Come dimagrisco con il ciclismo? Guida completa

Come dimagrisco facendo ciclismo? Le informazioni necessarie

Come dimagrisco? Le vacanze spesso lasciano, assieme a un bel ricordo, qualche chilo di troppo, quale sono i trucchi per dimagrire rapidamente con il ciclismo?

Come dimagrisco con il ciclismo?

Come dimagrisco con il ciclismo?

Come dimagrisco con il ciclismo? Diciamocelo, in tanti dopo periodi di ferie si ritrovano con qualche kg di troppo da dover eliminare e il ciclismo è uno degli sport migliori per perdere peso, meglio ancora di una dieta per dimagrire.

Il ciclismo è uno sport brucia grassi e può aiutarci nel dimagrire velocemente ma, attenzione, non c’è nulla che avviene per miracolo, è necessario impegno e qualche accorgimento.

Come dimagrisco velocemente? Bastano 30 minuti di bicicletta?

Secondo una ricerca della University of East Anglia (UEA) e del Centre for Diet and Activity Research (CEDAR) il ciclismo può aiutare a perdere peso velocemente pedalando a patto che questo avvenga almeno per 30 minuti al giorno.

Secondo quanto dichiarato da Adam Martin, uno dei ricercatori impegnati nello studio gli effetti si vedono già in chi riesce a sostituire l’automobile per andare al lavoro con l’andare a piedi o, meglio ancora, con la bicicletta.

Secondo uno studio del Journal of Applied Physiology pare passano bastare anche solo 20 minuti quotidiani per ottenere una sensibile perdita di peso. Ma come migliorare il calo?

Il nostro corpo brucia più grasso quando abbiamo fame rispetto a quando siamo sazi quindi sarebbe fondamentale pedalare 20 minuti prima di infilare le gambe sotto il tavolo, questo trucchetto è adottato anche dai ciclisti professionisti da ormai alcuni decenni.

Naturalmente per ottenere la riduzione del proprio peso non basta dimagrire ma bisogna farlo con intelligenza, un metodo per dimagrire più rapidamente è inserire dei picchi di lavoro: immaginate di pedalare a velocità costante inserendo anche solo 30 secondi di lavoro sodo. Inserite un rapporto lungo e spingete con la massima frequenza, questo aumenterà il livello di ormone della crescita (che serve per bruciare i grassi e aumentare la muscolatura magra).

L’attività fisica, è scontato, aiuta a perdere peso ma il ciclismo pare uno degli strumenti migliori tanto che da alcune ricerche rese note sul Journal of Applied Physiology dopo solo due settimane di allenamenti in bici a giorni alterni aumenta la capacità di bruciare grassi fino al 36%.

Altro trucco per dimagrire è inserire degli sprint brevi ma “duri” così da velocizzare il metabolismo e continuare a bruciare grassi anche quando ci infiliamo sotto la doccia dopo l’esercizio.

Come dimagrisco usando la BDC o la MTB?

 

Mi piace la bicicletta ma cosa fare per dimagrire? Meglio andare con la bici da corsa o usare la Mountain Bike. Fermo restando che l’uso della bicicletta fa sempre e comunque bene al fine della riduzione del peso corporeo, secondo alcuni studi un’ora di ciclismo su fondo sconnesso (tipico da MTB) consente un consumo di oltre 600 calorie, un valore ben più alto di quanto consumato nello stesso tempo in una uscita su strada asfaltata.

Lo sappiamo tutti, in salita si fatica di più che sul piano allora andiamo alla ricerca di una salita non troppo dura e proviamo a ripeterla 3 volte variando la posizione in bicicletta: prima seduti, poi sui pedali poi un po’ seduti e un po’ in piedi.

Pedalare in piedi fa aumenta il battito cardiaco che fa bruciare calorie in modo maggiore e consente di far lavorare più distretti muscolari.

Come dimagrisco in poco tempo davanti alla tv?

Secondo alcuni studi una persona in media trascorre tre ore al giorno davanti alla TV, se anche tu sei uno di quelli, prova a cambiare “modo” di guardare la televisione.  Basta divano e patatine ma procurati dei rulli, installa la tua postazione da indoor cycling in soggiorno e pedala senza perderti nemmeno un secondo della tua serie preferita su netflix, la puntata di Masterchef su Sky o la partita di calcio della tua squadra del cuore su DAZN oppure usando una app di ciclismo virtuale come Zwift.

