Internazionali d’Italia Series a Kerschbaumer e Lechner

 Internazionali d’Italia Series a Kerschbaumer e Lechner

I Campioni d’Italia ribaltano i verdetti in Valle d’Aosta e conquistano la classifica generale. Kerschbaumer domina, a Lechner basta un terzo posto

Kerschbaumer

Quella 2019 è stata un’edizione di Internazionali d’Italia Series fra le più belle e combattute degli ultimi anni. Lo dimostra la qualità degli atleti al via, ma anche l’intensità dei duelli a cui si è assistito nel corso di tre mesi di competizioni. Tutto si è deciso Sabato 22 Giugno nell’ultima prova, La Thuile MTB, disputata in una giornata serena dopo la pioggia della notte precedente: un evento al suo esordio internazionale nel mondo del cross country, ma che già viene indicato come candidato per una Coppa del Mondo nel prossimo futuro: merito di un percorso bello, impegnativo e tecnico, disegnato con maestria da Enrico Martello, ma anche dell’accoglienza del centro valdostano, abituato all’atmosfera dei grandi eventi.

All’atto conclusivo si è giunti con esiti ancora apertissimi in almeno tre categorie: se, infatti, il padrone di casa Andreas Emanuele Vittone (V.C. Monte Tamaro) era il grande favorito fra gli Junior Uomini, la sfida sul filo dei punti fra Stephane Tempier (Bianchi Countervail) e Gerhard Kerschbaumer (Torpado-Ursus), fra Martina Berta (Torpado-Ursus) ed Eva Lechner (Torpado-Südtirol) fra le Donne Open e fra Letizia Motalli (KTM-Protek-Dama) e Letizia Marzani (Merida Italia Team) nella categoria Donne Junior è stata il leit motiv delle cinque tappe, e solo lo spettacolare epilogo di La Thuile MTB ha potuto decretare i nuovi re di Internazionali d’Italia. E non sono mancati i colpi di scena.

Podio Uomini Open

La Thuile è l’apoteosi di Kerschbaumer: il numero 1 si prende tutto
È dall’edizione 2018 di Internazionali d’Italia Series che in Gerhard Kerschbaumer (Torpado-Ursus) è cambiato qualcosa. I successi di Pineto e Chies d’Alpago lo consegnarono ad una dimensione e ad una consapevolezza diversa, quella che lo portò a conquistare a vincere in Coppa del Mondo ad Andorra e fino alla medaglia d’argento mondiale dopo il testa a testa con Schurter.

Oggi a La Thuile MTB il numero 1 del ranking mondiale ha offerto una prestazione da vero numero 1, imponendosi di forza in una gara spettacolare e di livello altissimo, in cui la grande qualità tecnica del tracciato ha incontrato il desiderio degli atleti di fornire una prestazione di assoluto spessore, e tornando in vetta ad Internazionali d’Italia Series sette anni dopo.

Partito da secondo in classifica generale, Kerschbaumer sapeva di dover attaccare per recuperare su Stephane Tempier (Bianchi-Countervail), e non si è fatto pregare quando Gioele Bertolini (Santa Cruz-FSA) ha accelerato nelle primissime battute, seguito oltre che dall’altoatesino anche da Jordan Sarrou (Absolut Absalon) e Maxime Marotte (Cannondale). A partire dal primo giro, Kerschbaumer ha assunto l’iniziativa imponendo un ritmo forsennato: a cedere è stato prima Marotte, poi due giri più tardi Bertolini, e infine alla penultima tornata anche Sarrou. Nel frattempo, già nel terzo giro Tempier era costretto ad alzare bandiera bianca, frenato da un guasto alla catena. Per il francese rimane il secondo posto in classifica generale, seguito dal compagno di squadra Nadir Colledanioggi nono.

È stata una gara bella e veramente dura, di livello altissimo – racconta Kerschbaumer, – già ieri avevo visionato il circuito e mi era piaciuto moltissimo, ma onestamente non mi aspettavo che Sarrou e soprattutto Bertolini fossero così forti oggi. Torno sul trono di Internazionali d’Italia Series, ma oggi rispetto al 2012 siamo su un pianeta diverso: sono stati tre mesi di gare ad alto livello, chiusi da questa La Thuile MTB degna di una Coppa del Mondo.

Cosa è cambiato dall’anno scorso? Sono più sereno, più convinto. So di poter andare forte, di fare la differenza in salita. I risultati sono solo la conseguenza.” In casa Torpado-Ursus la festa è doppia, grazie al successo fra gli Under 23 di Juri Zanotti.

Evie Richards

Ribaltone fra le donne: successo finale a Lechner e Marzani

 

Come fra gli uomini Open, anche in campo femminile le leader del circuito non sono riuscite a difendere le maglie dall’ultimo assalto delle loro rivali.

