GF Stelvio Santini, cambio di percorso

GF Stelvio Santini: impraticabilità del Passo dello Stelvio

GF Stelvio Santini 2019 a causa della chiusura per neve del Passo dello Stelvio il traguardo della corsa sarà ai Laghi di Cancano

Image

GF Stelvio Santini, a seguito dell’ispezione da parte di ANAS e di altri organi preposti alla sicurezza, l’organizzazionecomunica che il Passo dello Stelvio rimarrà chiuso durante il prossimo fine settimana a causa dell’alto rischio di slavine sulla strada. Modificata quindi la parte finale del percorso che porterà i corridori ad affrontare la salita di Cancano invece che quella dello Stelvio. I Laghi di Cancano faranno quindi da cornice alla finish line della Granfondo che vedrà al via, domenica 2 giugno, un totale di oltre 3.000 partenti, dei quali circa due terzi saranno stranieri.

Al via anche l’ex pro Alessandro Vanotti, Fabio Felline del Team Trek-Segafredo e Abi Van Twisk del Team Trek-Segafredo donne.

Il Passo dello Stelvio rimarrà chiuso durante il prossimo weekend! A stabilirlo è l’ANAS, l’Ente nazionale per le strade, a seguito di un’ispezione effettuata al fine di verificare la sicurezza del valico a quota oltre 2.700 metri. L’organizzazione della Granfondo Stelvio Santini ha quindi previsto una modifica della parte finale del percorso: i partecipanti taglieranno quindi il traguardo non sul noto passo, ma ai laghi di Cancano, dopo aver affrontato l’omonima salita.

 «Si tratta di una scelta che vuole garantire la sicurezza dei corridori e dello staff della Granfondo Stelvio Santini – commenta Mario Zangrando che con la US Bormiese organizza la manifestazione valtellinese – e siamo sicuri che i partecipanti, seppur delusi per la mancanza del traguardo sullo Stelvio, sapranno apprezzare questa parte della Valtellina che durante l’estate è meta di numerosi ciclisti per la bellezza che offre il panorama con i laghi di Cancano».
Laghi di Cancano
Nel 1956 si concludono i lavori per la costruzione della diga di Cancano che crea due piccoli laghi artificiali creati per la produzione di energia elettrica e oggi gestiti da AEM: i due specchi d’acqua hanno così generato un ambiente unico a quasi 2.000 metri di quota, un terreno ideale per passeggiate a piedi, trekking e giri in mountain bike tra i boschi dell’alta montagna valtellinese.

GF Stelvio Santini: nuovo percorso
Modificati quindi i tre percorsi previsti: il lungo, quello scelto dalla maggior parte dei partecipanti – circa 1.900, avrà la partenza a Bormio e includerà le salite di Teglio, Mortirolo e Cancano con l’arrivo ai laghi per un totale di 144,9 chilometri e un dislivello pari a 3.240 metri.  Il traguardo è comune anche per i circa 800 corridori che hanno preferito iscriversi al percorso medio che non prevede il Mortirolo e ha una lunghezza complessiva di 131,5 chilometri con 2.236 metri di dislivello. Infine, per coloro che si metteranno alla prova sul tracciato corto, percorso che prevede la sola salita del Cancano, la lunghezza totale della gara è di 53,6 chilometri per un dislivello di 1.133 metri.

GF Stelvio Santini: I numeri
Al via, domenica 2 giugno, saranno quasi 2.000 i partecipanti stranieri: un incremento pari al 4,3% rispetto alla passata edizione che simboleggia il crescente interesse che la manifestazione ciclistica valtellinese riscuote sul mercato internazionale del ciclismo internazionale. Le nazioni estere rappresentate sono 48 e tra queste il paese sul quale la Granfondo Stelvio Santini ha esercitato il maggior fascino è la Germania con 340 iscritti, seguita da Danimarca con 311 e Gran Bretagna con 211.

«Avremo corridori provenienti da tutto il mondo – commenta Paola Santini, responsabile marketing di Santini Cycling Wear – persino dall’Australia, dalla Nuova Zelanda e dalla Cina: un dato che ci rende davvero soddisfatti del lavoro di comunicazione fatto in questi ultimi anni».

All’analisi dei dati di partenza, va aggiunta anche la quota rosa sempre più importante: sul totale degli iscritti l’otto per cento sono donne, grazie a ben 249 cicliste che correranno sulle strade dell’Alta Valtellina. Alla start line, fianco a fianco dei partecipanti, gli ospiti d’onore Alessandro Vanotti, ex professionista e ambassador Santini, Fabio Felline del Team Trek-Segafredo e Abi Van Twisk del Team Trek-Segafredo donne.

