Cima ha vinto la diciottesima tappa del Giro d’Italia

Cima vince diciottesima tappa, Carapaz rimane in Rosa

Cima della Nippo – Vini Fantini – Faizané ha vinto la diciottesima tappa del Giro d’Italia, Carapaz rimane in Maglia Rosa

Cima esulta

Cima esulta

Cima (Nippo – Vini Fantini – Faizanè) ha compiuto una “missione impossibile”, partendo dalla fuga di giornata ed evitando il ritorno del gruppo lanciato. L’italiano ha tagliato il traguardo di Santa Maria di Sala precedendo di un soffio Pascal Ackermann (Bora – Hansgrohe) che si è piazzato secondo strappando la Maglia Ciclamino ad Arnaud Démare (Groupama – FDJ), ottavo nella 18esima tappa del 102esimo Giro d’Italia. Richard Carapaz (Movistar Team) ha conservato la Maglia Rosa per il quinto giorno.

LE PILLOLE STATISTICHE

  • Prima vittoria al Giro per Damiano Cima. Finora il suo miglior risultato al Giro era stato un 96esimo posto a Ponte di Legno. L’unica vittoria da professionista per Damiano Cima fino ad oggi era stata la sesta frazione del Tour of China I il 19 settembre scorso. Vinse anche in Cina tappa e classifica finale al Tour of Xingtai 2018, corsa di categoria 2.2.
  • 5 vittorie italiane in questo Giro, le stesse dell’anno scorso. Nel 2017 non ci furono vittorie tricolori nella corsa Rosa. 5 atleti italiani (Masnada, Benedetti, Cataldo, Ciccone e Cima) vittoriosi al Giro: era accaduto per l’ultima volta nel 2016, quando i vincitori furono Ulissi, Brambilla, Ciccone, Trentin e Nibali.
  • Quinta Maglia Rosa per Richard Carapaz, le stesse di Primoz Roglic, leader nelle prime cinque frazioni di questo Giro.
Carapaz premiato dal Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia

Carapaz premiato dal Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia

DATI MONITORATI OGGI
I dati forniti da Velon raccontano la tappa attraverso dati dispositivi per il monitoraggio in tempo reale. I dati sono disponibili a questo link.

RISULTATO FINALE
1 – Damiano Cima (Nippo – Vini Fantini – Faizané) – 222 km in 4h56’04”, media 44,989 km/h
2 – Pascal Ackermann (Bora – Hansgrohe) s.t.
3 – Simone Consonni (UAE Team Emirates) s.t.

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – Richard Carapaz (Movistar Team)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo – Pascal Ackermann (Bora – Hansgrohe)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Giulio Ciccone (Trek – Segafredo)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin – Miguel Angel Lopez (Astana Pro Team)

CLASSIFICA GENERALE
1 – Richard Carapaz (Movistar Team)
2 – Vincenzo Nibali (Bahrain – Merida) a 1’54”
3 – Primoz Roglic (Team Jumbo – Visma) a 2’16”
4 – Mikel Landa (Movistar Team) a 3’03”
5 – Bauke Mollema (Trek – Segafredo) a 5’07”

CONFERENZA STAMPA
Il vincitore di tappa Damiano Cima ha dichiarato: “Dare visibilità alla mia squadra durante le fughe è stato uno dei ruoli che mi ha assegnato il mio team. Oltre alla visibilità, oggi ho vinto! Non è stato facile andare in fuga per i molti tatticismi legati alla Maglia Ciclamino. Eravamo in tre davanti e ringrazio i miei compagni di fuga per la buona collaborazione. Sono rimasto il più calmo possibile negli ultimi chilometri. Non ho mai guardato indietro. Ho aspettato il più possibile per dare tutto nelle ultime poche centinaia di metri. È un sogno che si avvera”.La Maglia Rosa Richard Carapaz ha dichiarato: “Sono sereno… Sono nella mia miglior forma di sempre! Scherzando ma sapendo che stavo andando forte, ho chiesto una bici rosa ancora prima di prendere la Maglia Rosa ed è arrivata ieri per il mio compleanno. Sono fiducioso in vista delle ultime tre tappe. Sento forti emozioni perché ci sono molte montagne a venire. Spero di affrontarle nel miglior modo possibile. So che il mio paese ora è paralizzato a causa delle persone che guardano il Giro”.

