MTB Ahead Zero Wind Tour 2020

MTB Ahead Zero Wind Tour 2020: si parte a marzo

MTB Ahead Zero Wind Tour 2020 si parte a marzo con la nuova tappa, nuovo sponsor e nuovo logo!

MTB Ahead Zero Wind Tour 2020

MTB Ahead Zero Wind Tour 2020

Arriva il “Title sponsor” di gran pregio ad affiancare il ventaglio di prestigiose gare del circuito, che partirà il primo giorno di marzo, con la new entry: la Granfondo Spaccapria.

“Zero Wind, brand di Pidigi Spa, si affianca per il 2020 in qualità di title sponsor, ad un circuito di manifestazioni egregiamente organizzate, che celebrano la passione per le ruote grasse e, più in generale, la condivisione di valori non esclusivamente sportivi. La stessa passione che contraddistingue il marchio Zero Wind®, al fianco degli sportivi che amano lo sport outdoor, per i quali vengono progettati e realizzati tessuti altamente traspiranti e protettivi, oggi anche ecologici. Auguriamo quindi a tutti i partecipanti di vivere intensamente e con lo spirito giusto le gare del challenge Mtb Ahead Zero Wind Tour, le parole di Giorgio De Gara titolare di Pidigi Spa (Zero Wind®).

 

E’infatti il prestigioso marchio “Zero Wind” ad entrare in maniera incisiva come title sponsor nel circuito Veneto che raccoglie consensi da tutto il nord Italia ed oltre. Uno sponsor importante, per un importante ventaglio di gare prestigiose, che sarà al via con la nuova edizione dal primo di marzo 2020, e che vede una denominazione ed un marchio rinnovati con questo prezioso ingresso.

Pilastro del marchio “Zero Wind” è l’azienda Pidigi spa, che dal lontano 1953 ad oggi è stata sempre in continua evoluzione nella ricerca dei materiali tecnici per diversi articoli riguardanti lo sport, a soddisfare le richieste di diversi mercati quali: calzaturiero, pelletteria, confezione tecnica e sportiva, abbigliamento di protezione e sicurezza.

E’ sicuramente la passione per lo sport, che ha mosso questa azienda ad investire costantemente nella ricerca di materiali di alta qualità, creando capi altamente tecnici e performanti per ogni disciplina sportiva. Promotrice del made in Italy, Zero Wind, offre prodotti certificati, e si evolve sempre di più con attenzione particolare all’ecologia, riconoscendo appieno la necessità di salvaguardare le risorse del nostro pianeta.

Sono tante insomma le novità di stagione per questo rinomato circuito, che anche per questa stagione parte con il piede giusto per regalare divertimento al popolo dei pedalatori da fuoristrada.

E se una ventata di freschezza ci doveva essere nelle tappe di questo circuito, perché non darla al femminile? Pariamo di una delle poche donne nell’intero panorama del territorio Nazionale Italiano che unendo la caparbietà alla sensibilità ed al buongusto, organizza la “special stage” Granfondo Spaccapria, che giunta alla sua 7^ edizione entra come un fiume in piena nel gruppo di Mtb Ahead Zero Wind Tour 2020.

Per parlare di questa nuova tappa, che si terrà il primo di marzo a Galzignano Terme (PD), abbiamo raggiunto l’energica Asia Rendetti.

“Abbiamo voluto suggellare un’amicizia che dura da qualche anno”, ci dice Asia, “e ci piace definirla una consacrazione del circuito. Sono oramai circa 30 anni che calchiamo i campi gara, e l’idea è nata proprio nel mezzo delle competizioni”.

Abbiamo chiesto ad Asia qualche dettaglio sul percorso:

“Per le incisive ed interessanti modifiche che sono state effettuate per il 2020, ci siamo affidati ai feedback dei partecipanti delle scorse edizioni. In particolare è stato eliminato lo strappetto a 2 km dalla partenza, che faceva da imbuto e non consentiva il fruire agevole del passaggio di tanti atleti insieme, evitando così i famosi imbuti”, continua Asia.

“Visto che c’eravamo, ci siamo scatenati, ed abbiamo inserito un lungo single track in cresta, ma per ora non vogliamo svelare tutti i dettagli, poiché ci saranno sorprese e novità. Diciamo soltanto che con le modifiche apportate abbiamo ottenuto un tracciato di gara sterrato per il 98%!” conclude.

