Ilnur Zakarin si prepara per il Giro 2019

Ilnur Zakarin è pronto a battagliare alla corsa rosa

Ilnur Zakarin si prepara per tornare al Giro d’Italia 2019 dopo un anno di pausa e vuole competere per la vittoria finale

Ilnur Zakarin (fonte pagina facebook)

Ilnur Zakarin (fonte pagina facebook)

Illnur Zakarin ha avuto un piccolo incidente durante l’UAE Tour che ha un po’ rallentato la sua tabella di avvicinamento al Giro d’Italia 2019 ma ora, il forte corridore russo, sta riprendendo la condizione migliore come si è visto nel decimo posto conquistato alla Parigi-Nizza.

“Ora mi sento bene, ho avuto qualche problema al ginocchio dopo l’incidente negli Emirati Arabi ma ora mi sento bene” ha detto Zakarin ai microfoni ci cyclingnews.com prima della partenza della  Volta a Catalunya,

“Per me conquistare la top10 o, meglio ancora, la top5 qui in Catalunya sarebbe fantastico visto che il mio inizio di stagione è stato denso e travagliato. Dopo la prova catalana sarò a un training camp a Teide” ha spiegato il russo.

Nel piano di avvicinamento alla corsa rosa sono previsti la Liège-Bastogne-Liège e il Tour de Romandie prima, appunto, di provare l’attacco al Giro. Il rapporto con la corsa italiana è stato sempre intenso, nel 2016 Zakarin era in corsa per il podio ma poi fu vittima prima di un terribile incidente in discesa dal Colle dell’Agnello mentre era assieme al leader della corsa Steven Kruijswijk. Nel 2017 ha chiuso al quinto posto al Giro per poi ottenere un fantastico podio alla Vuelta a España.

“Mi piace molto la Giro, è una corsa davvero difficile, non solo quest’anno ma tutte le volte che l’ho corsa l’ho sempre trovato più aperto e interessante del Tour de France. Quest’anno ci saranno tanti big da Tom Dumoulin del Team Sunweb a Primoz Roglic della Jumbo-Visma ma voglio provare a dire la mia grazie all’aiuto del mio team” ha concluso il russo.

L’agenda di Illnur non è ancora completamente scritta e, dopo la corsa rosa, potrebbe valutare di provare a cimentarci con il Tour.

 

Alberto Bettiol fratturato alla clavicola

Alberto Bettiol fratturato durante la Liège-Bastogne-Liège

Alberto Bettiol fratturato alla clavicola durante la Liège-Bastogne-Liège per lui anche una costola rotta, oltre che un pneumotorace.

Alberto Bettiol fratturato

Alberto Bettiol fratturato

Alberto Bettiol fratturato alla clavicola durante la recente Liège-Bastogne-Liège sarà constretto a rinunciare al prossimo Giro d’Italia.

L’atleta toscano, caduto ieri durante avrebbe dovuto far parte del roster del BMC Racing Team per la prossima corsa rosa ma le ferite riportare (oltre alla clavicola si è fratturato una costola ed ha subito un pneumotorace) lo costringeranno a dare forfait.

Il ventiquattrenne dovrebbe tornare in sella fra due/tre settimane e il rientro alle corse viene indicato fra circa 45 giorni.

Dalle parole del senese traspare tanta amarezza: Non mi sento molto bene a causa del dolore, non riesco a respirare correttamente a causa della frattura della costola sinistra e anche la mia clavicola fratturata è dolorosa. Penso che poteva andare anche peggio di così e cerco di pensare solo agli aspetti positivi e che presto tutte le ferite guariranno. È stato un incidente stupido, non ho corso alcun rischio in discesa ma c’era qualcosa sulla strada, forse un po’ di olio o ghiaia, e la mia ruota anteriore è scivolata e sono finito a terra. Sono sicuramente molto deluso di non poter partecipare al Giro d’Italia, da ciclista italiano era un sogno. Ora spero di tornare al più presto”.

Max Testa, medico della BMC, ha spiegato le condizioni fisiche di Bettiol: “Alberto sarà operato questa settimana per capire l’entità della frattura alla clavicola. Sfortunatamente sarà costretto a saltare il Giro d’Italia e potrà tornare in sella alla bici non prima di tre settimane e per essere al 100% ce ne vorranno almeno altre tre. Continueremo a monitorare il suo recupero, ma per avere un quadro completo dovremmo prima capire quale sarà l’esito l’intervento”.