Van Vleuten rispetta il pronostico alle Strade Bianche

Van Vleuten rispetta il pronostico: Strade Bianche vinta!

Van Vleuten si impone arrivando poi prima in Piazza del Campo nella quinta edizione della Strade Bianche femminile. Sul podio Annika Langvad e  Katarzyna Niewiadoma.

Van Vleuten taglia il traguardo

Van Vleuten taglia il traguardo

Van Vleuten conquista la sesta edizione delle Strade Bianche femminile, prova valida per il World Tour. La 36enne atleta olandese della Mitchelton Scott già  vincitrice del Giro Rosa 2018 ha portato il suo attacco nell’ultimo settore sterrato riuscendo a giungere sul traguardo si Piazza del Campo a Siena dopo 3 ore e 50 minuti di corsa davanti alla fortissima  biker danese Annika Langvad (Boels Dolmans) e la polacca Katarzyna Niewiadoma (Canyon Sram).

Da segnalare l’ottavo posto della nostra  Marta Bastianelli (Team Virtu), protagonista di una bella gara a va a confermare i suoi continui progressi in campo mondiale.

Annemiek Van Vleuten si era infortunata ad un ginocchio ai Mondiali di Innsbruck ed era al ritorno alle corse:

“Sono davvero felicissima, non mi aspettavo di essere così in forma, sono tornata ad allenarmi da solo 10 settimane dopo l’infortunio ai Mondiali. Ho saputo aspettare il momento giusto. Eravamo rimaste in poche atlete e ho deciso di attaccare arrivando al traguardo in solitaria, desideravo enormemente questa corsa e questa vittoria entra di diritto nella top five del mio palmares. E’ stato da pelle d’oca tagliare il traguardo di Piazza del Campo”

 

Katarzyna Niewiadoma colpo doppia a Cittiglio

Katarzyna Niewiadoma colpo al Trofeo Binda

Katarzyna Niewiadoma colpo a sorpresa nella 20° edizione del Trofeo Binda: conquista la vittoria e il comando nella classifica della UCI Women’s World Tour

Katarzyna Niewiadoma

Katarzyna Niewiadoma

Katarzyna Niewiadoma colpo al Trofeo Binda per la forte atleta polacca in forza alla Canyon SRAM Racing che  vince in 3 ore e 33 minuti, la 20° edizione della corsa in terra varesina andando in e testas alla classifica della UCI Women’s World Tour.

Dopo la conquista della seconda piazza nella Strade Bianche, la polacca fa sua la gara di Cittiglio grazie a un formidabile attacco sulla salita che porta ad Orino in puro stile Nibali sul Poggio nella Milano-Sanremo. La forza impressa sui pedali da Katarzyna Niewiadoma è stata assolutamente impossibile per le gambe delle colleghe. I tentativi di rientrare sulla polacca, guidati a lungo dalla nostra Elisa Longo Borghini della Wiggle High5 (giunta decima all’arrivo) non hanno portato alcun frutto.

La gara è stata segnata dalla pioggia battente e dai tanti attacchi messi in scena dalle ragazze, prima fra tutta la nostra Soraya Paladin (Ale Cipollini), raggiunta e superata dal duo formato da Alena Amialiusik (Canyon SRAM), e Ane Santesteban (Ale Cipollini).

Ai meno 25 chilometri dall’arrivo le due fuggitive vengono riprese da Megan Guarnier della Boels, vincitrice del Giro d’Italia e del Trofeo Binda 2016. L’americana guida il gruppo che viene raggiunto dopo qualche minuto da una decina di avversarie. Tra queste, la Longo Borghini e la Niewiadoma sono le più attive

Nello sprint per il secondo posto, la campionessa del mondo Chantal Blaak (Boels) vince il derby con Marianne Vos (WaowDeals Pro Cycling).