“Disegna la maglia dei campioni” di Alé Cycling e Movistar Team

“Disegna la maglia dei campioni”, contest benefico

Alé, il celebre brand veronese di abbigliamento ciclistico di alta gamma e la squadra World Tour Movistar Team, lanciano il progetto “Disegna la maglia dei campioni”.

 

Disegna la maglia dei campioni

Disegna la maglia dei campioni

Il ciclismo ci ha insegnato a non mollare mai, a cadere e risollevarsi, ad alzarci sui pedali anche quando la salita sembra infinita e non sentiamo più energie. Ci ha insegnato, che se i compagni sono in difficoltà, una spinta sulla schiena è l’aiuto più gradito, soprattutto se la pendenza è impervia e la cima sembra lontana.

Alé Cycling e Movistar Team hanno pensato a come dare questa spinta, metaforicamente parlando ovviamente: l’idea che ne è scaturita è simpatica e si adatta a questi tempi di quarantena. Siamo tutti a casa e la voglia di pedalare è tanta, allora, perché non dare, virtualmente, sfogo all’energie?

Alé e Movistar Team invitano tutti gli appassionati a disegnare una maglia speciale: la maglia ufficiale del Movistar Team, un pezzo unico che sarà indossato dalla squadra durante la prima gara UCI in calendario dopo la fine della quarantena.

Dopo l’evento, con la firma di tutti gli atleti del team, le maglie della squadra saranno messe all’asta e l’intero ricavato sarà devoluto per aiutare chi, ogni giorno, lotta contro questa emergenza: Croce Rossa (da parte di Movistar Team) e Protezione Civile italiana (da parte di Alé).

Il contest è aperto a tutti e si svolgerà dal 13 aprile al 26 aprile 2020. Verrà promosso tramite i social di Alé e della squadra. Per unirsi all’iniziativa basterà andare sul sito di Alé è scaricare il cartamodello, colorarlo avendo cura di non coprire o colorare i loghi presenti, condividere il proprio lavoro in un post (hashtag #SeguimosConectados e “tag” @Alecyclingofficial @movistar_team).

La votazione per scegliere la maglia più bella avverrà in due fasi differenti. Nella prima fase verranno scelte, a insindacabile giudizio degli stilisti Alé e dei designer del Movistar Team, una prima tranche di 6 maglie; nella seconda fase le sei maglie saranno pubblicate sui profili Instagram di Alé Cycling e Movistar Team e tutti potranno votare il vincitore

La maglia con più voti sarà quella vincente è sarà pubblicata sui canali social @Alecyclingofficial e @movistar_team con l’indicazione del nome del vincitore, che ne riceverà una in premio.

 

Il cartamodello è scaricabile qui https://www.alecycling.com/seguimos-conectados-ale

ALE’ e Movistar Team svelano la maglia 2020

ALE’ e Movistar Team: la nuova maglia

In occasione della presentazione ufficiale del team World Tour spagnolo a Madrid, svelata la maglia che la squadra indosserà nella prossima stagione.

Alla presentazione ufficiale del Movistar Team, nell’auditorium di Telefónica il 19 dicembre 2019, si svela anche ufficialmente la maglia che Alé ha disegnato per la prestigiosa compagine World Tour spagnola.

Per il Movistar Team, Alé mette a disposizione l’enorme savoir-faire tecnico e la sua grande expertise tessile, proponendo capi elaborati, che ai fit specificamente racing abbinano materiali leggeri, super funzionali, studiati per supportare l’atleta negli obbiettivi di performance.

La linea da cui deriva la nuova divisa del Movistar Team è la PRR, un classico dell’offerta custom Alé sviluppata insieme ai ciclisti professionisti: caratterizzata da tecnologie e tessuti all’avanguardia, da uno studio attento, anche nei minimi dettagli, della vestibilità del capo e della sua ergonomia, nasce per garantire comfort e facilità di movimento. La maglia Movistar Team offre, infatti, grande leggerezza e traspirabilità, con maniche allungate e taglio vivo, per una vestibilità aderente ed aerodinamica.

La grafica della nuova divisa del Movistar Team richiama i colori istituzionali e ormai noti della squadra: l’azzurro è la base, con il bianco che sottolinea i loghi e il blu navy che, grazie al motivo sottile di piccoli punti, struttura la maglia, pur mantenendo una rigorosa eleganza d’insieme.

Particolare attenzione è stata data al pantaloncino abbinato, realizzato con tessuti che offrono ottimo supporto muscolare, con un elastico fondo gamba confortevole e non costrittivo. Il tessuto calandrato dei cavalli permette una migliore stabilità sulla sella. Il fondello è di produzione Alé, ed è il modello 4H in microfibra elastica, con schiume di 8 mm di spessore, strategicamente posizionate nei punti di maggior contatto con la sella.