La Granfondo Spaccapria, organizzata dalla Asd Bike Extreme, sarà valida come “Special Stage” per quanto riguarda il calcolo dei punti degli abbonati di Mtb Ahead Zero Wind Tour 2020. Per tutte le informazioni consigliamo di prendere visione del regolamento.

 

CALENDARIO MTB AHEAD ZERO WIND TOUR 2020

01.03.2020 – 7^ GRANFONDO SPACCAPRIA – GALZIGNANO TERME (PD)
15.03.2020 – BARDOLINO BIKE– BARDOLINO (VR)
05.04.2020 – MTB GARDA MARATHON – GARDA (VR)
07.06. 2020 – GRANFONDO CITTA’ DI CHIAMPO – DURONA BIKE – CHIAMPO (VI)
14.06. 2020 – ATESTINA SUPERBIKE – ESTE (PD)
13.09.2020 – GRANFONDO D’AUTUNNO – VERONA (VR)
27.09.2020 – MARATHON DELL’ALTOPIANO – GALLIO (VI)

FONTE COMUNICATO STAMPA

Un mese alla Winter DH: quest’anno la sfida è a eliminazione

Un mese alla Winter Downhill

Un mese alla Winter DH: la pista Alpe Alta al Passo Tonale darà a vita ad una competizione spettacolare grazie alla nuova formula Eliminator

Sfida ad alta velocità a La Winter DH 2020 con le porte da slalom gigante a delimitare il percorso (Credits: Photo Team)

Sfida ad alta velocità a La Winter DH 2020 con le porte da slalom gigante a delimitare il percorso (Credits: Photo Team)

Manca esattamente un mese all’evento più folle ed elettrizzante dell’inverno delle due ruote, La Winter DH, in programma sabato 15 febbraio sulle nevi del Passo del Tonale. Giunto all’ottava edizione, il divertente appuntamento organizzato da Grandi Eventi Val di Sole è tappa irrinunciabile per chi anche in inverno non sa fare a meno della velocità su due ruote, mettendo alla prova il proprio manico sul più infido dei fondi.

Quest’anno, tuttavia, anche i “veterani” della Winter DH vanno incontro a tante e importanti novità, su tutte il nuovo percorso di gara: la pista “Alpe Alta” eleva infatti l’asticella del coefficiente tecnico, della velocità e del divertimento, offrendo una nuova sfida anche agli specialisti più navigati.

Partenza a 2179 mt, arrivo ai 1880 mt dell’abitato di Passo Tonale per l’evento inserito da quest’anno nel calendario della Federazione Ciclistica Italiana. Il dislivello della discesa è di 300 metri per 1,8 km di lunghezza. Gli atleti si lanceranno subito sul ripido, creando la velocità necessaria per affrontare le prime porte da slalom  gigante, assieme a dossi, gobbe e paraboliche che saranno disseminate sul tracciato.

Rispetto agli anni passati, un’altra importante novità è la formula dell’Eliminator. Gli atleti saranno divisi in batterie e i primi classificati di ogni batteria si qualificheranno al turno successivo. Una sfida totale dove serviranno doti di equilibrio e una certa sagacia tattica: la velocità non è tutto quando si lotta contro avversari molto agguerriti, che si tratti di biciclette muscolari o elettriche.

Infatti, dopo il successo del 2019, anche le e-MTB saranno protagoniste in Val di Sole con una speciale categoria che permetterà anche agli appassionati dell’elettrico di vivere le emozioni de La Winter DH. Non solo: potrebbe capitare di trovarsi a lottare spalla a spalla con atleti professionisti ed ospiti di prestigio, che saranno svelati nelle prossime settimane

Le iscrizioni per La Winter DH 2020 sono aperte sul sito di Val di Sole Bikeland: www.valdisolebikeland.com.

Compleanno in sella per Teocchi a Faè di Oderzo

Compleanno in sella per Teocchi a Faè di Oderzo

Secondo weekend invernale di gara per l’atleta del Team Bianchi Countervail al 18° Ciclocross Internazionale del Ponte

Teocchi

Chiara Teocchi tornerà in sella alla Zolder Pro Disc domenica 8 dicembre per la 4° tappa del Master Cross Selle SMP. La portacolori del Team Bianchi Countervail prenderà parte al 18° Ciclocross Internazionale del Ponte in programma a Faè di Oderzo (Treviso).

Un modo speciale di celebrare il compleanno per Chiara Toecchi che è nata l’8 dicembre 1996. Dopo il debutto stagionale al 41° GP Guerciotti e all’11° Trofeo Cooperativo Edilizia, l’atleta bergamasca sarà al via alle 13:50 a Faè di Oderzo. “Dopo il debutto guardo con fiducia a questa gara” ha dichiarato Chiara Teocchi.

