Dorigoni: “al mondiale sarò al top”

Dorigoni: “vivo un magic-moment”!

Dorigoni racconta la sua condizione in vista del mondiale: “vivo un momento magico, al mondiale sarò al top”

Dorigoni alla cerimonia protocollare del Campionato italiano di ciclocross di Dario Belingheri

Dorigoni alla cerimonia protocollare del Campionato italiano di ciclocross di Dario Belingheri

Domenica 19 gennaio due ciclocrossisti della Selle Italia-Guerciotti-elite parteciperanno alla prova di Coppa del Mondo di Nommay, in Francia, con la maglia della Nazionale italiana. Si tratta di Jakob Dorigoni, classe ’98, e Francesca Baroni, del ’99, ovvero dei due alfieri di Guerciotti che domenica scorsa a Schio hanno vinto il titolo italiano. La Baroni è tricolore delle under 23, e a Nommay parteciperà alla corsa open femminile. Dorigoni ha età e tessera federale da under 23 tuttavia a Schio s’è laureato Campione d’Italia della categoria elite. A Nommay comunque gareggerà con gli under 23.

Ieri l’altoatesino Dorigoni si è allenato su strada e poi nei prati: “Ho il mio percorso da ciclocross nei pressi di Vadena”. Questa mattina Jakob si allenerà su strada pedalando in scia a una moto e poi nel pomeriggio volerà a Nommay.

“Domani – garantisce il plurititolato – dedicherò molta cura alla prova del percorso”. Jakob è felice: “Vivo una fase magnifica – precisa l’azzurro che a Schio ha conquistato la sua settima maglia tricolore nel ciclocross – poiché vincere e festeggiare un titolo nazionale elite con un anno d’anticipo è bellissimo. Però in altre fasi della carriera ritengo di essere stato bravo”.

La Dea bendata si era messa contro Jakob lo scorso settembre: si è banalmente rotto uno scafoide. C’è chi sostiene che non tutto il male arriva per nuocere e il ritardo d’inizio attività crossistica consente ora al corridore di avere più energie.

“In molti lo dicono, però io sono convinto che senza lo stop iniziale sarei andato anche meglio”. Il Mondiale di ciclocross si avvicina: “Non mi sento ancora al massimo della forma. Sono quasi al massimo: approfitterò delle gare di Nommay e Overijse per affinare la condizione. Al Mondiale d’inizio febbraio voglio andarci al top”.

L’attività crossistica internazionale di Dorigoni in questa stagione durerà fino al 16 di febbraio. Dopo il Mondiale l’altoatesino parteciperà a due prove di Superprestige.  “ho molte ambizioni anche per l’attività da stradista”, aggiunge il Campione d’Italia di cross.

“Comunque dopo le due gare finali del Superprprestige non andrò subito a correre su strada, commettendo lo stesso errore del 2019. Mi concederò un periodo di riposo agonistico, sarà utile. Nel 2019 ho voluto proseguire di slancio dopo l’attività crossistica e ad un centro punto mi sono trovato senza energie. Su strada il mio 2018, in cui ho vinto due gare, è stato nettamente migliore del 2019. Quest’anno dovrà andare tutto bene anche su strada”.

FONTE COMUNICATO STAMPA

 

Mondiale Under 23 Dorigoni chiude quinto

Mondiale under 23, Jakob Dorigoni quinto

Mondiale under 23, Jakob Dorigoni della Selle Italia–Guerciotti Elite chiude quinto, a vincere è il britannico Thomas Pidcock

Jakob Dorigoni (fonte pagina facebook)

Jakob Dorigoni (fonte pagina facebook)

Mondiale under 23 di ciclocross a Bogense, in Danimarca, l’under 23 altoatesino Jakob Dorigoni, classe 1998, si è classificato quinto nel Campionato del Mondo. Dorigoni appartiene alla Selle Italia–Guerciotti–Elite e detiene il titolo italiano under 23. Il Campionato del Mondo 2019 degli under 23 se l’è aggiudicato lo straordinario britannico Thomas Pidcock protagonista di una prova superlativa. A metà gara Pidcock ha spiccato il volo verso il meritatissimo trionfo. Gli under 23 hanno gareggiato sulla distanza di 8 giri. Tra il quarto e il quinto Dorigoni e il fortissimo Eli Iserbyt hanno fatto corsa parallela all’inseguimento dello scatenato Pidcock, poi altri corridori hanno raggiunto l’azzurro della Selle Italia-Guerciotti-Elite e il plurititolato del Belgio. Seppur perdendo qualche posizione Dorigoni nel finale si è atleticamente gestito bene concludendo quinto a 35” dal vincitore.

