BikeUp festival delle biciclette elettriche

Bikeup a Bergamo dal 29 al 31 marzo

BikeUp festival europeo interamente dedicato alle biciclette elettriche in scena a Bergamo dal 29 al 31 marzo 2019

BikeUp

BikeUp

Dopo aver portato a Lecco oltre 120.000 persone in 5 edizioni, BikeUP, il primo festival europeo interamente dedicato alle biciclette elettriche, cambia sede e nel 2019 va in scena a Bergamo, dal 29 al 31 marzo.

La valenza turistica del territorio bergamasco, luogo storicamente di cultori della bici, è un importante valore aggiunto della nuova collocazione dell’evento. La città è uno scrigno di preziosi tesori come la basilica di Santa Maria Maggiore, risalente al XII secolo, ed è il centro ideale di una rete di percorsi pedalabili per tutti i gusti e per tutte le gambe.

I numeri legati alle e-bike, nuova forma di mobilità dalla forte valenza sostenibile, che spazia dal commuting ai lunghi percorsi a tappe della rete Eurovelo, non smettono di crescere e la sesta edizione di BikeUP si farà interprete di questa tendenza con un programma ancora più ricco di attività pensate per coinvolgere i biker di tutte le età.

Il calendario è fittissimo con momenti dedicati alle escursioni alla scoperta della città e del territorio, alle iniziative riservate ai bambini e alle esibizioni, anche in chiave spettacolare, come le evoluzioni con le bici trial e le bmx.

Molte saranno le opportunità per divertirsi e imparare, osservando le bellezze del patrimonio storico-artistico di Bergamo da un punto di vista inedito, provando a muoversi in città in sella a una e-bike, mezzo perfetto anche per esplorare nuove modalità di viaggio in chiave slow. Grande spazio, infatti, sarà riservato ai test di differenti modelli di biciclette a pedalata assistita, organizzati in collaborazione con le aziende produttrici italiane e straniere.

La possibilità di poter provare in prima persona più bici e di fare un confronto sul campo tra marchi e tipologie è da sempre uno dei tratti distintivi di BikeUP ed è particolarmente apprezzata dal pubblico: i test dell’edizione 2018 sono stati oltre 5000 e a Bergamo i numeri saranno ancora maggiori anche in relazione alla maggiore varietà di modelli presenti e alle due aree test lontane dal traffico, novità introdotta proprio quest’anno.

Nell’ottica di valorizzare la mobilità e-powered, un’altra new entry del programma di BikeUP 2019 sarà la partecipazione di alcuni produttori di e-scooter, con la possibilità per i visitatori di provare anche questo tipo di veicoli adatti al trasporto urbano a impatto ambientale zero.

Com’era naturale che fosse, ampio spazio alle prove su tracciati diversi per lunghezza e durata delle differenti tipologie di e-bike (e-mtb, e-bike trekking e city): per rendere più agevole e interessante la prova ci sarà la possibilità di essere accompagnati da guide del territorio sia il sabato sia la domenica, a partire dalle 10 del mattino.

 

Tra le esperienze più suggestive che caratterizzano la nuova edizione bergamasca di BikeUP ed evidenziano la sinergia con la città e il territorio, le escursioni guidate di tre ore abbinate a una degustazione di prodotti eno-gastronomici, espressione dell’eccellenza territoriale e veri e propri tour di più giorni sia con e-bike trekking che e-mtb per un’esperienza full immersion in e-bike.

 

Molte le iniziative riservate ai biker in erba con un’area bambini dedicata, dove anche i più piccoli si avvicineranno alla bicicletta, muovendo i primi passi sulle balance bike. Numerosi i momenti focalizzati sull’educazione stradale e le occasioni di divertimento da vivere insieme ai genitori.

 

FONTE COMUNICATO STAMPA

 

Spazio ciclismo sulle strade dell’Europa: Eurovelo!

 

Spazio ciclismo in aumento sulle strade europee

Spazio ciclismo: in Europa la rete Eurovelo prevede 15 percorsi ciclistici a lunga percorrenza

Spazio Ciclismo: EuroVelo

Spazio Ciclismo: EuroVelo

Spazio ciclismo in Europa in continuo aumento grazie alla rete Eurovelo che prevede qualcosa come 15 percorsi ciclabili a lunga percorrenza che attraversano qualcosa come 42 nazioni. Una volta completato ci sarà spazio al ciclismo su 70.000 chilometri complessivi.

Eurovelo crea spazio ciclismo da nord a sud del continente: gli itinerari con numeri dispari percorrono il continente da nord a sud; quelli con numeri pari invece da ovest a est. Ci sono però due eccezioni: EV10 compie il periplo del mar Baltico, mentre EV12 segue la costa del mare del nord

Basta dare uno sguardo alla mappa dei percorsi per capire che quasi tutti i paesi europei sono coinvolti in questo progetto che crea Spazio ciclismo per tutti gli abitanti Europei.

Lo spazio ciclismo offerto da questa iniziativa non presentano percorsi aperti solo alle biciclette ma per avere il bollino Eurovelo, le strade devono avere un traffico inferiore alle 1000 auto al giorno (e avere pendenze non superiori all’8%). Ad onore del vero va detto che non tutti i percorsi sono completi, o ben segnati tutto dipende dalla tradizione ciclistica del paese in cui si transita.

Spazio ciclismo: Gli scopi di EuroVelo

  • Garantire che tutte le nazioni europee siano attraversate almeno da un itinerario ciclabile..
  • Favorire la cooperazione internazionale armonizzando gli standard delle infrastrutture ciclistiche.
  • Promuovere la attenzione alla sicurezza dei ciclisti con una iniziativa di grande significato.
  • Favorire l’avvicinamento alla bicicletta in un ambiente sicuro e ambientalmente di pregio.
  • Catalizzare la realizzazione di cicloitinerari locali beneficamente influenzati dell’itinerario europeo.
  • Promuovere la bicicletta come veicolo di turismo sostenibile.
  • Portare benefici economici alle comunità locali.
  • Indurre al maggiore utilizzo del trasporto pubblico a scapito dell’auto privata o dell’aereo.

http://www.eurovelo.org/