Alaphilippe a segno alla Tirreno-Adriatico

Alaphilippe a segno a Pomarance

Alaphilippe a segno a Pomarance conferma di essere in uno straordinario periodo di forma dopo la vittoria alle  Strade Bianche. Yates nuovo leader

Alaphilippe a segno a Pomarance

Alaphilippe a segno a Pomarance

Alaphilippe a segno a Pomarance certifica ulteriormente il suo periodo di forma che l’ha portato a conquistare prima le Strade Bianche e poi, appunto, la seconda frazione della Tirreno-Adriatico 2019 sull’arrivo di Pomarance. La maglia azzurra di leader della classifica generale passa sulle spalle di Adam Yates (Mitchelton-Scott).

Archiviata la crono a squadre di ieri che ha visto vittoriosa la Mitchelton-Scott, la Corsa dei due Mari riparte da Camaiore in direzione Pomarance con distacchi già delineati in attesa dei primi saliscendi di giornata.

La tappa viene inizialmente mossa da cinque atleti tra cui il nostro Mirco Maestri della Bardiani-CSF accompagnato da Natnael Behrane (Cofidis), Stepan Kuriyanov (Gazprom-Rusvel), Sebastian Schonberger (Neri-Selle Italia-KTM), Markel Irizar (Trek-Segafredo). I fuggitivi vengono riassorbiti quando mancano circa 10 chilometri dal traguardo.

Ci prova Daniel Oss (Bora – Hansgrohe) che riesce a prendere un po’ di vantaggio ma viene ripreso dopo circa 1 km di avanscoperta, a quel punto è lo sloveno Primoz Roglic (Team Jumbo-Visma) che prova a sorprendere tutti ma non riscendo a fare selezione è ripreso dal gruppetto che si prepara alla volata finale.

Greg Van Avermaet (CCC) prova ad anticipare tutti ma viene ripreso e sorpassato da un fenomenale  Julian Alaphilippe che conquista un altro prestigioso alloro in questo inizio di 2019. Alle spalle dei due ecco il nostro Alberto Bettiol (EF Drapac).

Adam Yates è il nuovo leader della enerale con 7″ di vantaggio su Roglic, Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida),  paga solo pochi secondi dal vincitore e si mostra in assoluto progresso.

 

Groenewegen batte Demare a Kuurne

Groenewegen batte Demare nella Kuurne-Bruxelles-Kuurne

Groenewegen batte Demare e trionfa alla Kuurne-Bruxelles-Kuurne, terzo posto per il nostro Sonny Colbrelli. Sfortunato Daniel Oss che fora mente era in fuga, brutta caduta per Sacha Modolo

Groenewegen batte Démare

Groenewegen batte Demare

Groenewegen batte Demare dopo una bella volata con un gruppo abbastanza elevato di corridori. E’ stata una bella Kuurne-Bruxelles-Kuurne tanto quanto sfortunata per i colori italiani. Abbiamo avuto in fuga Daniel Oss ma una foratura ha stroncato le ambizioni del nostro atleta e poi c’è stata una brutta caduta per Sacha Modolo.

La corsa è entrata  nel vivo sull’Oude Kwaremont, a 87 km dal traguardo, quando sullo storico muro si è staccato un gruppo di 22 corridori comprendiso di molti dei migliori specialisti sulla piazza. Tra questi, oltre a Greg Van Avermaet e Sep Vanmarcke, anche diversi italiani (Sonny Colbrelli, Matteo Trentin, Daniel Oss, Sacha Modolo).

Sul muro di Nokereberg ai -50 chilometri dall’arrivo, nel gruppo dei 22 c’è stato un attacco che ha lanciato Jasper Stuyven con Daniel Oss, i due hanno raggiunto un vantaggio di 50 secondi. Come dicevamo Oss è stato lo sfortunato protagonista di una foratura che ha tarpato ogni sua speranza di arrivare al traguardo. Daniel ci ha provato a rientrare sull’ex compagno di fuga ma è stato ripreso ai meno 19 km dal traguardo.

Da lì alla fine alcuni tentativi di evasione da parte di outsider non hanno più sortito alcun effetto, anche se l’ultima di queste azioni (con Julien Duval, Julien Vermote e Loïc Vliegen) è stata annullata appena a 100 metri dalla linea d’arrivo. Da segnalare una brutta caduta di Sacha Modolo (EF Education First) a 21 km dal traguardo, ma il veneto pare non abbia riportato conseguenze.

A conquistare la vittoria è stato Dylan Groenewegen su Arnaud Démare: l’olandese della LottoNL-Jumbo conferma il suo periodo di ottima forma fisica. Terzo posto per un ottimo Sonny Colbrelli, bravo a sprintare dopo essere stato anche all’attacco nelle fasi centrali della corsa.

Alle spalle del bresciano della Bahrain-Merida si sono piazzati nell’ordine Pim Ligthart (Roompot-Nederlandse Loterij), Justin Jules (WB Aqua Protect Veranclassic), Jempy Drucker (BMC), Guillaume Boivin (Israel Cycling Academy), Lukasz Wisniowski (Sky), Julien Vermote (Dimension Data) e Timothy Dupont (Wanty-Groupe Gobert).

.

Daniel Oss Charity Stars asta benefica pro US Aurora

Daniel Oss Charity Stars benefica per finanziare il suo primo team

Daniel Oss Charity Stars

Daniel Oss Charity Stars

Daniel Oss Charity Stars ossia un’asta benefica organizzate per raccogliere fondi per sostenere il primo team in cui ha corso, l’US Aurora Trento.

Aggiudicandoti l’asta avrai la possibilità di fare un giro in bici con Daniel Oss, il ciclista più rock che ci sia. Potrai portare con te fino a 4 amici (totale 5 persone) e pedalare assieme a Daniel nella meravigliosa cornice del Lago di Garda, base di allenamento del ciclista della squadra di BMC Racing Team.

La partenza è fissata da Torbole (Lago di Garda) e Daniel ti porterà a scoprire uno dei suoi tracciati di allenamento preferiti, potrai farti raccontare la sua storia, i suoi viaggi e la sua passione per il rock.

Ha scelto di fare questo progetto per supportare la sua prima squadra, il suo sport e i futuri giovani ciclisti. Daniel infatti è molto legato all’associazione Unione Sportiva Aurora perché gli ha permesso di crescere all’inzio della sua carriera con valori sportivi e educativi solidi e vorrebbe che altri piccoli atleti potessero scoprire il mondo del ciclismo, competere, crescere e magari in un futuro arrivare dove è arrivato lui.

L’incontro avverrà entro 6 mesi dalla chiusura dell’asta, compatibilmente con gli impegni dell’atleta e del vincitore. Le spese di trasferta sono a carico del vincitore dell’asta.

il link per partecipare: https://www.charitystars.com/product/una-pedalata-con-daniel-oss