Giro d’Italia Vittoria di Fernando Gaviria

Fernando Gaviria fa Tris

Fernando Gaviria, talento emergente del ciclismo colombiano, era partito per ben figurare a questo Giro d’Italia e puntualmente ha rispettato le attese calando oggi il suo personalissimo tris alla corsa rosa. Il corridore della Quick-Step Floors si è imposto a Reggio Emilia, arrivo della dodicesima tappa, dimostrando ancora una volta di essere una spanna davanti a tutti i suoi colleghi velocisti .

Eccellente il lavoro svolto dal team che l’ha perfettamente guidato nella gestione del non semplice finale in cui il colombiano non ha lasciato scampo al nostro, per altro ottimo, Jakub Mareczko (Wilier – Selle Italia) costretto ad accontentarsi del secondo posto finale.

Il podio di giornata viene completato da Sam Bennett (BORA – Hansgrohe) mentre i nostri Sacha Modolo e Roberto Ferrari (UAE Fly Emirates) si devono accontentare rispettivamente del settimo e decimo posto. Resta dunque tabù la vittoria di tappa per gli atleti italiani.

Da segnalare l’attacco a partire dal chilometro zero di Sergey Firsanov (Gazprom – Rusvelo) e Marco Marcato (UAE Team Emirates) e dell’italiano  Mirco Maestri (Bardiani – CSF).

Missione compiuta per  la Dimension Data che con Omar Fraile  si è lanciata all’assalto della maglia azzurra conquistandola a  discapito di Jan Polanc (UAE Team Emirates) costretto a cedere il passo.

Nessuna variazione in classifica generale con Tom Dumoulin (Team Sunweb) che conserva la rosa.

 

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – Tom Dumoulin (Team Sunweb)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo – Fernando Gaviria (Quick-Step Floors)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Omar Fraile (Team Dimension Data)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin – Bob Jungels (Quick-Step Floors)

Fernando Gaviria: felice per la vittoria al Giro

Fernando Gaviria festeggia sul podio

Fernando Gaviria dimostra tutto il suo feeling particolare con le isole italiane conquistando oggi la sua seconda vittoria in questo Giro d’Italia: “credo che come siano felice in Colombia lo sono io, mi fa piacere che al mio paese stiano festeggiando. Per me è un sogno, mai avrei creduto in partenza di ottenere un simile risultato in cosi poche tappe. La squadra ha lavorato per me ed è un onore dare lustro al paese e alla mia squadra e con tutto l’affetto che ricevo non posso che non compensare tutti che con delle vittorie. Non mi sento il più forte dei velocisti, anzi devo controllare tutti i miei avversari . Mi fa molto piacere aver ricevuto i complimenti di Greipel a fine corsa perché lui è un grande, ha un numero incredibile di vittorie al Giro e resta un modello per me.

Il colombiano si è poi soffermato sugli obiettivi per le prossime settimane di corsa: “Non so se riuscirò a terminare il Giro, l’ultima settimana è terrificante e io ho poca abitudine alle corse cosi lunghe, credo che un buono stimolo possa essere la possibilità di portare a Milano la maglia ciclamino, sono molto felice di lottare a questo modo al Giro, ho portato la maglia Rosa e ora sono contento di indossare la maglia ciclamino, farò il massimo per difenderla”

 

A Messina vince Gaviria

Fernando Gaviria fa il Bis al Giro d’Italia

Il Giro d’Italia arriva a Messina e Fernando Gaviria firma la sua personale doppietta: dopo la vittoria in terra sarda ecco quella in Sicilia.

Se domenica scorsa il vento aveva tagliato fuori dai giochi una parte dei velocisti di punta favorendo il corridore colombiano oggi ha dato una prova di forza contro l’intero gruppo dei velocisti della corsa rosa. Non è stato necessario molto tempo perché il corridore della Quick-Step Floors prendesse confidenza con il Giro e ora il suo bottino personale conta già due successi, un giorno in rosa e l’attuale “possesso” della maglia ciclamino, non male per un esordiente.

Alle spalle di Gaviria  si piazza il nostro Jakub Mareczko della Wilier – Selle Italia, vero talento del nostro ciclismo che ha dimostrato tutta la sua abilità in una furiosa rimonta finale che lo ha visto precedere  l’irlandese Sam Bennet (Bora – Hansgrohe).

Da segnalare il curioso fatto accaduto a  Luka Pibernik (Bahrain – Merida) che con unao scatto supera tutti e taglia il traguardo esultante per la vittoria, peccato che si trattasse solamente del l primo passaggio sulla linea del traguardo di Messina e che al termine della tappa mancassero ancora cinque chilometri circa.

