Ciclismo nuovo velodromo in Italia? 

Ciclismo nuovo velodromo autorizzato dalla Federazione

Ciclismo nuovo velodromo, Federazione Ciclistica Italiana ha autorizzato l’inizio dei lavori che si completeranno prima di Tokio 2020

Ciclismo nuovo velodromo per gli atleti azzurri

Ciclismo nuovo velodromo per gli atleti azzurri

Ciclismo nuovo velodromo per gli atleti azzurri? Dopo le brutte notizie legate al Velodromo di Montichiari che si susseguono ormai da mesi, ecco arrivare una bella ventata di aria fresca. E’ notizia di oggi, infatti, che la Federazione Ciclistica Italiana, nella figura del Segretario Generale Maria Cristina Gabriotti, ha autorizzato l’inizio dei lavori per la realizzazione del nuovo Velodromo di Spresiano.

Entro l’estate avverrà la posa della prima pietra, ci vorranno 18 meri per la realizzazione dell’opera dall’accordo tra la Federazione Ciclistica Italiana e Pessina Costruzioni, dopo i 9 mesi dedicati alla progettazione.

I lavori, secondo quanto previsto dall’accordo, dovrebbero concludersi per gennaio 2020, in tempo per la preparazione delle Olimpiadi di Tokyo (in programma dal 24 luglio al 9 agosto 2020).

Il Velodromo avrà le caratteristiche di un impianto di categoria 1, secondo la normativa UCI, con capacità fino a 6.000 posti e sarà idoneo allo svolgimento di manifestazioni quali Campionati del Mondo e competizioni Olimpiche.

Il progetto si alimenterà con finanziamento pubblico e verrà realizzato in base alle disposizioni della finanza di progetto, l’aggiudicatario si farà carico della gestione per 50 anni con l’obbligo di lasciare gratuitamente a disposizione l’impianto alla FCI per 150 giorni l’anno.

Ciclismo nuovo velodromo: le dichiarazioni

“Con estrema soddisfazione salutiamo la nascita del secondo impianto coperto dedicato al ciclismo. Un obiettivo raggiunto grazie alla determinazione della Federazione e alla buona volontà di tutti i soggetti coinvolti. Mi auguro che presto il ciclismo italiano possa ospitare altri eventi internazionali, oltre a garantire un secondo velodromo per l’attività delle nostre Nazionali con uno standard logistico di eccellenza, già per le prossime Olimpiadi di Tokyo” le parole del presidente della FCI Renato Di Rocco.

“L’avvio dei lavori del Velodromo è per noi motivo di grande emozione. Un’opera unica nel suo genere in Italia per grandezza e livello”, dichiara Massimo Pessina, Presidente di Pessina Costruzioni. “Un impianto che non solo edificheremo ma che avremo in gestione per i prossimi decenni e in cui ci prepariamo fin da subito ad ospitare gare nazionali ed internazionali di altissimo livello. Sarà un Velodromo all’avanguardia sia dal punto di vista architettonico che dei materiali, una struttura da molto tempo attesa dalla Federazione, dai ciclisti e da tutti gli appassionati di questo sport”, conclude Pessina.

 

Eva Lechner addio al ciclocross?

Eva Lechner addio al ciclocross dopo le dichiarazioni del ct?

Eva Lechner addio al ciclocross? Le dichiarazioni del CT Fausto Scotti non sarebbero state gradite dall’entourge di Eva: ecco le parole di Luca Bramati

Eva Lechner addio al ciclocross?

Eva Lechner addio al ciclocross?

Eva Lechner addio al ciclocross? La notizia è clamorosa ma pare che l’indiscrezione raccolta daTuttobiciweb  possa essere tutt’altro che campata in aria. Effettivamente il tutto si basa su una dichiarazione rilasciata a  Ilenia Lazzato di “Scratch” da parte del commissario tecnico Fausto Scotti subito dopo la prova dei Campionati del Mondo di Valkenburg che rischia di avere ripercussioni non di poco conto per il mondo del ciclocross tricolore.

L’intervista, dopo i complimenti ai componenti della spedizione azzurra non nascondeva una serie di critiche da parte del CT Fausto Scotti: e uniche critiche alla Lechner: “sono rammaricato per la corsa di Eva, perché nel ciclocross di oggi è impensabile non cambiare la bicicletta. Non ho capito la sua strategia, non l’avevo decisa io perché a tutti gli atleti avevo raccomandato di cambiare la bici due volte al giro. Per una professionista come lei, venuta qui per vincere il mondiale, è impensabile commettere un simile errore».

Eva Lechner addio al ciclocross: i fatti

Eva Lechner era partita molto bene nella prova di Campionati del Mondo di Valkenburg tanto da conquistare la testa della corsa ma è caduta e, presa dalla foga del recupero, ha sbagliato ad imboccare l’entrata dei box, proseguendo con la bicicletta carica di fango chiudendo la prova in settima posizione nella prova vinta da Sanne Cant.