 

FONTE COMUNICATO STAMPA

Moreno Moser ritiro dal Tour of the Alpes

Moreno Moser ritiro per problemi fisici

Moreno Moser ritiro dal Tour of the Alpes in accordo con il direttore sportivo Mario Manzoni  a causa del ripresentarsi di problemi fisici 

Moreno Moser (fonte comunicato stampa)

Moreno Moser (fonte comunicato stampa)

Un mese lontano dalle gare non sono bastate per Moreno Moser, che è costretto al  ritiro nella seconda tappa del Tour of the Alpes. Dopo i test fisici che lasciavano presagire un importante rientro nel gruppo, durante la seconda frazione della gara italiana il portacolori della NIPPO Vini Fantini Faizanè, in accordo con il direttore sportivo Mario Manzoni alla guida del team, si è dovuto fermare a causa del ripresentarsi dei problemi fisici che lo hanno tenuto lontano dalle gare nell’ultimo periodo.

Sono già iniziati tutti gli accertamenti da parte dei medici del team per poter capire l’entità del problema e poterlo risolvere in vista dei prossimi appuntamenti che il team dovrà affrontare.

Queste le parole con cui Moreno Moser commenta dispiaciuto il ritiro al Tour of the Alpes:

“Dai test fatti nelle ultime due settimane ero convinto di stare al meglio. Il rientro in gara al Tour of the Alpes però ha fatto riemergere i problemi fisici che mi avevano costretto a rinunciare ad alcune gare a cui il team ha partecipato. Anche oggi, come in precedenza, non appena la gara entra nel vivo inizio a sentirmi vuoto e senza forza, per cui, in accordo con il direttore sportivo, ho deciso di fermarmi. Ora la priorità mia e del team è capire al più presto le cause di questi problemi per poter poi decidere insieme la miglior soluzione e poter programmare il calendario delle prossime attività”.

FONTE COMUNICATO STAMPA

Filippo Zaccanti frattura della clavicola

Filippo Zaccanti della Nippo si frattura la clavicola

Filippo Zaccanti della Nippo Vini Fantini Faizanè si è fratturato la clavicola sinistra a causa di una caduta al Giro di Sicilia 

Filippo Zaccanti

Filippo Zaccanti

Filippo Zaccanti cade e si frattura la clavicola sinistra durante la terza tappa del Giro di Sicilia. Per lui secondo infortunio stagionale dopo la frattura alla mano del Trofeo Laigueglia. Continuano le brutte notizie dal Giro di Sicilia. Altro ritiro con infortunio pesante tra le fila #OrangeBlue.

Gara a tappe sfortunata per gli #OrangeBlue, che dopo il ritiro per infortunio di Joan Bou, oggi subiscono un’altra defezione anche in vista dei prossimi appuntamenti. Ritirato per la frattura della clavicola sinistra, Filippo Zaccanti vittima di una caduta sull’asfalto bagnato dalla pioggia battente proprio in avvio di tappa. Per Filippo Zaccanti, il cui referto parla di frattura composta della clavicola sinistra ed escoriazioni multiple, un 2019 avaro di fortune, iniziato con la frattura alla mano nella prima gara italiana, il Trofeo Laigueglia. Da poco tornato alle competizioni e in crescendo di condizione subisce un secondo stop importante che condiziona la sua prima parte di stagione.

FONTE COMUNICATO STAMPA

Nippo: trasferta asiatica in Thailandia

Nippo pronta per il Tour of Thailand

Nippo pronta ad affrontare la trasferta asiatica per il  Tour of Thailand dall’1 al 6 aprile , grande attesa per Giovanni Lonardi

Nippo per il Tour of Thailand

Nippo per il Tour of Thailand

Mentre in Italia si svolge la Coppi e Bartali 6 #OrangeBlue si preparano alla prossima trasferta asiatica del team. Dall’1 al 6 aprile 6 atleti del team saranno impegnati nel Tour of Thailand.

Mentre in Italia la Coppi e Bartali entra nel vivo, 6 atleti #OrangeBlue si preparano alla trasferta asiatica che si svolgerà da lunedì 1 a sabato 6 aprile. 2 atleti italiani, 3 giapponesi e 1 colombiano un roster internazionale che sarà guidato in ammiraglia dal DS nipponico Takehiro Mizutani.
LA FORMAZIONE.