GF Stelvio Santini: Classifiche
Le classifiche restano invariate, viene solo sostituita la rilevazione del tempo di salita dello Stelvio con quella del Cancano.
Nel dettaglio, ci sarà una classifica divisa per i tre percorsi, che somma il tempo impiegato nelle cronoscalate per ogni percorso e premia con la maglia a pois il King e la Queen of the Mountain Granfondo Stelvio Santini, i primi di ogni categoria. Un’altra classifica per i King e le Queen of the Mountain assoluti sulle singole salite (Teglio, Mortirolo e Cancano). Verranno inoltre premiate anche la squadra con il maggior numero di iscritti e quella con più atleti all’arrivo. Non è prevista una classifica generale ma verranno solamente pubblicati, in ordine alfabetico, i tempi totali dalla partenza all’arrivo di tutti i finisher.

La maglia ufficiale da indossare in gara
Ribadita l’obbligatorietà della maglia che dovrà essere indossata durante la manifestazione, per permettere agli organizzatori di riconoscere e tutelare i corridori in gara. La divisa è realizzata da Santini Cycling Wear e disponibile in due versioni, una per uomini e una per donne, diverse per taglio e colori. Oltre alla maglia ufficiale, che diventerà un capo da sfoggiare con orgoglio durante le uscite con gli amici, a tutti coloro che taglieranno il traguardo verrà consegnato l’esclusivo cappellino della manifestazione.

Scheda Manifestazione

Nome: Granfondo Stelvio Santini
Luogo: Alta Valtellina – da Bormio ai laghi di Cancano (provincia di Sondrio)
Edizione: Ottava
Data: 2 giugno 2019
Percorso Lungo: Bormio – Teglio – Mortirolo – Bormio – laghi di Cancano > 144.9 km (3.240 m di dislivello)
Percorso Medio: Bormio – Teglio – Bormio – laghi di Cancano > 131.5 km (2.236 m di dislivello)
Percorso Corto: Bormio – Sondalo – Bormio – laghi di Cancano > 53.6 km (1.133 m di dislivello)
Organizzatore: US Bormiese
Sito web:www.granfondostelviosantini.com

FONTE COMUNICATO STAMPA

Santini Cycling Wear a fianco di Valcar-Cylance anche nel 2019

Santini Cycling Wear a fianco di Valcar-Cylance

Santini Cycling Wear anche per il 2019 sarà al fianco di Valcar-Cylance per vestire la squadra femminile n°9 nel ranking mondiale e n°1 in Italia.

Valcar Cylance Cycling (fonte comunicato stampa)

Valcar Cylance Cycling (fonte comunicato stampa)

Svelate le maglie per la stagione 2019 di Valcar Cylance Cycling. Ancora una volta è Santini Cycling Wear, azienda che ha scritto oltre cinquant’anni di storia nel settore dell’abbigliamento da ciclismo, a vestire la squadra femminile n°9 nel ranking mondiale e n°1 in Italia.

«Vestire le squadre è da sempre una “missione” per Santini Cycling Wear – dichiara Paola Santini, marketing manager Santini – e siamo felici di poter sostenere la Valcar Cylance Cycling, accompagnando le atlete sia in allenamento che in gara. Una prova della nostra vicinanza al ciclismo femminile che crediamo abbia grandi possibilità di sviluppo».

Per realizzare il completo destinato alla Valcar–PBM l’azienda bergamasca ha utilizzato i migliori tessuti e tutta la competenza riconosciuta dall’ambiente nella produzione di abbigliamento tecnico femminile.

 

«La maglia ha un taglio aerodinamico e una vestibilità studiata per il corpo femminile ed è realizzata per il fronte, collo e fianchi in tessuto Rudy che permette un’ottima traspirabilità e in Bodyfit, estremamente leggero e resistente, per le sezioni delle maniche e della schiena – prosegue Paola Santini – le maniche, tagliate al vivo, rendono il capo ancora più confortevole, e la zip invisibile arricchisce e completa il design della maglia».

Tecnicità e comfort garantiti anche dai calzoncini, che grazie alla loro costruzione e alla gamba tagliata al vivo, offrono una leggera compressione graduata e un’ottima vestibilità. I calzoncini sono dotati dell’innovativo fondello C3 Woman, che assicura comfort, leggerezza e protezione dagli shock, grazie alla tecnologia Carving, che consiste nella scavatura di due schiume sovrapposte per ridurre i volumi e creare spessori senza fastidiose cuciture.

Non solo le elite Valcar–Cylance vestiranno Santini, ma anche tutte le ragazze esordienti e allieve del team.

“Sappiamo quanto Santini ci tiene al ciclismo femminile e ci impegneremo a fare la nostra parte per gratificare uno sponsor che ci accompagnerà anche quest’anno” commenta Valentino Villa, presidente della formazione orobica “dai profili social delle nostre ragazze e da quelli della nostra squadra, non mancheremo mai di sottolineare il supporto di un’azienda meravigliosa come questa alla quale ci auguriamo di regalare numerose soddisfazioni. Avere al nostro fianco un’azienda come Santini è già una vittoria”.

FONTE COMUNICATO STAMPA