Aigul Gareeva sbaglia strada ma vince

Aigul Gareeva sbaglia strada ma conquista l’oro

Aigul Gareeva sbaglia strada ma vince l’oro nella crono juniores l’azzurra Camilla Alessio ai piedi del podio.

Aigul Gareeva (fonte pagina Facebook)

Aigul Gareeva (fonte pagina Facebook)

Aigul Gareeva sbaglia strada ma vince la medaglia d’oro ai Mondiali in Yorkshire 2019 nella prova che ha aperto la tre giorni dedicata alle prove contro il tempo. La pioggia ha reso il tracciato britannico particolarmente insidioso e al resto ha pensato un fuoriprogramma davvero curioso e che poteva costare molto caro all’atleta russa.
Le giovani atlete si sono cimentate lungo i 13,7 km ondulati previsti per la categoria caratterizzati da parecchi saliscendi e cambi di ritmo che la pioggia ha reso ancora più arduo questa gara di per se incerta in quanto le giovani cicliste raramente si confrontano a livello internazionale su simili prove.
Aigul Gareeva è partita fortissima accumulando un considerevole vantaggio ed è poi riuscita a mantenere il proprio vantaggio grazie ad una posizione in sella e una pedalata davvero super.
La russa è riuscita a difendersi dall’assalto della favorita di giornate l’atleta di casa Elynor Backstedt, figlia dell’ex campione Magnus, che al primo intertempo pagava un solo secondo alla russa.
La britannica che ha corso davvero bene salvo poi rischiare un capitombolo nel finale della prova a causa dell’asfalto reso scivoloso dalle precipitazioni e che le è costato parecchi secondi.
Come detto, anche la gara della Gareeva è stata segnata da un errore al limite del comico quando, all’imbocco del rettilineo finale nonostante le indicazioni poste dall’organizzazione, invece di svoltare sulla destra ha continuato dritta. Accortasi dell’errore, la russa è tornata indietro tagliando il traguardo comunque prima con il tempo finale è stato di 22’16” a 36.9 km/h di media.
L’errore della Gareeva sembrava spalancare le porte alla vittoria della Backstedt che però è calata con il passare dei chilometri sino a chiudere in terza posizione con un gap di undici secondi. La Medaglia d’argento è andata alla campionessa europea della specialità, l’olandese Shirin van Anrooij.

La quarta piazza a 14 secondi dalla prima, è andata ad una gagliarda Camilla Alessio che si è confermata ai vertici della categoria (chiudendo a 3 secondi dal podio). Peccato per Sofia Collinelli che era quarta a metà della prova ma che ha poi ceduto sul finale chiudendo all’ottavo posto.

Quartetto azzurro protagonista a Gand

Quartetto azzurro protagonista a Gand

Quartetto azzurro protagonista con Sofia Collinelli, Eleonora Camilla Gasparrini (VO2 Team Pink) e Giorgia Catarzi e Camilla Alessio  agli Europei di Gand 

Quartetto donne Italia

Quartetto donne Italia

Nella giornata inaugurale le due “panterine” hanno contribuito al miglior tempo del quartetto azzurro femminile Juniores. Domani primo turno e finali

Inizia subito al meglio l’avventura continentale di Sofia Collinelli ed Eleonora Camilla Gasparrini, cicliste del VO2 Team Pink protagoniste in maglia azzurra agli Europei su pista Juniores e Under 23 partiti oggi (martedì) a Gand, in Belgio.
Le due “panterine”, infatti, sono subito salite sull’anello dedicato a Eddy Merckx difendendo i colori dell’Italia nelle qualificazioni dell’Inseguimento a squadre Donne Juniores, specialità dove la nazionale di Salvoldi è campionessa europea (e mondiale) in carica grazie ai titoli di Aigle 2018, dove tra le “frecce azzurre” femminili figurava anche la stessa Collinelli.

In mattinata, il quartetto azzurro – composto dalla ravennate Collinelli, dalla torinese Gasparrini (entrambe in forza al VO2 Team Pink) e dalle due portacolori del Ciclismo Insieme, Giorgia Catarzi e Camilla Alessio – ha fatto registrare il miglior tempo nelle qualifiche, percorrendo i sedici giri (4 chilometri complessivi) in 4 minuti 33 secondi 131, con una media di 52,721 chilometri orari e precedendo in primis la Gran Bretagna.