“Il circuito – ha dichiarato Alessandro Guerciotti – si adattava alle caratteristiche di Jakob, che ha corso bene. Gli altri sono andati più forte; peccato perché Jakob è andato veramente vicino alla conquista del podio”.

 

Va sottolineato che Dorigoni nella prossima stagione invernale apparterrà ancora alla categoria under 23, quindi le speranze per lui di conquistare un titolo iridato prima di diventare un elite sono tutt’altro che sfumate.

ORDINE D’ARRIVO

1. PIDCOCK Thomas en 47’42”
2. ISERBYT Eli +15”
3. BENOIST Antoine +23”
4. KOPECKY Tomas +31”
5. DORIGONI Jakob +35”
6. TURNER Ben +38”

FONTE COMUNICATO STAMPA

 

Mondiali ciclocross 2019: guida completa evento

Mondiali ciclocross 2019: tutti controMathieu van der Poel

Mondiali ciclocross 2019: la nostra guida per seguire l’evento tra favoriti e diretta TV e diretta streaming

Mondiali Ciclosross 2019

Mondiali Ciclosross 2019

Mondiali Ciclosross 2019 a Bogense, in Danimarca, vedranno il momento clou nell’atto conclusivo di domenica 3 febbraio con la prova Elite. Saranno tre i fenomeni che si sfideranno, salvo colpi di scena, per conquistare la maglia iridata di categoria.

Il favorito della vigilia è Mathieu Van der Poel già campione del mondo nel 2015 a soli 20 anni che ha dominato la Coppa del Mondo vincendo, spessi per distacco, le sei prove a cui a preso parte.

A sfidare il campione nato a Kapellen ci saranno i due fenomeni belgi Toon Aerts e Wout Van Aert. Van Aert punta al poker avendo conquistato le ultime tre edizioni del mondiale  mentre Aerts vuole sfuttare il momento di forma che l’ha portato a conquistate la classifica generale di Coppa del Mondo.

Insomma un favorito assoluto non c’è anche perché nelle prove di Coppa del Mondo le vittorie sono state contese tra questi tre atleti e questa è la premessa per attendere una prova al cario palma

Gli altri atleti si sono dovuti accontentare di salire sul podio e l’unico a farlo con continuità è stato Michael Vanthourenhout, che a Tabor ha ottenuto al posto d’onore e in altre due tappe ha terminato al terzo posto. Sarà proprio il corridore di Bruges a guidare la batteria di outsider ma pare difficile che possa vincere al Mondiale.

Saranno comunque pronti a lottare coi denti i belgi  Laurens Sweeck e Quinten Hermans e gli olandesi  Corne Van Kessel e Lars Van der Haar .

Mondiali ciclocross 2019: gli italiani

L’ultimo podio azzurro risale dall’edizione di Hoogerheide 2014 quando Eva Lechner conquistò l’argento nella prova Elite femminile. Anche quest’anno le speranze di medaglia a livello Elite sono legate alle ragazze con Alice Maria Arzuffi che ha ben figurato in Coppa del Mondo (sul podio a Tabor) e vincendo la prova Superprestige di Gavere (Belgio). La brianzola dovrà vedersela con Marianne Vos e Lucinda Brand annunciate in grande forma. La bolzanina Eva Lechner vorrà onorare il suo passato iridato forte del decimo titolo di  campionessa italiana.

Quasi impossibile aspettarsi medaglie tra gli uomini visto che al via ci sarà solo il valtellinese Gioele Bertolini. Il giovane atleta di Morbegno lo scorso anno ottenne un insperato sesto posto ai Mondiali ma quest’anno sta molto faticando.

Tra gli under23 è invece un “nome caldo” quello di Jakob Dorigoni che dopo i tre podi e il quarto posto nella generale di Coppa del Mondo vuole tentare con l’iride. Tra le ragazze U23 spazio a Francesca Baroni, di Silvia Persico e Sara Casasola.

Tommaso Bergagna, Davide Toneatti, Davide De Pretto, Samuele Leone e Emanuele Huez saranno al via della prova Junior maschile.