LE BICI DEL TEAM
Il Team Bianchi Countervail è equipaggiato da Bianchi con i seguenti modelli:

  • Methanol CV RS, progettata per essere la migliore XCO e XCM racing bike senza compromessi e dotata dell’innovativo ed esclusivo sistema Bianchi CV powered by Countervail che elimina le vibrazioni.
  • Methanol CV FS, pensata come la mountain bike full-suspension racing più completa del cross country mondiale, progettata con sistema Bianchi CV powerd by Countervail.
  • Zolder Pro disc, ultima evoluzione della piattaforma in carbonio che Bianchi ha sviluppato per il ciclocross, abbinando leggerezza e resistenza per ottenere la miglior prestazione.

Easy Cup MTB 2020, nuovi partner nel circuito!

Easy Cup MTB 2020 novità in arrivo

Easy Cup MTB 2020, nuovi partner nel circuito che si affiancano a Giessegi mentre la campagna abbonamenti va a gonfie vele

Easy Cup MTB 2020

Easy Cup MTB 2020

Easy Cup MTB continua a raccogliere adesioni, un ritmo che conferma i numeri record dell’edizione 2019; segno che le 6 tappe proposte e la formula di abbonamento stanno riscuotendo un parere molto favorevole. Uno degli aspetti emergentii, relativamente all’andamento delle iscrizioni, è che il bacino di utenza si sta allargando.

Oltre al nocciolo duro di Brescia, Bergamo, Mantova e Verona che storicamente rappresentano le province con il maggior numero di abbonati, si può scovare un’aumentata presenza di atleti provenienti dalle province di Trento, Milano, Como, Monza e Brianza, Parma, Modena e Bologna, a conferma che l’Easy Cup piace sempre più, anche al di fuori delle mura domestiche.

Il Comitato Organizzatore è molto attento a non deludere le aspettative di così tanti abbonati: la qualità dei servizi e l’attenzione al biker rimangono gli obiettivi principali da non perdere di vista. Per farlo è necessario l’aiuto di partner che sostengono il tanto impegno profuso per questo circuito. E’ fresca di giornata la notizia che la famosa “membrana Zero Wind®” e l’innovativa linea di integrazione Tornado Sport Nutrition” si aggiungono al consolidato partner “GIESSEGI abbigliamento da ciclismo” per sostenere l’Easy Cup MTB 2020.

 

GIESSEGI, ormai da ben 5 edizioni è a fianco del circuito realizzando la maglia “verde”, segno distintivo dei leader di circuito. Una storica azienda italiana che dal 1984 presta la massima attenzione alle esigenze di questa disciplina sportiva, puntando alla progettazione ed alla realizzazione di un prodotto di alta qualità ed affidabilità

 

L’azienda veronese Pidigi, proprietaria del brand Zero Wind®, non ha bisogno di presentazione; da anni è a fianco dei maggiori eventi di ciclismo, segno di una innata passione per le due ruote…e quando c’è passione non può che esserci altissima qualità. Zero Wind® è una membrana idrofilica, un’autentica barriera contro gli agenti atmosferici, che permette il passaggio del sudore dalla parte interna più calda verso quella esterna più fredda. Con questo processo la membrana è in grado di regolare l’azione respirante a seconda dell’attività esercitata.

Tornado Sport Nutrition offre una linea innovativa di integratori sviluppati nei nostri laboratori svizzeri, con materie prime certificate, protette con tecnologie uniche e associate insieme in modo strategico per raggiungere la massima resa con l’assunzione minima di prodotto.

Collaborazioni davvero importanti che non deluderanno nessun biker, per un’esaltante Easy Cup 2020!

Le iscrizioni continuano sulla pagina di Winning Time, mentre per tutte le informazioni si consiglia di seguire il canale Facebook del circuito o la pagina web www.easycupmtb.it

FONTE COMUNICATO STAMPA

Brixia Adventures Mtb 2020

Brixia Adventures Mtb pronti per il 2020

Brixia Adventures Mtb ogni anno aggiunge valore alle sue tappe, ecco una parte delle novità per la stagione 2020

Brixia Adventures Mtb

Brixia Adventures Mtb

Brixia Adventures Mtb, Circuito sempre in movimento, mai banale, che ogni anno aggiunge valore alle sue tappe, creando una continua evoluzione in crescere, a livello di qualità e di divertimento. Vediamo qualche sorpresa per la stagione 2020.