Domani (mercoledì) il quartetto azzurro (tra cui Sofia, classe 2001, ed Eleonora, di un anno più giovane e al debutto in campo europeo) entrerà nel vivo della manifestazione. In mattinata spazio al primo turno, dove l’Italia sfiderà la Russia (quarto miglior tempo): in caso di vittoria, le azzurrine approderanno alla finale primo-secondo posto del pomeriggio. Se invece dovessero essere le russe a spuntarla nel braccio di ferro, per partecipare alla “finalina” per il bronzo occorrerebbe guardare il riscontro cronometrico insieme alle altre batterie.

Risultati

Qualificazioni Inseguimento a squadre Donne Juniores (4000 metri, 16 giri): 1° Italia (Eleonora Camilla Gasparrini, Camilla Alessio, Giorgia Catarzi, Sofia Collinelli) 4 minuti 33 secondi 131, media 52,721 chilometri orari, 2° Gran Bretagna (Ella Barnwell, Elynor Backstedt, Eluned King, Sophie King, Sophie Lewis) 4 minuti 35 secondi 330, 3° Germania (Finja Smekal, Hanna Dopjans, Paula Leonhardt, Friederike Stern) 4 minuti 40 secondi 306, 5: Russia (Mariia Miliaeva, Anastasiya Kutsenko, Taisia Churenkova, Valeria Golayeva) 4 minuti 40 secondi 569, 5° Belgio (Katrijn De Clercq, Esmée Gielkens, Jade Lenaers, Kirin Punnewaert) 4 minuti 48 secondi 109, 6° Spagna (Naia Amondarain Gaztanaga, Marina Garau Roca, Lorena De La Fuente Alcalde, Garazi Estevez Guede) 4 minuti 54 secondi 638, 7° Ucraina (Yana Lynnyk, Sofia Shevchenko, Solomiia Lukachuk, Snizhana Farshchuk) 4 minuti 54 secondi 640.

Nella foto UEC (Dario Belingheri/Bettini Photo) , il quartetto femminile Junior dell’Italia in azione. Nelle altre immagini, lo stesso quartetto schierato e le due “panterine” Eleonora Camilla Gasparrini e Sofia Collinelli

FONTE COMUNICATO Ufficio stampa VO2 Team Pink

Camilla Alessio argento nella crono juniores

Camilla Alessio argento ai Mondiali di Innsbruck

Camilla Alessio argento nella crono juniores per l’atleta padovana alle spalle dell’olandese Rozemarijn Ammerlaan

Camilla Alessio

Camilla Alessio sul podio

Camilla Alessio conquista un’incredibile medaglia d’argento nella prova il tempo Juniores dei Mondiali di Ciclismo di Innsbruck 2018. La padovana ha chiuso i 19,8 km  in 27’09″75, alle spalle dell’olandese Rozemarijn Ammerlaan, vincitrice in 27’02”95.

Arriva quindi una prestigiosa medaglia d’argento nella prima gara per gli azzurri al mondiale Austriaco. Camilla corre per il Team Lady Zuliani ed è rimasta in testa alla corsa per tantissimo (lo scorso anno fu Alessia Vigilia a sedere sulla poltrona del capoclassifica a lungo).

Ad onor del vero va detto che la presenza della Alessio era tutt’altro che scontata in quanto vi erano alcuni dubbi sul presentarla alla partenza (il successo di Vittoria Guazzini allo scorso Campionato Europeo aveva aperto all’Italia un posto in più al via).

Considerando che la prova era aperta alla categoria Juniores i quasi 20 km di percorso erano sicuramente elevati per le abitudini delle atlete e Camilla ha fatto la parte del leone inchinandosi per soli 7 secondi alla forte olandese Ammerlaan che ha chiuso in 27’02” a quasi 44 km/h di media.

La prova è contrassegnata da un meteo altalenante infatti la nostra Camilla ha corso su un tracciato con fondo bagnato ma è riuscita ugualmente a conquistare la seconda piazza davanti alla inglese Elynor Backstedt.

 

Tra le altre italiane in gara, sesto posto a 25″ per Vittoria Guazzini mentre Giorgia Bariani ha chiuso ventunesima a 1’22”.