Torna la Coppa del Mondo di XCO

Torna la Coppa del Mondo di XCO, live da Albstadt

Torna la Coppa del Mondo di XCO, live da Albstadt a la Mercedes Benz UCI World Cup XCO su Red Bull TV

Dopo il combattuto esordio a Maribor della Coppa del mondo di DH a fine aprile, tocca ora agli specialisti del cross country scendere in “pista” sull’ormai storico tracciato di Albstadt.
Questo fine settimana la Mercedes Benz UCI World Cup XCO ricomincia dal noto circuito tedesco old style, con il fondo rinnovato in alcune parti, che ha fatto storcere il naso a più di uno dei biker in gara. 464 gli iscritti provenienti da 48 nazioni, tra i quali spiccano 30 nostri connazionali.

Torna la Coppa del Mondo di XCO

Torna la Coppa del Mondo di XCO

L’Italia parte con ben due rider tra i primi 5 Elite al mondo: assente dopo anni il Prorider Marco Aurelio Fontana, il tifo azzurro sarà tutto per il campione d’Italia Gerhard Kerschbaumer e Luca Braidot. Sarà lo short track di questo pomeriggio (il via è fissato alle 17.20) a stabilire chi entrerà nelle prima griglia delle gare di domenica in programma alle 11.00 per le donne e alle 14.15 per gli uomini. Tutte le prove, come ormai d’abitudine, saranno trasmesse in diretta su www.redbull.com.
Proprio da non perdere il primo confronto stagionale dell’anno tra i migliori rider del pianeta, che si prospetta bagnato visto quanto annunciato dalle previsioni meteo. Ci permetterà di scoprire se Nino Schurter continuerà il suo dominio dopo quasi sette mesi di stop o se i numerosi giovani talenti emergenti, Mathieu Van der Poel su tutti, riusciranno a dargli filo da torcere; e se in campo femminile sarà ancora un duello tra Jolanda Neff Annika Langvad oppure Kate Courtney, dopo la vittoria nel mondiale di Lenzerheide, riuscirà a cogliere il suo primo successo in Coppa del Mondo. Tra poche ore troveremo tutte le risposte sugli schermi di Red Bull Tv.

FONTE COMUNICATO STAMPA

 

Mr Wolf Banger una soluzione per gli amanti della MTB 

Mr Wolf Banger sistema antiforature per  MTB

Mr Wolf Banger sistema costruito con un tecnopolimero a bassissima densità aumenta la resistenza agli impatti e previene le forature

Mr Wolf Banger

Mr Wolf Banger

Mr Wolf Banger è un sistema sviluppato appositamente per il settore della MTB con l’impiego di un tecnopolimero a bassissima densità in grado di essere montato in maniera facile e veloce su tutti i cerchi tubeless- ready.

“Sono il signor Wolf. Risolvo problemi”

così si presenta uno dei personaggi cult del cinema più famosi ed enigmatici nel noto fil di Quentin Tarantino “Pulp Fiction”.

L’obiettivo di Mr Wolf Banger è proprio quello di risolvere i problemi legati ai percorsi accidentati tipici delle uscite in MTB che spesso comportano fastidiose forature. Ne abbiamo parlato già quando abbiamo presentato l’Huck Norris e ora scopriamo questo interessante prodotto.

E’ importante dire che la principale funzione del Banger è proteggere dalle pizzicature, quindi gli schiacciamenti del copertone verso le spalle del cerchio quindi non va considerato un “antiforatura”.
Banger riduce del 95% il volume dell’aria all’interno del pneumatico portando il gruppo ruota di tutte le MTB ad un livello 2.0 con la conseguenza di svolgere un ruolo attivo per smorzare le vibrazioni e soprattutto gli impatti con sassi o rocce amplificando l’effetto delle sospensioni della MTB.

La  tecno mescola super-leggera impiegato nel prodotto offre elasticità garantendo assoluta sicurezza, maggior velocità e, cosa importantissima, “flat prevention” con riduzione del 90% del rischio forature.

Mr Wolf Banger è impiegato da molti atleti agonisti sia in campo crosscountry sia nell’enduro tra cui Marco Aurelio Fontana e i fratelli Lupato

Mr Wolf Banger: come funziona?

Il Banger non deve essere gonfiato in quanto trattasi di un “salsicciotto” riempigomma costruito con un polimero vagamente simile a quello della schiuma forato al centro con un adesivo che ne indica il marchio e il verso il posizionamento nel copertone l’adesivo posizionato sopra la valvola.

