Androni Giocattoli Sidermec vince ancora la Ciclismo Cup

Androni Giocattoli Sidermec campione d’Italia

Androni Giocattoli Sidermec vince ancora la Ciclismo Cup con biclette Bottecchia la soddisfazione è grande per la squadra e i fornitori

Androni campione d'Italia 2019

Androni campione d’Italia 2019

Con grande piacere e orgoglio si conferma per Bottecchia per il terzo anno consecutivo il titolo di Campioni d’Italia con il team Androni Giocattoli Sidermec!

Dopo una grande stagione, EMME 4 Squadra bici ufficiale del team, si riconferma bici Campione d’Italia con la conquista della Ciclismo Cup.

 

È finita con il Gran Piemonte di ieri pomeriggio la Ciclismo Cup. Ed è finita ancora nella bacheca dell’Androni Giocattoli Sidermec che per il terzo anno consecutivo si laurea Campione d’Italia a squadre. L’Androni Giocattoli Sidermec ha difeso con successo anche nell’ultima corsa la leadership, chiudendo la challenge tricolore della Lega Professionistica al primo posto con 29 punti di vantaggio sul team secondo classificato. Sul palco, oltre alla premiazione del team che ha ricevuto l’ultima maglia rossa di leader, poco prima ci era salito già Fausto Masnada per vestirsi della maglia bianca di miglior under 25 sempre della Ciclismo Cup.

 

Questo straordinario traguardo sigilla una stagione ricca di successi per il team Campione d’Italia, che non ha mai smesso di lottare mettendosi in mostra in tutte le composizioni internazionali. Più di trenta podi stagionali in tutto il mondo tra cui Vuelta al Tachira (Venezuela), Tour de Langkawi (Malesia), al Circuit de la Sarthe (Francia), Tro-Bro Léon (Francia), Tour of the Alps (Italia), Tour de Bretagne (Francia), Giro dell’Appenino (Italia), Giro d’Italia (Italia), Vuelta Aragon (Spagna), Tour of Bihor (Romania), Tour of Hungary (Ungheria), National Championship Croatia (Croazia), Sibiu Cycling Tour (Romania), Tour du Limousin (Francia), Tour of China e Tour of Taihu Lake (Cina).

La stretta collaborazione con il team ha permesso a Bottecchia di perfezionare la bici in dotazione, EMME 4 Squadra, realizzando una vera e propria macchina da competizione. Grazie alle tecnologia Monolith, che permette di avere un vero unico monoscocca in totale assenza di punti di giunzione, questo telaio riesce a raggiungere performance elevatissime, massimizzando elasticità, reattività e leggerezza.

FONTE COMUNICATO STAMPA

Ciclismo Cup, Diego Ulissi conquista la generale

Ciclismo Cup è Diego Ulissi il vincitore della classifica individuale

Ciclismo Cup

Ciclismo Cup: vince Diego Ulissi

Ciclismo Cup è il momento di stilare le classifiche finali e, se a livello di team la vittoria è andata alla Androni Giocattoli ancora prima della Milano Torino, la classica disputata ieri ha consegnato il titolo individuale a Diego Ulissi. Il circuito, lo ricordiamo, comprende le gare disputate nel corso della stagione sul suolo italiano (escluse le prove WorldTour organizzate da Rcs Sport come il Lombardia di domani).

Il livornese della UAE Team ha sorpassato, è il caso di dirlo, in volata il colombiano Egan Bernal, proprio al termine della corsa vinta da Rigoberto Uran, anticipando il colombiano che, per poter vincere il titolo, avrebbe dovuto chiudere tra i primi cinque (mentre a Diego che aveva un vantaggio di trenta punti è bastato controllare la corsa). Bernal vince comunque il titolo di miglior Under 25 del circuito italiano.

Diego Ulissi succede a Sonny Colbrelli nell’albo d’oro della speciale classifica che premia la continuità di risultati nel corso della stagione.

