Ciclomercato 2019, tutti i rumors ad oggi

Ciclomercato 2019, tanti colpi annunciati e molte trattative

Ciclomercato 2019 tanti i cambiamenti da Nibali alla Trek a Quintana in uscita dalla Movistar sino ai nostri Viviani, Masnada e Vendrame. Ecco tutte le trattative.

Ciclomercato 2019! (fonte Pixabay)

Ciclomercato 2019! (fonte Pixabay)

Ciclomercato 2019 sta per entrare nel vivo, storicamente le ufficialità, per questioni regolamentari, arriveranno nei primi giorni di agosto ma le trattative tra team e procuratori sono ormai nel vivo.

Sono tanti i colpi già “spoilerati”, come quello di Vincenzo Nibali già annunciato da patron Zanetti e sono tanti gli atleti che andranno in scadenza di contratto con i rispettivi team generando un vortice di cambi di divise.

Uno dei nomi caldi è quello di Elia Viviani (fresco di doppietta al Giro di Svizzera) che potrebbe approdare alla Cofidis che va verso la rottura con Bouhanni. Il cambio potrebbe giovare sia Elia che, secondo alcune indiscrezioni, potrebbe vedere un “increase” dell’ingaggio che la Cofidis che nel cambio di velocista risparmierebbe non pochi soldi. Alla formazione francese potrebbe approdare anche Andrea Vendrame in uscita dall’Androni.

In casa Deceunick sono arrivati i rinnovi di Fabio Jakobsen e Julian Alaphilippe mentre dovrebbe essere in uscita Philippe Gilbert (verso la Cofidis). In arrivo potrebbe esserci Davide Ballerini che andrebbe a coprire il ruolo di uomo per le Classiche del Nord.

Già ne abbiamo parlato del passaggio dello Squalo dello Stretto alla compagine americana della Trek-Segafredo, assieme a lui cambieranno collocazione anche il fratello Antonio Nibali, il massaggiatore Pallini, il medico Emilio Magni e, naturalmente, il mitico Paolo Slongo.

Se la Trek cambia pelle trovando un uomo nuovo per i grandi giri altro team che potrebbe uscire rivoluzionato dal Ciclomercato 2019 è la Movistar che, dopo l’impresa di Richard Carapaz al Giro, deve ragionare sul ruolo dell’ecuadoriano nel team. Per far rimanere il fresco vincitore della corsa rosa sarà necessario uno sforzo economico di primissimo livello in quanto per Carapaz stanno suonando (in verità da mesi) le sirene del Team Ineos pronto a mettere sul tavolo un’offerta da capogiro.

In uscita dalla formazione iberica c’è sicuramente Mikel Landa che potrebbe prendere il posto lasciato libero da Nibali alla Bahrain-Merid mentre per l’altro big della Movistar, Nairo Quintana, vi sarebbe un’offerta dalla squadra Professional francese dalla Arkéa – Samsic con cifre vicine ai 2,5 milioni a stagione con un bonus di un ulteriore milione in caso di trionfo al Tour 2020. Se Quintana dovesse cambiare divisa si porterebbe al seguito anche Winner Anacona oltre al fratello Dayer.

La formazione iberica, in caso di partenza di questi due big, sta però preparando un colpaccio: il corridore della Deceunick Quick-Step, protagonista della scorsa Vuelta Espana (secondo posto), Enric Mas. Secondo le indiscrezioni di Marca la firma è quasi scontata.

Fausto Masnada, dopo le prodezze del Giro d’Italia, dovrebbe accasarsi alla CCC.

Ciclomercato notizia importante dalla Direct Énergie

Ciclomercato notizia di rilievo per la Direct Energie che ingaggia Cousin e Taaramäe

Ciclomercato notizia

Rein Taaramäe

Ciclomercato notizia importante quella dell’ingaggio da parte della Direct Energie  di Jérôme Cousin e di Rein Taaramäe. Cousin, ventottenne, proviene dalla Cofidis, Solutions Crédits, ma ha già militato nel team dal 2011 al 2015.Mentre l’estone Taaramäe torna in Francia dopo l’esperienza con la Cofidis in cui aveva ben figurato tanto da essere chiamato della Katusha.

Molto soddistatto Jean René Bernaudeau, general manager della squadra: «Cousin si può definire uno di casa, conosce già come lavoriamo e siamo certi che si troverà a suo agio. Siamo orgogliosi che Taaramäe abbia accettato la nostra proposta professionale, lui ha il profilo che stavamo cercando sia sotto l’aspetto tecnico che soprattutto quello umano, sappiamo che ha attraversato qualche momento no ma siamo certi che con noi ritroverà lo spirito giusto. Rein e Lilian Calmejane andranno a formare una coppia di assoluto livello”

 

CIclomercato: Elia Viviani lascerà il Team Sky!

Ciclomercato: Elia Viviani ha deciso di lasciare la Sky a metà stagione!

Ciclomercato: Viviani via dalla Sky?

Ciclomercato: Viviani via dalla Sky?

Notizia importante di Ciclomercato: Elia Viviani ha accettato un contratto di due anni con il team EAU Emirates e sembrerebbe che il Team Sky abbia accettato di lasciarlo a metà stagione. Escluso dal Giro d’Italia non senza polemiche e ora lasciato a casa del Tour de Freance, nonostante la bella vittoria alla Route du Sud Elia prenderà il via al Tour d’Austria come atleta della nazionale italiana.

Viviani si concentrerà poi sugli Europei su strada del 2 agosto ma probabilmente non prenderà parte coi colori di Sky.

Una notizia di Ciclomercato che per certi versi era attesa ma solo per la fine dell’anno. Viviani è entrato a far parte del Team Sky nel 2015 e lo scorso anno ha conquistato l’oro nell’Omnium alle Olimpiadi di Rio 2016 e la vittoria aveva stretto il legame con la squadra britannica, poi è arrivata l’esclusione dal Giro del Centenario che ha minato la volontà di restare nel team.

I trasferimenti a metà stagione sono rari nel ciclismo professionale, ma sono consentito dalle regole UCI. Per ufficializzare la cosa, le due squadre devono accettare il trasferimento con l’approvazione finale proveniente dall’UCI.

Elia Viviani potrebbe lasciare il Team Sky

Elia Viviani

Elia Viviani prenderà il via del Giro del Delfinato con l’obiettivo di ben figurare nella corsa che storicamente è “l’antipasto” al Tour de France ma forse una parte dei suoi pensieri sono già indirizzati alla prossima stagione o, meglio, alla prossima collocazione.

L’esclusione al Giro d’Italia non è stata piacevole per Elia, il ciclista italiano che ha deciso di lasciare la pista per dedicarsi interamente alla strada  al Giro di Romandia ha vinto una tappa e si sentiva pronto per correre il Giro con l’obiettivo di farsi valere nelle tappe per velocisti.

 

I prossimi obiettivi di Viviani saranno le volate del Tour o della Vuelta ma con un occhio al Campionato Europeo su strada a Herning ma, forse, Elia meriterebbe un miglior trattamento dal team Sky e  un possibile addio dal team britannico non è così impensabile facendolo diventare un pezzo pregiato del prossimo ciclomercato. Chiaramente poche squadre posso garantire ingaggi di livello e visibilità come il team britannico, staremo a vedere cosa accadrà.