Tra i vari cambiamenti della tornata di gare appena conclusa c’è stata l’ascesa al Monte Maddalena, che con il percorso completamente rivisto alla Granfondo Mtb Città di Brescia, ha soddisfatto proprio tutti e pertanto sarà punto fermo anche per la stagione 2020, e probabilmente per quelle a venire. Gli uomini della Mbo Bike Club poi hanno già le idee chiare su come farci divertire, e sicuramente qualche altra novità verrà fuori dal “vulcanico” Presidente Cesare Maffoni.

Nello scorso comunicato abbiamo fatto una piccola presentazione delle gare che ci aspetteranno nel 2020, ma non abbiamo parlato di tutti i cambiamenti che verranno adottati per farci trascorrere una stagione Brixia Adventure Mtb rinnovata e sempre più divertente.

Abbiamo parlato ad esempio della “new entry” D’Annunzio Bike, dicendo che la partenza sarà di fronte al Vittoriale D’Annunzio, ma non abbiamo detto del percorso, che vedrà nella parte alta tra Gardone Riviera e Salò uno stravolgimento, in modo che la parola “piatta” non si avvicini neanche lontanamente all’avventura che ci attende in casa di Stefano Schioppa.

Il chilometraggio di 41km con 1850m di dislivello culminerà con l’arrivo al campo sportivo di S. Michele. In occasione della concomitanza con il food festival di San Michele. Il “Village” legato alla gara verrà aperto già dal venerdì, e per tre giorni si susseguiranno spettacoli legati al mondo delle bici, con Bmx e trial.

 

Già da sabato pomeriggio sarà possibile la verifica tessere e ritirare il pacco gara, il tutto avrà il suo culmine nella giornata domenica, con la competizione ufficiale, che terminerà con un pasta party, all’interno del grande tendone di oltre 400mq, che ospiterà anche le premiazioni, garantendo così

la buona riuscita anche in caso di maltempo.

 

Anche Manuel Bacchetti ci racconta che a Pertica Bassa ci aspetta una 14^ “Sunset Bike – la Granfono delle Pertiche” rivisitata, parlando addirittura di “cambiamento radicale”! La curiosità è tanta, e non possiamo certo aspettare giugno 2020 per capire di cosa si tratti, così abbiamo chiesto una descrizione dei punti salienti del percorso che vedranno delle novità importanti.

Partenza, arrivo e chilometraggio saranno i medesimi della scorsa edizione, ed il dislivello si discosterà di poco. Non si farà più la lunga salita iniziale da 15 km, che anche se bellissima risultava essere un po’ monotona.

Si eviterà dunque la discesa che non piaceva, poiché su strada ghiaiosa molto veloce e quindi pericolosa. La gara è stata trasformata nel classico divertente “mangia & bevi”, spezzando la salita “incriminata” già al primo chilometro.

Per il resto sappiamo che il GPM sarà a 1.340m invece che a 1.600m. Ci siamo permessi di informarci per voi, e la domanda è stata: “E’ prevista una prova percorso?”. Crediamo proprio di essere stati accontentati, poiché Manuel Bacchetti ci ha promesso di darcene notizia a breve, e naturalmente non mancheremo di essere così indiscreti da darvene tempestivo avviso!

La campagna abbonamenti al circuito Brixia Adventure Mtb è nel vivo, e sottoscrivibile collegandosi al sito di Sms Sport, cliccando sul link delle iscrizioni. In alternativa, è possibile abbonarsi direttamente presso Eurocopy Sas, in Via Milano n. 60/c a Brescia, tel. 030320011, seguendo le istruzioni sul sito.

CALENDARIO BRIXIA ADVENTURE MTB 2020:

 

01.03.2020 – ENERGY MARATHON – ASD ADVENTURE TEAM TITICI – CARPENEDOLO (BS)

19.04.2020 – GRAN FONDO MTB CITTA’ di BRESCIA – ASD MBO bike club – BRESCIA (BS)

17.05.2020 – D’ANNUNZIO BIKE – GARDONE IN BIKE – GARDONE RIVIERA (BS)

07.06.2020 – SUNSET BIKE LA GRAN FONDO DELLE PERTICHE – ASD PERTICA BASSA – PERTICA BASSA (BS)

05.07.2020VALLE CAMONICA BIKENJOYASD ADVENTURE TEAM TITICI – BORNO (BS)     

06.09.2020 – SOPRAZOCCO BIKE – ASD MTB SOPRAZOCCO – SOPRAZOCCO di GAVARDO (BS)

04.10.2020 – TREMALZO BIKE RACE – PRO SPORT TREMOSINE – TREMOSINE (BS)       

Per tutte le prossime news Brixia Adventure Mtb 2020 vi aspetta sul sito e sulla pagina Facebook dedicati al circuito!