 

La gara Donne Open ha assistito allo splendido assolo di Evie Richards (Nazionale Britannica), che ha lasciato sfogare nelle prime battute prima Chiara Teocchi (Bianchi Countervail) e poi Pauline Ferrand-Prevot (Canyon-SRAM) – al comando fino a metà gara – per prendere la testa della corsa nella terza tornata ed imporsi con autorità nella prima edizione dell’evento valdostano. “In avvio continuavo a perdere posizioni, mi sono fatta un po’ prendere dal panico. Di solito tendo a partire forte, stavolta invece ho dovuto ritrovare la calma e risalire da dietro, e forse è stata questa la chiave del successo. Sono veramente contenta, è un piacere aver scritto il mio nome sulla prima edizione di questa splendida gara.”

 

Dietro alla britannica ha concluso la campionessa francese (a 1.16), in chiara crescita di condizione: “Oggi sono andata al comando un po’ troppo presto, e sono arrivata con poco gas nel finale. Ma il percorso è quello giusto.”

 

Al terzo posto a 1.57 Eva Lechner, che supera così Martina Berta (oggi settima) e conquista la classifica di Internazionali d’Italia Series per la prima volta in carriera. “Dopo tanti anni, ho avuto modo di tornare a gareggiare in Italia con regolarità, e di poter puntare a questo titolo importante. È stata una battaglia lunga e serrata, ma sono davvero soddisfatta.” Per la valdostana Berta rimane la soddisfazione per il successo nella categoria Donne Under 23.

 

Fra le Donne Junior, nella prova valida per le UCI Junior Series, è stata gara nella gara: l’austriaca Mona Mitterwallner (Austria) non ha lasciato scampo alle avversarie, imponendosi con grande vantaggio, ma alle sue spalle Letizia Marzani è riuscita in una grande rimonta fino al secondo posto davanti a Cornelia Holland (Austria), strappando i punti necessari per sfilare la maglia a Letizia Motalli (ottava) di una sola lunghezza.

Podio Donne
Podio Uomini JR
Podio Donne JR

Junior Series, sorpresa Toneatti. Vittone gestisce e conquista la generale

Sotto il sole di La Thuile c’era il meglio dello scenario Junior Mondiale alla partenza della prova di UCI Junior Series di Sabato 22 Giugno, apertura dell’ultima giornata della stagione di Internazionali d’Italia Series.

In tanti attendevano il numero 1 al mondo Aldridge, altri puntavano sull’atleta di casa Vittone – in maglia di leader di Internazionali d’Italia Series – ma l’esigente e spettacolare tracciato disegnato da Enrico Martello, reso più insidioso dalle piogge notturne, richiedeva gambe, testa e manico nell’affrontare le ripide discese di La Thuile MTB.
E così dalla lotteria esce il nome che non ti aspetti: Davide Toneatti (Jam’s Bike Team Buja) conquista la prima gioia in una gara di UCI Junior Series, lui che negli anni si è messo in luce soprattutto nella versione invernale del fuoristrada, sugli anelli del ciclocross.

Secondo posto per Andrea Colombo (V.C. Monte Tamaro), che aveva condotto nelle fasi iniziali, terzo Baumann (V.C. Monte Tamaro), settimo posto per il loro compagno di squadra Vittone che si consola con il successo nella classifica di Internazionali d’Italia Series davanti ad Emanuele Huez e allo stesso Colombo. Quinta piazza di giornata per l’attesissimo scozzese Aldridge.

Vittone

Il bilancio degli organizzatori

Michele Mondini e Luca Carton di CM Outdoor Events, società di gestione di Internazionali d’Italia Series, possono dirsi soddisfatti di questa edizione del più importante circuito italiano della disciplina olimpica della Mountain Bike.

E’ una stagione nata non senza difficoltà, ma nella quale i grandi sforzi sono stati ripagati da gare di altissimo livello, da un sempre crescente apprezzamento da parte degli atleti e del pubblico. La crescita del movimento italiano del cross country a livello internazionale dimostra che l’impegno nell’organizzazione di appuntamenti di categoria sempre più elevata paga, non solo in termini di spettacolo ma in una logica di sistema. Alle porte della stagione olimpica, vogliamo proseguire su questo percorso con ulteriore determinazione, sperando di trovare al nostro fianco compagni di viaggio vecchi e nuovi che come noi credano in questo sport e condividano la nostra visione.”

Al riguardo,” proseguono Mondini e Carton, “è giusto sottolineare come il lavoro e i risultati ottenuti da Internazionali d’Italia Series non sarebbero stati possibili senza l’impegno di Shimanoe di Northwave, che in questi anni hanno seguito il progetto con una vicinanza e una passione che va al di là di un rapporto di sponsorizzazione. A loro, alla Federazione Ciclistica Italiana, agli organizzatori delle nostre gare, e al team di persone che anche quest’anno ha lavorato con impegno su cinque tappe, vogliamo esprimere il nostro più sentito ringraziamento.”