Sei gli atleti #OrangeBlue al via. Grande attesa per Giovanni Lonardi il giovane protagonista della prima trasferta asiatica, il Tour de Taiwan. Una vittoria e cinque podi sino ad ora per lui in stagione, proverà a ripetersi sulle strade del Tour of Thailand. Altri due velocisti lo affiancheranno nelle 6 tappe asiatiche, si tratta di Hayato Yoshida e Imerio Cima. Spazio anche per gli scalatori con il giapponese Masakazu Ito e il colombiano Ruben Acosta. A completare la formazione il giovane nipponico Hiroki Nishimura.

La formazione completa:

Giovanni Lonardi, Ruben Acosta, Masakazu Ito, Hayato Yoshida, Imerio Cima, Hiroki Nishimura.

 

In ammiraglia ci sarà il DS Giapponese Takehiro Mizutani:

“Siamo pronti a iniziare il Tour of Thailand, che sarà la nostra seconda competizione asiatica dopo un ottimo Tour de Taiwan corso da protagonisti, raggiungendo anche la vittoria. Proveremo sicuramente a ripeterci in Thailandia anche se la competizione sarà elevata. Il nostro team tuttavia sarà più completo e rafforzato dagli innesti, rispetto al precedente tour, di Imerio Cima per le volate e di Hiroki Nishimura come gregario. Mi aspetto molto anche dalle tappe più difficili con due scalatori come Ruben Acosta e Masakazu Ito, anche se come sempre la differenza la farà il saper lavorare compatti e di squadra per raggiungere il risultato nel finale di ogni tappa.”

 

Nel corso della prossima settimana si svolgerà anche il Giro di Sicilia, l’attesa competizione italiana che grazie a RCS Sport ripoterà il grande ciclismo in Sicilia. La formazione per questa gara sarà confermata all’inizio della prossima settimana, al termine dalla Coppi e Bartali in svolgimento in questi giorni.

FONTE COMUNICATO STAMPA

NIPPO Vini Fantini Faizanè alla Coppi e Bartali

Nippo occhi puntati sulla Coppi & Bartali

NIPPO Vini Fantini Faizanè, il Team #OrangeBlue è pronto per affrontare la Settimana Internazionale Coppi e Bartali

Nippo alla Coppi & Bartali

Nippo alla Coppi & Bartali

Sette atleti per 5 giornate di corsa. Marco Canola e Nicola Bagioli i leader nelle tappe miste, Damiano Cima la ruota veloce, Alejandro Osorio alla sua prima europea con il team, Filippo Zaccanti e Ivan Santaromita di rientro dagli infortuni e Joan Bou pronto a supportare i compagni.

Settimana tutta italiana per il team NIPPO Vini Fantini Faizanè che potrà concentrarsi sulla “Settimana Internazionale Coppi e Bartali”. 5 giornate di corsa, con la prima giornata come di consueto composta da due semi-tappe. 7 gli atleti #OrangeBlue al via insieme a 5 formazioni World Tour, la nazionale italiana, 8 team Professionale e alcune squadre di livello Continental.
LA FORMAZIONE #ORANGEBLUE.

Saranno 7 gli atleti al via della prima tappa a Gatteo a Mare. Marco Canola eNicola Bagioli le certezze negli arrivi misti, con il primo reduce dalla caduta occorsa in Belgio, ma in ripresa. Grande curiosità per Alejandro Osorio, lo scalatore colombiano neo-professionista partito molto bene nelle competizioni Sud Americane di inizio anno. Damiano Cima potrebbe trovare spazio negli arrivi in volata oltre al consueto prezioso lavoro per i suoi compagni di squadra, lavoro nel quale sarà impegnato anche Joan Bou. Grande attesa per il rientro dei due scalatori italiani Filippo Zaccanti e Ivan Santaromita. Il primo è fermo ai box dal Trofeo Laigueglia dove a fermarlo era stata la frattura della mano. Rientro anche per Ivan Santaromita fermo dal GP di Larciano dove anche per lui c’era stata una caduta con infortunio alla mano, senza fratture ma una forte contusione con interessamento dei legamenti.

In ammiraglia la coppia di direttori sportivi Mario Manzoni e Alessandro Donati.