 

Trek Zerowind Mtb Challenge 2020, il calendario

Trek Zerowind Mtb Challenge 2020, le novità

Trek Zerowind Mtb Challenge 2020 presentato il calendario ed è già grande fermento dietro le quinte del circuito creato a misura di biker.

Trek Zerowind Mtb Challenge 2020

Trek Zerowind Mtb Challenge 2020

Il challenge riparte con importanti novità, le prime arrivano già da un calendario rivisitato. A breve il via ufficiale alle iscrizioni ed è già grande fermento dietro le quinte del circuito creato a misura di biker.
Il Trek Zerowind riscende in campo più carico e motivato che mai proponendo per il 2020 un calendario rivisitato che conta l’ingresso di una nuova prova senza però variare il numero complessivo delle tappe. Sette regine della mountain bike che da marzo a settembre, un po’ come tradizione, con il lancio di una sfida ambiziosa, daranno appuntamento a tutti i bikers veri che decideranno di misurarsi sui percorsi sterrati più rinomati d’Italia.
IL CALENDARIO 2020:

Il calendario del Trek Zerowind Mtb Challenge manterrà anche per il 2020 un ottimale equilibrio tra le prove ben distanziate tra loro, una al mese per facilitarne la partecipazione eccezione fatta per marzo, dove le competizioni saranno due per una partenza a briglie sciolte. L’obiettivo del circuito rimane dunque una costante che si concretizza nel riconfermarsi ancora una volta al panorama nazionale delle ruote grosse appagando tutti i partecipanti, anche i più esigenti ed ambiziosi che vogliono emergere senza però trascurare chi vorrà pedalare immerso nella natura senza stress da cronometro.
Ma quale sarà la nuova prova che prima non c’era? E’ un evento toscano, nel 2020 spegnerà la sua ventinovesima candelina e teatro dell’evento sarà il territorio che fa parte della Montagnola Senese. Si, avete capito bene, stiamo parlando della “Granfondo di Monteriggioni” che si celebrerà il 15 marzo e per la prossima edizione presenterà alcune piccole novità riguardo al percorso, per renderlo ancora più divertente e sicuro.
Inutile ricordare che teatro di ogni singolo evento marchiato Trek Zerowind Mtb Challenge, saranno scenari mozzafiato dove i protagonisti sarete solo voi, ma questo, come già risaputo, è un’altra concreta certezza. Non perdete altro tempo, cerchiate in rosso sul vostro calendario questi appuntamenti e regalatevi una stagione da sogno…
08-03-2020 South Garda Bike Medole (Mn)
15-03-2020 Castello di Monteriggioni Monterigioni (Si)
05-04-2020 MTB Garda Marathon Garda (Vr)
24-05-2020 Da Piazza a Piazza Prato (Po)
14-06-2020 100 km dei Forti Lavarone (Tn)
05-07-2020 Assietta Legend Sestriere (To)
06-09-2020 Marathon Bike della Brianza Casatenovo (Lc)

Lo staff del Trek-Zerowind che ritornerà nei prossimi giorni con importanti novità, augura a tutti buone pedalate. Non sono ancora state svelate tutte le novità per la prossima stagione ma abbiamo la convinzione che in cantiere, anche quest’anno, c’è qualcosa che racconta di adrenalina, fatica, sudore, vittorie, sconfitte e soprattutto emozioni. Rimanete collegati e seguiteci sulla pagina Facebook ed Instagram #trekzerowindoffroadchallenge.

FONTE COMUNICATO STAMPA

Pidcock il World Tour può attendere

Pidcock per ora non passa nel WorldTour

Pidcock ventenne britannico in forza al Team Trinity per il 2020 prevede di non passare al World Tour per concentrarsi su cross e MTB 

Thomas Pidcock (fonte pagina twitter)

Thomas Pidcock (fonte pagina twitter)

Pidcock, uno dei nomi più interessanti del ciclismo del futuro non passerà in una formazione del Woirld Tour nel 2020. Il britannico è una star multidisciplinare, giovane, sfacciato, forte e veloce con addosso gli occhi di tutti i tecnici del mondo ma, coraggiosamente, preferisce attendere il salto tra “i grandi”.

