Trentin capitano della Orica-SCOTT

Trentin capitano Orica-SCOTT 2018

Trentin capitano Orica-SCOTT 2018 pronto per una nuova stagione di grande ciclismo dopo il bel finale dello scorso anno

Trentin Capitano

Trentin Capitano alla Orica-Scott

Trentin capitano Orica-SCOTT: il corridore di Borgo Valsugana è stato molto probabilmente la più bella sorpresa per il Bel Paese nella scorsa stagione con una fine estate e un autunno davvero da ricordare. Al Tour de France Matteo era finito fuori tempo massimo ma tra agosto, settembre ed ottobre ha conquistato qualcosa come sette vittorie tanto da andare ai Mondiali di Bergen coi gradi di capitano.

Ai mondiali Norvegesi il buon Trentin si è dovuto accontentare della “medaglia di legno” con tanti rimpianti perché un metallo era davvero alla sua portata.

Insomma un bel salto di qualità per un corridore che aveva iniziato la scorsa stagione come gregario e che ha terminato l’anno da capitano conquistando la fiducia della Orica-SCOTT per il 2018. Nella compagine australiana Trentin avrà sicuramente tutta la rosa a disposizione per puntare alle vittorie nelle classiche di un giorno. Sicuramente trionfare al primo grande appuntamento stagionale (la Milano-Sanremo) sarà veramente dura visto la concorrenza dei vari Sagan e Gaviria ma sicuramente le Classiche del Nord: tra Giro delle Fiandre e Parigi-Roubaix il trentino potrebbe togliersi qualche soddisfazione.

Sulle pietre del nord il trentino potrà fare certamente bene e, se dovesse arrivare a giocarsi la vittoria in un gruppo ristretto, può puntare al successo. La stagione 2018 di Matteo Trentin passerà da un salto di qualità non solo a livello fisico ma anche psicologico (la gestione di maggior pressione) ma può sicuramente rappresentare un balzo verso i ciclisti di fascia alta.

 

 

 

Matteo Trentin: “alla Orica per svoltare”

Matteo Trentin ha le idee chiare per il suo 2018!

Matteo Trentin

Matteo Trentin

Matteo Trentin è stato uno dei protagonisti meno attesi ma più entusiasmanti della scorsa stagione passando dal ruolo di gregario a quello di prima punta vivendo un fine estate e un inizio inverno davvero da incorniciare. Il corridore della a Quick-Step Floors è passato dalla delusione di essere finito fuori tempo massimo al Tour de France alle vittorie a raffica (ben sette) tra agosto ed ottobre con in mezzo la convocazione come prima punta per i Mondiali di Bergen.

Proprio quello dei Mondiali che ha rappresentato un momento di punta della carriera di  Trentin può, per assurdo essere un momento da “amaro in bocca” per Matteo che con un po’ più di fortuna avrebbe potuto ottenere ben più di un, comunque fantastico, quarto posto. Il salto di qualità per Matteo Trentin è stato davvero di assoluto rilievo per un ciclista che aveva sempre faticato nel trovare il suo spazio ma che quando ha avuto le chance per giocare un ruolo di spicco non si è fatto pregare di cogliere l’opportunità.

Dopo un finale di stagione di assoluto livello, ecco arrivare un altro attestato di fiducia e un ulteriore salto di qualità con il passaggio alla Orica-SCOTT per il 2018. Il cambio di team potrebbe essere un momento di consacrazione per Matteo Trentin che pare indirizzato a coprire un ruolo di assoluto primo piano nella stagione in arrivo. Quello che conforta, in particolare, è che nella compagine australiana, Trentin troverà pieno appoggio per affrontare  non solo la Milano-Sanremo con i gradi di leader ma anche la campagna del nord tra Giro delle Fiandre e Parigi-Roubaix. Con queste premesse sognare non è illegittimo, anzi il corridore di Borgo Valsugana che già ha dimostrato di trovarsi a suo agio sulle pietre, potrebbe essere uno degli uomini da temere per tutti.