Sul fatto si è espresso Luca Bramati, allenatore di Eva Lechner: “Eva cade quando era in testa – scrive Bramati su Facebook – e presa dalla foga del recupero sbaglia l’entrata dei box e il nostro tecnico vede la strategia di portarsi sulle spalle 5 kg di fango! Questa mi mancava da sentire. Grazie alle sue dichiarazioni geniali oggi Eva ha deciso di non correre più il ciclocross, è un bene per il nostro movimento. Grazie CT”

 

Il Comune di Laives festeggia Elena e Alessia

Il Comune di Laives ha organizzato una manifestazione per le due medagliate

il comune di laives

Il podio con Elena ed Alessia

Il Comune di Laives, dopo i grandiosi risultati ottenuti ai Mondiali di ciclismo in Norvegia, intende celebrare le sue campionesse di casa, Elena Pirrone e Alessia Vigilia.

La cerimonia, organizzata dal comune con la collaborazione della Federazione Italiana Ciclismo e la società Gs Mendelspeck, si terrà mercoledì 27 settembre a Laives. Il ritrovo è previsto alle ore 18.30 presso il parcheggio antistante l’albergo Casagrande, in via Kennedy. Da qui partirà un corteo fino alla piazzetta del municipio, dove le atlete verranno onorate da autorità e fan.

 

Annemiek Van Vleuten conquista l’oro a Bergen

Annemiek Van Vleuten medaglia d’oro ai Mondiali di Bergen

Annemiek Van Vleuten

Il podio con Annemiek Van Vleuten

Annemiek Van Vleuten riporta in olanda dopo quattro anni la medaglia d’oro nella cronometro donne élite, dopo Ellen Van Dijk che si impose nel 2013. Questa volta ad averee la meglio è stata la forte 34enne che aggiunge un altro successo ad un 2017 già ricco di vittorie. Alle spalle della Van Vleuten si è piazzata la connazionale Anna Van der Breggen che a chiuso al secondo posto staccata di 12″, terza piazza per l’australiana Katrin Garfoot.

 

Non eccezionali le prove delle nostre atlete: Elisa Longo Borghini e Lisa Morzenti hanno chiuso rispettivamente 18esima e 24esima. La nostra nazionale si rifà con l’ottimo ed inaspettato argento conquistato da Antonio Puppio nella prova contro il tempo di categoria.

 

Antonio Puppio che colpo a Bergen

Mondiali Bergen 2017, crono junior: Puppio d’argento, oro a

Antonio Puppio

Il podio con Puppio

Antonio Puppio, a ventiquattro ore dall’impresa delle colleghe Pirrone e Veglia, conquista una splendida medaglia d’argento nella cronometro dei ragazzi. Il varesino si arrende al solo britannico Thomas Pidcock già campione del mondo di ciclocross e più adatto al percorso tortuoso della prova odierna.

 

 Pidcock ha fermato il cronometro a 28’02″15 mentre Antonio ha impiegato 12 secondi in più delll’inglese. La terza piazza è andata al polacco Filip Macjejuk, indietro tredici secondi dal vincitore, mentre uno dei grandi favoriti, il corridore di casa Andreas Leknessund, è soltanto ottavo.

“Non ci saremmo mai aspettati un simile exploit di Puppio, l’entusiasmo e la fiducia sono cresciuti con il passare dei chilometri e ora possiamo festeggiare questa splendida medaglia” ha commentato  il commissario tecnico Rino De Candido.

 

Lizzie Deignan operata, stagione finita?

Lizzie Deignan operata di appendicite

Lizzie Deignan operata

Lizzie Deignan in ospedale

Lizzie Deignan operata di appendicite dopo che ieri pomeriggio aveva regolarmente terminato in gruppo la tappa di Arnhem del Boels Rental Ladies Tour. All’arrivo sono aumentati i disturbi e la campionessa del mondo di Richmond 2015 ha dovuto essere operata d’urgenza per una appendicectomia che ora rende molto incerto il suo finale di stagione dal punto di vista agonistico.

La 28enne della Boels-Dolmans, era reduce dall’aver conquistato il GP de Plouay sabato scorso, purtroppo questo intoppo renderà più difficile la sua strada verso il Campionato del Mondo di Bergen. E’ la stessa Lizzie Deignan a temere per la sua partecipazione alla rassegna iridata: “affronterò il resto della stagione giorno per giorno” è stato il laconico messaggio su twitter.

 

Alberto Rui Costa alla Vuelta Espana

Alberto Rui Costa alla Vuelta Espana e  Giro di Polonia

Alberto Rui Costa alla Vuelta

Alberto Rui Costa alla Vuelta

Alberto Rui Costa alla Vuelta Espana a settembre e al Giro di Polonia (qui i dettagli della corsa), il portacolori della UAE Team Emirates, che sta trascorrendo un periodo di preparazione in Trentino, non corre dal Giro di Svizzera e sta rifinendo la condizione per la seconda parte della stagione.

L’annuncio dei prossimi programmi del portoghese è arrivato tramite il suo profile di Facebook in cui è stato segnalato che oltre al Giro di Polonia 2017, che si svolgerà dal 29 luglio al 4 agosto, il portoghese disputerà per la prima volta in carriera la Vuelta a España 2017, competizione che lo vedrà impegnato dal 19 agosto al 10 settembre.

L’intero programma delle corse di Rui Costa è verosimilmente improntato sul raggiungimento del massimo della condizione atletica in vista dei Campionati del Mondo di Bergen in cui il portoghese potrebbe, visto le caratteristiche del percorso, provare a riconquistare il titolo che aveva vinto nel 2013 a Firenze.