AS Roma: i complimenti di Vincenzo Nibali

AS Roma dopo la remuntada ecco i complimenti dello Squalo

AS Roma remuntada storica contro il Barcellona, Vincenzo Nibali manda i complimenti al team di Di Francesco

AS Roma: i complimenti di Vincenzo Nibali

AS Roma: i complimenti di Vincenzo Nibali

AS Roma da applausi nella notte dell’Olimpico riesce in una storica rimonta ai danni del Barcellona. I blaugrana partivano con tutti i favori dei pronostici per il passaggio del turno, forti del 4-1 con cui avevano piegato i giallo-rossi nel match di andata al Camp Nou.

La grinta della formazione di Eusebio Di Francesco ha però spinto la formazione capitolina ad una performance davvero storica.

Tre a zero al Barcellona e Dzeko e compagni sono tra le migliori quattro d’Europa impresa che mancava alla Roma dai primi anni ’80.

La vittoria dei giallorossi è stata netta, incalzante, trascinante, impossibile restare indifferenti in una grande serata di sport tanto che i giornali sportivi hanno creato il nome di Romantada!

AS Roma i complimenti di Vincenzo Nibali

Sono stati tantissimi ciclisti sono intervenuti sui social per celebrare la grande impresa della AS Roma tra cui è arrivato il tweet di Vincenzo Nibali, numero uno del ciclismo italiano, protagonista nel Giro del 2016 di una “remuntada” molto simile a quella dei giallorossi.

“Mamma mia che @OfficialASRoma complimenti” ha pubblicato il siciliano in un messaggio di congratulazione che va oltre le simpatie calcistiche personali.

Chissà come avrà registo Luis Enrique, ex tecnico sia della Roma che del Barcellona e grande amante dei pedali.

 

 

 

Calcio e ciclismo, sport diversi. Passione uguale

Calcio e ciclismo: tifosi illustri sui pedali

Calcio e ciclismo due sport di passione, tanti calciatori amano il ciclismo e tanti ciclisti amano il calcio. Scopriamolo!

Calcio e Ciclismo: Coppi e Bartali

Calcio e Ciclismo: Coppi e Bartali

Calcio e ciclismo due sport popolari fatti di passione, tante differenze (stipendi, tifosi, ecc.) ma anche tante similitudini. Vi immaginate Vincenzo Nibali in curva a tifare il Milan? Beh non pensiamo che vi accadrà di trovarlo tra gli ultras del calcio ma a San Siro ogni tanto fa capolino (ed è stato anche ospite a Milanello): “Tifoso è una parola grossa – confessa il siciliano – perché non sempre riesco a seguire le partite ma ho la passione per i rossoneri, mia sorella invece è sfegatata”.

Milanista è anche Filippo Pozzato che anche sui social non manca mai di sottolineare il suo amore per i colori rossoneri. Milanista era anche il grande Marco Pantani che spesso fu ospite della squadra negli anni ’90. Fabio Aru ha giocato al pallone nel Villacidro Calcio per poi dedicarsi al ciclismo è un appassionato rossonero.

Sull’altra sponda di Milano si colloca Moreno Moser. “Ho l’Inter nel cuore da bambino – rivela – e mi dispiace non poterla vedere sempre giocare”. Interista era il povero Michele Scarponi

La rivalità Milan-Inter “divideva” anche gli immortali Fausto Coppi e Gino Bartali che il 14 gennaio del 1952 saltarono giù dalla bici per aiutare il Polesine alluvionato con una partita di calcio benefica che si disputò a Milano all’Arena civica: vinse la squadra del Campionissimo 6-0 e l’ultima rete la segnò proprio Coppi. L’arbitro del match era Peppino Meazza, guardalinee Costante Girardengo.

Cadel Evans, ex ciclista australiano Campione del Mondo a Mendrisio,  grazie alla sua amicizia con Squinzi è simpatizzante del Sassuolo.

Vincenzo Albanese è simpatizzante del Napoli Calcio tanto che qualche tempo fa fu lo stesso allenatore del Napoli a manifestare la simpatia per il corridore inviandogli una maglia della squadra autografata e ricevendo la divisa di Vincenzo

Calcio e ciclismo: allenatori su due ruote

Francesco Guidolin, uno dei migliori allenatori di calcio italiani, è un grandissimo appassionato di ciclismo, segue sempre il Giro d’Italia il Tour de France, le classiche ed è solito cimentarsi nelle scalate in bicicletta.