E’ importante ricordare che questo sistema non funge in alcun modo da “camera d’aria” e quindi non prevede infatti alcuna valvola per gonfiaggio.

Mr Wolf Banger: i prezzi

Il prodotto è commerciato nei tre diametri (26”, 27,5” e 29”) e con sezioni che permettono l’interfaccia con pneumatici di sezione pari a 1,9”/2,2”, 2,2”/2,4”, 2,4”/2,6” e 2,8”/3,0”. I pesi dichiarati per la versione da 27,5” sono rispettivamente pari a 187, 222, 270 e 327 grammi. Mr Wolf Banger è naturalmente utilizzabile anche sulle e-bike.

Viene venduto in una confezione che contiene, oltre ai due anelli in polimero, le due valvole e una confezione di liquido sigillante al prezzo di listino pari a 199€ ma online è possibile acquistarlo anche a prezzi più vantaggiosi.

 

 

 

 

Wout Van Aert Campione del Mondo a Valkenbourg

Wout Van Aert Campione del Mondo distrugge tutti

Wout Van Aert Campione per la terza volta consecutiva, sul circuito di Valkenburg distrugge tutti i rivali. Gioele Bertolini chiude in sesta posizione

Wout Van Aert Campione

Wout Van Aert Campione

Wout Van Aert  Campione del Mondo di ciclocross per la terza volta consecutiva come Peter Sagan (su strada). Il bicampione uscente, ha fin da subito impostato un ritmo esasperante per il suo avversario Mathieu Van der Poel che ha resistito fino alla seconda tornata per poi trovarsi di colpo senza energie.

Van Aert ha dato luogo a una cavalcata sontuosa, incrementando il suo vantaggio anche nei tratti a piedi sul pesantissimo percorso olandese. Van der Poel ha invece dovuto fare i conti con la rimonta di Michael Vanthourenhout, che nel finale l’ha addirittura staccato, andando ad assicurarsi la piazza d’onore a 2’13”. Per WVA c’è stato anche da lottare con Toon Aerts, che in rimonta gli ha conteso il bronzo.  Alla fine Mathieu è riuscito a conservare un posto sul podio giungendo a 2’30” dal vincitore. Aerts ha chiuso quarto a 3’16”, Lars Van der Haar (autore di due giri conclusivi di gran rilievo) ha completato la top five a 4’29” da Wout.

Da segnalare la prova gagliarda di un Gioele Bertolini che è sempre rimasto sempre nella top ten arrivando, a metà gara, addirittura alla soglia dei primi 5 posti. Il valtellinese ha chiuso in sesta posizione a 4’42” dal primo offrendo una prova migliore di molti suoi colleghi più rinomati. Lontani invece gli altri italiani con Marco Aurelio Fontana 29°, Daniele Braidot 30°, mentre Luca Braidot non ha concluso la gara.

 

 

Internazionali d’Italia Series 2018 MTB, il calendario

Internazionali d’Italia Series 2018 ecco tutti i dettagli

Internazionali d’Italia Series 2018 dopo il successo della scorsa edizione ecco le quattro tappe che decideranno i successori di  Marco Aurelio Fontana e  Serena Calvetti

Internazionali d’Italia Series 2018

Internazionali d’Italia Series 2018

Internazionali d’Italia Series 2018 di MTB scaldano i motori. Il principale circuito nazionale dedicato alla  mountain bike, patrocinato da Federazione Ciclistica Italiana ed Unione Ciclistica Internazionale, si svela al pubblico con una serie di novità per proseguire con la costante crescita che ha caratterizzato la manifestazione negli ultimi anni.

Lo scorso anno ad imporsi furono Marco Aurelio Fontana e Serena Calvetti rispettivamente nelle categorie Uomini Open e Donne Open. Gli sfidanti per succedere ai due saranno impegnati in quattro appuntamenti a partire da  Domenica 15 Aprile da Nalles (BZ), con il consueto appuntamento con la Marlene Südtirol Sunshine Race che, da quest’anno, sarà riservato alla categoria HC (lo scorso anno si aggiudicarono la tappa Marco Aurelio Fontana e  Gunn-Rita Dahle).

Dopo il grande classico altoatesino ecco due novità: il 22 Aprile gli Internazionali d’Italia Series saranno a San Marino per il “Titano XCO”, su un percorso che ha  già riscosso unanime successori Giochi dei Piccoli Stati d’Europa dello scorso anno.

