Marangoni prima vittoria all’ultima gara

Marangoni  da gregario conquista il primo alloro

Marangoni dopo aver corso per una intera carriera come gregario senza assaporare il sapore della vittoria trionfa nella sua ultima corsa

Marangoni

Marangoni

Marangoni probabilmente non se lo aspettava, aveva raccontato qualche giorno fa dell’onore di aver accompagnato nei primi anni tra i pro Peter Sagan e si stava preparando ad appendere la bicicletta al chiodo.

Con la bicicletta, durante le tante corse professionistiche, Alan Marangoni ha percorso qualcosa come 135.000 km (tre volte il giro del mondo) senza ottenere mai una vittoria. La cosa non è mai pesata al corridore della Nippo-Vini Fantini-Europa Ovini ma, proprio nell’ultima corsa in carriera, il “gregario” è riuscito ad assaporare il gusto della vittoria.

E’ accaduto sull’isola di Okinawa dopo 25 anni trascorsi in sella alla bicicletta ed il gusto del successo è stato certamente dolce per il 34enne,

“Ci sono arrivato molto vicino al Giro 2015 nella tappa di Forlì, quando arrivai quarto dietro Boem, Busato e Malaguti. Non mi è mai pesata la mancanza di una vittoria nel palmares ma ottenere una vittoria è stato speciale. Speciale perché ero l’unico italiano al via, speciale perché ho avuto il tempismo che mi è sempre un po’ mancato e speciale perché era la mia ultima corsa da Pro.

Il ciclismo mi ha dato tantissimo, ho scoperto il mondo, ho viaggiato tanto purtroppo oggi tutti hanno l’occhio su watt, misuratori e computer invece il bello è godersi il momento. La pressione peri risultati è spesso troppo pesante e difficile da reggere e tantissimi ragazzi restano appiedati. Ma non bisogna mai sotterrare l’istinto del viaggiatore, il piacere nel pedalare e nello scoprire il mondo.
il ciclismo è sacrificio e fatica ma la bicicletta sa come ripagarti e la mia storia con questa vittoria finale insegna che il ciclismo sa regalare ancora delle belle favole”.

Alejandro Osorio chi è? il colpo della Nippo Fantini

Alejandro Osorio colpo della Nippo Vini Fantini Europa Ovini

Alejandro Osorio scalatore colombiano è il colpo del team #Orangeblue Nippo Vini Fantini Europa Ovini per le stagioni 2019-2020

Alejandro Osorio

Alejandro Osorio

Alejandro Osorio miglior scalatore al Tour de L’Avenir 2018 e vincitore di una tappa al Giro d’Italia Under23 a Passo Maniva è il colpo di mercato messo a segno dalla NIPPO Vini Fantini Europa Ovini. Il team #OrangeBlue si aggidica uno dei prospetti più interessanti fra gli scalatori del panorama internazionale.

Alejandro Osorio, scalatore classe 1998 nato in colombia, passerà quindi tra i professionisti vestendo la maglia della NIPPO Vini Fantini Europa Ovini conun contratto biennale.

Il talento colombiano è stato scoperto dalla AFB Academy (Alberati, Fondriest, Bianco) che ha agevolato il passaggio di Alejandro all’ex formazione di Damiano Cunego.

Alejandro Osorio chi è?

Osorio, pur essendo giovanissimo (è nato il 28 maggio 1998) ha già dimostrato di possedere la stoffa del campione facendo sua la quarta tappa del Giro d’Italia Under23 sull’arrivo di Passo Manivia (indossando per due giorni la maglia rosa e completando la corsa al sesto posto della generale).

Altra prestazione che lo ha portato sotto la lente d’ingrandimento degli addetti ai lavori è stata la conquista della maglia a pois in una delle più importanti competizioni giovanili al mondo come il Tour de L’Avenir. Nella corsa francese Osorio ha corso in appoggio al suo compagno colombiano Ivan Sosa ma nonostante il ruolo di gregario di lusso è riuscito a “rubare l’occhio” con le sue performance.