I suoi programmi per il 2020 non prevedono un contratto che lo vincoli alle corse su strada è troppa la sua voglia di pedalare e spaziare tra l’asfalto, la ghiaia e il fango della mountain bike.

In una intervista rilasciata a VeloNews, Thomas Pidcock ha lasciato intendere di sentirsi libero di valutare con calma il suo futuro: “vediamo come va la prossima stagione, non ho fretta di seguire una direzione unica o di entrare a tutti i costi nel World Tour”.

Il nome di Pidcock (in forza al Team Trinity) oltre Manica è uno di quelli che fa sognare e a breve, ne siamo certi, sarà in grado di infuocare il tifo degli amanti del ciclismo su strada. Le sue vittorie più prestigiose come il titolo campione del mondo cross U23, la medaglia di bronzo sui mondi stradali U23 e la conquista della Parigi-Roubaix U23 lo hanno fatto diventare il desiderio proibito di tutti i team professionistici.

Designato da molti come il successore di Chris Froome e Geraint Thomas ha l’età dalla sua parte che gli consente di poter fare delle “scelte artistiche” o, se vogliamo, di piacere puro. Un po’ come Peter Sagan che pedala per il piacere di farlo anche Tom non vuole precludersi il piacere di fare MTB o ciclocross cosa che spesso è ardua se si fa parte di una formazione del WorldTour.

“Ho avuto interesse dai team WorldTour ma penso che che essere flessibile e provare cose diverse da giovane mi permetta di diventare un pilota migliore a lungo termine” spiega Pidcock e sinceramente non possiamo che concordare con la sua visione.

 

Pidcock ha chiuso solamente ottavo ai Campionati Europei di Silvelle 2019 vinti da Van der Poel dopo aver battuto Eli Iserbyt nei campionati mondiali di cross U23 a febbraio 2019; “Mi sentivo le gambe morte e non mi sentivo me stesso. Non ero proprio brillante ma visto le sensazioni sono comunque soddisfatto” ha spiegato l’inglese.

Pidcock, originario dello Yorkshire dove si sono corsi i Mondiali 2019, è figlio di due appassionati ciclisti e all’età di 10 anni aveva già maturato l’idea di diventare un ciclista professionista e di cimentarsi in più discipline. Ed è proprio l’anima multidisciplinare ad averlo spinto a correre per il team Trinity.

“Van der Poel e Wout van Aert sono certamente dei modelli a cui mi ispiro e che mi danno la certezza che è possibile correre ai massimi livelli al WorldTour e ai vertici del ciclocross” ha concluso Tom Pidcock.

Comunque vada la stagione 2020 di Pidcock, un suggerimento agli appassionati, ricordatevi il suo nome perché nel 2021 sarà tra i grandi a dar spettacolo. Non dite che non vi abbiamo avvisato.

 

Gaerne G.ICE STORM GORETEX

Gaerne G.ICE Storm Gorotex in caso di pioggia

Gaerne G.ICE Storm GoreTex la scarpa per MTB ideale in condizioni climatiche rigide o con la pioggia

 Gaerne G.ICE Storm GoreTex

Gaerne G.ICE Storm GoreTex

Tomaia: abbina la microfibra G.active airflow ad alta traspirabilità, alla membrana Gore-Tex® Duratherm® . Questa combinazione offre traspirabilità, impermeabilità, isolamento termico anche nelle condizioni di freddo più intenso. Collarino elasticizzato in Gore-Tex Rattler®, tirante posteriore per facilitare la calzata e inserti reflex per aumentare la sicurezza in condizioni di visibilità ridotta. Rinforzi anti abrasione nelle zone della punta e laterali.

Intersuola altamente isolante, con l’aggiunta di alluminio termo riflettente, è posta tra la suola e la tomaia e crea una barriera termica, consentendo al piede di rimanere caldo e asciutto.

Tallone anti scalzante e anatomico

Sistema di chiusura con rotore BOA IP-1 per una chiusura precisa, veloce e uniforme su tutta l’area frontale della calzatura.

Suoletta interna anatomica con supporto nella zona tarsale per garantire comfort ed efficienza nella pedalata.