Alessia Piccolo, Amministratore Delegato di APG, l’azienda che fa capo ad Alé, ha commentato: “Per il Movistar Team abbiamo sviluppato capi molto tecnici, estremamente performanti e che utilizzano il top della tecnologia tessile oggi disponibile. La partnership con la squadra sarà propedeutica alla sperimentazione ed allo scambio di feedback. Vogliamo poter offrire a tutti gli appassionati dei nostri prodotti i benefit di un capo messo a punto per un team di tale caratura”.

Juan Pablo Molinero, CMO del Movistar Team: “Grazie alla collaborazione con Alé, il Movistar Team fa un passo avanti nella sua strategia globale. Stile e funzionalità sono nel DNA di Alé, un vero partner globale, che ci aiuterà a comunicare i nostri valori in tutto il mondo. Alé è un marchio che piace. Insieme trasformeremo il nostro outfit da competizione in un bene sportivo, elegante e di tendenza. È il nostro partner perfetto!”.

Richard Carapaz conquista Tappa e Maglia Rosa

Richard Carapaz vince la tappa e si prende la maglia

Richard Carapaz del Team Movistar ha vinto la Tappa 14 del Giro d’Italia ed è la nuova Maglia Rosa

Richard Carapaz

Richard Carapaz

Richard Carapaz (Movistar Team) si è imposto in solitaria sul traguardo di Courmayeur dopo aver attaccato sul Colle San Carlo e aver progressivamente incrementato il vantaggio sugli inseguitori fino a cogliere il suo secondo successo in questo Giro d’Italia. L’ecuadoriano è la nuova Maglia Rosa e comanda la Classifica Generale con un vantaggio di 7″ su Primoz Roglic (Team Jumbo-Visma) e 1’54” su Vincenzo Nibali. Secondo di giornata Simon Yates (Mitchelton-Scott) a 1’32” ha preceduto Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida) a 1’54”, arrivato insieme a Roglic, Landa, Lopez, Sivakov e Majka.

LE PILLOLE STATISTICHE

  • Terza vittoria di tappa al Giro per Richard Carapaz dopo Montevergine di Mercogliano l’anno scorso e Frascati quest’anno. È l’unico ecuadoriano ad aver vinto una frazione della Corsa Rosa.
  • L’Ecuador è la 27esima nazione ad indossare la Maglia Rosa nella storia del Giro.
  • Il 25 maggio di 40 anni fa, Giuseppe Saronni indossò la sua prima maglia Rosa al termine dell’8a tappa di quel Giro e non la lasciò fino al traguardo finale di Milano. Evgueni Berzin il 25 maggio 1994 vinse la Montesilvano-Campitello Matese (4a tappa), indossò la maglia Rosa e la portò fino a Milano. Il due volte vincitore del Giro, Alberto Contador, indossò la sua prima Maglia Rosa a Passo Fedaia il 25 maggio 2008, portandola fino al traguardo finale di Milano. Il 25 maggio dell’anno scorso Chris Froome attaccò sullo sterrato del Colle delle Finestre: giunse al traguardo con 3 minuti sugli inseguitori ed indossò la Maglia Rosa, che conservò fino al finale di Roma.

DATI MONITORATI 
I dati forniti da Velon raccontano la tappa attraverso dati dispositivi per il monitoraggio in tempo reale. I dati sono disponibili a questo link.

RISULTATO FINALE
1 – Richard Carapaz (Movistar Team) – 131 km in 4h02’23”, media 32,427 km/h
2 – Simon Yates (Mitchelton – Scott) a 1’32”
3 – Vincenzo Nibali (Bahrain – Merida) a 1’54”

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – Richard Carapaz (Movistar Team)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo – Arnaud Demare (Groupama – FDJ)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Giulio Ciccone (Trek – Segafredo)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin – Pavel Sivakov (Team INEOS)

CLASSIFICA GENERALE
1 – Richard Carapaz (Movistar Team)
2 – Primoz Roglic (Team Jumbo – Visma) at 7″
3 – Vincenzo Nibali (Bahrain – Merida) at 1’47”
4 – Rafal Majka (Bora – Hansgrohe) at 2’10”
5 – Mikel Landa Meana (Movistar Team) at 2’50”
6 – Bauke Mollema (Trek – Segafredo) at 2’58”
7 – Jan Polanc (UAE Team Emirates) at 3’29”
8 – Pavel Sivakov (Team INEOS) at 4’55”
9 – Simon Yates (Mitchelton – Scott) at 5’28”
10 – Miguel Angel Lopez (Astana Pro Team) at 5’30”

CONFERENZA STAMPA
Il vincitore di tappa e nuova Maglia Rosa Richard Carapaz ha dichiarato: “Con Mikel Landa avevamo due carte da giocare. Entrambi stavamo bene, poi verso il finale Mikel era un po’ stanco e allora è toccato a me provare ad attaccare e cogliere il momento migliore. A 25 km dal traguardo abbiamo capito che la Maglia Rosa era alla nostra portata ma prima dovevo fare una buona discesa e poi affrontare a tutta l’ultimo tratto in salita. La Maglia Rosa è stata il mio sogno da quando ho iniziato ad avvicinarmi al ciclismo: avevo circa15 anni e guardavo il Giro sul cellulare. Questa Maglia è dedicata a tutto il popolo ecuadoriano e continuo a inseguire il sogno…

FONTE COMUNICATO STAMPA

Vuelta Asturias, Carapaz stacca tutti

Vuelta Asturias, Carapaz nuovo leader della generale

Vuelta Asturias, Richard Carapaz del Movistar Team conquista la prima vittoria con la maglia del team e diventa leader della generale

Vuelta Asturias

Vuelta Asturias

Vuelta Asturias, giornata nebbiosa segnata dalla pioggia battente che premia la tenacia del corridore del Movistar Team Richard Carapaz che conquista la prima vittoria con la maglia del team andalusi.