Ecco la classifica individuale della Ciclismo Cup 2017:

1 ULISSI Diego UAE Emirates – 238
2 BERNAL GOMEZ Egan Arley* Androni-Sidermec – 210
3 CANOLA Marco Nippo-Vini Fantini- 194
4 CATTANEO Mattia Androni-Sidermec – 184
5 GAVAZZI Francesco Androni-Sidermec – 180
6 COLBRELLI Sonny Bahrain – Merida – 178
7 ARU Fabio Astana – 172
8 NIBALI Vincenzo Bahrain – Merida – 159
9 VISCONTI Giovanni Bahrain – Merida – 147
10 MOSCON Gianni* Team Sky – 127

Milano Torino ecco i dettagli della corsa

Milano Torino analisi dei partenti e diretta TV

Milano Torino

Milano Torino il percorso

Ufficializzato l’elenco dei partenti della 98esima edizione della Milano-Torino, la più antica Classica ciclistica al mondo la cui prima edizione risale al 1876, organizzata da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport, in programma domani 5 ottobre.

Tra i nomi di spicco Fabio Aru (Astana Pro Team) che partirà col dorsale numero 1, il vincitore del Giro d’Italia Tom Dumoulin e Warren Barguil (Team Sunweb), vincitore della maglia a pois del Tour de France, il secondo classificato del Giro d’Italia Nairo Quintana (Movistar Team), il secondo classificato al Tour de France Rigoberto Uran (Cannondale Drapac Professional Cycling Team), il vincitore della Milano-Sanremo Michal Kwiatkowski​ e il suo compagno di squadra Mikel Landa (Team Sky) oltre a Adam Yates (Orica – Scott), Thibaut Pinot (FDJ) e ai portacolori del Team Lotto NL – Jumbo, Steven Kruijswijk e Primoz Roglic e della Quick – Step Floors, ​Daniel Martin e Julian Alaphilippe​

UCI WORLDTEAMS
AG2R LA MONDIALE (FRA) – Geniez, Vuillermoz
ASTANA PRO TEAM (KAZ) – Aru, Sanchez
BAHRAIN – MERIDA (BRN) – Visconti, Gasparotto
CANNONDALE DRAPAC PROFESSIONAL CYCLING TEAM (USA) – Uran, Formolo
FDJ (FRA) – Pinot, Roux
MOVISTAR TEAM (ESP) – Nairo Quintana, Anacona
ORICA – SCOTT (AUS) – Adam Yates, Kreuziger
QUICK – STEP FLOORS (BEL) – Daniel Martin, Alaphilippe
TEAM KATUSHA ALPECIN (SUI) – Goncalves, Belkov
TEAM LOTTO NL – JUMBO (NED) – Kruijswijk, Roglic
TEAM SKY (GBR) – Landa, Kwiatkowski
TEAM SUNWEB (GER) – Dumoulin, Barguil
TREK – SEGAFREDO (USA) – Mollema, Alafaci
UAE TEAM EMIRATES (UAE) – Atapuma, Polanc

UCI PROFESSIONAL CONTINENTAL TEAMS
ANDRONI GIOCATTOLI – SIDERMEC (ITA) – Bernal, Frapporti
BARDIANI CSF (ITA) – Zardini, Ciccone
COFIDIS, SOLUTIONS CREDITS (FRA) – Bonnafond, Mate
NIPPO – VINI FANTINI (ITA) – Cunego, Berlato
WILIER TRIESTINA – SELLE ITALIA (ITA)​ – Koshevoy, Busato​

Milano Torino: COPERTURA TV


Giunta nel 2017 alla sua 98esima edizione, la Milano-Torino godrà di una distribuzione televisiva in 184 diversi Paesi del mondo, in tutti e cinque i continenti, attraverso 13 differenti network.
Rai, host broadcaster dell’evento, garantirà la produzione di immagini in diretta per due ore di corsa su Rai Sport +HD dalle 15.00 alle 17.00, che verranno trasmesse su Rai Sport nel territorio italiano ospitante la manifestazione.
Eurosport diffonderà live la più antica del mondo in 16 Paesi della regione Asia e Pacifico, nonché in tutto il Vecchio Continente, ad eccezione della Francia in cui la copertura sarà garantita in esclusiva da L’Equipe. Tornando al Pacifico, altre due esclusive saranno garantite agli appassionati giapponesi, che potranno accedere alla diretta su DAZN, e a quelli neozelandesi che seguiranno le fasi salienti della corsa su Sky Sports.
Il network OSN detiene i diritti per tutti i territori della regione Medio Oriente e Nord Africa, mentre più a sud l’emittente Kwese Sport coprirà l’intera Africa Subsahariana ad eccezione del Sudafrica, in cui la corsa sarà trasmessa in diretta da Supersport.
La Milano-Torino potrà essere seguita in diretta nelle Americhe grazie alla programmazione offerta da Fubo.TV in USA e Canada, da TDN in Messico e America Centrale e dal network ESPN in tutto il Sudamerica e nei Caraibi.
Immagini della gara verranno altresì distribuite in tutto il mondo attraverso la piattaforma SNTV – Sports News Television.