La formazione completa: Marco Canola, Nicola Bagioli, Alejandro Osorio, Filippo Zaccanti, Damiano Cima, Ivan Santaromita, Joan Bou.
Queste le parole del DS Manzoni alla vigilia di questo importante appuntamento:

“Siamo alla vigilia di una gara importante, la prima gara a tappe del calendario italiano. Siamo curiosi di vedere il giovane Alejandro Osorio confrontarsi con noi nella sua prima corsa europea dopo aver fatto molto bene in Sud America a inizio stagione, ma abbiamo anche importanti certezze come Marco Canola, che nonostante la caduta in Belgio dovrebbe essere pienamente recuperato, come Nicola Bagioli ottimo per i percorsi misti e come Damiano Cima, nostra ruota veloce. Joan Bou sarà un importante uomo squadra anche in vista della crono. I nostri due scalatori italiani Zaccanti e Santaromita rientrano entrambi da un infortunio, Zaccanti dalla frattura alla mano occorsa al Laigueglia ma saranno per noi subito importanti. Abbiamo una bella formazione adatta ad ogni percorso e siamo molto motivati.”

Per i numerosi appassionati italiani sarà possibile seguire tutti gli highlights della gara in differita dalle ore 17.30 su Raisport e per tutti i tifosi anche internazionali sulla pagina Facebook ufficiale del team in collaborazione con PMG Sport.

Free Sport e Nippo Fantini Faizanè

Free Sport e Nippo Fantini Faizanè assieme nel 2019

Free Sport e Nippo Fantini Faizanè assieme nel 2019, l’azienda fornirà la linea di massaggio per il ciclismo

Free Sport e Nippo (fonte comunicato stampa)

Free Sport e Nippo (fonte comunicato stampa)

FREE SPORT è il nuovo partner tecnico del team NIPPO Vini Fantini Faizanè con la linea di massaggio specializzata nel ciclismo. Tutti i prodotti forniti dall’azienda italiana, con sede nel vicentino, sono privi di Peg, Petrolati e Parabeni.

 

Si completa il quadro delle partnership tecniche #OrangeBlue con l’inserimento di un nuovo partner tecnico con sede nel vicentino. FREE SPORT, azienda italiana nata nel 1991 e fondata da Diego Luigi Miglioranza, fornirà il team con la propria linea da massaggio specializzata per il ciclismo.

Dal 2012 l’azienda ha deciso di rinnovarsi con un nuovo logo e un’attenta formulazione nei propri prodotti, tutti privi di Peg, Petrolati e Parabeni. FREE SPORT si suddivide in due linee di prodotti: una destinata al consumatore finale e quella professionale riservata ai fisioterapisti, massofisioterapisti e massaggiatori sportivi.

FREE SPORT dal 2019 sarà quindi al fianco del team Professional NIPPO Vini Fantini Faizanè supportando i fisioterapisti del team e naturalmente gli atleti #OrangeBlue nei massaggi, fondamentali per il pieno recupero, sopratutto in occasione delle gare a tappe dell’anno, su tutti il Giro d’Italia 2019.

Per maggiori informazioni sui prodotti di FreeSport,

IL SITO WEB UFFICIALE.

LA PAGINA FACEBOOK.

XTech e la NIPPO Vini Fantini Faizanè

XTech e la NIPPO assieme nel 2019

XTech e la NIPPO Vini Fantini Faizanè assieme nel 2019 per supportare gli atleti #OrangeBlue

XTech abbigliamento per ciclismo (fonte comunicato stampa)

XTech abbigliamento per ciclismo (fonte comunicato stampa)

Un nuovo partner tecnico si affianca agli #OrangeBlue per questa stagione 2019. Si tratta di XTech, azienda italiana fondata nel 1981 e nuovo fornitore del team per tutto l’abbigliamento intimo da gara.

XTech e la NIPPO Vini Fantini Faizanè affronteranno insieme la stagione 2019. L’azienda italiana fondata nel 1981 sarà il nuovo fornitore tecnico degli #OrangeBlue per tutto l’abbigliamento intimo tecnico da gara, per far fronte a tutte le variazioni climatiche che gli atleti del team si troveranno ad affrontare in gara.
Una partnership ufficializzata dalle parole di Samuele Ragnoli, titolare di XTech Sport:

“Essere partner di un team Professional come la NIPPO Vini Fantini Faizanè per noi è motivo di grande orgoglio e faremo del nostro meglio per sviluppare prodotti sempre più performanti. Il nostro reparto di ricerca e sviluppo, in collaborazione con gli atleti, è già al lavoro per creare nuovi modelli con specifiche tecniche in grado garantire ottime performance anche in condizioni metereologiche estreme. Il livello delle competizioni è altissimo, si combatterà sul filo del rasoio ed è ormai dimostrato che anche l’abbigliamento può influire sulla prestazione: per questo ci sentiamo coinvolti attivamente e vogliamo dare il meglio ai ragazzi che poi andranno a competere in prima linea.”