Sarrou

Ferrand-Prevot

FOTO: 1) Tappa e maglia: weekend perfetto per Kerschbaumer a La Thuile; 2) Il podio della gara Uomini Open. Da sinistra: Sarrou, il vincitore fra gli U23 Zanotti, il vincitore nella categoria Open Kerschbaumer e Bertolini; 3) La gioia di Evie Richards sul traguardo di La Thuile; 4) Il podio della categoria Donne Open. Da sinistra: Ferrand-Prevot, Richards e la vincitrice di Internazionali d’Italia Series 2019 Lechner; 5) Il podio della tappa italiana delle UCI Junior Series maschili. Da sinistra: Colombo, il vincitore Toneatti e Baumann; 6) Il podio delle UCI Junior Series donne. Da sinistra: Mitterwallner, la reginetta di categoria Marzani e Holland; 7) Andreas Emanuele Vittone ha controllato la situazione a La Thuile aggiudicandosi la vittoria finale fra gli Uomini JR; 8) Jordan Sarrou ha conquistato un podio di prestigio a La Thuile; 9) Buona prestazione anche per l’ex Campionessa del Mondo Pauline Ferrand-Prevot (Credits: Mario Pierguidi).  

FONTE COMUNICATO STAMPA

Martina Berta sogna il trionfo in casa a La Thuile

Martina Berta sogna il trionfo a La Thuile

Martina Berta, leader della Classifica Generale di Internazionali d’Italia Series, si appresta ad affrontare Sabato 22 Giugno il round finale casalingo di La Thuile

 Martina Berta (Credits: Mario Pierguidi).

Martina Berta (Credits: Mario Pierguidi)

A La Thuile vedremo se l’aria di casa mi porterà bene”, queste le parole pronunciate a caldo da Martina Berta dopo aver tagliato il traguardo dell’Aprutium Race a Pineto. Per l’atleta valdostana è arrivato il momento di respirare l’atmosfera casalinga, Sabato 22 Giugno, in occasione di La Thuile MTB, l’atto conclusivo di Internazionali d’Italia Series 2019, che la vedrà impegnata nella difesa della leadership fra le Donne Open.

La grande avversaria, l’altoatesina Eva Lechner, non è fra le più semplici da fronteggiare per la portacolori della Torpado Ursus, che si avvicina alla gara di casa forte delle certezze acquisite nei precedenti appuntamenti del circuito. Infatti, la 21enne ex Campionessa del Mondo fra le Juniores si è aggiudicata due tappe nell’edizione 2019 del più importante circuito italiano di Mountain Bike: l’apertura di Andora e il quarto round di Pineto, facendo il suo ritorno ai vertici del movimento nazionale dopo un 2018 avaro di soddisfazioni.

D’altro canto, la Campionessa Italiana Lechner ha fatto valere tutta la sua esperienza: dopo il secondo posto di Andora, ottenuto nonostante una foratura nel finale, la portacolori della Torpado Südtirol è arrivata davanti alla rivale nell’appuntamento casalingo di Nalles, prima di imporsi sotto il diluvio di San Marino. L’altoatesina si è presentata a Pineto con la maglia di leader sulle spalle, che le è stata sottratta nell’occasione proprio da Martina Berta. L’ultima volta di Internazionali d’Italia Series in Valle d’Aosta, nel 2017 a Courmayeur, le mise in fila: Lechner prima, Berta seconda. Se finisse così a La Thuile, l’altoatesina farebbe festa doppia: tappa e classifica.

La classifica recita: 115 Berta110 Lechner. A La Thuile non c’è spazio per fare calcoli, men che meno con avversarie come l’ex Campionessa del Mondo Pauline Ferrand-Prevot e le altre azzurre in cerca di rivalsa, Serena Calvetti (KTM-Protek-Dama), Giorgia Marchet (Team Rudy Project) e Chiara Teocchi (Bianchi Countervail).

 

Programma diviso in tre giornate per La Thuile MTB: Venerdì 21 Giugno sono previste le prove del tracciato e le operazioni preliminari, mentre l’evento entrerà nel vivo il giorno successivo con le prove di Internazionali d’Italia Series. Si comincia alle 10.30 con la prova delle UCI Junior SeriesUomini, seguita dalle competizioni femminili (Open e Junior Series Donne) alle 12.30 e dalla gara Uomini Open alle 15.00. Chiusura Domenica 23 Giugno con le competizioni giovanili: alle 10.00prenderanno il via gli Esordienti Uomini, seguiti dalle 11.00 dalle Donne Esordientie Allieve e alle 13.30 dagli Allievi Uomini.

FONTE COMUNICATO STAMPA

Sam Gaze in gara a La Thuile MTB:

Sam Gaze sarà in gara a La Thuile MTB

Sam Gaze giovane neozelandese in cerca di rivincita nella quinta e ultima tappa di Internazionali d’Italia Series in Valle d’Aosta

Sam Gaze (Credits: Michele Mondini

Sam Gaze (Credits: Michele Mondini

Si va ormai delineando il campo dei riders e delle formazioni ai nastri di partenza di La Thuile MTB, evento valido come quinta e ultima tappa di Internazionali d’Italia Series. Sabato 22 Giugno, fra gli atleti più attesi della manifestazione valdostana, ci sarà anche il neozelandese Sam Gaze.

