalata, quella del Falco, alla scoperta delle novità di questo percorso inedito,con partenza e arrivo a Desenzano del Garda.

Il campione due volte maglia rosa dopo aver seguito il tracciato in sella alla sua Colnago si è detto molto soddisfatto del nuovo percorso: «I panorami sono bellissimi e i cambiamenti fatti dall’organizzazione sono stati ottimi per questa manifestazione, che ha come obiettivo sempre quello di essere alla portata di tutti, sia dei più allenati sia dei meno allenati».
E dopo l’approvazione da parte di un campione come Paolo, agli organizzatori non manca che  sistemare gli ultimi dettagli prima dell’evento, tre giorni di grande sport ricchi di iniziative per tutti i gusti e per tutte le età ⇒ Programma Colnago CF

Giro d’Italia ad Israele: ecco come sarà

Giro d’Italia ad Israele, il parere di 3  grandi campioni

Giro d’Italia ad Israele: sopralluogo di Savoldelli, Ballan e Fondriest che raccontato come sarà il percorso delle tre tappe

Giro d'Italia ad Israele

Giro d’Italia ad Israele

Giro d’Italia ad Israele, mancano solamente sue mesi all’avvio della corsa rosa giusta quest’anno all’edizione numero 101. Quella della partenza da Gerusalemme è una delle pensate (che piacciano o no) per incrementare la corsa rosa e rientra nel piano di sviluppo voluto da Urbano Cairo e la sua RCS per dare maggior luce alla principale corsa a  tappe tricolore.

Il Paese medio orientale è in fermento per questa grande novità che, anche per Israele, rappresenta una grande vetrina commerciale.

Maurizio Fondriest, campione del mondo 1988, ha percorso alcuni tratti delle tappe israeliane e ne ha riportate le impressioni a La Gazzetta dello Sport: “la cosa che più mi ha sorpreso è stato il numero elevatissimo di ciclisti che ho incontrato nel tratto che ho percorsi, sinceramente non me lo sarei mai aspettato. Sono certo che il passaggio del Giro d’Italia aiuterà ulteriormente alla crescita del movimento. Per ciò che concerne il percorso posso dire che abbiamo pedalato per 60 km con oltre 1000 metri di dislivello”.

Fiducioso sulla qualità della scelta di partire da Gerusalemme viene espressa anche dal due volte vincitore della corsa rosa, Paolo Savoldelli: “il contesto è bellissimo e abbiamo scoperto delle bellissime salitelle da 5-6 chilometri con un panorama stupendo e ci sono tutti i presupposti che il ciclismo possa esplodere”.

Sorpreso anche il Campione del Mondo di Varese 2008, Alessandro Ballan: “sembrava di essere in Toscana, ci sono saliscendi impressionanti e devo dire che in questi 60 chilometri ci siamo davvero divertiti moltissimo”.