Dalle calde tappe dell’estate argentina, alle gare del nord Europa passando naturalmente anche per il calendario italiano XTech sarà al fianco del team, per tutta la stagione 2019. Oltre 200 giorni di gara del team in 4 continenti, attendono XTech e il team, pronti ad affrontare insieme ogni latitudine e stagione. Proprio in vista di questo impegnativo calendario XTech ha scelto di dotare il team Italo-Giapponese con il suo intimo top di gamma,prodotto in Italia con tecnologia seamless, ossia senza cuciture e con struttura differenziata. I prodotti sono stati studiati per dare ai professionisti massima traspirabilità e libertà di movimento, garantendo all’atleta una termoregolazione ottimale sia in estate che in inverno.

FONTE COMUNICATO STAMPA

Nippo: Ruta del Sole e Tour of Antalya

Nippo ecco i prossimi obiettivi

Nippo: Ruta del Sole e Tour of Antalya sono i prossimi appuntamenti, frattura alla mano sinistra per Zaccanti

Nippo pronta per la Ruta del Sol

Nippo pronta per la Ruta del Sol

Gli #OrangeBlue pronti ad affrontare il doppio appuntamento, da mercoledì al via la Ruta del Sol in Spagna, da giovedì il Tour of Antalya in Turchia. Forfait di Filippo Zaccanti, per lui niente Turchia, a causa della frattura del III metacarpale della mano sinistra occorsa nella caduta al Trofeo Laigueglia, previsto un mese di stop.

Settimana intensa per gli #OrangeBlue, attesi dalla doppia trasferta Turco-Spagnola. Mercoledì 20 al via la Vuelta Andalucia Ruta del Sol, giovedì 21 il Tour of Antalya. Mentre 6 #OrangeBlue sono sulla via del ritorno dalla doppia trasferta sudamericana che ha visto il team in gara tra Argentina e Colombia, altri 10 atleti sono pronti a prendere il via. Tra loro non figurerà Filippo Zaccanti che proprio oggi sarebbe dovuto partire alla volta della Turchia. Coinvolto in una caduta al Trofeo Laigueglia sarà costretto a uno stop di almeno 30 giorni a causa della frattura base del III metacarpale della mano sinistra.

VUELTA ANDALUCIA, RUTA DEL SOL.

Cinque tappe dal 20 al 24 febbraio nel cuore dell’Andalucia. La Ruta del Sol vedrà al via numerose formazioni World Tour e alcuni tra i migliori Team Professional europei per un totale di 19 squadre al via. Il team NIPPO Vini Fantini Faizanè schiererà al via 7 atleti tra i quali il giovane italiano Nicola Bagioli fresco di podio al Trofeo Laigueglia, gli spagnoli Juan Josè Lobato e Joan Bou molto motivati dalla corsa sulle strade di casa, due corridori di classe e carisma come Marco Canola e Moreno Moser ed il nipponico Sho Hatsuyama,vittima di una caduta all’ultimo Trofeo Laigueglia ma pronto a stringere i denti per il team.
Le parole del DS Mario Manzoni in avvicinamento alla gara spagnola tengono conto anche della gara italiana appena conclusa lo scorso week-end:

“Purtroppo il Trofeo Laigueglia, oltre a darci importanti indicazioni e bei risultati con Bagioli, ci ha lasciato tre brutte cadute che hanno coinvolto Lonardi, Hatsuyama e Zaccanti. Se Lonardi non ha riportato conseguenze, Zaccanti purtroppo non sarà al via in Turchia, mentre Hatsuyama stringerà i denti per essere al via alla Ruta del Sol. Per lui non dovrebbero esserci fratture ma comunque una brutta contusione che sicuramente lo condizionerà. Partiamo comunque fiduciosi con JJ Lobato sulle strade di casa, lo spagnolo Joan Bou altrettanto motivato, mentre Marco Canola e Nicola Bagioli sono in ottima condizione e molto motivati. Moreno Moser ha dato ottimi segnali di crescita al Trofeo Laigueglia. Per questo ci presentiamo molto motivati al via consapevoli che alcune tappe si adattano alle nostre caratteristiche.”