Dopo un inizio di stagione travagliato, caratterizzato in negativo da una rovinosa caduta alla ABSA Cape Epic, il 23enne portacolori della Specialized Racing è alla ricerca delle migliori sensazioni, per tornare ai livelli che gli competono. Nel 2018, Gaze si è inserito di prepotenza fra gli atleti di riferimento del panorama mondiale, battendo allo sprint il Campione del Mondo e Olimpico Nino Schurter nell’apertura di Coppa del Mondo di Cross Country a Stellenbosch, e aggiudicandosi, inoltre, lo Short Track nelle tappe di Nove Mesto e Monte-Sainte-Anne.

La Thuile rappresenterà un banco di prova per le ambizioni future di Gaze che troverà sulla sua strada un parterre di avversari di altissimo livello nella gara Open Maschile: dal numero uno del mondo Gerhard Kerschbaumer (Torpado Ursus) al leader del circuito Stephane Tempier (Bianchi Countervail), in lotta per la Classifica Generale. Da Maxime Marotte (Cannondale Factory Racing) ai portacolori del Team Absolut Absalon, Jordan SarrouMathis Azzaro e Thomas Bonnet.

 

4,1 Km di lunghezza e 180 metri di dislivello per giro: queste le cifre del percorso allestito nel Bike Park di La Thuile ad una quota compresa fra i 1475 e i 1535 metri. L’indole alpina della località emerge immediatamente dalla morfologia e dalle difficoltà del circuito: la zona del bosco è infatti caratterizzata da ripide pendenze sia in salita che in discesa, mentre drop e salti naturali si alternano a qualche tratto artificiale come il rock garden. Da non sottovalutare, inoltre, il fattore altitudine, che potrebbe mettere a dura prova i biker in gara.
Programma diviso in tre giornate per La Thuile MTB: Venerdì 21 Giugno sono previste le prove del tracciato e le operazioni preliminari, mentre l’evento entrerà nel vivo il giorno successivo con le prove di Internazionali d’Italia Series. Si comincia alle 10.30 con la prova delle UCI Junior SeriesUomini, seguita dalle competizioni femminili (Open e Junior Series Donne) alle 12.30 e dalla gara Uomini Open alle 15.00. Chiusura Domenica 23 Giugno con le competizioni giovanili: alle 10.00prenderanno il via gli Esordienti Uomini, seguiti dalle 11.00 dalle Donne Esordienti e Allieve e alle 13.30 dagli Allievi Uomini.

FONTE COMUNICATO STAMPA

Grande Francia a La Thuile per gli Internazionali d’Italia Series

Grande Francia a La Thuile: Marotte, Team Absolut Absalon e Ferrand-Prévot

Grande Francia a La Thuile per la quinta tappa degli Internazionali d’Italia Series: oltre a Tampier  anche Maxime Marotte, Jordan Sarrou e  Pauline Ferrand-Prévot

La quinta e ultima tappa di Internazionali d’Italia Series si arricchisce di protagonisti provenienti dalla vicina Francia: oltre al leader del circuito Tempier, saranno della partita anche Maxime Marotte, Jordan Sarrou e l’ex Campionessa del Mondo Pauline Ferrand-Prévot

Marotte - Sarrou

La Valle d’Aosta è una regione abituata a respirare l’atmosfera della grande Mountain Bike. Dopo aver ospitato nel 2017 il gran finale di Internazionali d’Italia Series a Courmayeur e nel 2018 i Campionati Italiani a Pila, il nord-ovest dell’Italia sarà nuovamente teatro della sfida conclusiva del più importante circuito italiano di Cross Country, oltre che della tappa italiana delle UCI Junior Series.

In occasione della quinta e ultima tappa del circuito gestito da CM Outdoor Events sotto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana (FCI) e dell’Unione Ciclistica Internazionale (UCI), gli atleti francesi promettono di recitare un ruolo di primo piano il prossimo Sabato 22 Giugno a La Thuile MTB.

Da Maxime Marotte (Cannondale Factory Racing), ai temibili portacolori del Team Absolute Absalon, Jordan SarrouMathis Azzaro e Thomas Bonnet, non mancheranno le insidie per i pretendenti alla corona di Internazionali d’Italia Series. Una sfida nella sfida quindi, con l’altro francese Stephane Tempier (Bianchi-Countervail), leader del circuito e vincitore ad Andora e Nalles, determinato a respingere gli assalti del nuovo numero uno del ranking mondiale Gerhard Kerschbaumer (Torpado Ursus), primo a Pineto e distanziato di soli 11 punti dalla vetta della classifica.

 

Non vedo l’ora di correre in Italia – ha detto Marotte. – Internazionali d’Italia Series è una challenge ben organizzata, ci torno sempre volentieri. Inoltre, il circuito di La Thuile mi pare molto bello. Sono davvero felice di confrontarmi con atleti di classe mondiale”.

Ma non è tutto: nella categoria Donne Open, gli occhi saranno puntati, oltre che sul duello sul filo dei punti fra Martina Berta (Torpado Ursus) ed Eva Lechner (Torpado Südtirol), anche sulla transalpina Pauline Ferrand Prévot, Campionessa del Mondo di specialità nel 2015.

