Mitchelton-Scott al Giro lista dei partenti

Mitchelton-Scott al Giro con l’occhio alla classifica generale

Mitchelton-Scott al Giro d’Italia con l’obiettivo della classifica generale con il colombiano Esteban Chaves, secondo nel 2016 e Simon Yates

Mitchelton-Scott al Giro d'Italia

Mitchelton-Scott al Giro d’Italia

Mitchelton-Scott al Giro d’Italia numero 101, sarà al via con non solo un occhio ma due occhi puntati sulla classifica generale. Quello della formazione australiana sarà un roster assolutamente di primissimo livello e pronto a vendere cara la pelle sulle salite. La Mitchelton-Scott al Giro si presenterà come un “Giano Bifronte” potendo contare su due leader.

I capitani del team saranno, infatti,  il colombiano Esteban Chaves, secondo nel 2016, ed il britannico Simon Yates, al debutto nella corsa rosa dopo essere stato sesto alla Vuelta e settimo al Tour.

Di alto livello sarà anche il cast di supporto ai due leader: Jack HaigRoman Kreuziger e Mikel Nieve andranno a formare una batteria di aggurriti camosci  molto importante sulle grandi montagne. Il danese Christopher Juul-Jensen sarà il gregario per tutti i terreni mentre il neozelandese Sam Bewley ed il quarantenne canadese Svein Tuft saranno coloro che dovranno tenere la corsa sotto controllo in pianura.

Jack Haig vince al Tour de Pologne

Jack Haig vince la tappa odierna al Giro di Polonia

Jack Haig vince

Jack Haig

Jack Haig vince nella tappa del Tour de Pologne da Wieliczka e Zakopane sulla distanza di 189 km che va a rivoluzionare la classifica generale.

Era prevedibile che accadesse ma è comunque cronaca il fatto che a poco più di 30 km, su un’impervia rampa, è saltata la maglia gialla Peter Sagan (Bora-Hansgrohe). Ai meno 10 km ha invece provato ad attaccare Vincenzo Nibali, ma il siciliano è stato presto ripreso dagli altri big mente davanti in fuga c’era, appunto, Jack Haig  della Orica-Scott con un lieve vantaggio  sui primi avversari, ossia Kelderman, Majka, Poels, Yates e Zakarin; ad una manciata di secondi Rui Costa, Jungels, Nibali, Oomen e Pozzovivo.

Il giovane aussie è entrato con 50″ dalla sua, riuscendo a conquistare la tappa, suo primo successo tra i professionisti. Curioso l’episodio di Wout Poels, che ha tagliato il traguardo per secondo ma esultando, immaginando di aver fatto sua la frazione.

In classifica il nuovo leader è Teuns, con 6″ su Majka, 10″ su Kelderman, 13″ su Poels, 18″ su Pozzovivo, 19″ su Yates, 24″ su Oomen e 25″ su NibaliJack