La formazione ufficiale:

Juan Josè Lobato, Marco Canola, Nicola Bagioli, Moreno Moser, Joan Bou, Sho Hatsuyama.

TOUR OF ANTALYA

Da giovedì 21 al via in Turchia anche il Tour of Antalya in Turchia, al quale avrebbe dovuto prendere parte anche Filippo Zaccanti. Il team sarà al via con du atleti italiani e due atleti nipponici. Prevalenza di ruote veloci nella formazione #OrangeBlue, anche se per Hayato Yoshida e Hiroki Nishimura si tratterà della prima gara stagione, utile quindi per testarsi sopratutto sul ritmo gara.

Le parole del DS Alessandro Donati.

“Purtroppo saremo costretti dagli infortuni di gara a presentarci al via con una formazione ridotta, ma non per questo meno motivata a ben figurare nelle tappe a noi congeniali. Con il forfait del nostro scalatore ci concentreremo sulle tappe veloci, con Giovanni Lonardi, Damiano Cima e Hayato Yoshida, che alla sua prima gara stagionale, così come il compagno Hiroki Nishimura dovrà anzitutto trovare il giusto ritmo gara per provare poi a pungere nei finali di tappa.”

La formazione ufficiale:

Hayato Yoshida, Damiano Cima, Giovanni Lonardi, Hiroki Nishimura.

 

L’INFORTUNIO DI FILIPPO ZACCANTI.

Se il Trofeo Laigueglia questa domenica ha lasciato non pochi strascichi nella formazione #OrangeBlue. Purtroppo si sono registrate varie cadute in gruppo, tre delle quali hanno coinvolto gli atleti #OrangeBlue. Una sfortunata caduta di atleta del team Israel ha coinvolto Giovanni Lonardi durante il rifornimento, ma l’atleta è uscito illeso proseguendo la corsa. Non altrettanto fortunati prima Sho Hatsuyama, vittima di una caduta in discesa e ritirato e successivamente  Filippo Zaccanti, caduto nella medesima discesa al turno successivo. Se per Sho Hatsuyama   si tratta solo di una forte contusione, per il giovane scalatore italiano il referto parla di frattura base del III metacarpale della mano sinistra.L’atleta dovrà tenere quindi una doccia gessata per 30 giorni per poi verificare la ripresa degli allenamenti dopo almeno un mese di stop. Tutto il team fa il più grande in bocca al lupo a Filippo per una pronta guarigione.

 

 

FONTE COMUNICATO STAMPA

Nippo Vini Fantini Faizanè: il team per il Giro di Colombia

Nippo Vini Fantini Faizanè pronta Giro di Colombia

Nippo Vini Fantini Faizanè: il team #OrangeBlue  per il Giro di Colombia potrà contare sugli atleti di casa Osorio e Acosta

NIPPO VINI FANTINI FAIZANÈ: IL TEAM AL VIA DEL COLOMBIA

NIPPO VINI FANTINI FAIZANÈ: IL TEAM AL VIA DEL COLOMBIA

Martedì al via la competizione colombiana, tanti i big al via con 6 formazioni World Tour e 7 team Professional. Per gli #OrangeBlue una formazione di scalatori, con Osorio e Acosta sulle strade di casa, Nakane e Ito per confermare le buone prestazioni, Ivan Santaromita e la sua esperienza. Per gli sprint ci sarà il giovane velocista italiano Imerio Cima.

Colombia 2.1. al via da questo martedì. 6 tappe, 6 #OrangeBlue al via pronti a competere con massima attenzione sia nelle singole tappe che nella classifica generale. Una gara che si preannuncia di alto livello, saranno infatti 6 i team World Tour al via, 7 le squadre Professional e 2 selezioni nazionali tra le quali l’Italia, che competeranno davanti a un pubblico caldo e numeroso come quello Colombiano. Un Tour che prevederà un percorso misto, ma con la quinta e sesta tappa per veri scalatori, due tappe che saranno sicuramente decisive per la classifica generale.
LA FORMAZIONE.