Lo scalatore ecuadoriano, che farà parte della selezione dei navarri per il Giro d’Italia, ha dominato la seconda tappa della Vuelta Asturias tra Soto de Ribera e l’Alto de Acebo, alle sue spalle ecco un altro corridore ecuadoriano Jonathan Caicedo (Medellin), che conferma la seconda piazza ottenuta ieri con un distacco di 42 secondi.

Terzo a 50″ Rubén Fernández (Movistar Team), che ha preceduto l’esperto colombiano Robinson Chalapud (Medellin). Seguono Antonio Pedrero (Movistar Team) a 1’05”, l’australiano Nathan Earle (Israel Cycling Academy) a 1’07”, Sergio Pardilla (Caja Rural-Seguros RGA) a 1’25”, i portoghesi Ricardo Mestre (W52-FC Porto) e Joaquim Silva (Caja Rural-Seguros RGA), così come il russo Dmitry Strakhov (Lokosphinx) a 1’34”.

Proprio quest’ultimo vestiva la maglia di capoclassifica, che deve però essere ceduta a Carapaz. Domani la chiusura con la Cangas del Narcea-Oviedo di 118.6 km, con un andamento ondulato soprattutto nella seconda parte.

Movistar Team 2018: presentazione team

Movistar Team 2018: ecco la squadra

Movistar Team 2018 è tutto orientato ai grandi giri con il trio delle meraviglie Nairo Quintana, Alejandro Valverde e l’ultimo arrivato Mikel Landa

Movistar Team 2018

Movistar Team 2018

Movistar Team 2018 ha nei grandi giri il suo obiettivo primario ed è ricca di uomini volti a questo scopo. Nairo Quintana tornerà a concentrarsi sul Tour de France ma dovrà stare attento anche alla  concorrenza interna della new entry Mikel Landa. Sarà compito di Unzuè gestire i due galletti nel pollaio. Non va dimenticato il ruolo di Alejandro Valverde che è ancora in grado di puntare a un podio nei grandi giri.

Accanto ai tre campioni una pattuglia di gregari di primo piano come Marc Soler (che può essere una interessante carta per il futuro) Jaime RosónAndrey AmadorEduardo Sepúlveda e Rafael Valls

José Joaquín Rojas è uno dei pochi velocisti in organico ma con il passare degli anni si lancia sempre meno negli sprint a ranghi compatti; l’alternativa è Carlos Barbero che però predilige gli arrivi con una lieve percentuale di pendenza a discapito delle volatone a gruppo compatto.

Daniele Bennati che potrebbe cercare un risultato nelle classiche del pavé anche se sarà impegnato a seguire i capitani ai grandi giri.

Per le classiche tutto ruota attorno al nome di Alejandro Valverde che deve testare la sua condizione dopo il pesante infortunio dello scorso Tour de France: se è il recupero è completo sarà lui l’uomo da battere sulle Ardenne. Valverde ha chiaramente buttato l’occhio sul Mondiale di Innsbruck e il suo programma stagionale inevitabilmente sarà incentrato sull’evento iridato.

Attenzione anche a Richard Carapaz, 2° a Larciano lo scorso anno, che potrebbe giocarsi qualche jolly nelle gare di un giorno.

Movistar Team 2018: La rosa

Andrey Amador (Crc, 1986), Winner Anacona (Col, 1988), Jorge Arcas (Spa, 1992), Carlos Barbero (Spa, 1991), Daniele Bennati (Ita, 1980), Carlos Betancur (Col, 1989), Nuno Bico (Por, 1994), Richard Carapaz (Ecu, 1993), Hector Carretero (Spa, 1995), Jaime Castrillo (Spa, 1996), Victor De la Parte (Spa, 1986), Imanol Erviti (Spa, 1983), Rubén Fernández (Spa, 1991), Mikel Landa (Spa, 1989), Nelson Oliveira (Por, 1989), Antonio Pedrero (Spa, 1991), Dayer Quintana (Col, 1992), Nairo Quintana (Col, 1990), José Joaquín Rojas (Spa, 1985), Jaime Rosón (Spa, 1993), Eduardo Sepúlveda (Arg, 1991), Marc Soler (Spa, 1993), Jasha Sütterlin (Ger, 1992), Rafael Valls (Spa, 1987), Alejandro Valverde (Spa, 1980)