 

 

Scapola rotta e stagione finita per il Esteban Chaves

Scapola rotta per il corridore della Orica-Scott

Scapola rotta

La caduta di Chaves

Scapola rotta: è questa la diagnosi che completa e chiude l’annus horribilis di Esteban Chaves. L’obiettivo del colombiano era quello di risollevare questa stagione sottotono provando a replicare la vittoria del giro di Lombardia 2016 ma non avrà possibilità di difendere il suo titolo.
Dopo un 2016 davvero da incorniciare, un problema fisico gli ha impedito di arrivare nelle giuste condizioni per affrontare il Tour de France mentre alla Vuelta Espana, dopo una discreta partenza, ha perso via via lo smalto chiudendo fuori dai dieci.

Ieri, durante il Giro dell’Emilia (vinto da Giovanni Visconti) il portacolori della Orica-Scott è scivolato in discesa, tradito da un tratto particolarmente umido, e ha violentemente picchiato il fianco destro. Inevitabile il ritiro e il trasporto all’Ospedale di Bologna dove lo staff sanitario ha riscontrato la frattura della scapola destra. Naturalmente la stagione di Estaban si chiude qui senza, appunto, possibilità di partecipare alla Classica delle foglie morte.

“Questo non è stato un grande anno e sicuramente non era questo il modo in cui chiudere la stagione. Mi spiace tremendamente perché adoro il Giro di Lombardia e poi per me ha un significato speciale. Ora devo riposare e impostare nel modo migliore il 2018, nella vita ci sono sfide più dure da superare, un osso si sistema in poco tempo. Ringrazio la squadra per il supporto e lo staff dell’Ospedale per la cordialità con cui mi hanno curato. Un abbraccio a tutti i miei tifosi per i tanti messaggi di affetto che ho ricevuto” queste le parole dello sfortunato corridore colombiano.

 

Caleb Ewan deluso dalla prova di ieri

Caleb Ewan sfortunato ieri al Giro d’Italia

E’ un Caleb Ewan molto amareggiato quello che si presenta ai microfoni nel dopo corsa della seconda tappa del Giro d’Italia.

L’atleta tasmaniano in forza alla ORICA – Scott ha mancato una grande occasione sul traguardo di Tortoli per via di un fastidioso guaio tecnico: a seguito di un fortuito contatto con il velocista Fernando Gaviria, il pedale di Ewan si è sganciato con il risultato di perdere inerzia e la conseguente impossibilità di correre per la vittoria finale.

“Se devo essere onesto non ricordo proprio cosa sia accaduto, so che mi sono affiancato a Gaviria e che poi mi sono trovato con il piede uscito dal pedale e in una simile condizione è impossibile procedere con lo sprint. E’ un vero peccato, mi sento devastato perchè, non conosco la condizione fisica dei miei rivali, ma so che io sono veramente al top e potrei giocarmi le mie carte in volata ma la sfortuna mi sta perseguitando.

Oggi per Caleb c’è subito l’opportunità di rifarsi visto che il Giro offre un’altro arrivo adatto agli sprinter, ci si attendono scintille con l’altro piede veloce Fernando Gaviria?

Giro: ecco la Orica-Scott

Risultati immagini per Orica-ScottLa Orica-Scott è una delle squadre più interessanti del  Giro d’Italia 2017, quello del centenario. La formazione australiana non avrà al via la sorpresa del 2016 Esteban Chaves, ma si affiderà ad un altro giovane terribile: Adam Yates, maglia bianca dello scorso Tour de France, nonche  all’altrettanto giovane Caleb Ewan per le volate.

Carlos Verona e Ruben Plaza saranno i fidi scudieri di Yates nei momenti chiave, mentre Alexander Edmondson e Luka Mezgec si occuperanno diorganizzere il treno per Ewan. Michael HepburnChris Juul-Jensen ed il decano Svein Tuft completano una selezione forte e compatta su ogni terreno.

Simon Yates vincitore al Romandia

E’ Simon Yates il mattatore della tappa clow del Giro di Romandia 2017, il corridore della ORICA – Scott fa suo il tappone di  Leysin, attaccando sulla penultima salita, per poi resistere al ritorno di  Richie Porte (BMC).