GAERNE MTB 2DENSITY SOLE 7.0: Dal Centro Ricerca e Sviluppo Gaerne nasce “MTB 2DENSITY SOLE 7.0”  una suola progettata appositamente per la MTB. La struttura è realizzata in nylon e fibra di vetro, che la rendono resistente, leggera e sottile. Il battistrada è disegnato per garantire il massimo dell’aderenza, della stabilità e un’ottima resistenza su ogni tipo di terreno. Due alloggiamenti nella punta, predisposti per l’inserimento dei tacchetti avvitabili consentono di migliorare la presa sui terreni sterrati e fangosi.

FONTE COMUNICATO STAMPA

 

Jenny Rissveds ambassador per Val di Sole

Jenny Rissveds un’ambassador a cinque cerchi

 

La Campionessa Olimpica di Rio 2016 è tornata in gara dopo due anni difficili con il suo nuovo “Team 31”: “Il nostro obiettivo è ispirare i giovani ad una vita più salutare. Voglio che quello che faccio significhi di più del semplice risultato”

Jenny Rissveds
Photo: La Campionessa Olimpica 2016 Jenny Rissveds con la maglia del suo Team 31 (Credits: Joakim Rissveds/Team 31) 

Quando nel 2016 conquistò l’oro olimpico del Cross Country a soli 22 anni, sembrava che nulla potesse mancare nella vita di Jenny Rissveds. A volte, però, i tracciati dello sport e della vita affrontano traiettorie diverse.

Per Jenny, il più grande traguardo della vita di uno sportivo ha aperto la fase più dura della sua esistenza. La svedese, ora 25enne, ha sofferto la pressione legata all’essere diventata, improvvisamente, il nome ed il volto più in vista della mountain bike al femminile. Ha iniziato a non sopportare più lo sport che amava, e ha scelto di fare un passo indietro per riscoprire sé stessa.

Nel 2019, il mondo della Mountain Bike e la Mercedes-Benz UCI Mountain Bike World Cup hanno finalmente riabbracciato Jenny Rissveds, con una squadra ed una mentalità tutte nuove. Ci sarà anche lei sulla linea di partenza della prova di Cross Country in programma Domenica 4 Agosto in Val di Sole. Il programma dell’evento si aprirà Venerdì 2 Agosto con il Cross Country Short Track e i Campionati del Mondo di 4Cross, mentre Sabato 3 Agosto toccherà alle prove di Coppa del Mondo di Downhill e ad Electric Snake, la prima gara short track eMTB inserita nel programma del weekend di Val di Sole.

Adesso mi godo la MTB in modo diverso,” ha spiegato Rissveds. “Questi due anni vissuti diversamente, con tanto tempo per pensare, hanno cambiato la mia visione sul nostro sport, ma anche sulla vita in generale. Adesso credo di riuscire a godermi tutto più di quanto non facessi prima, proprio perché comprendo meglio la prospettiva d’insieme.

Dopo essere tornata nella top-10 di Coppa del Mondo a Nove Mesto, Jenny è attesa fra le protagoniste in Val di Sole, dove riuscì a vincere fra le Under 23 nella stagione 2015. “In Val di Sole mi concentrerò soprattutto sul mio ritmo, e mettere in atto la strategia convenuta con la mia squadra, più che su un risultato nello specifico. Personalmente preferisco i percorsi naturali, ed è proprio per questo che amo Val di Sole. L’atmosfera è fantastica, come anche l’area circostante. In più, già non vedo l’ora di fare un bagno gelido nel fiume Noce, che scorre proprio vicino all’area di gara!

Il ritorno di Rissveds nel mondo della MTB è stato accompagnato da un nuovo progetto, tutto suo, che guarda al di là dello sport. “Il Team 31 vuole creare consapevolezza ed ispirare i giovani verso una vita attiva, più salutare e – in generale – migliore. Si basa sull’articolo 31 della Convenzione dei Diritti dei Minori, che tratta del diritto dei più giovani di svagarsi e divertirsi, di essere coinvolti in attività ricreative adatte alla loro età, e di partecipare liberamente alla vita culturale e all’esercizio delle arti. Voglio che quello che faccio ogni giorno abbia un significato più grande del semplice risultato.

Ampliando la prospettiva, Jenny ha trovato il lato positivo dell’essere una Campionessa Olimpica: poter diventare la formidabile ambasciatrice di una causa per cui valga la pena impegnarsi. “Sento di avere finalmente una motivazione per scendere dal letto, e godermi la vita e lo sport in un modo diverso. Qualcosa che spero possa crescere, ed io con essa. E spero di trasmettere agli altri qualcosa di tutto questo.