Il 10 Giugno il circuito punterà, per la sua terza tappa,  verso il centro Italia per fermarsi a Pineto (TE), sede dell’Aprutium Race per poi chiudere il 30 Giugno all’Alpago MTB Trophy, a Lamosano di Chies d’Alpago (BL)

Internazionali d’Italia Series 2018: il calendario

15 Aprile: Marlene Südtirol Sunshine Race – Nalles (BZ) – Cat. HC
22 Aprile: Titano XCO – San Marino (SMR) – Cat. C2
10 Giugno: Aprutium Race – Pineto (TE) – Cat. C2
30 Giugno: Alpago MTB Trophy – Lamosano di Chies d’Alpago (BL) – Cat. C1

Internazionali d’Italia Series 2018: Le parole

Sull’organizzazione dell’edizione 2018 degli Internazionali d’Italia Series si sono espressi Luca Carton e Michele Mondini.

Dopo la crescita e il forte apprezzamento registrati dal circuito nello scorso anno crediamo che Internazionali d’Italia Series sia destinato nel 2018 ad un ulteriore passo in avantiIn questi mesi abbiamo ricevuto moltissime manifestazioni d’interesse, da parte di località e di aziende, che ci danno ottime prospettive sul futuro del circuito anche al di là del 2018″ ha dichiarato Carton.

Soddisfatto anche Mondini: “Siamo felici di essere riusciti, quest’anno, ad inserire le tappe di San Marino e Pineto che oltre ad aver voluto fortemente entrare a far parte del circuito, ci permettono di arrivare in aree mai toccate da Internazionali d’Italia Series negli ultimi anni”.

Luca Braidot campione italiano ciclocross

Luca Braidot campione italiano davanti al fratello

Luca Braidot campione italiano ciclocross a Roma, per lui è il primo titolo davanti al gemello Daniele e a Marco Aurelio Fontana

Luca Braidot

Luca Braidot festeggia sul podio

Luca Braidot ha letteralmente dominato il Campionato Italiano Ciclocross 2018 di Roma andando a conquistare il suo primo titolo italiano della carriera. L’atleta dei carabinieri, nato a Mossa (GO) classe 1991, ha dettato il ritmo e conquistato un titolo meritatissimo.

La gara si è aperta con l’azione del campione uscente Gioele Bertolini che si è messo al comando cercando di dettar legge e sfiancare gli avversari. Tutto sembra andare alla perfezione per l’atleta di Morbegno che viene però  fermato da un problema meccanico che lo costringe nelle retrovie.

La situazione viene sfruttata al meglio da Luca Braidot che prende la testa della corsa e inizia ad imporre il suo ritmo. L’atleta friulano in breve tempo conquista un vantaggio di 30 secondi sugli avversari. Alle sue spalle gli inseguitori si compattano e lo stesso Bertolini rientra e comincia a fare il ritmo in testa al gruppetto.

Il vantaggio di Luca Braidot, però. non accenna a diminuire grazie ad un gesto tecnico perfetto che non risente della fatica. Al contrario è Bertolini che alle spalle del leader comincia ad accusare lo sforzo e si stacca, alle spalle del fuggitivo restano dunque quattro atleti.

L’ultimo giro rappresenta una vera e propria passerella per Luca Braidot che si gode l’applauso del pubblico amministrando il suo vantaggio. Alle spalle del friulano aumenta la festa famigliare il secondo posto del fratello Daniele che taglia la linea d’arrivo con 27 secondi di distacco. Il podio è completato da Marco Aurelio Fontana che arriva a soli 2 secondi.

Ordine d’arrivo:

  1. Luca Braidot (Cs Carabinieri) 58:34
  2. Daniele Braidot (Cs Carabinieri) a 27″
  3. Marco Aurelio Fontana (Bianchi Countervail) a 29″
  4. Cristian Cominelli (Prd Sport Factory Team) a 30″
  5. Nadir Colledani (Bianchi Contervail) a 34″
  6. Enrico Franzoi (Metallurgica Veneta – Gt) a 43″
  7. Gioele Bertolini (Selle Italia Guerciotti Elite) a 56″
  8. Nicolas Samparisi (D’Amico Utensilnord) – 1 giro
  9. Lorenzo Samparisi (KTM Alchemist Selle SMP) – 1 giro
  10. Stefano Capponi (Pro Bike Riding Team) – 1 giro

Marco Aurelio Fontana pronto per gli Europei

Marco Aurelio Fontana  il biker italiano è pronto per gli Europei di Darfo Boario Terme

Marco Aurelio Fontana

Marco Aurelio Fontana

Marco Aurelio Fontana il biker italiano è uno dei convocati dal CT Mirko Celestino per gli Europei di MTB che partono oggi a Darfo Boario Terme. Il corridore di nativo di Giussano correrà domenica, la gara più attesa, la elite maschile che partirà alle 15:00.

