Chloé Dygert: dieta da campione del mondo? Non proprio

Chloé Dygert, ecco come mi nutro… non spaventatevi!

Chloé Dygert, campionessa del Mondo a cronometro in Yorkshire ha raccontato Il suo regime alimentare tutt’altro che privo di “schifezze”

Chloé Dygert (fonte pagina Instagram)

Chloé Dygert (fonte pagina Instagram)

Chloé Dygert lo scorso mese si è laureata campionessa del Mondo a cronometro per la categoria Elite a soli 22 anni. L’atleta statunitense ha già nel proprio armadio qualcosa come otto medaglie d’oro e un argento olimpico che l’hanno fatta diventare una delle atlete più ammirate del panorama mondiale.

Originaria dello stato degli Indiana (USA), Chloé si è avvicinata al ciclismo a soli 15 anni iniziando una vita da “nomade” che la porta ad allenarsi qua e là per gli Stati Uniti. Washington, Idaho e soprattutto Colorado (dove è solita allenarsi presso le strutture di Colorado Springs) sono ormai di casa in base al tipo di competizione per cui si prepara.

Tanti allenamenti e tanto girovagare possono essere un ostacolo per gestire correttamente la propria dieta ma, proprio l’aspetto legato alla alimentazione, è particolarmente sensibile per la ciclista americana. In un mondo in cui è norma rispettare regimi alimentari ristrettissimi, con ridotto apporto calorico la Dygert va in controtendenza sposando una filosofia non restrittiva in fatto di calorie.

“se devo essere sincera la mia alimentazione non è propriamente sana, Adoro i pop-cake e i fast food e se mi viene una voglia cerco di saziarla. Certo il peso è un limite ma non penso che la dieta sia una soluzione, anzi bisogna mangiare ciò che desideri e che fa bene al tuo corpo, io la vedo così” ha spiegato la ragazza a velonews. Chissà in quanto, atleti e non, provano una sana invidia per un siile atteggiamento.

“Mi piace mangiare circa due ore prima dell’allenamento mattutino. Se corriamo, per esempio, alle 10 del mattino mi sveglio alle 7.30 e alle otto faccio colazione. Prima di andare a letto preparo un mix di avena, latte di mandorla e semi di chia per la mattina seguente. Se sono ad una corsa mi porto un tapperware con gli ingredienti così posso preparare la mia colazione preferita anche in hotel” ha raccontato Chloé Dygert.

Prima dell’uscita si “carica” con barrette (almeno un paio), frullati, crostate di ciliegia che sono uno dei suoi cibi preferiti. Come bevanda un Gatorade che le consente di non disidratarsi.

In caso di allenamenti prolungati, sopra le tre ore, ecco che la ragazza usa una proteica alla vaniglia Core Power. E a pranzo?

“una ciotola con riso integrale, pico de gallo, guacamole, un albume e tofu, che friggo in padella sul fuoco con un po ‘di olio d’oliva in modo che sia ancora più croccante”. Insomma proteine anche vegetali senza disdegnare la carne rossa.

Al pomeriggio prosegue la “dieta” con “un paio di tazze di burro di arachidi, alcune fette di torta e acqua arricchita con vitamine oppure limonata”. Insomma un bel pieno di energia per la “piccola” Chloé Dygert.

La dieta prevede cena con riso o pasta meglio se spaghetti larghi, salsa di soia e tofu e qualche proteina. Non c’è che dire, la ragazza ha uno stomaco di ferro!

“Si, sono fortunata posso mangiare praticamente tutto anche in prossimità di una gara, unica cosa evito il piccante. Ultimamente evito di andare ai fast food ma li ho sempre adorati. Non amo privarmi dei piaceri, se dopo un allenamento mi viene voglia di mangiare una ciambella, la mangio.”

Una dieta anomala ma se i risultati sono quelli ottenuti sino ad ora, nessuno può dirle nulla!

Sei cose da fare se sei troppo malato per pedalare

Sei cose da fare se ti colpisce l’influenza

Sei cose da fare in alternativa alla classica uscita in bicicletta del week end dal sistemare la bicicletta a leggere ciclonews.biz

Sei cose da fare con influenza (fonte pixabay)

Sei cose da fare con influenza (fonte pixabay)

L’inverno tarda ad arrivare in alcune aree dell’Italia mentre in altre si fa sentire, con il freddo ecco che arrivano i primi malanni di stagione che vi potrebbero costringere ad una sosta ai box rinunciando alla vostra amata bicicletta.

Attenzione, se il vostro corpo manda segni di sofferenza o di raffreddamento, non ha alcun senso forzarsi ad una uscita che potrebbe solamente peggiorare il vostro stato di salute.

Naturalmente questo “riposo forzato” terrà il vostro pedale fermo ma la vostra passione per il ciclismo può tranquillamente continuare a muoversi, come?

Semplice, con sette cose da fare!

1.     Fissare l’obiettivo del vostro anno

Andare in bicicletta può voler significare tante cose: divertirsi con gli amici, voler perder peso, puntare a qualche gran fondo. Qual è il tuo obiettivo? Se non hai fissato un obiettivo chiaro non sarà nemmeno chiaro l’approccio da usare per uscire in bicicletta. Prenditi del tempo, ragiona e fissa un obiettivo raggiungibile per evitare la frustrazione

2.Pianifica le corse che vuoi fare

Amministrare le proprie forze, pianificare la stagione amatoriale è un passo intelligente e fondamentale per far si che la vostra passione per il ciclismo non resti un hobby improvvisato aumentando la possibilità di aumentare il grado di soddisfazione delle vostre uscite.

3.Valuta la tua dieta/piano di nutrizione

Le feste hanno messo molti di noi “all’ingrasso”, la sensazione di appesentimento è assolutamente fastidiosa ma l’idea di concentrarsi solamente sull’allenamento non è vincente. Affianca uno studio sugli alimenti più adatti al tuo stile di vita e di allenamento. Bruciare calorie non è il solo modo per perdere circonferenza, il primo allenamento si compie a tavola. Cambia abitudini alimentati, fissa alcuni paletti

4. Cura la tua bicicletta

Spesso l’allenamento occupa integralmente il nostro tempo libero, spesso dopo il work out non abbiamo voglia di impegnare tempo per la manutenzione del nostro mezzo meccanico. Quale occasione migliore (sempre che il vostro garage sia riscaldato) se non questa per prendere in mano la vostra bicicletta per “coccolarla” un po’?

5. Migliora la tua bicicletta

Diciamolo, tutti noi non siamo quasi mai soddisfatti della nostra bicicletta, : un pezzo nuovo non guasta mail. Allora dedichiamoci alla ricerca online di qualche pezzo che ci interessa, approfittiamo di questo periodo di saldi per scovare qualche “pepita”.

6. Leggere ciclonews!

Non c’è nemmeno bisogno di dirvelo, se avete l’influenza o se non l’avete: LEGGETE CICLONEWS