Molto soddisfatto Gaviria: “E’ stato davvero un grande sprint, oggi la Quick-Step Floors ha lavorato davvero bene e la mia vittoria è da condividere con tutti i miei compagni. Sono molto felice perché oggi era presente tutta la mia famiglia e anche la mia ragazza Valentina a cui ho dedicato il bacio finale. Quando Bennett è partito mi sono trovato col vento in faccia ma ho voluto aspettare un attimo e la tattica mi ha premiato Io eroe delle due isole? Ho solamente vinto due tappe, l’eroe del Giro sarà chi arriverà a Milano in maglia rosa”.

Bob Jungels in maglia rosa

Soddisfatto anche  Bob Jungels che ha mantenuto la sua maglia rosa e dichiara apertamente il suo obiettivo: “E’ stato un finale velocissimo ed un po’ pazzo ma è andata bene, sono felicissimo per la vittoria di Fernando l’ambiente era incredibile, tantissima gente a bordo strada per incitare Vincenzo Nibali, oggi ho fatto bene e spero di riuscire a conservare la maglia Rosa fino a domenica quando con il Blockhaus uscireanno i veri scalatori”.

 

 

 

Caleb Ewan deluso dalla prova di ieri

Caleb Ewan sfortunato ieri al Giro d’Italia

E’ un Caleb Ewan molto amareggiato quello che si presenta ai microfoni nel dopo corsa della seconda tappa del Giro d’Italia.

L’atleta tasmaniano in forza alla ORICA – Scott ha mancato una grande occasione sul traguardo di Tortoli per via di un fastidioso guaio tecnico: a seguito di un fortuito contatto con il velocista Fernando Gaviria, il pedale di Ewan si è sganciato con il risultato di perdere inerzia e la conseguente impossibilità di correre per la vittoria finale.

“Se devo essere onesto non ricordo proprio cosa sia accaduto, so che mi sono affiancato a Gaviria e che poi mi sono trovato con il piede uscito dal pedale e in una simile condizione è impossibile procedere con lo sprint. E’ un vero peccato, mi sento devastato perchè, non conosco la condizione fisica dei miei rivali, ma so che io sono veramente al top e potrei giocarmi le mie carte in volata ma la sfortuna mi sta perseguitando.

Oggi per Caleb c’è subito l’opportunità di rifarsi visto che il Giro offre un’altro arrivo adatto agli sprinter, ci si attendono scintille con l’altro piede veloce Fernando Gaviria?

Andrè Greipel pronto per il Giro

Il velocista Andrè Greipel (Lotto Soudal), che ha vinto almeno una tappa in ciascuna delle sue precedenti quattro partecipazioni al Giro d’Italia, ha dichiarato: “Sono felice di far parte della centesima edizione. Mi piace veramente questa corsa. Non direi no a vincere un’altra tappa, abbiamo una squadra molto forte sia per le volate che le tappe in linea. Se la prima tappa arrivasse in volata venerdì, sarebbe bello indossare la Maglia Rosa per la prima volta. Non vedo l’ora di provarci. In un Grande Giro, solo al massimo 21 corridori tra i 198 al via possono vincere una tappa, essere uno di loro è sempre un grande successo. Sulla carta sembra che sia il miglior velocista ma c’è un gruppo di velocisti di alta qualità come Caleb Ewan, Fernando Gaviria, Giacomo Nizzolo, etc. Sono giovani che vogliono sfidarmi ma anch’io voglio sfidare loro. Questo è il mio quattordicesimo Grande Giro, ho più esperienza di loro… ma a loro della mia esperienza non importa nulla! Hanno un grande futuro davanti e non sarà facile batterli.”

GP Francoforte: i dettagli

Risultati immagini per gp francoforteIl 1 maggio in Germania è sinonimo di  GP Francoforte. La corsa tedesca entrata a far parte del WorldTour è giunta alla 55ª edizione e si è sempre disputata fin dal 1962, ad eccezione dell’edizione del 2015 quando si decise di cancellarla per la minaccia di un possibile attentato terroristico.

 

 

 

I FAVORITI

Alexander Kristoff 

John Degenkolb

Peter Sagan

Michael Matthews

André Greipel

Fernando Gaviria

Marcel Kittel 

 

ALBO D’ORO RECENTE

2016 KRISTOFF Alexander

2014 KRISTOFF Alexander

2013 SPILAK Simon

2012 MOSER Moreno

2011 DEGENKOLB John

2010 WEGMANN Fabian

2009 WEGMANN Fabian

2008 KROON Karsten

2007 SINKEWITZ Patrik