La polivalente atleta del Team Canyon-SRAM è sulla strada del completo recupero, dopo aver saltato la prima parte di stagione a causa di un problema vascolare alle gambe. Nona nel recente appuntamento di Coppa del Mondo a Nove Mesto, Ferrand Prévot punta a conquistare la prima affermazione stagionale, per lanciare la propria candidatura a un ruolo da protagonista nella seconda parte di stagione.

Programma diviso in tre giornate per La Thuile MTB: Venerdì 21 Giugno sono previste le prove del tracciato e le operazioni preliminari, mentre l’evento entrerà nel vivo il giorno successivo con le prove di Internazionali d’Italia Series. Si comincia alle 10.30 con la prova delle UCI Junior SeriesUomini, seguita dalle competizioni femminili (Open e Junior Series Donne) alle 12.30 e dalla gara Uomini Open alle 15.00. Chiusura Domenica 23 Giugno con le competizioni giovanili: alle 10.00prenderanno il via gli Esordienti Uomini, seguiti dalle 11.00 dalle Donne Esordienti e Allieve e alle 13.30 dagli Allievi Uomini.

 

Verona, 14 Giugno 2019

Ferrand-Prévot

FOTO: 1) Maxime Marotte inseguito da Jordan Sarrou a Nalles (Credits: Mario Pierguidi); 2) Pauline Ferrand-Prévot in azione in Coppa del Mondo di MTB (Credits: Michele Mondini).

FONTE COMUNICATO STAMPA

Gerhard Kerschbaumer numero 1 per Internazionali d’Italia

Gerhard Kerschbaumer nuovo numero 1 del Ranking!

Gerhard Kerschbaumer campione italiano e numero 1 del ranking mondiale è l’uomo del momento e in lotta per il successo finale di Internazionali d’Italia 

Gerhard Kerschbaumer

Gerhard Kerschbaumer

Gerhard Kerschbaumer , nuovo #1 del ranking mondiale e in lotta per il successo finale di Internazionali d’Italia Series, traccia un bilancio sul Cross Country azzurro a un anno dalle Olimpiadi di Tokyo: “La crescita dell’Italia passa anche da Internazionali d’Italia Series”

Gerhard Kerschbaumer è l’uomo del momento del fuoristrada italiano. Due volte tricolore, Vicecampione del Mondo lo scorso settembre a Lenzerheide (Svizzera), vincitore in Coppa del Mondo nel 2018 ad Andorra, e ora anche nuovo numero uno del ranking internazionale. Uno scettro che porterà anche a La Thuile, dove il 22 Giugno affronterà l’ultima prova di Internazionali d’Italia Series con la possibilità di puntare al successo finale.

Un’escalation di successi iniziata proprio un anno fa a Internazionali d’Italia Series: dopo un inizio complicato, nel 2018 l’altoatesino riuscì ad imporsi nelle tappe di Pineto e Chies d’Alpago, mettendo le basi per un’estate indimenticabile. Quest’anno, Kerschbaumer è riuscito ad esprimersi sin dai primi mesi della stagione, ingaggiando un duello con il transalpino Stephane Tempier per la corona finale di Internazionali d’Italia Series 2019.

Essere il numero 1 al mondo è allo stesso tempo una soddisfazione e una grande responsabilità– ha detto Kerschbaumer. – A un anno dalle Olimpiadi di Tokyo, possiamo contare su un movimento in piena salute. Oltre a me, ci sono i gemelli Braidot e i più giovani come Colledani e Bertolini, tutti in grado di competere ad alti livelli sul piano internazionale”.

A mio parere, anche Internazionali d’Italia Series sta avendo un ruolo di primo piano in questo consolidamento. Queste gare ci permettono di affrontare in Italia prove di primo livello per tutta la prima metà di stagione, sia sul piano tecnico che della partecipazione. Questo aiuta molto per arrivare preparati alle sfide di Coppa del Mondo” – ha aggiunto l’altoatesino.

Se in ambito italiano il testa a testa è con Stephane Tempier (116 Tempier, 105 Kerschbaumer la classifica), sul palcoscenico mondiale continua ad emergere il poliedrico fenomeno chiamato Mathieu Van der Poel, che a Nove Mesto si è preso il gusto di vincere il suo primo XCO di Coppa del Mondo. “In Coppa del Mondo dobbiamo fronteggiare un nuovo grande avversario come Mathieu Van der Poel, un atleta incredibile, vincente in tutte le discipline. Anche per questo abbiamo bisogno, come movimento, di un calendario importante in Italia. Mettersi alla prova contro gli atleti più forti è l’unica strada per fare passi avanti ed ottenere risultati.

A La Thuile MTB, quinta e ultima tappa del più importante circuito italiano di Cross Country, Sabato 22 Giugno andrà in scena la resa dei conti fra Tempier e Kerschbaumer, ma non soltanto. Il programma sarà diviso in tre giornate: Venerdì 21 Giugno sono previste le prove del tracciato e le operazioni preliminari, mentre l’evento entrerà nel vivo il giorno successivo con le prove di Internazionali d’Italia Series. Si comincia alle 10.30 con la prova delle UCI Junior Series Uomini, seguita dalle competizioni femminili (Open e Junior Series Donne) alle 12.30 e dalla gara Uomini Open alle 15.00. Chiusura Domenica 23 Giugno con le competizioni giovanili: alle 10.00prenderanno il via gli Esordienti Uomini, seguiti dalle 11.00 dalle Donne Esordienti e Allieve e alle 13.30 dagli Allievi Uomini.