Alejandro Osorio è apparso chiaramente soddisfatto del passaggio al team di Francesco Pelosi:

 “Sono troppo felice di passare professionista in Italia  è un sogno che avevo sin da bambino. Il mio obiettivo sarà crescere giorno dopo giorno e aiutare la squadra a ottenere più successi possibile. Sogno di partecipare al Giro d’Italia che per me la corsa più bella del mondo, dopo la tappa vinta nel Giro Under23 sogno di vincerne una anche tra i “grandi”

 Lo stesso General Manager Francesco Pelosi non ha nascosto la soddisfazione per questo colpo di mercato

 Siamo felici di annunciare l’ingaggio di uno dei migliori giovani a livello mondiale. Alejandro Osorio è senza dubbio uno dei più importanti corridori internazionali a passare professionista nel 2019 e ha ben figurato nelle corse più importanti della sua categoria: Giro d’Italia Under 23 e Tour de l’Avenir. Il nostro team ha da sempre l’obiettivo di lanciare giovani talenti e siamo felici di poter lavorare con Alejandro, assieme a lui punti a far emergere almeno altri due prospetti.

 

Nippo esclusa dal Giro, Cunego meritava rispetto

Nippo esclusa dal Giro: niente wild card per il team di Cunego

Nippo esclusa dal Giro, Damiano Cunego non potrà concludere la propria carriera alla corsa che lo lanciò nel 2004.

Nippo esclusa dal Giro

Nippo esclusa dal Giro

Nippo Vini Fantini Europa Ovini a bocca asciutta e il sogno di Damiano Cunego svanisce a seguite della comunicazione da parte si RCS Sport delle formazioni Professional invitate al prossimo Giro d’Italia, in programma dal 4 al 27 maggio 2018.

Al via della corsa rosa ci sarà naturalmente la Androni Giocattoli-Sidermec che ha conquistato di diritto il titolo al partecipare al Giro 101 in forza della vittoria della Ciclismo Cup. La formazione diretta da Gianni Savio tornerà alla partenza della corsa rosa dopo due anni di assenza.
Ci sarà la a Bardiani CSF, che giunge così a trentasei presenze nelle ultime trentasette stagioni (assente solo nel 2009) e la Wilier Triestina-Selle Italia, all’ottava partecipazione consecutiva.

L’ultimo posto libero, come segno di gratitudine per l’ospitalità per la partenza da Gerusalemme, è stato assegnato alla compagine israeliana della Israel Cycling Academy, sodalizio creato da Sylvan Adams, imprenditore che ha permesso la Grande Partenza a Gerusalemme. C’è molta curiosità attorno a questo team (che in organico presenta il nostro Kristian Sbaragli) che punterà a far bene per veicolare il nome di Israele nel mondo.

Tanta delusione invece in casa Nippo Fantini e soprattutto per il suo storico capitano Damiano Cunego che si vede sfilare sotto il naso la possibilità di chiudere laddove tutto era iniziato, nel lontano 2004 quando da gregario di Gilberto Simoni riuscì a sorprendere tutti e a conquistare la maglia rosa finale.

 

Nippo Vini Fantini Europa Ovini ecco la maglia

Nippo Vini Fantini Europa Ovini presenta le divise per il 2018

Nippo Vini Fantini Europa Ovini

Nippo Vini Fantini Europa Ovini

Nippo Vini Fantini Europa Ovini ha tolto il velo alle proprie divise per la stagione 2018 durante al Fiera Cycle Mode che si sta svolgendo a Tokyo. La tenuta di corsa, prodotta per la prima volta da Santini, presenterà una preponderanza del blu (blu navy per la precisione) ma non verrà meno il classico tocco Orange Fluo che ha caratterizzato da sempre i colori del team. La texture della maglia presenterà una lavorazione romboidale lievemente sfumata, che gioca con le tonalità di blu e che va a creare un rete che richiama quella delle armature dei soldati romani.

Il main sponsor Nippo ha risalto sullo sfondo blu cosi come il marchio Vini Fantini che copre la parte del petto. In basso ci sarà un splendido inserto tricolore in cui è posto il logo della “new entry” Europa Ovini che proprio da quest’anno ha stretto una importante partnership commerciale e tecnica con la Nippo.

Le novità arrivano anche dal fornitore di biciclette per la Nippo Vini Fantini Europa Ovini, De Rosa, che ha proposto la Protos 2017, che sarà colorata di blue.