Androni Sidermec campione d’Italia!

Androni Sidermec si aggiudica la Ciclismo Cup

Androni Sidermec

L’Androni Sidermec

Androni Sidermec si aggiudica la Ciclismo Cup 2017 e si laurea campione d’Italia con una prova di anticipo (la Milano-Torino) e conquista la wild card per partecipare al Giro d’Italia 2018.

E’ stata una vera e propria marcia trionfale quella del team Professional guidato da Gianni Savio che ha dominato in lungo e in largo sulle strade delle corse italiane dalla prima gara della competizione. Il team di Savio si è dimostrato molto “arrabbiato” fin da subito forse spinto dalla (giusta) rabbia per il mancato invito all’edizione del Centenario del Giro.
Analizzando la Ciclismo Cup, iniziata a Febbraio, balza all’occhio che nessuna prova che la compone è stata vinta da un team italiano ma, la squadra del Team Manager piemontese in ogni occasione ha dimostrato di avere un qualcosa in più rispetto alle altre formazioni tanto che lo sponsor ha deciso di prolungare la collaborazione.

Uomo di Punta della Androni Sidermec è stato certamente Egan Bernal giovane scalatore colombiano che ha già firmato un contratto con il Team Sky assieme al più esperto Francesco Gavazzi,  uomo veloce, e sempre presente nei primi dieci nelle gare a cui prende parte

Coppa Sabatini GP Peccioli 2017 anteprima

Coppa Sabatini GP Peccioli 2017 presentazione della corsa

Coppa Sabatini – GP Peccioli 2017

Coppa Sabatini – GP Peccioli 2017

Coppa Sabatini GP Peccioli 2017, ultima prova per Memorial Martini (dopo la due giorni del Giro di Toscana) è prevista per Giovedì 28 settembre. La corsa giunta alla 65esima edizione fa parte del circuito della Ciclismo Cup è ed dedicata all’ex corridore Giuseppe Sabatini,  in attività tra gli anni ’30 e ’40 prematuramente scomparso.

L’organizzazione della corsa è affidata alla Unione Ciclistica Pecciolese e vanta un albo d’oro di primo livello (tra gli altri hanno trionfato: Moser, Saronni, Bugno, Gilbert, Ulissi e Colbrelli). La corsa verrà trasmessa da Rai Sport e Bike Channel.

Coppa Sabatini GP Peccioli 2017: Il Percorso

Il tracciato della corsa resta invariato rispetto alle ultime annate con partenza da Piazza del Carmine e un primo tratto in linea di 57km tra Capannoli e Lajatico. A seguire il secondo circuito di 21km da ripetere per tre volte. Per finire l’ultimo pezzo da circa 12km da percorrere sei volte con la salita di Peccioli che sicuramente sarà decisiva per l’esito finale della gara.

Coppa Sabatini GP Peccioli 2017: Starting List

Al via della corsa ci saranno i seguenti team:  4 WorldTour (Dimension Data, Bahrain – Merida, UAE Team Emirates, Team Sky); 9 Professional (Wilier Triestina-Selle Italia, Androni-Sidermec, Nippo-Vini Fantini, Bardiani-Csf, Fortuneo – Oscaro, Caja Rural–Seguros, Israel Cycling AcademyWanty – Groupe Gobert, Gazprom – Rusvelo); 3 Continental (Sangemini-MG KVis, D’Amico-Utensilnord, Tirol Cycling Team).

Tra le vedette della corsa: Sonny Colbrelli, Vincenzo Nibali e Giovanni Visconti (Bahrain-Merida), Elia Viviani (Team Sky), Mark Cavendish (Dimension Data), Manuel Belletti (Wilier-Selle Italia), Francesco Gavazzi (Androni-Sidermec), Marco Canola (Nippo-Vini Fantini). Presente anche il vincitore del Giro della Toscana Guillame Martin (Wanty-Groupe Gobert).