Il tasmaniano si deve accontenta della seconda piazza mentre terzo è giunto Emmanuel Buchmann (Bora – Hansgrohe), buona prova anche di Tejay Van Garderen che chiude quarto.

Chi ha la peggio è Chris Froome (Team Sky) che giunge a più di un minuto, mentre Fabio Felline (Trek – Segafredo) si difende stoicamente tagliando il traguardo dopo 52 secondi. Il piemontese scivola in quarta posizione, ma è ancora in lotta per un posto sul podio della generale. Da segnalare Diego Ulissi (UAE Fly Emirates), sesto quest’oggi.

Giro di Romandia: vittoria di Albasini

Risultato immagine per albasini oricaLa prima tappa in linea del Tour de Romandie viene conquistata da Michael Albasini che festeggia  sul traguardo di Champéry conquistando la volata in gruppo ristretto (circa una sessantina di corridori).

Il corridore elvetico della Orica-Scott ha preceduto nettamente Diego Ulissi mentre in terza posizione si è piazzato lo spagnolo Jesús Herrada.

Quinta posizione per Chris Froome  preceduto dall’eritreo Natnael Berhane.

Fabio Felline ha tenuto bene in salita ed ha  mantenere la testa della classifica generale con 8″ di vantaggio su Schachmann e Herrada.

Acuto di Felline al Romandia

Acuto di Felline al Romandia

Acuto di Felline al Romandia, il corridore della  Trek – Segafredo conquistando così il prologo della rassegna elvetica 

Risultati immagini per fabio fellineFabio Felline  è il primo leader del Giro di Romandia 2017. Il corridore della Trek – Segafredo conquistando così il prologo della rassegna elvetica superando di due secondi il quotato Alex Dowsett (Movistar) e Alexander Edmonson (Orica-Scott).

Dowsett, ultimo a lanciarsi, all’intermedio aveva fatto registrare il suo stesso tempo ma al traguardo ha dovuto arrendersi al nostro Fabio.

Starting list del Giro di Romandia

Starting list del Giro di Romandia 2017

Starting List del Tour de Romandie 2017,  ultima corsa a tappe WorldTour prima del via del  Giro d’Italia

Parte oggi il Tour de Romandie 2017,  ultima corsa a tappe WorldTour prima del via del  Giro d’Italia e importante importante banco di prova per chi vuole arrivare pronto alla corsa rosa.

Sono presenti al via tutti gli UCI WorldTeams e la  Wanty-Groupe Gobert, unica Professional invitata.

LA STARTLIST DEFINITIVA

MOVISTAR
1 DOWSETT Alex
2 FERNANDEZ Ruben
3 HERRADA Jesus
4 BETANCUR Carlos
5 CARAPAZ Richard
6 ANACONA Winner
7 AMADOR Andrey
8 CASTROVIEJO Jonathan

QUICKSTEP – FLOORS
11 CAVAGNA Remi
12 SCHACHMANN Maximilian
13 DE LA CRUZ David
14 MARTINELLI Davide
15 JUNGELS Bob
16 DECLERCQ Tim
17 RICHEZE Ariel Maximiliano
18 VELITS Martin

BMC
21 ROCHE Nicolas
22 OSS Daniel
23 WYSS Danilo
24 SCHAR Michael
25 KÜNG Stefan
26 VAN GARDEREN Tejay
27 PORTE Richie
28 BOHLI Tom

ORICA – SCOTT
31 ALBASINI Michael
32 HAIG Jack
33 POWER Robert
34 HOWSON Damien
35 BEWLEY Sam
36 YATES Simon
37 KREUZIGER Roman
38 EDMONDSON Alexander

TEAM SKY
41 VIVIANI Elia
42 BOSWELL Ian
43 LOPEZ David
44 KIRYIENKA Vasil
45 MOSCON Gianni
46 KENNAUGH Peter
47 DOULL Owain
48 FROOME Christopher