FONTE COMUNICATO STAMPA

Aprutium Race appuntamento degli Internazionali d’Italia Series

Aprutium Race quarto appuntamento di Internazionali d’Italia Series

Aprutium Race presentato presso la sede della Regione Abruzzo, il quarto appuntamento di Internazionali d’Italia Series, in programma Domenica 5 Maggio a Pineto

Tempier

Dalle colline di Nalles e San Marino, al lungomare di PinetoInternazionali d’Italia Series scende nuovamente al livello del mare, a due mesi dall’apertura di Andora, per il quarto appuntamento del circuito, Aprutium Race, in programma Domenica 5 Maggio sulla Riviera Adriatica.

Quest’oggiGiovedì 2 Maggio, l’evento abruzzese, giunto alla sua seconda edizione, è stato presentato ufficialmente a Pescara, presso la sala “Corradino d’Ascanio” della Regione Abruzzo. Hanno preso parte alla conferenza stampa, il Sindaco di Pineto Robert Verrocchio, il Presidente del comitato abruzzese della Federazione Ciclistica Italiana Mauro MarronePio Pavone, Presidente dell’Associazione Albergatori di Pineto e Pietro Palozzo in rappresentanza dell’Area Marina Protetta Torre del Cerano, con il responsabile del comitato organizzatore Andrea Cesarinia fare gli onori di casa.

SI RIPARTE CON TEMPIER E LECHNER LEADER TRA GLI OPEN

Lo avevano detto alla vigilia della prima tappa di Andora e stanno mantenendo le promesse: Stephane Tempier (Bianchi Countervail) e Gerhard Kerschbaumer (Torpado Ursus) hanno messo nel mirino la corona di Internazionali d’Italia Series. In questo senso, Aprutium Race potrebbe determinare l’inerzia di una bellissima sfida tra due “rider” di classe mondiale.

Aprutium Race

In caso di vittoria, il francese potrebbe mettere un’ipoteca sulla classifica finale ben prima del gran finale di La Thuile, mentre il Campione Italiano, vincitore un anno fa dell’evento patrocinato dalla Regione Abruzzo e dal Comune di Pineto, ha bisogno di punti pesanti per ridurre il gap che lo separa dalla leadership. Alle loro spalle, Nadir Colledani (Bianchi Countervail), secondo a Titano XCO davanti a Nino Schurter, guida la pattuglia degli outsider che comprende anche Nicolas Pettinà e Luca Braidot del GS Carabinieri.

Tra le donne, Eva Lechner (Torpado Südtirol) si presenta ad Aprutium Race con il simbolo del primato sulle spalle. Grazie alla bella affermazione di Titano XCO, la Campionessa Italiana ha sopravanzato Martina Berta (Torpado Ursus) in Classifica Generale. Le due atlete sono divise da sole 4 lunghezze. Da non sottovalutare, in ottica vittoria di tappa Marika Tovo (Ghost Factory Racing), Vera Medvedeva (Metallurgica Veneta), Giorgia Marchet (Team Rudy Project) e Chiara Teocchi (Bianchi Countervail).

LechnerIL PERCORSO

Gli organizzatori della ASD Cerrano Outdoor hanno allestito un circuito di 4,2 Km molto impegnativo dal punto di vista tecnico e altimetrico, caratterizzato da un dislivello complessivo di 175 metri per giro.

IL PROGRAMMA

Programma concentrato su un’unica giornata di gara per la seconda edizione di Aprutium Race. Domenica 5 Maggio si parte alle 8.30 con la gara Esordienti maschile, seguita da Donne Esordienti e Allievi alle 9.00Uomini Allievi alle 10.00Uomini Juniores alle 11.00Donne Open e Junior alle 12.00 e Uomini Open alle 14.30.

FONTE COMUNICATO STAMPA

 

Marika Tovo vira su San Marino per rompere il ghiaccio

Marika Tovo punta alla Titano XCO

Marika Tovo campionessa in carica di Internazionali d’Italia Series cerca la prima affermazione stagionale Domenica 28 Aprile a Titano XCO

Marika Tovo (fonte comunicato stampa)

Marika Tovo (fonte comunicato stampa)

Marika Tovo è una ragazza ambiziosa, che ama bruciare le tappe. Così ha fatto nel 2018, quando, giovanissima, si è aggiudicata la classifica finale di Internazionali d’Italia Series. Quest’anno, il miglior colpo di pedale ha stentato ad arrivare a causa di qualche problema fisico, ma la portacolori del Team Ghost è attesa protagonista Domenica 28 Aprile a Titano XCO, dove cercherà di migliorare la seconda posizione conquistata dodici mesi fa alle spalle di Serena Calvetti.

Devo ancora riprendermi del tutto da un inizio di stagione complicato, ma a Nalles ho avuto nuovamente buone sensazioni – spiega Marika. – A San Marino non punto a un risultato nello specifico, ma cercherò di concentrarmi al meglio sulla performance, senza alcun tipo di pressione”.