Marco Zamparella vince il Pantani

Marco Zamparella colpo a sorpresa al Pantani

Marco Zamparella

Marco Zamparella vince il Memorial Pantani

Marco Zamparella è  il vincitore a sorpresa del Memorial Pantani valido per la Ciclismo Cup. L’atleta dalla Amore & Vita – Selle SMP ha tagliato per primo il traguardo davanti ad un Diego Ulissi in forma mondiale il che rende ancor più memorabile l’impresa de “Il poeta” (cosi soprannominato per la passione per la poesia).

Dopo una quindicina di chilometri a ranghi compatti, iniziano gli attacchi di vari atleti senza che il gruppo dia il “via libera” alla fuga; bisogna arrivare al cinquantesimo chilometro di corsa perché parta una fuga. Sono due i corridori che riescono ad allungare. Sebastian Schonberger della Tirol Cycling e Marco Zamparella della Amore & Vita – Selle SMP.

I fuggitivi raggiungono anche i cinque minuti di vantaggio sul gruppo degli inseguitori poi la nazionale italiana prende in mano le operazioni per completare il ricongiungimento. Il distacco si abbassa lievemente e sulla salita di  Montevecchio la  coppia della Androni-Sidermec Mattia Cattaneo ed Egan Bernal, affiancata dall’azzurro Diego Ulissi va prima a riprendere e staccare l’austriaco Schonberger, poi va a riportarsi su Zamparella, formando un quartetto in testa alla gara.

 

Ai meno cinque chilometri dal traguardo il gruppo è ancora a oltre un minuto dai primi, è evidente che sarà volata a ranghi ristretti. Parte la volata e a sorpresa ad imporsi è assolutamente l’outsider del gruppetto: vince Marco Zamparella e trionfa, dunque, davanti a Diego Ulissi, che può ritenersi soddisfatto della sua condizione prima della partenza per Bergen, terza e quarta piazza per  Bernal e Cattaneo che consentono alla Androni di mantenere la testa della Ciclismo Cup.

 

Michael Albasini vince la Coppa Agostoni

Michael Albasini veterano elvetico batte la truppa italiana

Michael Albasini

Michael Albasini

Michael Albasini si aggiudica la Coppa Agostoni, classica italiana valida per il calendario della Ciclismo Cup, davanti ai nostri Marco Canola (Nippo-Vini Fantini) e Francesco Gavazzi (Androni-Sidermec).

Dopo trenta chilometri dal via della corsa si stacca  un drappello di sette corridori (tra cui Luca Wackermann) che compone la fuga di giornata. Il vantaggio massimo dei corridori in avanscoperta raggiunge i sei minuti per poi iniziare a calare sotto il lavoro del gruppo.

L’Androni-Sidermec prova a rendere impegnativa la corsa e lancia Egan Bernal all’attacco. Il colombiano raggiunge l’unico superstite della fuga della mattina e forma un duetto con Mark Padun  stagista della Bahrain Merida. Il gruppo continua il suo forcing e a meno a quaranta chilometri alla conclusione il vantaggio dei primi è meno di un minuto.

Il gruppo si compatta ed è inevitabile l’arrivo in volata che, nonostante lo sforzo dei velocisti nostrani, premia in modo netto lo svizzero Albasini, che taglia il traguardo a braccia alzate.

Memorial Pantani 2017 presentazione

Memorial Pantani 2017 anteprima della corsa

Memorial Pantani 2017

Memorial Pantani 2017

Memorial Pantani 2017, giunto alla edizione numero 14 ed organizzato dal GS Emilia per commemorare il grande scalatore romagnolo si svolgerà sabato 16 settembre e farà parte della Ciclismo Cup
L’albo d’oro della corsa è completamente tricolore: da Damiano Cunego, che si aggiudicò la prima edizione  a Diego Ulissi e Francesco Gavazzi, vincitori delle ultime due edizioni.

 

Memorial Pantani 2017: Il Percorso

Il percorso è il medesimo dello scorso anno con 189.8 km con partenza e arrivo a Cesenatico (da Via Mazzini a Viale Carducci), città natale del Pirata. I primi 60km sono pianeggianti dopo di che inizierà il circuito con la salita di  Montevecchio (369 metri di dislivello), che presenta una lunghezza di 5 km (pendenza media del 7%, massima del 15%).  Ancora in circuito gli ultimi venti chilometri (4 giri da 5.3 km ciascuno al centro di Cesenatico) per un arrivo sicuramente spettacolare

Memorial Pantani 2017: in TV

E’ prevista una differita della corsa su Raisport