Generosità è la parola d’ordine di un altro progetto che sta contribuendo all’organizzazione dell’evento in Val di Sole. “Operazione Mato Grosso” è un’associazione di giovani trentini che spontaneamente si impegnano in attività manuali con lo scopo di devolvere il ricavato del loro lavoro a chi ne ha più bisogno. Un gruppo di ragazzi dell’associazione sta lavorando con il team di Grandi Eventi Val di Sole nella pulizia e la preparazione dei percorsi di gara. Un’altra associazione benefica, Volo Libero, sarà incaricata di gestire un punto catering alla partenza del tracciato di Downhill, di cui devolverà il ricavato in beneficienza.

Come nel caso del Team 31: lo sport è solo l’inizio della storia.

Jenny Rissveds

Photo: Jenny Rissveds (al centro) sul gradino più alto del podio nella gara di Cross Country Under 23 femminile in Val di Sole nel 2015 (Credits: Andrea Ziliani) – 
FONTE COMUNICATO STAMPA

L’Europa a Pila con downhill e XCO da luglio ad agosto 2019

L’EUROPA A PILA CON DOWNHILL E XCO

L’Europa a Pila per l’IXS European Downhill Cup (25-29 luglio) e Campionato Europeo Giovanile XCO (20-24 agosto).
Campionato Italiano DH 2018 a Pila

Pila riapre le braccia agli atleti da tutta Europa con due manifestazioni che ne segnano il carattere internazionale durante luglio e agosto 2019: IXS European Downhill Cup (25-29 luglio) e Campionato Europeo Giovanile XCO (20-24 agosto).

Il paradiso della mountain bike torna ad essere teatro di grandi manifestazioni agonistiche di respiro internazionale: la sua anima downhill verrà celebrata a luglio con una tappa del circuito IXS European Downhill Cup, che torna a Pila dopo 5 anni, mentre ad agosto il nuovo circuito XCO sarà sede del Campionato Europeo Giovanile UEC, quest’anno in categoria 13/16 anni. Pila è legata alle ruote grasse dagli anni ’90, con importanti competizioni sportive che hanno visto i più grandi campioni di mountain bike sfidarsi tra le sue vette, da Paola Pezzo a Gery Kerschbaumer per il cross country, da Lorenzo Suding a Manuel Gruber nella disciplina downhill.

L’IXS European Downhill Cup, istituito nel 2008, è diventato il circuito più importante dopo la Coppa del Mondo. Pila avrà l’onore di ospitare la tappa nei giorni dal 25 al 29 luglio sul collaudato percorso già tracciato della Coppa del Mondo nel 2005. Questa tappa di Coppa Europa è già stata ospitata da Pila per 5 edizioni consecutive, dal 2010 al 2014, rendendo il bike park “Pila Bikeland” talmente apprezzato a livello europeo da essere tutt’ora meta per tanti agonisti e appassionati di downhill provenienti da diverse nazioni europee. All’IXS European Downhill Cup 2019 parteciperanno circa 400 atleti provenienti da 20 nazioni diverse, portando con sé i propri team di tecnici meccanici e accompagnatori, per un totale di presenze che supererà le 1500 persone durante i giorni della manifestazione.

Dopo il grande debutto del nuovo anello di cross country di Pila, omologato per competizioni XCO, la location si conferma terreno di gara internazionale anche per il 2019, con il Campionato Europeo Giovanile UEC (UEC Mountain Bike Youth European Championships), che si svolgerà dal 20 al 25 agosto sui 4,5 km circa di percorso costellato da ostacoli di vario tipo, con 111 mt di dislivello positivo. Il Campionato Europeo Giovanile è una manifestazione nata in Austria diversi anni or sono, inserita lo scorso anno nel circuito dell’Unione Europea del Ciclismo per il livello agonistico di categoria 13/16 anni. L’evento rientra anche nel calendario gare FCI ed è già stato ospitato a Pila nel 2018, in categoria U23. Per quest’anno sono attesi circa 600 concorrenti, per un totale di 2500 presenze complessive tra pubblico e addetti ai lavori. Al Campionato Europeo Giovanile parteciperanno infatti 170 squadre, incluse le Nazionali, provenienti da Austria, Belgio, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Gran Bretagna, Israele, Italia, Liechtenstein, Norvegia, Polonia, Repubblica Ceca, Russia, Slovenia, Svezia, Svizzera, Turchia. In occasione dei Campionati Europei, da martedì 21 a sabato 24 agosto, la telecabina Aosta-Pila sarà in funzione, con orario continuato, dalle ore 8:00 alle ore 18:00.

FONTE COMUNICATO STAMPA