6 gli #OrangeBlue al via, con protagonisti gli scalatori del team. Ivan Santaromita il leader di esperienza per guidare i giovani colombiani, Alejandro Osorio e Ruben Acosta sicuramente motivati dalla competizione sulle strade della loro nazione. Competitiva anche la coppia di scalatori nipponici con Hideto Nakane reduce da ottime prestazioni in Argentina e una top10 in una delle tappe più dure ben supportato da Masakazu ItoImerio Cima sarà la ruota veloce del team per gli arrivi in volata.

La formazione completa:

Ivan Santaromita, Alejandro Osorio, Hideto Nakane, Ruben Acosta, Masakazu Ito, Imerio Cima.

Valerio Tebaldi sarà il DS in ammiraglia: “Dopo la gara di debutto in Argentina, dove abbiamo testato le condizioni di tutti i nostri atleti cogliendo importanti piazzamenti ora i ragazzi stanno finalizzando la preparazione per il Tour of Colombia. Ivan Santaromita è il corridore d’esperienza che saprà aiutare gli altri scalatori del team ad emergere. I colombiani Osorio e Acosta corrono la loro prima gara da professionisti sulle strade di casa e avranno una motivazione speciale, Hideto Nakane ha già dimostrato di andare forte in Argentina e con il supporto di Ito potrà fare bene. Imerio Cima sarà invece il nostro jolly in volata. Proveremo a inserirci sia in classifica generale che nei piazzamenti di tappa.”

FONTE COMUNICATO STAMPA

Giro 2019 elenco dellee squadre al via

Giro 2019 ecco l’elenco dei team partecipanti

Giro 2019 al via, oltre alle formazioni World Tour, anche le quattro wild card con le tre italiane: Androni , Bardiani e Nippo

Giro 2019: tutti i team (fonte pagina Facebook)

Giro 2019: tutti i team (fonte pagina Facebook)

Giro 2019, l’11 maggio sembra ancora lontano ma certamente non lo è per gli organizzatori che stanno lavorando per assicurare qualità anche all’edizione di quest’anno.

Naturalmente i 18 team WorldTour sono automaticamente inclusi nella lista di partenza dei grandi giri a tappe e saranno in tanti a darsi battaglia lungo lo stivale. Primo tra tutti Vincenzo Nibali che vorrebbe andare alla ricerca della vittoria finale ma dovrà vedersela anzitutto con Tom Dumoulin della Sunweb, vincitore del Giro nel 2017, ha annunciato a sorpresa che nel 2019, complice i tanti chilometri a cronometro previsti,  sarà di nuovo al via della corsa rosa (lo scorso anno prese parte a Giro e Tour).

Non ancora totalmente esclusa la presenza di Geraint Thomas ma per il momento il team Sky pare puntare forte su Egan Bernal come capitano in Italia. Il giovane colombiano è stato una delle rivelazione della scorsa stagione e nel 2019 vorrà lasciare il segno in qualche corsa a tappe.

Se i diciotto team dell’UCI WorldTour ricevono inviti automatici, gli organizzatori RCS Sport ha selezionato quattro squadre a cui assegnare la Wild Card per essere al via di Bologna.

L’ Israel Cycling Academy ha ricevuto un invito. Gli altri tre vincitori della wildcard sono i team italiani Androni Giocattoli-Sidermec, Bardiani-CSF e Nippo-Vini Fantini-Faizanè.

 

Giro 2019: i team al via

WorldTour team

Team Sunweb (GER)
Ag2r La Mondiale (FRA)
Astana (KAZ)
Bahrain-Merida (BRN)
Team CCC (POL)
Bora-Hansgrohe (GER)
Groupama-FDJ (FRA)
Lotto-Soudal (BEL)
Mitchelton-Scott (AUS)
Movistar (ESP)
Deceuninck – Quick-Step (BEL)
Dimensione dati (RSA)
EF Education First (USA)
Katusha-Alpecin (SUI)
Jumbo-Visma (NED)
Team Sky (GBR)
Trek-Segafredo (USA)
Emirati Arabi Uniti Team ( UAE)

Giro 2019: Le wild Card

Androni Giocattoli-Sidermec (ITA)
Bardiani-CSF (ITA)
Israel Cycling Academy (ISR)
Nippo-Vini Fantini-Faizanè (ITA)