Viola Brand la sexy campionessa di ciclismo artistico

Viola Brand talento mondiale di ciclismo artistico

Viola Brand bella e brava atleta di una disciplina poco nota: il ciclismo artistico anche noto come freestyle cycling

 

Viola Brand

Viola Brand

Viola Brand forse non tutti conoscono questa fortissima (e bellissima atleta) di una disciplina particolare del ciclismo: quello artistico!

Detto anche “freestyle cycling”, il ciclismo artistico rappresenta un figlio minore dell’UCI che unisce al ciclismo abilità tipiche della ginnastica artistica e ballo acrobatico.

La maggior parte dei ciclisti trova a volte difficile pedalare staccando le mani dal manubrio mentre Viola Brand pedala come una ballerina del Teatro Bolshoi danza sul palco.

“Il ciclismo artistico mi ha insegnato molto sin da quando ero molto giovane e non so chi sarei senza di lui. Attraverso questo sport, ho ottenuto molta disciplina, volontà per raggiungere i miei obiettivi e anche migliorato me in tutte le cose che faccio “, scrive la giovane atleta nel suo profilo sul sito di Fuelixir.

Il ciclismo artistico è una disciplina spettacolare molto radicata nei paesi del nord Europa come la Germania. È considerato un nuovo modo di pedalare che, più che con il movimento, ha a che fare direttamente con la danza.

Viola Brand ha iniziato a praticare la disciplina a soli sei anni seguendo il fratello maggiore ed ora si allena in media 20 ore alla settimana per affinare la propria tecnica.

Osservando una gara di ciclismo acrobatico è palese come l’equilibrio sia alla base di tutto ma solo quello non basta:

”penso che la pazienza sia l’elemento principale assieme alla forza mentale: non si può fare un solo errore. La differenza tra vincere e perdere può essere decisa in un secondo in caso di perdita di concentrazione. In quest’ottica è è fondamentale insistere sull’allenamento giornaliero anche se a volte non vedi progressi per mesi” dichiara Viola Brand.

 

Viola è una dei principali veicoli per pubblicizzare questo sport e le sue performance sono diventate letteralmente virali sui social network.

“nel 2017 un amico mi ha suggerito di aprire una pagina su Instagram, poi alcune pagine hanno condiviso i miei video facendoli diventare virali e facendomi superare quota 140.000 follower. Questa è una grande opportunità per aumentare la popolarità del mio sport” afferma la campionessa tedesca.

 

Come detto è stato il fratello di Viola a spingere la ragazza verso il ciclismo acrobatico e ora è la madre che si occupa degli allenamenti “a terra” che vertono su esercizi di forza oltre che di tecnica. Agli esercizi a corpo libero si accompagnano 3 ore di palestra dal lunedì al giovedì oltre agli allenamenti in bicicletta per poi affrontare le gare nel fine settimana. Un vero e proprio impegno senza soluzione di continuità ma la bella Viola trova anche il tempo per frequentare le lezioni dell’Università in gestione nutrizionale.

La 24enne ciclista professionista di Stoccarda utilizza una bici speciale per il ciclismo artistico del marchio Langenberg. Ha una trasmissione a cinghia fissa con rapporto 1: 1, e la geometria è leggermente diversa (il manubrio può ruotare di 360 gradi).