 

Mondiali ciclocross 2019: diretta tv e streaming

Le due prove Elite saranno trasmesse in diretta tv da Eurosport 2 mentre le gare giovanili andranno invece in diretta streaming su Eurosport Player. Rai Sport, al momento non ha in programma alcuna diretta televisiva dma dovrebbe trasmettere le gare in diretta streaming su Rai Sport Web. 

 

Mondiali ciclocross 2019: calendario gare

SABATO 2 FEBBRAIO

ore 11.00 Junior maschile
diretta streaming su Eurosport Player

ore 13.00 Under 23 maschile
diretta streaming su Eurosport Player

ore 15.00 Elite femminile
diretta tv su Eurosport 2, diretta streaming su Eurosport Player

DOMENICA 3 FEBBRAIO

ore 11.00 Under 23 femminile
diretta streaming su Eurosport Player

ore 15.00 Elite maschile
diretta tv su Eurosport 2, diretta streaming su Eurosport Player

Selle Italia Guerciotti Elite ai Campionati del Mondo

Selle Italia Guerciotti cala il poker

Selle Italia Guerciotti cala il poker per i  Campionati del Mondo di Bogense, in Danimarca con Dorigoni, Sala, Baroni e Bertolini 

Selle Italia Guercitti: Dorigoni (fonte comunicato stampa)

Selle Italia Guercitti: Dorigoni (fonte comunicato stampa)

Ed eccoci ai Campionati del Mondo 2019. Le gare iridate di ciclocross sono in programma sabato 2 e domenica 3 febbraio a Bogense, in Danimarca. Anche in questa edizione di Mondiali la Selle Italia-Guerciotti-Elite fornisce un contributo importante alla Nazionale italiana. Alle prove iridate parteciperanno 4 alfieri di Paolo Guerciotti.
Nella gara maschile under 23 di sabato (ore 13) la squadra di Milano sarà rappresentata dal Campione d’Italia Jakob Dorigoni (classe 1998) e da Stefano Sala (’97). Domenica alle ore 11 scatterà il Mondiale femminile under 23 con Francesca Baroni (’99) tra le protagoniste, mentre nella gara maschile elite (ore 15) sarà Gioele Bertolini (’95), Campione d’Italia, a rappresentare la società di patron Paolo Guerciotti.

L’anno scorso Bertolini si è classificato sesto nel Mondiale elite. La Selle Italia-Guerciotti-Elite è il più storico dei teams italiani di ciclocross e nel palmares vanta 10 vittorie ai Campionati del Mondo. Due maglie iridate le ha conquistate il belga Roland Liboton tra i professionisti, 1 titolo open l’ha vinto Daniele Pontoni, e tra i dilettanti durante l’appartenenza alla squadra di Guerciotti si sono laureati Campioni del Mondo il pugliese Vito Di Tano (2 volte), il tedesco Mike Kluge, Henrik Djernies (Danimarca), Rodomir Simunek, Karel Camrda e Ondrej Glajza, tutti della Repubblice Ceca.
Da notare che oltre ai corridori della Selle Italia-Guerciotti-Elite altri atleti, italiani e stranieri, parteciperanno ai Campionati del Mondo di Bogense in sella a bici Guerciotti.

 

FONTE COMUNICATO STAMPA

Van Aert esulta a Zeven

Van Aert esulta, Van der Poel rompe!

Van Aert

Van Aert esulta sul tragurdo

Van Aert esulta nella quinta tappa di Coppa del Mondo di ciclocross, a Zeven in Germania mentre un guaio meccanico nel primo giro ha segnato la corsa di Mathieu Van der Poel.  Wout Van Aert in una giornata di grazia si è avvantaggiato rispetto a tutti gli altri avversari giungendo al traguardo in solitaria mentre lo sfortunato Van der Poel (quattro vittorie nelle precedenti quattro tappe) tentava una difficile rimonta che si è spenta proprio sulla reazione di WVA.

Wout ha chiuso con 47″ su Van der Poel, il quale ha dovuto respingere il ritorno di Toon Aerts, terzo a 50″. La classifica di Coppa del Mondo non è comunque in discussione, per il momento, dato che Van der Poel guida con 90 punti di vantaggio sul vincitore di oggi (390 a 300) mentre terzo è Aerts a 264.

Tra le donne vittoria di Sanne Cant davanti a Helen Wyman e Katie Compton, settima la nostra  Eva Lechner e 16esima Alice Arzuffi. Tra gli Under 23 si è imposto Eli Iserbyt su Thijs Aerts e Thomas Joseph, ritirato Jakob Dorigoni