Canola conquista anche la Japan Cup

Canola: dopo il Criterium conquista anche la Japan Cup

Canola

Canola trionfa alla Japan Cup

Canola fa sua la Japan Cup, grande prova del vicentino della Nippo Fantini che conquista una storica doppietta con il Criterium conquistato ieri. Mai nessun corridore nella storia della corsa nipponica era riuscito a fare doppietta. Marco Canola succede a Davide Villella nell’albo d’oro della corsa (che vanta tra i trionfatori anche Damiano Cunego nel 2008). Tanta soddisfazione anche per lo sponsor della squadra che per la prima volta riesce a imposi nella Japan Cup senior (in precedenza aveva vinto una corsa con la rappresentativa Under 23).

“E’ incredibile la gioia che mi dà questa vittoria, sento tutto il valore di questo successo per me e per il team. Essendo noi una squadra con forti interessi in Giappone questa gara è una delle più sentite. Anche il pubblico è stato meraviglioso e sono contento di aver regalato questa gioia a tutti i nostri fans. Voglio dedicare la vittoria agli sponsor ma soprattutto a mia madre che ha avuto qualche problema di salute e a cui questa gioia farà sicuramente bene per il morale” ha dichiarato Canola.

Per il corridore vicentino questa è la sesta vittoria stagionale, dodicesima per la Nippo-Vini Fantini che ha trovato grande esaltazione in questo fine stagione in terra nipponica.

 

 

Marco Canola vince il criterium della Japan Cup

Marco Canola vince il criterium alla vigilia della Japan Cup

Marco Canola

Marco Canola

Marco Canola corridore vicentino della Nippo-Vini Fantini ha conquistato il criterium cittadino che dal 2010 anticipa la Japan Cup.  Da quando è stata istituito questo antipasto alla corsa mai nessun atleta italiano era riuscito ad imporsi sul circuito nipponico. Il criterium si è sviluppato su 17 giri da 2,25km ciascuno e ha visto in corsa anche lo spagnolo Alberto Contador.

La competizione è stata segnata da una caduta che ha scompigliato le carte in tavola del gruppo che si stata preparando per lo sprint. Nel marasma generale ad avere la meglio è stato Marco Canola che è partito lungo riuscendo ad anticipare nettamente lo spagnolo Juan José Lobato e l’olandese Bram Welten rispettivamente secondo e terzo.