Pedalando senza sfiancarvi per una intera serata può consentirvi di bruciare calorie inaspettate (anche 1000 ad allenamento) se riusciamo a farlo per tre o quattro volte alla settimana può consentirci di perdere mezzo chilo in sette giorni senza colpo ferire.

Come dimagrisco facendo il ciclista urbano?

Sappiamo tutti che le città sono inquinate, che il traffico è spesso pericoloso per i ciclisti e qeusto spesso ci fa vederel’automobile come strumento ideale per spostarsi ma se ragioniamo in termini di calorie (ma a volte anche i tempo) siamo certi che andare in bicicletta (anche solo per brevi tratti in città) può essere funzionale al nostro programma dimagrante. Recenti studi dimostrano che un ciclista urbano può arrivare a perdere oltre 5 kg di peso nel primo anno di attività senza particolari restrizioni alla dieta e senza ulteriore esercizio fisico.

 

 

 

Rulli e allenamento invernale: i 6 consigli

Rulli

Rulli: un amico nel periodo invernale

Rulli e allenamento invernale: guida completa

I rulli, gli amici del ciclista nella stagione fredda. L’inverno, lo sappiamo, è una stagione in cui molti ripongono la bicicletta o comunque ne riducono l’utilizzo per via delle avverse condizioni meteo. Abbiamo parlato in una precedente guida di quello che è l’abbigliamento necessario per godersi la bicicletta anche nella stagione rigida, nonché segnalato come poter affiancare la palestra come attività di mantenimento del tono muscolare. Vediamo oggi come è possibile procedere con la preparazione invernale con i rulli, come metodologia di allenamento per mantenere il corretto tono muscolare.

Rulli e allenamento invernale: come sfruttarli al meglio

Pioggia, umido, nebbia e ghiaccio sono i nemici del ciclista in inverno, rendono la strada ancora più pericolosa mentre i rulli ci permettono di stare comodi a casa nostra senza il rischio di prendere malanni caratteristici di questa stagione.

Anzitutto è importante considerare che, a differenza della pedalata, l’allenamento indoor comporta un maggior impegno metabolico per garantire il raffreddamento, con una conseguente maggiore sudorazione nonché una maggior fatica mentale per sopportare l’allenamento statico. Può essere utile attrezzarsi con un cardiofrequenzimetro e con un misuratore della cadenza della pedalata in quanto può avere un senso seguire una tabella prestabilita. I rulli hanno la particolarità di non avere i classici intoppi, tipici della strada (semafori, auto, pedoni, ecc), che possono rompere il ritmo e consentono dunque sessioni di ripetute più efficaci.

Rulli e allenamento invernale: i 6 consigli fondamentali

  • ALLENAMENTO IN TEAM: se fare indoor biking può essere ripetitivo e noioso, l’idea vincente è quello di creare un team per allenarsi in casa o in palestra nelle aule di spinning.
  • MUSICA: scegliere musica motivante può aiutare anche nel cadenzare il giusto ritmo.
  • QUALITA’: è inutile scegliere la quantità e il tempo come parametro di allenamento meglio focalizzarsi su un obiettivo qualitativo.
  • VARIARE: i cambi di ritmo e di tipologia di allenamento possono aiutare la gestione anche di allenamenti un po’ ripetitivi.
  • MEDIA: utilizzare media come lettori MP3, DVD o anche il semplice smartphone con musica o filmati può aiutare nell’attività.
  • COSTANZA: le prime volte l’esercizio risulterà ripetitivo e al limite del noioso ma non desistete.

 

Rulli come sceglierli? 6 suggerimenti

  • VALUTARE la tipologia degli strumenti elettronici e informatici più adatti alle esigenze (attenzione a Software, programmi di allenamento, eventuali applicabilità di mappe di Google)
  • MONTAGGIO: privilegiare modelli semplici da montare e smontare
  • RUMORE: attenzione al rumore che produce il rullo in base all’ambiente di utilizzo
  • SGANCIO: attenzione allo sganciamento della ruota dal rullo
  • INGOMBRO: da valutare in base allo spazio a disposizione in casa
  • IMPLEMENTAZIONE: informarsi sulle compatibilità e le possibilità di implementare soluzioni