Il pizzaiolo Zamparella sforna il trionfo

Il pizzaiolo Zamparella dal forno al trionfo

Il pizzaiolo Zamparella

Il pizzaiolo Zamparella

Il pizzaiolo Zamparella bette il nazionale Diego Ulissi. Abbiamo parlato del risultato a sorpresa del 14esimo Memoria Marco Pantani. E’ stata una gara davvero gagliarda quella del portacolori della Amore & Vita -Selle SMP che si è sciroppato 145 km di fuga coronata con una tanto bella quanto insperata vittoria. Una settimana prima, in Canada, Diego Ulissi si prendeva la soddisfazione di battere in volata niente meno che il Campione del Mondo Peter Sagan e il Campione Olimpico Greg Van Avermaet. E mentre al di là dell’Oceano Atlantico il buon Diego alzava le braccia al cielo cosa faceva Marzo Zamparella?

Udite, udite, Marco Zamparella sfornava pizze! Si avete capito bene sfornava pizze. Una storia stupenda che ci fa piacere raccontare. Il mondo del ciclismo ha le sue luci ma anche le zone meno note. E il corridore classe 1987 all’arrivo ha raccontato la sua storia: “Non posso vivere solo col ciclismo e quindi oltre alle corse, quelle alle quali la nostra squadra riesce a partecipare, tiro avanti facendo le pizze a San Miniato” ha detto il toscano a fine corsa.

Bravo Marco, l’altro Marco dall’alto, sarà fiero della tua energia!

 

Marco Zamparella vince il Pantani

Marco Zamparella colpo a sorpresa al Pantani

Marco Zamparella

Marco Zamparella vince il Memorial Pantani

Marco Zamparella è  il vincitore a sorpresa del Memorial Pantani valido per la Ciclismo Cup. L’atleta dalla Amore & Vita – Selle SMP ha tagliato per primo il traguardo davanti ad un Diego Ulissi in forma mondiale il che rende ancor più memorabile l’impresa de “Il poeta” (cosi soprannominato per la passione per la poesia).

Dopo una quindicina di chilometri a ranghi compatti, iniziano gli attacchi di vari atleti senza che il gruppo dia il “via libera” alla fuga; bisogna arrivare al cinquantesimo chilometro di corsa perché parta una fuga. Sono due i corridori che riescono ad allungare. Sebastian Schonberger della Tirol Cycling e Marco Zamparella della Amore & Vita – Selle SMP.

I fuggitivi raggiungono anche i cinque minuti di vantaggio sul gruppo degli inseguitori poi la nazionale italiana prende in mano le operazioni per completare il ricongiungimento. Il distacco si abbassa lievemente e sulla salita di  Montevecchio la  coppia della Androni-Sidermec Mattia Cattaneo ed Egan Bernal, affiancata dall’azzurro Diego Ulissi va prima a riprendere e staccare l’austriaco Schonberger, poi va a riportarsi su Zamparella, formando un quartetto in testa alla gara.

 

Ai meno cinque chilometri dal traguardo il gruppo è ancora a oltre un minuto dai primi, è evidente che sarà volata a ranghi ristretti. Parte la volata e a sorpresa ad imporsi è assolutamente l’outsider del gruppetto: vince Marco Zamparella e trionfa, dunque, davanti a Diego Ulissi, che può ritenersi soddisfatto della sua condizione prima della partenza per Bergen, terza e quarta piazza per  Bernal e Cattaneo che consentono alla Androni di mantenere la testa della Ciclismo Cup.