La qualità dell’evento sarà delle migliori visto la professionalità degli organizzatori e il rider non nasconde il suo desiderio di ben figurare: “Sono orgoglioso di prendere parte a questo grande evento organizzato dall’Italia, il percorso è veramente fantastico e certamente l’organizzazione metterà ogni atleta in grado di dare il massimo. Personalmente ho una gran voglia di riscatto -ha dichiarato Marco Aurelio Fontana – arrivo da un periodo decisamente non semplice e ho un grande stimolo per fare bene”

“La mia filosofia mi porta a pensare che in questo mondo la ruota gira e, di conseguenza, questo è il momento migliore per cogliere un po’ di fortuna. Ho lavorato molto per salire di condizione e attendo i frutti degli allenamenti a cui mi sono sottoposto. Il Campionato Europeo è di suo un grande stimolo a fare bene ma correrlo in casa sicuramente darà una marcia in più per fare in modo che io torni il Fontana che tutti conoscono e che i tifosi vogliono vedere”

Campionati Europei Mtb a Darfo Boario Terme

Campionati Europei Mtb svelati i tracciati

Campionati Europei Mtb

Campionati Europei Mtb il percorso

Campionati Europei Mtb: ecco i tracciati della manifestazione che si svolgerà  dal 27 al 30 luglio  a Darfo Boario Terme.

Dopo due mesi di lavoro intenso ed ininterrotto, il comitato organizzatore rappresentato dall’A.S. Boario ha presentato ufficialmente i tracciati che dal 27 al 30 luglio ospiteranno la rassegna continentale per la quale sono già giunte le conferme di partecipazione di 22 nazionali e dei rispettivi atleti di punta, specialisti nelle varie discipline: XCO (cross country), XCE (eliminator) ed XCR (team relay).

 

“Stiamo facendo  veramente l’impossibile per organizzare al meglio la manifestazione, in meno di due mesi abbiamo predisposto un tracciato davvero competitivo e all’altezza della manifestazione. Abbiamo progettato e realizzato a tempo di record passaggi tecnici ed estremamente spettacolari sfruttando la morfologia del terreno” ha dichiarato Ezio Maffi della AS Boario.

Per ospitare i corridori verranno sfruttate le strutture del Centro Congressi di via Romolo Galassi, gli ampi spazi che le circondano e l’oasi naturale offerta dal centro.

“Il percorso ha come punto forte  gli spazi ravvicinati e la natura degli ostacoli, siamo orgogliosi della logistica che sicuramente renderà piacevole l’evento per gli atleti e per il pubblico, il fatto che il percorso sia interamente naturale e non artificiale sarà un ulteriore plus della manifestazione -prosegue Maffi – non vediamo l’ora che scatti l’inizio”.

Soddisfatto anche Marco Aurelio Fontana nel primo sopralluogo ufficioso: “Posso dire che è senza dubbio un tracciato completo, c’è tanta fatica da fare, i riders dovranno tirare fuori tutta la loro potenza e sono certo che i tifosi resteranno estasiati dalle prove, prevedo un vero delirio che spingerà il pubblico a sostenere ancor di più gli atleti in gara”.

 

 

Internazionali d’Italia tappa e maglia per Marco Aurelio Fontana

Il podio degli Internazionali

L’edizione 2017 degli Internazionali d’Italia Series si è conclusa in Valle d’Aosta, assenti i Braidot Twins. La gara è partita subito forte con il colombiano Jhonnatan Botero Villegas (KTM Protek Dama) e Mirko Tabacchi  del CS Carabinieri che hanno concluso al comando il primo dei 6 giri del  percorso di Courmayer. Alle loro spalle Marco Aurelio Fontana (Bianchi Countervail), Andrea Tiberi (NOB Selle Italia) e Gerhard Kerschbaumer (Torpado Gabogas) a menare le danze.

Dopo una serie di scaramucce s ono rimasti davanti solo Fontana e Tabacchi con Kerschbaumer rallentato da problemi meccanici.  Dietro a lottare per la quarta piazza si è formato un quartetto composto de  Bertolini e Tiberi, affiancati da Colledani e Vieider.

Nel penultimo giro ha alzato il ritmo Fontana mettendo in difficoltà Tabacchi che ha fatto fatica a tenere il suo passo e alla fine proprio Marco ha portato a casa la vittoria davanti a un combattivo Tabacchi e al francese Tempier.