Astana Women’s Team alla campagna delle Fiandre

Astana Women’s Team impegnata nelle Fiandre

Astana Women’s Team prossimi appuntamenti sono la Driedaagse Brugge-De Panne e la Gent-Wevelgem

Astana Women's Team (fonte comunicato stampa)

Astana Women’s Team (fonte comunicato stampa)

La campagna delle grandi classiche del nord sta per entrare nel vivo e nelle prossime settimane l’Astana Women’s Team sarà impegnata a più riprese nella gare di un giorno in Belgio ed in particolare nella regione delle Fiandre: prima della fine del mese di marzo è previsto subito un doppio appuntamento agonistico per la formazione italo-kazaka. Giovedì 28 l’Astana Women’s Team sarà infatti al via della Driedaagse Brugge-De Panne, una prova che dall’anno scorso si è aperta al ciclismo femminile e che proporrà un tracciato di 134.4 chilometri interamente pianeggiante: a rendere dura la gara ci penseranno il pavé, ma soprattutto il vento visto che si correrà lungo la costa belga. Domenica 31 si disputerà invece la Gent-Wevelgem: in programma 136.9 chilometri con Baneberg, Kemmelberg e Monteberg da affrontare ognuno per due volte.

A guidare la formazione dell’Astana Women’s Team in entrambe le corse ci sarà la cubana Arlenis Sierra che proprio alla Gent-Wevelgem l’anno scorso sfiorò il podio classificandosi in quarta posizione: il Trofeo Alfredo Binda non è andato come sperava e in Belgio andrà in cerca di riscatto. Al suo fianco Arlenis Sierra avrà la connazionale Jeidy Pradera, la messicana Yareli Salazar e l’ucraina Olga Shekel mentre per quanto riguarda gli ultimi due posti a disposizione ci sarà un po’ di rotazione tra le atlete: alla Driedaagse Brugge-De Panne correranno Amiliya Iskakova e Natalya Saifutdinova che poi alla Gent-Wevelgem lasceranno il posto a Elena Pirrone e Makhabbat Umutzhanova.

FONTE COMUNICATO STAMPA

Jimmy Duquennoy muore a 23 anni

Jimmy Duquennoy, ciclista belga della WB Aqua Protect Veranclassic è deceduto a seguito di un infarto che lo ha colto nella sua casa di Tournai.

 Jimmy Duquennoy

Jimmy Duquennoy

Jimmy Duquennoy, ciclista belga di soli 23 anni è deceduto nella sua casa di Tournai a seguito di un infarto. Il corridore  professionista della WB Aqua Protect Veranclassic è deceduto ieri sera a causa di una crisi cardiaca patita imentre era sul proprio letto.

Mercoledì Jimmy aveva preso parte al Sparkassen Münsterland Giro, classica tedesca di fine stagione che non aveva però portato a termine

La sua squadra, la WB-Aqua Protect-Veranclassic, ha pubblicato un post sui canali social:

“Abbiamo appreso stamane la terribile notizia della morte di Jimmy Duquennoy. Jimmy è morto improvvisamente ieri sera a casa sua. Aveva 23 anni. Questo ragazzo era il più gioviale, gentile, aperto dei ragazzi. Aveva iniziato la sua carriera nella nostra formazione giovanile Color-Code-Aquality Protect prima di realizzare il suo sogno di diventare professionista con la Wallonie Bruxelles nel 2016. Siamo vicini alla famiglia e ai parenti di Jimmy. RIP”

 Jimmy Duquennoy: biografia

Jimmy era nato il 

Jimmy Duquennoy nella stagione 2015 firma un contratto con la formazione Continental “Codice-Protect colore Aquality” mettendosi in luce come ciclista adatto alle fughe e ottenendo cinque podi ma senza ottenere vittorie. Nella Parigi-Roubaix dedicata alle giovani speranze ottiene un interessante settimo posto.

Jimmy Duquennoy viene reclutato per la stagione 2016 dallaWallonie Bruxelles-Group Protect e passa quindi professionalmente facendo il suo esordio alla Étoile de Bessèges e ha conquistato il nono posto al Memorial di Philippe Van Coningsloo e il decimo posto della Arnhem Veenendaal Classic.

La sua formazione, Vallonia Brussels-Group Protect , ottiene una licenza continentale professionale per la stagione 2017 in cui Jimmy Duquennoy continua a dimostrare la sua attitudine da uomo per le fughe.

Nel marzo 2018 , ha concluso decimo nella gara Across West Flanders-Johan Museeuw Classic vinta dal francese Rémi Cavagna e ha preso parte alla Gent-Wevelgem e alla Parigi-Roubaix .

Marta Bastianelli vince alla Gent-Wevelgem

Marta Bastianelli vince alla Gent-Wevelgem

Marta Bastianelli vince la Gent-Wevelgem, bene le altre atlete italiane: Barbara Guarischi e Letizia Paternoster in top10

Marta Bastianelli vince alla Gent-Wevelgem

Marta Bastianelli vince alla Gent-Wevelgem

Marta Bastianelli vince alla Gent-Wevelgem che con uno sprint ristretto ha coronato la bellissima prestazione di squadra della Alé-Cipollini. Per la 30enne atleta ed ex  campionessa del mondo si tratta della prima vittoria in una classica del Women’s World Tour. Una bellissima azione quella della Bastianelli (nostra ospite pochi mesi fa) che si è messa alle spalle qualcosa come tre campionesse nazionali.

In seconda posizione, infatti, è arrivata la belga Jolien D’Hoore, terza la tedesca Lisa Klein mentre resta giù dal podio per un soffio la cubana Arlenis Sierra (Astana).

Tanti tentativi di fuga nella prima metà di gara, ma il ritmo altissimo tenuto dal gruppo non lascia spazio ad azioni positive. Dopo 40 km ci prova l’olandese Thalita De Jong (Experza-Footlogix) ma anche per lei nessuna fortuna. Ai meno 20 km dal traguardo, per via del forte vento laterale, si vengono a formare diversi ventagli anche per via dell’azione di Boels- Dolmans e Sunweb in testa, restano solo una trentina di cicliste al comando. Questo gruppetto ristretto si va così a giocare la vittoria in volata.

Nella top10 dell’ordine d’arrivo troviamo anche altre due italiane: Barbara Guarischi ha chiuso nona, ma bravissima è stata anche la non ancora 19enne Letizia Paternoster che si è piazzata decima dopo un gran lavoro per le compagne di squadra.