Davide Nicola ex allenatore del Crotone lo scorso 7 aprile aveva promesso di fare un Giro d’Italia in bicicletta in caso di salvezza della sua squadra e così è stato: da Crotone ha percorso 1300 km complessivi arrivando a Torino. Eusebio Di Francesco ex calciatore e oggi allenatore dell’ A.S. Roma prima del pallone si innamorò del ciclismo grazie a Vito Taccone. Luis Enrique già allenatore della Roma e del F.C. Barcelona si è da poco dedicato alle competizioni amatoriali di Mountain Bike.

Bruno Pizzul voce storica della nazionale italiana di calcio ha da sempre una passione per le due ruote: “ciclismo e calcio sono più simili di quanto sembra, il ciclismo può sembrare uno sport individuale ma è lavoro di team”. Claudio Pasqualin, avvocato vicentino, procuratore sportivo, opinionista di Rai, Mediaset e Sky e uomo storico del pallone è un grande amante del ciclismo e promotore dei Mondiali Veneto 2020.

Luis Enrique l’allenatore, il calciatore e ciclista

Luis Enrique al via della Costa Blanca Bike Race

Luis Enrique, ex tecnico di Barcellona e Roma, si dà al ciclismo prendendo parte alla Costa Blanca Bike Race 

Luis Enrique

Luis Enrique

Luis Enrique (nome completo Luis Enrique Martínez García) ex calciatore spagnolo di primissimo livello (vincitore della medaglia d’oro alle Olimpiadi di Barcellona 1992) in grado di primeggiare in Spagna e in Europa con la maglia del Barcellona ha, dopo aver smesso, intrapreso con altrettanto successo la carriera di allenatore.

Dopo aver allenato le giovanili del F.C. Barcellona il Il 20 giugno 2011 diventa ufficialmente l’allenatore della A.S. Roma. L’avventura con la squadra capitolina non è fortunata, la squadra si classifica al 7º posto e non riesce a qualificarsi per le coppe europee, cosa che non accadeva dal 1997. Dopo una stagione al Celta Vigo il 19 maggio 2014 torna alla sua Alma mater, il Barcellona. Il 6 giugno il Barcellona sotto la sua guida conquista a Champions League battendo la Juventus e realizzando il Triplete alla sua prima stagione con i blaugrana. La successiva annata è meno fortunata e il 21 maggio 2017 lascia la panchina del Barcellona.

Luis Enrique allenatore-ciclista

Dopo aver sollevato una Champions League e una Coppa del Mondo per club, Luis Enrique ha deciso di dedicarsi a un’altra sua grande passione: le due ruote. “Vado in bici da quando ho smesso col professionismo. Ora riesco a uscire anche più volte a settimana. Ho pensato a come soffrivano i ciclisti di una volta mentre salivano sui passi delle Dolomiti”.
L’esperienza dell’ex coach del Barca con il ciclismo non si è limitata a quella gara anzi, è di questi giorni la notizia che il 47enne spagnolo ha deciso di partecipare alla Costa Blanca Bike Race (CBBR), una dura competizione di mountain bike.

Lo spagnolo, insieme al suo compagno di squadra (la competizione si svolge infatti a coppie), è arrivato quarto nella gara di venerdì scorso, mentre attualmente, dopo tre tappe, i due occupano la 118esima posizione.

Lo spagnolo, insieme al suo compagno di squadra, ha raggiunto la quarta posizione nella sua categoria nella gara svolta lo scorso venerdi con partenza ad Alfaz del Pi ed arrivo a Sierra Helada dove si trova il pezzo di asfalto più pendente della Spagna (38%).

La CBBR, che è giunta alla sua quarta edizione, vede al via parecchi corridori Elite, tra cui il campione olimpico spagnolo Carlos Coloma e l’ex Campione del Mondo dilettanti Tiago Ferreira accanto a tanti ciclisti dilettanti, come, appunto, Luis Enrique.

Un altro dei partecipanti illustri al via dell’evento è il pilota di motociclismo Hector Barberá, che approfitta della competizione come allenamento per la stagione motociclistica