Trittico estremo alla Ötzi Alpin Marathon

Trittico alla Ötzi Alpin Marathon: MTB, corsa e scialpinismo

Trittico impegnativo alla  Ötzi Alpin Marathon, Start da Naturno e arrivo sul ghiacciaio della Val Senales in Alto Adige. Iscrizioni a 80 euro (singolo) e 185 euro (staffetta) ancora disponibili

Trittico della Ötzi Alpin Marathon

Trittico della Ötzi Alpin Marathon

Ci siamo quasi. Quello della Ötzi Alpin Marathon è un appuntamento ‘estremo’, di scena il 27 aprile con la sedicesima edizione da Naturno al ghiacciaio della Val Senales in Alto Adige fra mountain bike, corsa e scialpinismo, mettendosi alla prova completando oltre 40 km suddivisi nelle tre frazioni effettuabili anche in staffetta. E la gara sarà più avvincente e… lunga del solito, con l’aggiunta di 145 metri di dislivello in zona Monte Sole che prolungheranno le fatiche degli appassionati di circa 15-20 minuti, allungando di un chilometro e 300 metri il tragitto verso il traguardo. Nulla di proibitivo poiché, di questi, 700 metri si effettueranno in discesa su di un sentiero più largo e facile, evitando di portare la propria bici in spalla. Un menù da non perdere, che si sta tuttavia apprestando a chiudere le iscrizioni, ancora a disposizione per gli staffettisti a 185 euro e per i solitari ad 80 euro, garantendosi – a condizione di essere preparati fisicamente – una manifestazione che promette elevato spettacolo competitivo e una varietà paesaggistica unica al mondo. Ad oggi i contenders individuali sono circa 140, 35 invece le staffette, con atleti provenienti da 7 nazioni a cimentarsi sugli sterrati, le strade e le nevi dell’Alto Adige. Importanti le conferme tra gli iscritti di Anna Pircher, alla ricerca della quinta affermazione personale, e di Roland Osele, oramai simbolo dell’evento che sprigiona così tante abilità, a gareggiare in staffetta assieme a Reinhard Pixner – che completerà la frazione podistica, e Georg Paris – a concentrarsi sull’ultimo tratto. Venerdì 26 aprile vi sarà la serata d’inaugurazione, con la possibilità di ritirare il proprio pettorale alle ore 15, oppure dalle ore 7 di sabato 27 aprile al Centro Comunale di Naturno.

Lo start avverrà alle ore 9, con i team a posizionarsi invece al via alle ore 10. I concorrenti verranno celebrati al termine della contesa con una sontuosa festa abbinata al pasta party, al tendone di Madonna di Senales nei pressi della zona cambio, il tutto costituito da specialità locali e leccornie. Premiazioni alle ore 16.30, a concludere il prezioso lavoro dei 220 volontari altoatesini coadiuvati dalle società sportive della Val Senales e di Naturno, dai Vigili del Fuoco della Val Senales, di Naturno e di Cirlano, dalla Croce Bianca di Naturno, dal Soccorso Alpino Val Senales, Merano e Laces, dalla Guardia di Finanza di Silandro, dai Carabinieri della Val Senales e dai Vigili della Val Venosta e di varie società della Val Senales e di Naturno.

FONTE COMUNICATO STAMPA

Otzi Alpin Marathon presentata la gara

Otzi Alpin Marathon annunciate le novità della corsa

Otzi Alpin Marathon

Otzi Alpin Marathon

Otzi Alpin Marathon annuncia la data che tutti aspettavano: il 28 aprile 2018 si disputerà a Naturno (BZ) una quindicesima edizione ricca di novità e colpi di scena, il tutto per festeggiare il prestigioso anniversario della gara altoatesina volta ad esaltare le doti dei triatleti ‘atipici’.

E se le categorie per competere in team erano riservate solamente a squadre maschili o femminili, visto il boom di richieste ora ci sarà anche l’aggiunta dei team misti. Arricchiranno l’evento del prossimo anno una miriade d’iniziative e una grande festa al termine delle premiazioni.

Immutato invece il format sportivo della Otzi Alpin Marathon, con 42.2 chilometri e 3266 metri di dislivello totali a dipanarsi dai 550 metri di altitudine della partenza di Naturno, arrampicandosi fino ai 3.212 dei ghiacciai della Val Senales, rendendo omaggio alla mummia famosa quasi quanto una rock star: Ötzi, l’uomo del Similaun.

L’ASD Senales fornirà il consueto numero di “braccia forti”, gli stessi volontari che hanno magnificamente allestito la scorsa edizione vinta dall’altoatesino che giocava in casa Oswald Weisenhorn, seguito sul podio dall’azzurro di winter triathlon Daniel Antonioli e dall’austriaco Robert Berger, con Anna Pircher di Laces a completare un podio tutto “locale” assieme a Gerlinde Baldauf e Helga Flora Platzgummer per quanto riguarda le donne. Mountain bike, corsa e scialpinismo le abilità richieste, affrontabili, per chi non se la sentisse, anche in team, con tre sfidanti a suddividersi le fatiche una per ciascuno.

La prima frazione si svolgerà dunque in MTB, la seconda di corsa, mentre non lontano dal luogo del ritrovamento di Ötzi ci sarà gloria per gli scialpinisti, i quali avranno ricevuto il passaggio di consegne e saranno incaricati di raggiungere la vetta.

Tanti hanno deciso di gareggiare in staffetta, e lo scorso aprile la squadra vincente fu quella composta dallo skialper Jackob Herrmann in compagnia dei bellunesi Mirco Tabacchi e Osvaldo Zanella, mentre la staffetta femminile vide protagoniste Lorenza Menapace, Petra Pircher e Birgit Stuffer, letteralmente imprendibili.

La Otzi Alpin Marathon è una manifestazione che ti resta nel cuore, l’aver stretto i denti passa in secondo piano dopo aver toccato il cielo.

Info ed iscrizioni (possibili dal 1° dicembre): www.oetzi-alpin-marathon.it