Marika non è un’atleta che ama sbilanciarsi, ma preferisce limitarsi a far girare al meglio le gambe. Dopo un fantastico 2018, caratterizzato, oltre che dal successo a Internazionali d’Italia Series, anche dal bronzo Mondiale tra le U23 a Lenzerheide, la 19enne di Monticello Vicentino è passata al Team Ghost, una delle compagini di riferimento a livello mondiale. “Sono cambiate tante cose, ma io sono sempre la solita ragazza che ama la MTB. A San Marino il percorso non è adattissimo alle mie caratteristiche, ma resta bellissimo. Inoltre, la location è meravigliosa. Penso soltanto andare a tutta dall’inizio alla fine”.

Dalla leader di Internazionali d’Italia Series Martina Berta (Torpado Ursus) alla Campionessa Italiana Eva Lechner (Torpado Südtirol), le rivali non mancano per la biker vicentina, anche se non intende restringere la lista delle avversarie alle due atlete che si trovano ai primi posti della Classifica Generale del circuito. “Il livello è molto alto e si è ulteriormente elevato quest’anno. Non voglio fare un nome, perché la lista sarebbe lunghissima. Penso siano atlete agguerrite e ci vorrà una grande prestazione per avere la meglio su tutte”.

DomaniSabato 27 Aprile, prenderà il via il programma di Titano XCO presso il Parco del Montecchio con le competizioni riservate a Giovanissimi (ore 15), organizzata in collaborazione con la SS Juvenes, e Amatori (ore 15.30), organizzata in collaborazione con il San Marino MTB Team. Dopodiché, è previsto un momento che avrà come protagonista il Campione del Mondo e Olimpico Nino Schurter, che sarà a disposizione di ragazzini e fans per una sessione di firma autografi, alle ore 17.30, dopo la premiazione delle categorie giovanili.

Domenica 28 Aprile, il programma del terzo round di Internazionali d’Italia Series scatterà invece alle ore 10.30 con la gara Junior Maschile, seguita alle 13 dalle prove femminili (Juniores e Open) e alle 15.30 dalla gara Uomini Open. Quest’ultima verrà trasmessa in diretta sul canale Youtube del circuito.

FONTE COMUNICATO STAMPA

Nino Schurter ha voglia di testarsi

Nino Schurter:“A San Marino prove di Coppa”

Nino Schurter ha voglia di testarsi: “A San Marino prove generali di Coppa del Mondo”

Il meglio del movimento MTB italiano sarà opposto al fuoriclasse elvetico nella terza tappa di Internazionali d’Italia Series a San Marino. “La concorrenza è agguerrita, sarà una bella anteprima della Coppa del Mondo”

Nino Schurter

Nino Schurter

Titano XCO, terza tappa di Internazionali d’Italia Series, si avvicina sempre di più, così come il clou della stagione della Mountain Bike internazionale. In questo periodo, i riders iniziano ad affilare gli artigli, alla ricerca del miglior colpo di pedale e con l’obiettivo di indirizzare l’annata su un giusto binario. Tra questi atleti, Domenica 28 Aprile al Parco del Montecchio di San Marino, ci sarà anche Nino Schurter (Scott-SRAM), che si metterà alla prova sul selettivo tracciato allestito dalla Federazione Sammarinese Ciclismo.

 

A tre anni di distanza dall’ultima volta, coincisa con una spettacolare vittoria a Milano, allo sprint contro Marco Aurelio Fontana, Schurter fa il suo ritorno a Internazionali d’Italia Series. “Mi piace correre nella vostra Penisola, poi non sono mai stato a San Marino. Non vedo l’ora di tornare a disputare una gara di questo importante circuito”, spiega il 32enne nativo di Tersnaus.

A poche settimane dal primo appuntamento di Coppa del Mondo ad Albstadt (Germania), il fenomeno elvetico troverà sulla propria strada il Campione Europeo e compagno di squadra Lars Forster, oltre al meglio del ciclismo italiano. Dal Campione d’Italia Gerhard Kerschbaumer(Torpado-Gabogas) ai gemelli Luca e Daniele Braidot (C.S. Carabinieri), gli azzurri hanno raccolto la sfida, con l’obiettivo di essere una costante spina del fianco, come un anno fa in Coppa del Mondo e ad Europei e Mondiali, per i due portacolori del Team Scott-SRAM MTB.

Sono sicuro che la concorrenza sarà agguerrita – ha detto l’oro Olimpico di Rio 2016 – ed è ciò che mi serve in vista dell’inizio della Coppa del Mondo. Voglio mettermi alla prova”.

IL PROGRAMMA
Due le giornate di gara di Titano XCO: Sabato 27 Aprile sono previste le competizioni riservate a Giovanissimi (ore 15), organizzata in collaborazione con la SS Juvenes, e Amatori (ore 15.30), organizzata in collaborazione con il San Marino MTB Team, mentre nella giornata di Domenica, il programma del terzo round di Internazionali d’Italia Series inizierà alle ore 10.30 con la gara Junior Maschile, seguita alle 13 dalle prove femminili (Juniores e Open) e alle 15.30 dalla gara Uomini Open.

