Garcia Cortina prima vittoria da pro al Tour of California

Garcia Cortina vince la tappa al Tour of California

Garcia Cortina vince la sua prima corsa da pro al Tour of California, tra le donne si impone  Van der Breggen, seconda Elisa Balsamo

Garcia Cortina (fonte pagina twitter)

Garcia Cortina (fonte pagina twitter)

Garcia Cortina ottiene la sua prima vittoria tra i professionisti nella quinta frazione del Giro della California da Pismo Beach a Ventura per 218 km. Sono dodici gli elementi che movimentano la corsa con una fuga in cui sono presenti i nostri eonardo Basso (Team Ineos) e Davide Ballerini (Astana Pro Team) oltre, tra gli altri, a Peter Sagan, Jasper Philipsen, Neilson Powless e Brandon McNulty.

Il gruppo controlla i fuggitivi senza lasciare che il margine salga troppo, infatti ai meno cinque chilometri dal termine dello strappetto di Ventura c’è il ricongiungimento ma, proprio in quel momento, sono  Sergio Higuita e George Bennett a portare un attacco deciso. L’azione dei però non è fortunata e della successiva discesa ecco che il gruppo si ricompatta per arrivare verso la volata finale.

E’ il forte corridore argentino Maxi Richeze a lanciare la volata e tutto lascia presagire che sia lui ad andare a conquistare la vittoria ma venti metri prima della linea finale è lo spagnolo della Bahrain-Merida, Iván Garcia Cortina a beffare tutti.
In classifica resta tutto immutato con  Tejay van Garderen che  continua ad verstire la maglia di leader della generale con un margine di 4 secondi su Asgreen e 6 su Gianni Moscon (Team Ineos).

Nella corsa femminile si registra, nella prima frazione, la vittoria di Anna van der Breggen, L’atleta della Boels Dolmans è arrivata al traguardo in solitaria con un margine di 18 secondi dal gruppetto inseguitore regolato dalla nostra magnifica Elisa Balsamo (Valcar Cylance) che ha preceduto la colombiana Arlenis Sierra.

 

Garcia Cortina l’amico di Mamykin

Garcia Cortina va a trovare ogni giorno Mamykin, ancora in ospedale

Garcia Cortina

Iván García Cortina

Raccontiamo spesso di discussioni tra ciclisti, di discussioni post volate, di scorrettezze e di altri episodi poco edificanti che toccano, purtroppo, anche il nostro sport. Oggi invece raccontiamo di una bella storia di amicizia, nata alla recente Vuelta a España.

Abbiamo parlato in un nostro recente articolo dello sfortunato Matvey Mamykin, caduto durante una tappa della corsa iberica e che ha subito la frattura del bacino. Il giovane corridore del Team Katusha-Alpecin è ancora ricoverato presso  l’Ospedale di Gijón in attesa del rientro in patria.
Costretto in un paese straniero ad una degenza ospedaliera e lontano dai propri cari, Mamykin ha trovato la solidarietà di  Iván Garcia Cortina, corridore delle Asturie che sta andando a trovare quotidianamente Marvey anche se i due non sono mai stati compagni di team.

In compagnia di un amico, Cortina si reca tutti i giorni a tenere compagnia allo sfortunato collega, gli porta cibo e lo aiuta nel trascorrere le lunghe giornate in ospedale. Problemi di lingua e di divisioni di “colore di maglia” possono essere facilmente sorpassati quando si usa il cuore e il cervello in modo accurato.

Grazie a Garcia Cortina per la bella lezione.  Meditate pseudo sportivi, meditate!