Jugo-bike di Lorenzo Gambetta per Infinito Edizioni

Jugo-bike. In bicicletta in Bosnia, Croazia e Serbia: recensione

Jugo-bike. In bicicletta in Bosnia, Croazia e Serbia è il racconto di un viaggio in bicicletta  che Lorenzo Gambetta ha voluto narrare nel suo libro uscito per Infinito Edizioni.

Jugo-bike

Jugo-bike

Jugo-bike. In bicicletta in Bosnia, Croazia e Serbia è il racconto di un viaggio in bicicletta, un viaggio “antico” e lento che Lorenzo Gambetta ha voluto narrare nel suo libro uscito per Infinito Edizioni.

Un viaggio tra la Mitteleuropa e il vicino oriente passando per Belgrado, Sarajevo e Zagabria attraverso paesaggi e usi diversi. Tra locande, campanili, cascate e villaggi rurali le ruote della bicicletta scorrono sulla strada come le pagine del libro scorrono tra le mani del lettore.

Jugo-bike è una storia di cultura, di religione e lingue che si intrecciano di strade polverose e sconosciute. La bicicletta, strumento “umile” e “popolare” per definizione, è lo strumento ideale per scoprire volti, conoscere storie, sentire profumi nell’arie e raccogliere racconti.

Come dice Marco Pastonesi nella sua prefazione al libro: “Lorenzo Gambetta è un pronipote di Bertarelli, Toti e Guareschi, ha trasformato le pedivelle in tasti, le pedalate in parole, i chilometri in pagine”

Jugo-bike. In bicicletta in Bosnia, Croazia e Serbia è un libro assolutamente gradevole e scorrevole, uno spunto per chi vuole uscire dalla “sedentarietà” e approcciare il viaggiare con una nuova ottica: niente corsa, niente aereo solo libertà e voglia di scoprire il mondo.

Lorenzo Gambetta (Morbegno, Valtellina, 1981), laureato in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Milano, dopo aver svolto per tre anni la professione di praticante avvocato è entrato nel mondo del lavoro. Ha sempre avuto due grandi passioni: la bicicletta e i viaggi, connubio che ha trovato sbocco nel viaggio narrato in questo libro e in altri ancora, in giro per l’Europa. Da sempre appassionato del mondo balcanico, ha iniziato a viaggiare in quei luoghi in lungo e in largo in bicicletta, compagna ideale per quella dimensione del viaggio che ha sempre cercato. E ha trovato.

 

Dodici Secondi recensione del libro

Dodici Secondi: il distacco di Baronchelli, il libro

Dodici Secondi. Quei dodici infiniti secondi che lo separarono da Eddy Merckx nel Giro d’Italia 1974 dopo 4001 km e oltre 113 ore di corsa raccontati in uno splendido libro

Dodici Secondi

Dodici Secondi

Dodici Secondi di Gian Carlo Iannella è uno splendido libro sulla storia di Baronchelli. Gibì ha abbandonato il gruppo quasi trent’anni fa con un’ingiusta etichetta di eterno incompiuto. Etichetta assolutamente non corretta se si considerano le 93 vittorie in carriera, i sei Giri dell’Appennino consecutivamente conquistati, roba da ciclismo di altri tempi.

GBB è sempre stato un grande esempio di professionalità e di umanità che il mondo del ciclismo non dimenticherà facilmente. Il libro ripercorre i momenti salienti della carriera del Tista attraverso i suoi racconti delle corse e della sua vita GiBì Baronchelli: vittorie conquistate e sfiorate, fughe felici e sfortunate, compagni amici e nemici. La sua vita, le sue storie, le sue parole. Tutto racchiuso in un libro di Gian-Carlo Iannella con la prefazione di Marco Pastonesi, Lyasis Edizioni.

Un libro che risulta assolutamente scorrevole con una piacevole raccolta di fotografie e articoli di giornale fedelmente riportati con i dovuti segni del tempo

 

Chi volesse assistere alla presentazione del Libro “Gibì Baronchelli. Dodici secondi” può assistere agli incontri:

MERCOLEDÌ 14 MARZO ore 19:00
Negozio Rossignoli
Corso Garibaldi 65-71 – Milano 

GIOVEDÌ 15 MARZO ore 21:00 
Casa del Giovane
Via Gavazzeni, 13 – Bergamo 

VENERDÌ 16 MARZO ore 21:00 
Biblioteca di Verano
Via N. Sauro, 36 – Verano Brianza (MB)