Marlene Südtirol Sunshine: a Nalles anche Belomoina e Tauber

Marlene Südtirol Sunshine che sfida!

Marlene Südtirol Sunshine il duo del Team CST Sandd Befang sfida la corazzata Ghost Factory Racing Domenica 14 Aprile

Marlene Südtirol Sunshine Race 2018

Marlene Südtirol Sunshine Race 2018

Nella gara Donne Open del Marlene Südtirol Sunshine Race di Domenica 14 Aprile, il duo del Team CST Sandd Befang sfida la corazzata Ghost Factory Racing capitanata dalla campionessa uscente Sina Frei, oltre a Linda Indergand, la leader del circuito Martina Berta e le padrone di casa Eva Lechner e Greta Seiwald

Poco più di una settimana ci separa ormai dalla seconda tappa di Internazionali d’Italia Series. A Nalles (Bolzano) fervono i preparativi per la diciannovesima edizione del Marlene Südtirol Sunshine Race, l’evento di categoria “hors catégorie” del calendario italiano di Cross Country. Domenica 14 Aprile, gli organizzatori di Sunshine Racers Nals si preparano ad accogliere una parata di grandi campioni, alla quale si sono appena aggiunti ulteriori nomi di peso per la gara Donne Open: si tratta della coppia d’oro del Team CST Sandd Befang, composta dall’ucraina, Yana Belomoina, vincitrice della Coppa del Mondo 2017, e dall’olandese Anne Tauber.

La 26enne di Luc’k, numero 4 del ranking mondiale e vincitrice dell’appuntamento conclusivo di Internazionali d’Italia Series 2018 a Chies d’Alpago, e la fortissima compagna di squadra, quarta lo scorso anno a Nalles, contenderanno la corona del Marlene Südtirol Sunshine Race alla campionessa in carica, Sina Frei, in una sfida di spessore mondiale tra le protagoniste della prossima Coppa del Mondo di specialità.

Proprio il Team Ghost Factory Racing di Sina Frei rappresenta la principale insidia per Belomoina e Tauber: oltre alla talentuosa elvetica, la compagine tedesca può contare su Barbara BenkoLisa Pasteiner e sulla regina di Internazionali d’Italia Series 2018 Marika Tovo. Alla sfida prenderanno parte anche la svizzera Linda Indergand (Superior XC Team), la vincitrice di Andora Race Cup e leader del circuito Martina Berta (Torpado-Ursus) e le atlete di casa, Eva Lechner (Torpado Südtirol) e Greta Seiwald (Santa Cruz FSA).

Lo spettacolo del Marlene Südtirol Sunshine Race inizia Sabato 13 Aprile con la speciale competizione di abilità tecnica riservata ad Esordienti e AllieviDomenica 14 Aprile, il programmaprevede invece alle 8.30 le gare Donne Esordienti e Allieve, seguita dagli appuntamenti riservati a Uomini Esordienti (9.15)Uomini Allievi (10.00)Uomini Junior (11.15)Donne Open e Juniores (13.00) e, infine, Uomini Open (15.00).

Colledani e Tempier affrontano la Ötztaler Forest Cross

Colledani e Tempier in gara domenica 7 aprile

Colledani e Tempier del Team Bianchi Countervail in gara all’Ötztaler Forest Cross con le loro Methanol a Haiming domenica 7 aprile

Colledani e Tempier affrontano la Ötztaler Forest Cross

Colledani e Tempier affrontano la Ötztaler Forest Cross

Nadir Colledani e Stephane Tempier (Team Bianchi Countervail) saranno al via dell’Ötztaler Forest Cross, prova di Mountainbike Liga Austria in programma a Haiming (Austria) domenica 7 aprile. Equipaggiati con i modelli Bianchi Methanol, l’italiano e il francese prenderanno parte alla gara Elite maschile in programma alle 14.45. E’ la terza gara negli ultimi tre weekend per Colledani e Tempier, dopo la Grici XCO Vrtojba (vinta dal proprio friulano) e la prova inaugurale della Coupe de France VTT. Lo scorso anno, a Haiming, Tempier fu secondo.

Dopo la gara austriaca, i ciclisti del Team Bianchi Countervail torneranno a correre in Italia alla Marlene Südtirol Sunshine, dove Tempier difenderà la leadership di Internazionali d’Italia Series.
LE BICI DEL TEAM
Il Team Bianchi Countervail è equipaggiato da Bianchi con i seguenti modelli:
  • Methanol CV RS, progettata per essere la migliore XCO e XCM racing bike senza compromessi e dotata dell’innovativo ed esclusivo sistema Bianchi CV powered by Countervail che elimina le vibrazioni
  • Methanol 29 FS, modello full suspension caratterizzato da una geometria Racing
  • Zolder Pro disc, ultima evoluzione della piattaforma in carbonio che Bianchi ha sviluppato per il ciclocross, abbinando leggerezza e resistenza per ottenere la miglior prestazione