Gran Premio della Liberazione Pink quest’anno non si disputerà

Gran Premio della Liberazione Pink non si corre

Gran Premio della Liberazione Pink quest’anno non si disputerà secondo quanto comunicato dall’ASD Cicli Lazzaretti

Gran Premio della Liberazione Pink

Gran Premio della Liberazione Pink

L’ASD CICLI LAZZARETTI,  preso atto che allo stato attuale non si sono rese possibili le condizioni necessarie per organizzare la 4a edizione della gara ciclistica internazionale femminile “Liberazione Pink – Trofeo Lazzaretti” annuncia, suo malgrado, che il prossimo 25 aprile la gara non si disputerà: “Fin dalla prima edizione la corsa femminile di Caracalla è entrata nel cuore degli appassionati ed è diventata un appuntamento atteso da squadre e atlete – spiega Mario Carbutti di Cicli Lazzaretti – ma stavolta siamo costretti a rimandare l’appuntamento. Senza il Gran Premio della Liberazione U23 sarebbe una festa a metà. Meglio aspettare una nuova occasione. Noi siamo pronti fin d’ora a tornare in campo per fare la nostra parte ed offrire alle cicliste l’occasione di misurarsi sul circuito romano che ha laureato campioni e campionesse di grande valore. Ringrazio il presidente Renato Di Rocco, le Istituzioni pubbliche e private, gli sponsor e i nostri volontari che hanno sempre mostrato molta sensibilità per questa bellissima corsa. A presto”.

FONTE COMUNICATO STAMPA

Paternoster vince il GP Liberazione Pink

Paternoster vince la sua prima corsa Elite su strada

Paternoster vince il Gran Premio della Liberazione Pink, per la giovane trentina della Astana è il primo successo su strada nella categoria Elite

Paternoster vince il GP Liberazione

Paternoster vince il GP Liberazione

Paternoster vince la terza edizione del Gran Premio della Liberazione Pink, la giovane trentina conferma tutte le sue credenziali come stella del futuro (se non già del presente) del ciclismo mondiale. Dopo le due vittorie consecutive di Marta Bastianelli ecco che è Letizia Paternoster a iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro della corsa capitolina.

 

Letizia  nella Capitale ha colto il primo successo su strada della ancor breve carriera tra le élite grazie al bel lavoro dell’ Astana Women’s Team, la diciottenne,  assieme a quattro rivali,ha  anticipato il gruppo nell’ultimo giro andando a conquistare la vittoria finale. Alle sue spalle  si sono classificate Maria Giulia Confalonieri (Valcar PBM), la lituana Rasa Leleivyte (Aromitalia Vaiano), la russa Diana Klimova (Russia) e Nadia Quagliotto (Top Girls Fassa Bortolo).

Il gruppo, che ha tagliato il traguardo a 7″, è stato regolato da Rachele Barbieri (Squadra Mista Wiggle-Chirio). Completano la top 10 Martina Alzini (Astana Women’s Team), Elisa Balsamo (Valcar PBM), Maria Vittoria Sperotto (Bepink) e Debora Silvestri (Eurotarget Bianchi Vitasana).