TREK – SEGAFREDO
51 PANTANO Jarlinson
52 GOGL Michael
53 STETINA Peter
54 HERNANDEZ Jesus
55 DANIEL Gregory
56 FELLINE Fabio
57 CARDOSO Andre
58 BEPPU Fumiyuki

BORA – HANSGROHE
61 PÖSTLBERGER Lukas
62 POLJANSKI Pawel
63 SCHWARZMANN Michael
64 SAGAN Juraj
65 HERKLOTZ Silvio
66 BURGHARDT Marcus
67 BUCHMANN Emanuel
68 PFINGSTEN Christoph

TEAM SUNWEB
71 BARGUIL Warren
72 FRÖHLINGER Johannes
73 STAMSNIJDER Tom
74 TEN DAM Laurens
75 KÄMNA Lennard
76 HAGA Chad
77 PREIDLER Georg
78 KELDERMAN Wilco

CANNONDALE – DRAPAC
81 URAN Rigoberto
82 SKUJIŅS Toms
83 KOREN Kristijan
84 CLARKE Simon
85 CANTY Brendan
86 CLARKE William
87 WIPPERT Wouter
88 BROWN Nathan

LOTTO NL – JUMBO
91 LOBATO Juan Jose
92 TOLHOEK Antwan
93 BOUWMAN Koen
94 VERMEULEN Alexey
95 VAN DEN BROECK Jurgen
96 GESINK Robert
97 CAMPENAERTS Victor
98 ROGLIČ Primoz

KATUSHA – ALPECIN
101 TAARAMÄE Rein
102 KOCHETKOV Pavel
103 GONCALVES Jose
104 LOSADA Alberto
105 KUZNETSOV Viacheslav
106 MAMYKIN Matvey
107 ZAKARIN Ilnur
108 SPILAK Simon

LOTTO SOUDAL
111 VAN DER SANDE Tosh
112 BOECKMANS Kris
113 SHAW James Callum
114 ARMÉE Sander
115 MERTZ Remy
116 HOFLAND Moreno
117 DE GENDT Thomas
118 MONFORT Maxime

BAHRAIN – MERIDA
121 IZAGIRRE Ion
122 GRMAY Tsgabu
123 CINK Ondrej
124 BRAJKOVIC Janez
125 WANG Meiyin
126 ARASHIRO Yukiya
127 NIBALI Antonio
128 COLBRELLI Sonny

AG2R LA MONDIALE
 131 FRANK Mathias
132 RIBLON Christophe
133 PETERS Nans
134 DUMOULIN Samuel
135 HOULE Hugo
136 CHÉREL Mickaël
137 VUILLERMOZ Alexis
138 LATOUR Pierre

FDJ
141 LE BON Johan
142 GAUDU David
143 REICHENBACH Sebastien
144 VINCENT Léo
145 EIKING Odd Christian
146 COURTEILLE Arnaud
147 REZA Kevin
148 MANZIN Lorrenzo

UAE Team Emirates
151 SWIFT Ben
152 TROIA Oliviero
153 MEINTJES Louis
154 BONO Matteo
155 MORI Manuele
156 CONSONNI Simone
157 AIT EL ABDIA Anass
158 ULISSI Diego

ASTANA PRO TEAM
161 KANGERT Tanel
162 STALNOV Nikita
163 KOZHATAYEV Bakhtiyar
164 GRIVKO Andriy
165 GATTO Oscar
166 DE VREESE Laurens
167 CHERNETSKII Sergey
168 BILBAO Pello

TEAM DIMENSION DATA
171 REGUIGUI Youcef
172 VENTER Jaco
173 DEBESAY Mekseb
174 THOMSON Jay Robert
175 NIMONSHUTI Adrien
176 KUDUS Merhawi
177 BERHANE Natnael
178 TEKLEHAIMANOT Daniel

WANTY-GROUPE GOBERT
181 SMITH Dion
182 MARTIN Guillaume
183 MEURISSE Xandro
184 PASQUALON Andrea
185 VEUCHELEN Frederik
186 MINNAARD Marco
188 DEGAND Thomas
188 DOUBEY Fabien